Come Preriscaldare il Forno

3 Metodi:Forno ElettricoForno a GasAd Alta Quota

Prima di cucinare qualche pietanza al forno, dovrai preriscaldare l’elettrodomestico fino alla temperatura ottimale. Sebbene bastino pochi secondi per accendere il forno, sono necessari diversi minuti prima che raggiunga la temperatura che desideri. Accendere l’elettrodomestico in anticipo e attendere che si scaldi viene definito "preriscaldamento". Dato che i vari modelli hanno tempi di riscaldamento diversi, a volte anche lunghi, la maggior parte delle ricette indicherà di accendere il forno prima di iniziare a cucinare. Questo articolo ti illustrerà come preriscaldare un forno elettrico e a gas.

1
Forno Elettrico

  1. 1
    Valuta di preriscaldare il forno prima di iniziare a preparare il cibo. La maggior parte dei forni elettrici ha bisogno di 10-15 minuti per raggiungere la temperatura corretta; nel frattempo hai la possibilità di seguire le istruzioni della ricetta per preparare la pietanza. Se sono necessari più di 15 minuti per lavorare gli ingredienti, allora puoi accendere il forno a metà della preparazione.
  2. 2
    Apri il forno e verifica di avere tolto tutti gli accessori. Se conservi degli oggetti nel forno, come le teglie, toglile e mettile da parte.
  3. 3
    Sistema i vari ripiani, se necessario. La maggior parte dei ripiani dei forni viene inserita al centro ma, a volte, il piatto che stai per cucinare deve essere cotto a una determinata altezza all’interno dell’elettrodomestico. Fai riferimento alla ricetta, togli il ripiano e infilalo all’altezza corretta. Lungo le pareti del forno dovrebbero esserci delle scanalature che sorreggono il ripiano.
    • Le pietanze che devono essere dorate e croccanti in superficie, come i timballi e le lasagne, solitamente vengono cotte nella parte alta del forno.
    • Piatti come torte, biscotti e cupcake andrebbero cucinati sul ripiano centrale, a meno che la ricetta non indichi diversamente.
    • I cibi che devono essere dorati e croccanti sul fondo, come il pane e la pizza, devono essere inseriti nella parte bassa dell’elettrodomestico.
  4. 4
    Accendi il forno e imposta la temperatura corretta. Per sapere qual è, fai riferimento alla ricetta. Questa informazione, generalmente, viene comunicata all’inizio della descrizione della preparazione, nel primo passaggio. Afferra semplicemente la manopola, premila e girala finché la tacca di riferimento si trova sulla temperatura giusta.
    • Se devi tostare alcuni ingredienti, allora accendi il forno e ruota il selettore della temperatura fino alla scritta "grill".
  5. 5
    Attendi che l’elettrodomestico raggiunga la temperatura desiderata. La maggior parte dei modelli moderni emette un segnale acustico quando la temperatura è corretta, oppure possiede dei dispositivi che ne consentono la lettura istantanea. Alcuni forni hanno una spia che si accende quando il calore raggiunge il livello desiderato; questa spia in genere si trova vicino al termostato.
    • La maggior parte dei forni ha bisogno di 10-15 minuti per entrare in temperatura.
    • Se hai un vecchio modello, allora potresti non avere un termostato con le varie temperature, ma solo un interruttore per spegnere e accendere l’elettrodomestico. In tal caso, avvia il forno e aspetta 10-15 minuti prima di inserirvi la pietanza.
    • Valuta l’idea di usare un termometro per forni. A volte la temperatura interna non corrisponde esattamente a quella impostata sul termostato. Un termometro da forno, che si posiziona all’interno, ti permette una lettura precisa del livello di calore. Affidati a questo strumento invece di attendere che la spia si accenda o il forno emetta un “bip”.
  6. 6
    Inforna il cibo e cuocilo secondo le istruzioni della ricetta. Verifica che lo sportello sia ben chiuso, a meno che le istruzioni per la specifica preparazione non indichino diversamente. Non continuare a controllare il processo di cottura. Ogni volta che apri lo sportello fai uscire del calore, dilatando così i tempi.
    • Se hai deciso di cucinare parecchie pietanze su più ripiani, allora sfasa i vari tegami e non allinearli in verticale. In questo modo l’aria calda dentro il forno circola e si distribuisce in maniera più uniforme attorno ai cibi.

