Come Gettare il Cemento

2 Metodi:Preparare la Zona di GettataGettare il Cemento

Sapere come gettare il cemento ti può aiutare a risparmiare qualche euro quando decidi di fare qualche lavoretto alla tua casa. Puoi utilizzare gli strumenti che hai nel capannone o nel garage; non è necessario avere attrezzi speciali per fare dei piccoli lavori. Gettare il cemento richiede un po’ di muscoli dato che è piuttosto pesante. Comunque, con l’aiuto di queste poche istruzioni, potrai facilmente realizzare i tuoi progetti.

1
Preparare la Zona di Gettata

  1. 1
    Rimuovi l’area da ogni oggetto e materiale che può interferire con il tuo lavoro. Questo include l’erba, le pietre, gli alberi, i cespugli e anche il vecchio cemento. Togli tutto finché vedrai solo la terra nuda.
  2. 2
    Prepara la tua base di gettata. Con il termine base di gettata ci si riferisce al materiale sul quale metterai il cemento. Di solito si usa del riempimento granulare tipo ghiaia o il sottofondo stradale, anche se, in rari casi, il suolo nudo è abbastanza compatto e stabile per essere usato come base.[1]
    • Il suolo sotto la base di gettata si chiama sottofondo e il cemento sarà forte tanto quanto lo è il sottofondo.[2] Pensaci un attimo: se il sottofondo è friabile, si muove o ha dei buchi, l’integrità del cemento è compromessa. Assicurati che il sottofondo sia compatto e stabile prima di mettere la base di gettata.
    • Molti professionisti scelgono come base di gettata della ghiaia mista sabbia. La ghiaia lascia degli spazi che permettono all’acqua di drenare e nello stesso tempo è una base meno costosa. Come controparte non è molto compatta e alcuni costruttori scelgono una ghiaia a grana molto più fine per aumentare la stabilità. Questo tipo di base però è molto costosa.
    • Stendi uno strato di base spesso 5-10 cm e compattalo con un battitore manuale o elettrico. Quello elettrico può sembrare sovradimensionato per i piccoli lavori o il fai da te, ma offre molta più potenza.
  3. 3
    Prepara la cassaforma. Di solito è in legno fissato con chiodi e viti speciali e delimita il perimetro attorno alla zona di gettata. Una cassaforma ben costruita ti aiuterà a rifinire al meglio il tuo progetto. Ricorda un paio di cose quando costruisci la cassaforma:
    • Per i perimetri quadrati o rettangolari, assicurati che gli angoli siano di 90°. Prendi un metro a nastro e misura le diagonali del quadrato o del rettangolo: devono essere l’una uguale all’altra. Se non lo sono, torna al tavolo di lavoro con la cassaforma.
    • Assicurati inoltre che la cassaforma abbia una leggera pendenza. Se fosse completamente livellata, l’acqua ristagnerebbe nel bel mezzo del cemento. Per evitare questa eventualità crea una piccola pendenza di 0,5 cm ogni 30 cm. Quando si lavora con determinati pavimenti, va bene anche una pendenza di 0,3 cm ogni 30 cm.
  4. 4
    Valuta di aggiungere una maglia metallica o dei tondini alla cassaforma (opzionale). Si usano per conferire maggiore stabilità, soprattutto nelle strutture che dovranno sopportare alti carichi, come le vie di traffico. Se vuoi gettare il cemento per creare una superficie che non sarà eccessivamente sollecitata con il peso, puoi evitare di mettere la rete metallica e i tondini. Entrambi hanno dei vantaggi e degli svantaggi:
    • La rete metallica impedisce la formazione e la diffusione di piccole crepe e offrirà maggiore stabilità sul piano orizzontale (la rete è saldata mentre i tondini sono legati insieme). Lo svantaggio della rete è che non contribuisce molto all’integrità della struttura.
    • I tondini danno una maggiore integrità strutturale e sono migliori per le superfici che devono sopportare grossi carichi. L’altro lato della medaglia è che non riduce la formazione di crepe.

