Come Coltivare Pomodori

8 Parti:Il TerrenoTrapiantare i PomodoriAnnaffiaturaUsare Pali e GabbieConcimareFruttificazioneProteggere i Frutti Maturi dagli AnimaliColtivare Pomodori nei Vasi

Stai imparando a coltivare dei pomodori dolci e succosi? Fortunatamente per te, le piante di pomodoro possono crescere ovunque ci sia un ambiente tiepido e umido. Ma come per tutte le piante che producono frutti, un po' di cure amorevoli e premurose aiuteranno molto la crescita. Con la pazienza, la luce del sole e una quantità di acqua adeguata, sarai abbondantemente ricompensato con una pianta di pomodori alta 2 metri che ti darà pomodori grandi e succosi! Queste piante richiedono molto tempo per crescere perciò dovrai avere grande pazienza, ma è tutto ciò di cui avrai bisogno. Divertiti!

Passaggi

  1. 1
    Compra delle piantine di pomodori da un vivaio locale e trapiantale nel tuo giardino se sei un principiante. Un coltivatore esperto potrà iniziare a coltivare i pomodori direttamente dai semi. Se preferisci, coltiva le tue piante dai semi in una serra, o davanti a una finestra soleggiata all'interno della casa. Inizia circa un mese prima dell'arrivo della primavera per interrarle in giardino al momento giusto. Puoi usare delle lampadine a fluorescenza appese pochi centimetri (5 cm) sopra la pianta e continuare ad alzarle quando la pianta diventa più alta, se la stanza non ha una buona illuminazione. Fai crescere queste piante finché non raggiungono i 15 - 25 cm e poi trapiantale quando il clima della tua zona è primaverile.
    • Non pagare prezzi eccessivi per comprare le piante più grandi; non c'è ragione di farlo, a meno che tu non debba recuperare una partenza tardiva della coltivazione.
  2. 2
    Procurati varietà adatte ai coltivatori principianti, come Datterino, Ciliegino, Cuore di Bue, Tondo a Grappolo, Tondo Liscio, San Marzano o qualunque altra varietà di pomodori piccoli. Pianta pomodori di diverse varietà invece di sceglierli tutti dello stesso tipo - in questo modo otterrai un raccolto continuo.
  3. 3
    Coltiva due piante per ogni membro della famiglia che mangerà molti pomodori, come regola generale. Se hai intenzione di inscatolarli o preparare della salsa di pomodoro, puoi piantare fino a quattro piante a persona.
    • Il costo delle piantine va da € 0.30 a € 1,00 fino a circa € 3,00 per le piante innestate. Con la semina in casa il costo ovviamente scende!

Parte 1
Il Terreno

  1. 1
    Scegli un punto soleggiato dove trapiantare le piante. Metti le piante di pomodoro in un punto dove possano ricevere almeno 7 ore di luce solare al giorno. I pomodori hanno bisogno di molto sole per avere un ottimo sapore.

    Nota: nei climi caldi in cui le notti raggiungono una temperatura di 24 °C, la maggior parte delle piante cesseranno di dare nuovi frutti. Quelli già presenti cresceranno molto. Ma nessun nuovo frutto sarà prodotto se le notti sono molto calde. Non attendere più di qualche giorno per piantarle, dopo la data consigliata per la tua zona climatica, o potrebbe essere troppo tardi (se le notti sono eccessivamente calde).
  2. 2
    Prepara il terreno del giardino aggiungendo molto compost ben decomposto - non verde (25 - 40 kg per metro quadrato). Metti il compost nei primi 6 - 8 cm di terreno. I pomodori hanno bisogno di un terreno ricco di materia organica. Se non prepari da solo il tuo compost, usa una varietà acquistata in negozio o letame compostato, disponibile in sacchi da 20 kg. Il costo di un sacco di compost da 20 lt varia dai 2€ ai 10€.