2
Forno a Gas

  1. 1
    Verifica che ci sia la corretta ventilazione. I forni a gas sono alimentati, appunto, dal gas, ed emettono una quantità di fumi maggiore rispetto ai modelli elettrici. Accertati che la ventilazione sia sufficiente aprendo la finestra.
  2. 2
    Apri il forno e verifica che non contenga nulla. Se sei solito riporvi alcuni oggetti, come le teglie, devi essere sicuro di averle tolte prima di accenderlo.
  3. 3
    Se necessario, regola l’altezza dei ripiani. Alcune ricette prevedono di cambiare la posizione dei ripiani per garantire una cottura uniforme delle pietanze. Fai sempre riferimento alle istruzioni e regola la griglia di conseguenza. Ti basterà estrarla e infilarla nelle scanalature corrette che trovi sulle pareti interne del forno.
    • Le pietanze che devono essere dorate e croccanti in superficie, come i timballi e le lasagne, solitamente vengono cotte nella parte alta del forno.
    • Piatti come torte, biscotti e cupcake andrebbero cucinati sul ripiano centrale, a meno che la ricetta non indichi diversamente.
    • I cibi che devono essere dorati e croccanti sul fondo, come il pane e la pizza, devono essere inseriti nella parte bassa dell’elettrodomestico.
  4. 4
    Verifica se il tuo modello si accende con una fiamma pilota o con una scintilla elettrica. Questo determina come accendere il dispositivo e impostare la temperatura. La maggior parte dei vecchi forni si avvale di una fiamma pilota, mentre quelli nuovi hanno un sistema di accensione elettrico. Ecco come puoi capire a quale gruppo appartiene il tuo forno:
    • Se il forno possiede una fiamma pilota, allora noterai una piccola fiammella che brucia costantemente e che aumenta e diminuisce di dimensioni in base alla temperatura.
    • Se il tuo modello ha un dispositivo di accensione elettrico, allora non vedrai nessuna fiamma finché non accenderai il forno e imposterai la temperatura.
  5. 5
    In caso di fiamma pilota, accendi il forno e imposta la temperatura desiderata. È probabile che tu debba premere leggermente la manopola prima di ruotarla.
    • Se il forno utilizza una scala di temperatura in gradi Fahrenheit, dovrai provvedere all’opportuna conversione per conoscere i centigradi.
    • A volte, la fiammella pilota si spegne e deve essere riaccesa prima di usare il forno. Se questo dovesse accadere, verifica che il termostato sia "spento" e cerca di individuare la posizione dell’ugello della fiamma. Accendi un fiammifero e avvicinalo all’ugello; se la fiamma pilota si accende, rimuovi il fiammifero. Se non ottieni alcun risultato, alza leggermente la temperatura.
  6. 6
    Se possiedi un modello digitale, premi il tasto per attivare il grill o accendere il forno, poi imposta la temperatura. Usa le frecce direzionali per regolare quest’ultima. Una volta che hai regolato il livello di calore, premi il tasto "Start". Ti accorgerai che i numeri sul display cambieranno: si tratta della temperatura reale che c’è all’interno del forno. Attendi che raggiunga il livello desiderato.
  7. 7
    Quando il forno è caldo quanto desideri, inserisci al suo interno le pietanze. I forni a gas si scaldano molto più in fretta rispetto a quelli elettrici, quindi ti basterà attendere 5-10 minuti.
    • Verifica che lo sportello sia ben chiuso, a meno che la ricetta non indichi diversamente. Non aprire continuamente il forno per controllare il cibo, perché faresti uscire il calore e dilateresti i tempi di cottura.
    • Se hai deciso di cucinare molte pietanze su diversi ripiani, non mettere troppi tegami su quello inferiore; in questo caso impediresti al calore di raggiungere il cibo che si trova più in alto.
  8. 8
    Sii molto cauto se percepisci odore di gas. Se senti odore di metano mentre cucini con un forno di questo tipo, potrebbe esserci una perdita di combustibile. Spegni immediatamente il forno e non usare alcun dispositivo elettrico, perché c’è il serio rischio di esplosione. Apri una finestra ed esci di casa. Chiama i pompieri dal tuo cellulare o dal telefono di un vicino; non usare il cellulare all’interno dell’abitazione.