2
Gettare il Cemento

  1. 1
    Prepara il cemento. Si tratta di una mistura fatta di cemento, sabbia e ghiaia in rapporto 1:2:4. L’acqua viene aggiunta per miscelare gli ingredienti.
    • In una betoniera aggiungi l’acqua e poi il mix per il cemento. Puoi usare una carriola e mischiare il tutto con una pala. Usa meno acqua possibile. L’acqua rende il cemento malleabile ma indebolisce la struttura finale. Accendi la betoniera. La mistura dovrà essere liscia e consistente. Spegni la macchina.
  2. 2
    Getta il cemento nella cassaforma. A volte puoi anche prendere un camion per gettare il cemento; ma puoi anche metterlo nella carriola e svuotarlo nella cassaforma fino a riempirla completamente. Mentre lo fai, trova qualche aiutante che spalmi il cemento con la pala e con il rastrello da calcestruzzo.
  3. 3
    Livella la superficie del cemento. Partendo dal punto più alto, usa le stagge per livellare e lisciare il cemento ancora umido. Muovi le aste da sinistra a destra in un movimento continuo per creare una superficie piana, meglio ancora se le aste sono abbastanza lunghe da appoggiare sui bordi della cassaforma.
    • Lavora dall’alto verso il basso, livellando con delicatezza finché la superficie non diventa piatta. Il lavoro non è ancora finito ma si comincia a intravedere l’aspetto del lavoro completo.
  4. 4
    Rifinisci la superficie appena livellata per compattarla ancora di più. A questo punto devi muoverti il più velocemente possibile perché il cemento si stabilizza in fretta. La rifinitura prevede due passaggi:
    • Usa un grande strumento, detto frattazzo, per premere e compattare il cemento e lisciare la superficie. Spingi il frattazzo lontano da te, tenendo il bordo posteriore leggermente alzato e poi tiralo verso di te tenendo il bordo anteriore un po’ sollevato.
    • Usa un frattazzo più piccolo a mano per rifinire la superficie. Quando inizia ad affiorare in superficie un po’ d’acqua, usa il frattazzo facendo ampi movimenti circolari per lisciare il cemento.
  5. 5
    Fai dei giunti di controllo ogni 1,5 m o 1,8 m. Usa un asse di legno per allineare il bordo e fare dei giunti regolari. Queste scanalature sono utili per evitare che il cemento si fratturi con i cambiamenti di temperatura. La profondità dei giunti deve essere circa ¼ di quella dell’intero cemento.
  6. 6
    Crea aderenza. Usa una scopa per fare delle righe sulla superficie. Questo crea aderenza al cemento e non lo rende scivoloso quando si bagna. Puoi usare anche una spazzola morbida per creare una superficie meno rugosa. Se vuoi una superficie più liscia, ma che mantenga un po’ di aderenza, puoi usare una cazzuola e farla scivolare con un movimento circolare. Assicurati che le righe non siano troppo profonde, un ristagno d’acqua comprometterebbe l’integrità della gettata.
    • Se passando la scopa si creano dei grumi di cemento che si attaccano alle setole, significa che è troppo presto per fare questo lavoro. Ripassa ancora il frattazzo a mano per lisciare i segni lasciati dalla scopa e riprova più tardi.
  7. 7
    Proteggi e sigilla il cemento. Il cemento andrebbe lasciato riposare per 28 giorni e i primi giorni sono i più difficili. Non appena possibile, i professionisti raccomandano di sigillare il cemento per proteggerlo e prevenire sia crepe che scolorimento.
  8. 8
    Mantieni in buono stato il cemento. Sebbene si pensi che il cemento sia una superficie senza problemi, una regolare manutenzione può solo giovare. Lavarlo con acqua e sapone lo mantiene al meglio e delle sigillature occasionali (circa ogni 5 anni) lo proteggono dai danni e dall’usura.

Consigli

  • Puoi comprare dei coloranti speciali per tingere il cemento come preferisci. Scegli i colori che si abbinano o esaltano quello della tua casa e del paesaggio. Aggiungi i coloranti mentre mischi il cemento all’acqua.

Cose che ti Serviranno

  • Cassaforma
  • Ghiaia
  • Rete in acciaio o tondini
  • Cemento
  • Acqua
  • Betoniera o carriola e pala
  • Frattazzo
  • Cazzuola
  • Asse
  • Scopa

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Manutenzione Domestica

In altre lingue:

English: Pour Concrete, Deutsch: Beton giessen, Español: vaciar concreto, 中文: 浇筑混凝土, Português: Fazer Concreto Derramado, Français: couler du béton, Русский: укладывать бетонную смесь, Bahasa Indonesia: Menuangkan Beton, हिन्दी: कंक्रीट उँडेलें, Čeština: Jak vylít beton

Questa pagina è stata letta 47 788 volte.

Hai trovato utile questo articolo?