Parte 2
Trapiantare i Pomodori

  1. 1
    Trapianta pomodori in profondità. Sotterra circa il 50% - 75% della pianta (soprattutto quelle più esili). Non è un problema dover sotterrare alcune delle foglie più basse. Si svilupperanno delle nuove radici dallo stelo sotterrato, dando alla pianta una spinta per crescere; il nuovo trapianto deve concentrarsi sulla produzione delle radici.
  2. 2
    Dai a ogni pianta circa 4 litri d'acqua tiepida (a circa 27 °C) entro dieci minuti dal trapianto, per evitare lo schock.
  3. 3
    Distanzia le piante di pomodori a 45 - 90 cm l'una dall'altra; distanziale della metà della distanza consigliata nei climi più caldi, soprattutto se stai usando una gabbia per i pomodori. La distanza normale consigliata è per le piante a cui sarà concesso di crescere molto in senso orizzontale sul terreno, mentre le piante più vicine nelle gabbie si creano ombra vicendevolmente, aiutando a prevenire le bruciature e garantendo frutti dal sapore più dolce.
    • Non dimenticare di lasciare abbastanza spazio tra le piante per annaffiarle, potarle e raccogliere i frutti. Quelle belle piantine minute non rimarranno delle stesse dimensioni per molto.

Parte 3
Annaffiatura

  1. 1
    Annaffia con circa 500 ml d'acqua tiepida per pianta nei primi 7 - 10 giorni dopo il trapianto.
  2. 2
    Attendi una settimana o due dopo il trapianto, poi metti del pacciame di paglia, di erba secca o di aghi di pino per controllare le erbacce e mantenere il suolo umido quando il clima è secco. Il pacciame dovrebbe essere spesso circa 2,5 cm e circondare il gambo della pianta per circa 30 cm. Gli aghi di pino sono particolarmente efficaci perché fanno aumentare l'acidità del suolo.

    Attenzione: non tenere sempre il terreno bagnato. In quel modo soffocheresti le radici e provocheresti un'infezione fungina, soprattutto se il clima è molto caldo.
  3. 3
    L'irrigazione a goccia è preferibile a quella dall'alto, che può promuovere le malattie che colpiscono spesso i pomodori.
  4. 4
    Lascia passare più tempo tra le irrigazioni dopo dieci giorni, e assicurati che le piante ricevano 2,5 - 7,5 cm di pioggia a settimana. Se non è così, dai a ogni pianta circa 7,5 litri d'acqua a settimana, iniziando all'incirca dalla fine della seconda settimana dopo il trapianto.
    • Annaffia in profondità 2 - 3 volte a settimana (con circa 3 - 4 litri per ogni pianta), aumentando la quantità d'acqua usata secondo la dimensione delle piante e il caldo.
    • Nei climi caldi o secchi puoi annaffiare più spesso di quanto riportato in questa guida.

Parte 4
Usare Pali e Gabbie

  1. 1
    Considera se usare una gabbia per pomodori o un palo alto per sostenere la pianta circa 14 giorni dopo il trapianto.
    • Un palo dovrebbe essere alto almeno 1,8 - 2,4 metri, con una base di 1,3 x 5 cm. Pianta i pali a circa 30 - 60 cm di profondità, ad almeno 5 cm dalla pianta. Assicura la pianta al palo usando "nodi poco stretti" che non stringeranno la pianta. Puoi usare pali di bambù, legna di scarto, barre di ferro o condotti elettrici.
    • Anche se sono meno comuni, le piante rampicanti di pomodoro possono essere legate a tralicci o staccionate, come l'uva. In questo modo puoi ottenere raccolti molto abbondanti, ma le piante rampicanti sono poco usate perché crescono molto grandi e robuste.

      Le piante determinate di pomodoro crescono fino a una dimensione precisa e poi si fermano, o almeno rallentano molto la loro crescita. Una pianta indeterminata continua a crescere e allargarsi.
    • Una gabbia dovrebbe essere alta almeno 1,2 m, e anche più alta se coltiverai bene la pianta. Legare le piante non è necessario. Alcune piante di pomodori possono raggiungere 1,8 metri di altezza nella gabbie (potresti aver bisogno di piantare un palo a cui legare la gabbia). Le gabbie si piegheranno se la pianta peserà troppo, e in alcuni casi possono cadere durante i temporali estivi. Tira con attenzione le foglie e gli steli secondari all'interno della gabbia man mano che la pianta cresce.

