Come Impastare la pasta per Pane e Pizza

3 Parti:PreparazioneLavorare l'ImpastoSapere quando Smettere

Impastare la pasta porta allo sviluppo del glutine e aiuta a distribuire in modo uniforme i gas prodotti dal lievito. Questo crea le condizioni necessarie per ottenere un pane lievitato poroso e spugnoso — in parole povere, delizioso. Leggi questo articolo per imparare a impastare come un professionista.

Parte 1
Preparazione

  1. 1
    Prepara una superficie per impastare. È più facile farlo su una superficie piatta che arriva all'altezza della vita. Prepara un piano di lavoro, un tavolo o un'altra superficie stabile per impastare pulendolo con acqua calda e sapone, per poi asciugarlo completamente con un panno. Spargi della farina sul piano asciutto per evitare che la pasta non si appiccicherà quando sarà il momento di impastare.
    • Alcune ricette richiedono di lavorare la pasta dentro una ciotola. Di solito però, in questi casi si presuppone che la pasta venga lavorata solamente per un minuto o due. Per ricette che prevedono un tempo di impasto di oltre 3 minuti, pianifica piuttosto di usare un piano di lavoro.
    • Se non vuoi lavorare la pasta direttamente sul tavolo, puoi coprire la il tuo piano di lavoro con della carta da forno cosparsa di farina. Nei negozi specializzati in articoli da cucina è possibile comprare delle superfici anti-adesive concepite per aiutare nell'impasto.
  2. 2
    Combina gli ingredienti per il tuo impasto. Usa le dosi richieste dalla ricetta che hai scelto. Gli ingredienti base sono di solito farina, lievito, sale e acqua. Mischiali bene con un cucchiaio di legno in preparazione per l'impasto.
    • Se c'è della farina che ancora si appiccica ai lati della ciotola, significa che l'impasto non è ancora pronto per essere lavorato. Continua a girarlo con il cucchiaio di legno finché gli ingredienti non sono amalgamati.
    • Se hai difficoltà a muovere il cucchiaio attraverso l'impasto, significa che è pronto per essere lavorato.
  3. 3
    Metti l'impasto sul tuo piano di lavoro. Scaricalo sulla superficie già pronta direttamente dalla ciotola. Dovrebbe formare una palla floscia e appiccicosa. L'impasto è adesso pronto per la lavorazione.

Parte 2
Lavorare l'Impasto

  1. 1
    Lavati prima le mani. Impastare richiede la lavorazione dell'impasto usando le tue mani nude, quindi lavale e asciugale per bene prima di cominciare. Togli anelli o altri gioielli che potrebbero raccogliere dei residui di pasta e arrotola le maniche in maniera che non si sporchino. Dal momento che andrai a lavorare con una superficie infarinata, sarà opportuno indossare un grembiule per proteggere i tuoi indumenti.
  2. 2
    Ammassa l'impasto. Non appena affonderai le mani nella pasta, sarà appiccicosa e difficile da raccogliere. Continua a lavorare l'impasto con le mani, formando una palla, facendo pressione e continuando a dargli forma. Continua a fare così finché non sarà più appiccicosa ed è possibile dargli forma senza che si sfaldi.
    • Se l'impasto sembra non perdere la sua viscosità, cospargi dell'altra farina sul piano e continua a impastare.
    • Puoi infarinare leggermente le tue mani per fare in modo che l'inasto non sia troppo appiccicoso.
  3. 3
    Dai pugni all'impasto. Premi i palmi delle tue mani nella pasta, spingendo leggermente in avanti. Lavorare la pasta in questo modo, contribuisce ad attivare il glutine. Continua a fare così finché non diventa leggermente elastica.
  4. 4
    Impasta. Piega l'impasto in due e premi in avanti con i palmi delle mani per appiattirlo. Giralo leggermente, piegalo a metà e spingi di nuovo con i palmi. Ripeti per 10 minuti, o per il tempo richiesto dalla ricetta.
    • Il processo di lavorazione dovrebbe essere ritmico e costante. Non eseguirlo troppo lentamente; maneggia ogni parte dell'impasto rapidamente, senza mai aspettare troppo tra una girata e l'altra.
    • 10 minuti sono lunghi per ripetere un lavoro fisico. Se ti stanchi, fatti sostituire da qualcuno per continuare ad impastare.

