Come Prendersi Cura della Lettiera del tuo Micio

4 Parti:Pulire ogni Giorno le Zone Sporche della LettieraSostituire Completamente il SubstratoMantenere la Lettiera un Ambiente PiacevoleRisolvere i Problemi Relativi alla Lettiera

Portare a casa un nuovo micio o gattino può essere un'esperienza eccitante. Quando tu e la tua famiglia state per conoscere un nuovo amico peloso, è importante stabilire delle buone abitudini, in modo da offrirgli le giuste attenzioni. Prendersi cura del gatto vuol dire anche mantenere la sua lettiera pulita, per aiutarlo a vivere felice e nello stesso tempo avere una casa pulita.

Parte 1
Pulire ogni Giorno le Zone Sporche della Lettiera

  1. 1
    Prova diversi tipi di substrato. Quando porti a casa il micio, devi chiedere al proprietario precedente quale tipo di lettiera usava e, per iniziare ad ambientarlo alla nuova dimora, dovresti offrirgliene una della stessa varietà. Alcuni esemplari sono molto schizzinosi in fatto di bisogni fisiologici e non dovresti apportare troppi cambiamenti alle abitudini di quello che adotti. Concedigli qualche giorno per ambientarsi e prendere confidenza con la sabbia, successivamente puoi pensare a qualche modifica, se la ritieni opportuna. Alcuni tipi di substrato sono designati per "fare la palla" oppure per eliminare gli odori emessi dalle feci del micio; tu o lui potete accorgervi che alcune tipologie sono migliori di altre. Presta attenzione alle indicazioni riportate di seguito per capire quali lettiere potrebbero risultare più adatte alle reciproche esigenze:[1]
    • Che sia sicura per i cuccioli. Trovane una a base di elementi più grandi e dalla consistenza più grossolana, come il pino. Su alcune confezioni puoi anche leggere "sicuro per i cuccioli"; tuttavia, non tutte sono adatte per i mici più giovani, come quella agglomerante e quella che produce molta polvere. I cuccioli potrebbero anche ingerire quella agglomerante, provocando disagio addominale.[2] Anche quella eccessivamente polverosa non è adatta ai gattini, perché può causare problemi polmonari e respiratori.
    • Di tipo agglomerante. Permette una facile pulizia e deve essere sostituita con minore frequenza rispetto ad altre tipologie; è ottima per ridurre gli odori ed è apprezzata dalla maggior parte dei gatti.[3]
    • Non agglomerante. Questa lettiera è adatta per eliminare gli odori ed è solitamente meno costosa rispetto a quella agglomerante; tuttavia, l'urina può saturarla, rendendo di conseguenza necessarie frequenti sostituzioni complete.[4]
    • A base di cristalli di silicio. Questa è molto più assorbente, trattiene l'umidità, l'urina e gli odori; quando i cristalli hanno assorbito completamente i rifiuti, devi sostituire tutta la sabbia.[5]
    • Biodegradabile e vegetale. Può essere composta da pellet di pino, grano e/o mais ed è in grado di neutralizzare gli odori; non crea molta polvere o residui come gli altri tipi.[6] Questa può rappresentare un'ottima opzione salutare per i gatti che hanno problemi respiratori.
  2. 2
    Raccogli ogni grumo di sporcizia. Usa una paletta di metallo o plastica robusta e togli ogni residuo di urina e feci. Tenendo la cassetta pulita e libera da ogni traccia di escrementi, eviti anche che si formino cattivi odori e incoraggi il micio a usare la lettiera.[7]
    • Raccogli lo sporco almeno una volta al giorno, ma anche più spesso se hai più gatti;
    • Assicurati di togliere tutta la sporcizia;
    • Pulisci la paletta per evitare di diffondere i batteri;
    • Per rispetto verso chi ha il compito di raccogliere i rifiuti, getta le feci in un sacchetto specifico e chiudilo con un nodo prima di buttarlo nel cassonetto;
    • Se usi della sabbia che può essere smaltita negli scarichi di casa, gettala nel water;
    • Lava sempre le mani dopo aver pulito la cassettina igienica;
    • Se lo desideri, puoi indossare dei guanti per questa operazione.
  3. 3
    Mantieni il giusto livello di substrato. Una volta raccolti i rifiuti o pulita la vaschetta, assicurati di riempirla nuovamente con una quantità adeguata di sabbia. Il micio potrebbe avere le sue preferenze per quanto riguarda la profondità a cui scavare, presta quindi attenzione al suo comportamento.[8]
    • Assicurati che sia profonda almeno 5 cm, dato che è lo spessore preferito dalla maggior parte dei gatti;
    • Alcuni esemplari dal pelo lungo preferiscono uno strato più superficiale.