  2. 2
    Prepara da solo le gabbie per i pomodori se desideri. Procurati un rotolo alto 1,25 m di recinzione da giardino in filo saldato, con aperture rettangolari di 5 x 10 cm - o aperture quadrate di 10 cm - e, appena possibile, impilane due uno sopra l'altro, e legali a dei pali, in modo che il vento non li faccia cadere. Piegalo in cilindri di 45 cm di diametro per realizzare le gabbie. Taglia e piega le estremità del filo fino a raggiungere i capi non tagliati dalla parte opposta, creando un cilindro. Questo tipo di gabbia richiede dei saldi pali di sostegno.

Parte 5
Concimare

  1. 1
    Decidi se usare fertilizzanti chimici. Non usare concimi da giardino. Il rapporto dei minerali nei fertilizzanti da giardino è pensato per favorire la crescita di steli e foglie. Cerca un fertilizzante vegetale che promuova la produzione di frutti. I pomodori possono crescere molto bene con una coltivazione biologica, se il terreno sarà arricchito con molto materiale organico. Se usi fertilizzanti chimici, prova a usare metà della concentrazione raccomandata (usando le indicazioni sulla confezione), ma concimando con il doppio della frequenza, per evitare lo stress dovuto ai periodi di abbondanza e carestia provocati da una fertilizzazione a intervalli superiori.
    • La iperfertilizzazione può provocare la crescita troppo rapida delle piante, lasciandole più vulnerabili a malattie e insetti.
    • Ricorda che il tuo scopo nella coltivazione dei pomodori, sono i frutti, non le foglie. I fertilizzanti, soprattutto se usati in quantità eccessive o di tipologia non appropriata, possono far produrre alle piante più foglie che frutti.
  2. 2
    Scuoti delicatamente i pali o le gabbie un paio di volte a settimana per circa 5 secondi dopo la fioritura al fine di promuovere la pollinazione dei fiori (da un fiore all'altro). Secondo la National Gardening Association, scuotere le piante di pomodori aumenta la produzione di frutti distribuendo il polline in modo più uniforme.
  3. 3
    Dopo qualche settimana dalla messa a dimora dei pomodori vedrai spuntare le "femminelle" tra le foglie ed il fusto principale. Da ora in avanti e fino a quando la pianta non avrà raggiunto il completo sviluppo, dovrai eseguire la scacchiatura almeno una volta alla settimana, per evitare che le piante vegetino troppo, ma anche per accelerare la maturazione dei pomodori.
    • Con la scacchiatura vanno eliminate le foglie che spuntano proprio nell'angolo tra il fusto centrale e la foglia. Le femminelle è meglio toglierle quando sono piccoline, perché più sono grandi più la ferita lasciata sulla pianta necessiterà di tempo per rimarginarsi.
    • Non togliere le femminelle che presentano fiori o frutti.

Parte 6
Fruttificazione

  1. 1
    Controlla la presenza di frutti dai 45 ai 90 giorni (60 in media) dopo il trapianto. Le piante di pomodori iniziano a produrre solitamente piccoli frutti verdi. Attendi che il frutto sia di buone dimensioni con un colorito intenso e luminoso: questo significa che è maturo e pronto per essere colto. Anche la consistenza può determinare il momento di raccolta. Un frutto maturo è solitamente "leggermente morbido". Fai attenzione a non strizzarli; non premere con la punta delle dita, o schiaccerai il frutto.
    • Fai attenzione a non far maturare troppo i pomodori, altrimenti saranno troppo morbidi.
    • Gli uccelli, i tassi e alcuni cani potrebbero mangiare i pomodori maturi.
  2. 2
    Raccogli i frutti ancora acerbi e falli maturare in casa se desideri: puoi raccogliere i pomodori in qualunque momento dopo che hanno iniziato a cambiare colore, e metterli su un davanzale soleggiato. In questo modo sarà meno probabile che marciscano sulla pianta o siano mangiati da un uccello o uno scoiattolo.
    • I pomodori avranno però un sapore più dolce se fatti maturare sulla pianta, perciò valuta i pro e i contro di questo metodo di maturazione.