Parte 3
Sapere quando Smettere

  1. 1
    Valuta la consistenza. La pasta inizia come un ammasso appiccicoso e ruvido, ma dopo 10 minuti di lavorazione dovrebbe essere lucida e liscia. Appiccicosa, ma elastica al tatto. Se avverti ancora qualche grumo o la senti ancora troppo appiccicosa, continua a impastare.
  2. 2
    Controlla che l'impasto mantenga la sua forma. Dagli la forma di una palla e lasciala cadere sulla tua superficie. È rimasta intatta? Se fosse pronta, dovrebbe mantenere la sua forma.
  3. 3
    Pizzica la pasta. La pasta diventa più compatta man mano che procedi con l'impasto, proprio come caricare una molla diventa più difficile quando continui a caricarla. Pizzica un po' di impasto con le dita. Se è pronta, ti darà la sensazione di toccare il lobo di un orecchio. Inoltre, se premuta con la punta di un dito, dovrebbe tornare alla forma di partenza.
  4. 4
    Continua con la ricetta. Molte delle ricette indicano di lasciare che la pasta lieviti in un posto caldo per qualche ora una volta terminata la prima fase della lavorazione. Una volta raddoppiata la sua dimensione, potrebbe essere necessario lavorarla ancora per qualche altro minuto e quindi farla lievitare ulteriormente prima di cuocerla.
    • Se hai lavorato l'impasto fino a renderlo compatto, elastico e lucido, dovresti ottenere un pane con la crosta croccante e un interno soffice e gommoso.
    • Se invece non hai lavorato la pasta per bene, otterrai un pane duro, ammassato e piatto.

Consigli

  • Avere le mani fresche e asciutte è la condizione ideale per impastare.
  • Di solito, durante la fase di lavorazione dell'impasto sarà necessario aggiungere altra farina per evitare che la pasta si attacchi al piano di lavoro e alle tue mani. La quantità varia in base all'umidità della pasta e dell'ambiente. Fai attenzione se stai preparando un dolce o dei biscotti, la quantità di farina usata non deve eccedere quella indicata nella ricetta.
  • Aiutati con una spatola da cucina nel pulire il piano di lavoro, sarà un'operazione facile e veloce, se preferisci usa il lato liscio di un coltello.
  • Cronometra il tempo della lavorazione, specialmente se la ricetta richiede un tempo di preparazione specifico. 20 minuti possono sembrare tanti quando fai un'attività ripetutamente. Non fermarti prima del tempo necessario.
  • Per pulire le mani più facilmente, usa dei guanti di latex per uso alimentare.
  • Cerca di non strappare la pasta, allungala soltanto, prima che si rompa.
  • Distingui tra farina per il pane (per ricette con il lievito) e farina per dolci (ricette senza lievito). La prima aiuta l'attivazione del glutine.
  • Per qualsiasi tipo di dolce, senza lievito, dovrebbe essere sufficiente impastare finché non ottieni un impasto liscio e omogeneo. Per il pane, è necessario attivare il glutine, anche se comunque, nelle ricette senza lievito, il glutine stesso potrebbe renderlo troppo duro.
  • È molto difficile "impastare troppo" a mano. È decisamente più facile che accada usando un mixer.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Pane & Pasta

In altre lingue:

English: Knead Dough, Español: amasar, Português: Sovar Massas, Deutsch: Teig kneten, Nederlands: Deeg kneden, Français: pétrir de la pâte, 中文: 做香蒜面包, Русский: месить тесто, Bahasa Indonesia: Menguleni Adonan, Čeština: Jak hníst těsto, हिन्दी: डो (Dough) को गूंधें, Tiếng Việt: Nhào Bột, 日本語: パン生地をこねる

Questa pagina è stata letta 39 605 volte.

Hai trovato utile questo articolo?