Parte 2
Sostituire Completamente il Substrato

  1. 1
    Rimpiazza la lettiera. Getta tutta la sabbia vecchia e mettine di nuova, mai usata. In base al numero di gatti che vivono in casa, al numero di cassette igieniche che hanno a disposizione e al tipo di sabbia che usano, devi stabilire la frequenza con cui cambiare il substrato.
    • Il tipo non agglomerante va sostituito almeno due volte a settimana.[9]
    • Per quello agglomerante, se raccogli ogni giorno le feci, puoi fare un cambio completo ogni due o tre settimane.[10]
    • Se percepisci un cattivo odore o si formano molti grumi di sporcizia, devi rimpiazzarlo prima.
  2. 2
    Pulisci il contenitore strofinandolo. Ogni volta che sostituisci il substrato, devi anche lavare accuratamente la vaschetta; puoi usare qualche detergente neutro, come il sapone per i piatti e acqua calda.[11] Sulla confezione è in genere indicato se si tratta di un prodotto poco aggressivo.[12]
    • Svuota completamente la cassetta igienica;
    • Prendi i detergenti e una spugna o un panno monouso;
    • Non usare prodotti che contengono ammoniaca, candeggina, olio di agrumi o altri dall'odore forte, perché potrebbero far allontanare il micio;
    • Tieni inoltre presente che alcuni detergenti, come il detersivo per la lavatrice, i prodotti pulenti per il water e le salviette igienizzanti, possono essere tossici per i gatti.[13] Leggi attentamente l'etichetta del prodotto alla ricerca di avvertenze che invitano a tenere i bambini e gli animali lontani dall'area finché questa non è asciutta.
  3. 3
    Valuta di usare un rivestimento. Mettere una fodera all'interno della vaschetta può rendere molto più facile la sostituzione della lettiera; questo rivestimento è specifico per trattenere la sabbia, come se fosse un sacchetto, e rende più semplice l'atto di rimuoverla e gettarla.
    • Se vuoi sbarazzarti facilmente della lettiera sporca, questa è un'ottima soluzione;
    • In molti casi il rivestimento finisce per essere strappato dai gatti;
    • Sii comunque consapevole che alcuni gatti non sopportano questo tipo di fodera nel contenitore, che potrebbe trasformarsi in un deterrente e impedire loro di usare correttamente la "toilette".

Parte 3
Mantenere la Lettiera un Ambiente Piacevole

  1. 1
    Acquistane una coperta. Questo modello è un'ottima soluzione per mantenere pulita l'area circostante; sappi comunque che tale soluzione comporta dei vantaggi e degli svantaggi, ad esempio:
    • La copertura può evitare che parecchio materiale fuoriesca dal contenitore;[14]
    • Alcuni gatti possono preferire questa soluzione al modello aperto;
    • Hai maggiori probabilità di dimenticarti di pulirla, perché non vedi quando è sporca;
    • Trattiene più odore all'interno, anche se è comunque necessario provvedere a frequenti pulizie;
    • Se il tuo micio è grosso, potrebbe non avere spazio sufficiente all'interno.
  2. 2
    Valuta di mettere un tappetino igienico. Si tratta di un metodo semplice per limitare e contenere l'eventuale sporcizia che potrebbe accumularsi all'esterno del contenitore; questi tappetini vengono usati per raccogliere la sabbia e la sporcizia che vengono spinte fuori dalla cassetta dal gatto.[15]
    • Posiziona il materassino sotto la lettiera per trattenere i residui che ne fuoriescono;
    • Puoi eventualmente metterlo appena fuori dall'apertura del contenitore;
    • In alternativa ai materassini disponibili in commercio puoi usare dei ritagli di moquette, tappeti o asciugamani.
  3. 3
    Tieni il contenitore in un luogo tranquillo. I gatti gradiscono fare i propri bisogni in uno spazio intimo e tranquillo; dovresti quindi posizionare la lettiera in un luogo lontano dalle zone particolarmente rumorose di casa.
    • Assicurati che i bimbi restino lontani dalla cassetta, dato che potrebbero disturbare il micio o potrebbero voler giocare con la lettiera stessa.
    • Non interrompere il gatto mentre espleta le sue "funzioni corporali", altrimenti potrebbe non voler più usare la vaschetta in futuro.