3
Ad Alta Quota

  1. 1
    Tieni in considerazione l’altitudine a cui vivi. La quota interferisce con i tempi di cottura, con la temperatura e perfino con gli ingredienti. La maggior parte delle ricette non è pensata per la preparazione in alta quota e deve essere modificata. Se vivi sopra i 915 m, allora devi adattare la ricetta.
  2. 2
    Aumenta la temperatura. Quando accendi il forno, devi impostare la temperatura a un livello maggiore rispetto a quanto indicato dalla ricetta. Se vivi a 915 m o più in alto, allora devi aumentare il livello di calore di 9-14 °C.
    • Se vivi a una quota compresa fra 2134 e 2743 m, allora considera di aumentare solo i tempi di cottura.
    • Se stai cucinando oltre i 2743 m di altitudine, aumenta la temperatura dichiarata dalla ricetta di 14 °C. Subito dopo avere infornato il cibo, abbassa la temperatura secondo le istruzioni della ricetta.
  3. 3
    Riduci i tempi di cottura. Dato che hai alzato la quantità di calore, le pietanze saranno pronte prima del previsto. Riduci di tempi di cottura di 1 minuto per ogni 6 minuti indicati dalla ricetta.
    • Ad esempio, se le istruzioni riportano un tempo di cottura di 30 minuti, riducilo a 25.
  4. 4
    Posiziona l’alimento vicino alla fonte di calore. La maggior parte dei forni è più calda verso il basso, quindi questo è il punto in cui dovresti mettere il tegame per assicurarti che il cibo cuocia a dovere.

Consigli

  • Ricorda che ogni modello di forno è differente e potrebbe essere necessario adattare i tempi di cottura indicati dalla ricetta. La pietanza potrebbe essere pronta prima o dopo rispetto a quanto descritto nella ricetta.
  • Verifica che lo sportello del forno sia ben chiuso. Non aprirlo mentre stai cuocendo il cibo, altrimenti farai uscire il calore e prolungherai i tempi di cottura.
  • Se hai un forno elettrico, puoi usare un termometro per forni. Il calore all’interno del forno non rispetta sempre alla perfezione il valore impostato sul termostato; per questa ragione vale la pena inserire un termometro e controllare la lettura, invece che affidarsi allo spegnimento della spia o all’attivazione del segnale acustico.
  • Quando cucini su più ripiani, non allineare i tegami ma lasciali sfasati: in questo modo l’aria calda all’interno del forno circola in maniera uniforme.

Avvertenze

  • In alcuni casi, le preparazioni non vanno cucinate a forno caldo e possono essere infornate mentre l’elettrodomestico si scalda. Controlla le istruzioni della ricetta.
  • È molto importante preriscaldare il forno (cioè attendere che raggiunga la temperatura corretta). Se trascuri questo passaggio, il cibo potrebbe restare parzialmente crudo oppure i tempi di cottura potrebbero dilatarsi. Inoltre, la pietanza potrebbe cuocere in maniera non uniforme.
  • Se stai usando un forno a gas e percepisci odore di metano, allora potrebbe esserci una perdita di combustibile. Spegni immediatamente il forno e non usare alcun elettrodomestico, perché c’è il rischio reale di esplosione. Apri le finestre, esci di casa e usa il telefono dei vicini o il tuo cellulare per chiamare i pompieri. Non usare il cellulare all’interno dell’abitazione.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Cucina

In altre lingue:

English: Preheat an Oven, Español: precalentar un horno, Deutsch: Einen Ofen vorheizen, Português: Preaquecer um Forno, Русский: разогреть духовку, Français: préchauffer un four, Bahasa Indonesia: Memanaskan Oven, Nederlands: Een oven voorverwarmen, Tiếng Việt: Làm nóng lò nướng

Questa pagina è stata letta 28 634 volte.

Hai trovato utile questo articolo?