Parte 7
Proteggere i Frutti Maturi dagli Animali

  1. 1
    Metti un sacchetto di plastica con chiusura zip sopra il frutto quasi maturo, facendo molta attenzione, per proteggere i frutti che stanno maturando dai predatori.
  2. 2
    Chiudi il sacchetto da entrambi i lati, sopra il frutto, lasciando circa 0,5 cm da ogni parte del gambo per permettere il passaggio dell'aria.
  3. 3
    Taglia l'angolo più basso per permettere il drenaggio e il passaggio dell'aria. Nei climi più caldi, pratica con attenzione altri fori per l'aria. Andranno bene tagli di 1,2 cm o meno.
    • Non provare la delusione di perdere dei frutti a causa degli animali; dedica il tempo necessario a mettere i sacchetti! Un altro consiglio è mettere decorazioni rosse di Natale nella parte alta della gabbia dei pomodori. Gli uccelli li beccheranno, saranno confusi e lasceranno stare i tuoi pomodori.

Parte 8
Coltivare Pomodori nei Vasi

  1. 1
    Pianta dei pomodori usando solo un vaso se non hai abbastanza terreno a disposizione o solo un terrazzo!
  2. 2
    Usa un vaso alto 45 - 60 cm e largo circa 37,5 - 50 cm. Riempilo con terra e fertilizzante.
  3. 3
    Pianta i pomodori e copri la terra con della plastica nera che lasci passare l'acqua attraverso piccoli fori. Taglia la plastica in un cerchio delle dimensioni del vaso e sotterra i bordi nel terreno. In questo modo terrai lontane erbacce, gatti e insetti.
  4. 4
    Usa dei lunghi pali di plastica, di legno o bambù e mettine 3 o 4 nel vaso intorno alla pianta, legandola ai pali con del nastro in diversi punti.

Consigli

  • Metti dei gusci d'uovo nella buca in cui interrerai la pianta di pomodori.
  • Prima di seminare il terreno, getta delle manciate di materiale organico sul fondo della buca in cui pianterai. Quando le radici cresceranno più in profondità, raggiungeranno questo strato di nutrienti in tempo per stimolare la produzione di frutti.
  • I pomodori preferiscono un terreno con pH 6 - 6,8. La decomposizione dei fiori può essere provocata da una deficienza di calcio e accade frequentemente nei terreni acidi o durante i periodi di stress per la pianta. Fonte: Ohio State University.
    • Per correggere una deficienza di calcio: porta a ebollizione 4 litri d'acqua con 15 ml di succo di limone. Aggiungi sei cucchiai di farina di ossa all'acqua, mescola bene e cuoci per 30 minuti perché si sciolga. Fai raffreddare la soluzione. Anche se la farina non sarà completamente sciolta, andrà bene. Annaffia ogni pianta sulle foglie e sulle radici con circa 1 litro di questa soluzione. Ripeti il trattamento una seconda volta dopo tre o cinque giorni. La farina di ossa è ricca di calcio e fosforo.
  • I polloni che sono stati rimossi possono essere piantati con facilità in un terreno umido per dare vita a nuove piante di pomodori, ma questa pratica richiede un grande pollone, e può essere di poco successo nei climi con una breve stagione di coltivazione, perché queste nuove piante raggiungeranno più tardi la maturità e avranno meno tempo per produrre i frutti.
  • Anche se dovresti evitare di versare troppo caffè o chicchi freschi nel terreno per renderlo più acido, la caffeina è velenosa per lumache e altri parassiti, ed è questo il motivo per cui le piante di caffè la producono. Un metodo efficace per combattere questi parassiti è spruzzare del caffè sulle foglie della pianta. Sulle foglie, la caffeina non sarà abbastanza concentrata per danneggiare le piante, ma sarà sufficiente a tenere lontani dei parassiti.
  • Per migliorare il sapore dei pomodori, favorirne la crescita, aumentare il raccolto e proteggere le piante dagli insetti, puoi usare la coltivazione mista. Piantare del basilico entro 45 cm dalla tua pianta di pomodoro, ad esempio, migliorerà il sapore dei frutti e terrà lontani molti insetti. Le carote aumentano la produzione di frutti, perché le piante di pomodoro assorbiranno dei nutrienti dalle carote (che cresceranno meno come risultato). Il basilico inoltre è perfetto per tutti i piatti con pomodoro. Puoi aggiungerlo alla salsa di pomodoro o sulle bruschette.
  • Se decidi di potare la tua pianta di pomodori "indeterminata", prendi in considerazione l'idea di non potare l'intero pollone, ma di lasciarlo crescere abbastanza da produrre alcune foglie, e poi potare la punta. In questo modo non crescerà come un lungo ramo, ma le foglie che produrrà aumenteranno la superficie della pianta disponibile per la fotosintesi.
  • Se la temperatura supera spesso i 35 °C, dovresti ombreggiare la parte alta di ogni pianta dalle 11:00 alle 15:00 per limitare le bruciature provocate dalla combinazione di calore e luce del sole.
  • Acquistare piante organiche ti garantirà che non siano state trattate con pesticidi o altre sostanze chimiche potenzialmente dannose.