Parte 4
Risolvere i Problemi Relativi alla Lettiera

  1. 1
    Osserva il micio. Controlla le sue abitudini in merito all'uso della lettiera, presta attenzione se può o meno utilizzarla; potrebbero essere parecchi i motivi per cui non è invogliato a entrarci, tra cui:[16]
    • La lettiera deve essere pulita;
    • Si trova in un luogo in cui c'è confusione;
    • Al micio non piace il tipo di substrato che hai scelto;
    • Il contenitore non è abbastanza grande per il gatto;
    • Se non riesci a trovare delle motivazioni, rivolgiti al veterinario.
  2. 2
    Asseconda le necessità del tuo amico peloso. Potrebbe accadere che il gatto rifiuta qualunque lettiera tu gli offra; questa situazione si verifica molto spesso quando il micio è abituato a vivere all'aperto. Prova a mettere in atto i seguenti metodi per abituare nuovamente l'animale all'uso della cassetta.[17]
    • Se il micio è abituato a vivere all'aperto e ama usare le piante d'appartamento come "bagno personale", prova ad aggiungere un po' di terriccio della pianta alla sabbia della lettiera;
    • Se rifiuta tutti i tipi di substrato disponibili in commercio, forse la semplice sabbia può funzionare;
    • Se hai un cucciolo, valuta di usare un tipo di lettiera non agglomerante, come quella in pellet (per esempio pellet di carta di giornale);
    • Assicurati di eliminare tutto il substrato quando è necessario, per mantenere pulita la sua "toilette".[18]
  3. 3
    Non acquistare della lettiera profumata. Anche se comoda, può allontanare il micio e scoraggiarlo all'uso del contenitore; trova altre soluzioni per ridurre il cattivo odore.
    • Cospargi uno strato sottile di bicarbonato di sodio sul fondo della vaschetta;
    • Occupati regolarmente della sua pulizia.
  4. 4
    Usa sempre un solo tipo di substrato. Una volta trovato quello che piace al micio, non cercarne altri; se continui a cambiare la tipologia della sabbia, il gatto può smettere di usare la lettiera. Se vuoi ottenere risultati positivi, devi usare quanto più possibile lo stesso prodotto.[19]
    • Se il tipo di substrato che usi non è più disponibile, cercane un altro dalle caratteristiche quanto più simili possibili all'originale.
  5. 5
    Fornisci un numero sufficiente di vaschette. La regola di "una lettiera per ogni gatto" non è sempre valida, anzi, in realtà è spesso insufficiente. Il numero di contenitori dipende da quello degli esemplari che vivono con te; una quantità insufficiente di lettiere induce spesso i gatti a sporcare in casa.[20]
    • Se hai più di un micio, dovresti procurarti diverse vaschette da tenere in vari posti differenti, in modo che i gatti non debbano "fare la coda per andare al bagno".
    • La regola generale da seguire è avere una lettiera per ogni esemplare più una;
    • Mettine almeno una per ogni piano della casa;
    • È meglio non disporle tutte nello stesso posto;
    • Fai in modo che l'accesso alle lettiere e il loro uso sia il più comodo possibile per il micio.
  6. 6
    Scegli il tipo corretto di contenitore. Esistono molti modelli tra cui scegliere; la maggior parte delle caratteristiche soddisfa le esigenze del proprietario, mentre altre sono pensate proprio per il micio. È probabile che tu debba fare alcuni tentativi prima di trovare le cassette giuste per i tuoi animali.[21]
    • Tieni in considerazione le misure e le forme di base della vaschetta;
    • Fai alcune ricerche sui dispositivi opzionali come le coperture, i purificatori d'aria o i meccanismi integrati di pulizia.
  7. 7
    Disponi i contenitori nei luoghi migliori. Ci sono alcune regole generali in merito ai posti più adatti in cui collocare le "toilette" dei mici; seguire queste indicazioni ti assicura che il gatto utilizzi la cassetta e che non abbia "incidenti" in casa.
    • Non mettere la lettiera vicino alla ciotola del cibo e dell'acqua;[22]
    • Distanziale tra loro. Se nei hai più di una, disponile a una certa distanza le une dalle altre, in modo che il gatto ne abbia sempre almeno una nei paraggi.
    • Mettile in luoghi silenziosi; i gatti non amano essere disturbati mentre fanno i propri bisogni;
    • Cerca di individuare un posto facile da pulire. Potresti essere tentato di nascondere la cassetta alla vista, ma in questo modo corri il rischio di dimenticarti di pulirla.

Consigli

  • Impara a conoscere bene i tuoi gatti, soprattutto per quanto riguarda le loro abitudini e preferenze. Quello che funziona per un micio potrebbe non portare ad alcun risultato con un altro, nonostante entrambi vivano nella medesima casa.
  • Se chiedi a degli amici di occuparsi degli animali mentre sei in viaggio, ricorda di informarli accuratamente in merito alle abitudini e alle routine del "bagno" dei gatti; inoltre, chiedi loro di rispettare, per quanto possibile, il programma di pulizia della lettiera.
  • Indossando dei guanti puoi evitare che la polvere del substrato entri in contatto con la pelle.
  • Accertati di non aver riempito troppo il contenitore; solitamente, i gatti scalciano e raspano quando hanno finito di "usare il bagno" e una quantità eccessiva di sabbia comporta un maggior lavoro di pulizia da parte tua.
  • Se il micio ha la diarrea, è meglio pulire l'intera vaschetta ogni volta, dato che le feci liquide vengono assorbite da una quantità maggiore di substrato e puzzano di più.
  • Se l'animale non vuole usare la lettiera, aggiungi del terriccio alla sabbia, perché è il substrato che userebbe in natura.

Avvertenze

  • Ricorda di non punire i mici in alcun modo quando sporcano in casa; le punizioni non sono d'aiuto. In caso di problemi persistenti, chiama il veterinario; potrebbe indicarti uno specialista del comportamento animale.
  • Non usare mai i solventi per uso domestico per pulire la cassetta igienica; i vapori possono essere tossici e alcuni animali (come gatti e furetti) amano masticare la sabbia di tanto in tanto.
  • Se i gatti iniziano ad avere dei problemi con la "toilette", ad esempio sporcano in casa o non usano la lettiera con la solita frequenza, chiama il veterinario.[23]
  • Le feci di alcuni gatti contengono il Toxoplasma gondii, un parassita che causa la patologia chiamata toxoplasmosi. Si tratta di una malattia asintomatica che non porta a gravi problemi di salute nella maggior parte degli individui sani; tuttavia, le donne in gravidanza e le persone con un sistema immunitario compromesso dovrebbero essere particolarmente caute ed evitare di pulire la lettiera, se possibile, dato che l'infezione potrebbe avere gravi ripercussioni sul feto o su questi pazienti.[24]
  • Se aspetti un bambino o sei immunodepresso, ma non puoi affidare la pulizia della lettiera a qualcun altro, valuta di indossare dei guanti di gomma e una mascherina.[25]

Fonti e Citazioni

  1. http://www.humanesociety.org/animals/cats/tips/preventing_litter_box_problems.html
  2. http://www.petsadviser.com/pet-health/is-clumping-litter-safe-for-kittens/
  3. http://www.petmd.com/cat/care/evr_ct_what_is_in_cat_litter
Mostra altro ... (22)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Gatti

In altre lingue:

English: Maintain Your Kitten's Litter Box, Español: mantener la caja de arena de tu gato, Русский: эксплуатировать туалетный лоток для котят, Português: Fazer A Manutenção Da Caixa De Areia Do Seu Gato, Bahasa Indonesia: Merawat Kotak Kotoran Anak Kucing, Français: s'occuper de la litière d'un chaton, 한국어: 새끼 고양이 화장실 관리하는 법, العربية: الحفاظ على صندوق رمل القطط الصغيرة

Questa pagina è stata letta 5 773 volte.

Hai trovato utile questo articolo?