Avvertenze

  • Mangia solo i frutti di una pianta di pomodori, non quelli che le assomigliano, perché i frutti di altre specie possono essere velenosi.
  • Per prevenire le muffe o le infezioni fungine, annaffia le piante di mattina, preferibilmente usando irrigazione a goccia. Se annaffierai la pianta dall'alto, aumenterai la probabilità che muffe e funghi la infettino. Eccezione: esiste un metodo di fertilizzazione delle piante chiamato nutrimento fogliare, nel quale le foglie delle piante vengono spruzzate con un fertilizzante a bassissima concentrazione che sarà assorbito direttamente. È un metodo buono per la pianta, ma deve essere eseguito di sera o di mattina, quando i pori delle foglie sono aperti.
  • Quando la pianta cresce, le corde usate per legarla hanno la tendenza a tagliare i rami. Usa della stoffa per legare le piante, soprattutto quelle di pomodori. Delle strisce tagliate da vecchie calze sono ideali per i pomodori; sono elastiche e delicate abbastanza per svolgere bene la loro funzione.
  • I semi di pomodori sono molto piccoli e non dovresti piantarli troppo in profondità. Una semina profonda non darà germogli e finirai per perdere i semi. Pianta i semi non oltre 0,5 - 1,5 cm.
  • Quando trapianti una pianta, fai attenzione a non danneggiare le radici. Se taglierai o danneggerai troppe radici, la pianta potrebbe morire.
  • Non potare mai i polloni delle piante di pomodoro determinate. Questo tipo di piante produce i suoi frutti in un unico raccolto, e potandole otterrai soltanto un raccolto inferiore.

Cose che ti Serviranno

  • Piante di pomodori
  • Letame compostato
  • Cazzuola, piccola pala e piccone
  • Filo o stoffa per legare
  • Pali di sostegno o gabbie per pomodori










Informazioni sull'Articolo

Articolo in primo piano

Categorie: Articoli in primo piano | Il Tuo Orto

In altre lingue:

English: Grow a Tomato Plant, Nederlands: Tomaten kweken, Español: cuidar una planta de tomates, Deutsch: Tomaten pflanzen, Русский: выращивать помидоры, 中文: 种植番茄, Français: faire pousser un plant de tomate, Čeština: Jak vypěstovat vlastní rajčata, 日本語: トマトを栽培する, Bahasa Indonesia: Menanam Tananam Tomat, Português: Cultivar Tomates, Tiếng Việt: Trồng cà chua

Questa pagina è stata letta 190 737 volte.

Hai trovato utile questo articolo?