Come Riconoscere un Comportamento Manipolatorio

3 Metodi:Osservare il Comportamento dei ManipolatoriValutare la Vostra ComunicazioneAffrontare un Manipolatore

Per comportamento manipolatorio si intende il tentativo di influenzare indirettamente il comportamento o le azioni di qualcun altro. Le emozioni spesso offuscano la capacità di giudizio degli esseri umani, rendendo difficile vedere la realtà nascosta dietro i secondi fini in diverse forme di comportamento. Le modalità di controllo collegate alla manipolazione talvolta non sono molto ovvie e possono sfuggire, sepolte dal senso del dovere, dall'amore o dall'abitudine. Puoi però riconoscere i segnali della manipolazione ed evitare di esserne vittima.

1
Osservare il Comportamento dei Manipolatori

  1. 1
    Nota se la persona desidera sempre che tu parli per prima. I manipolatori preferiscono ascoltare ciò che hai da dire per individuare i tuoi punti di forza e le tue debolezze. Ti rivolgono domande inquisitorie, affinché tu esprima le tue opinioni personali e i tuoi sentimenti. Queste domande di solito iniziano con "Che cosa", "Perché" o "Come". Le loro risposte e azioni si basano sulle informazioni che fornisci.[1]
    • Pretendere sempre che tu parli per prima, di per sé non dovrebbe essere considerato un comportamento manipolatorio. Valuta anche gli altri atteggiamenti assunti dalla persona.
    • Il manipolatore non rivela informazioni personali durante le conversazioni, ma si concentra su di te.
    • Questo atteggiamento, se si mantiene costante nella maggior parte delle conversazioni, potrebbe essere un segnale di manipolazione.
    • Sebbene il suo potrebbe sembrare un interesse sincero, ricorda che probabilmente ha un secondo fine. Se cerchi di conoscere meglio la persona, ma questa si rifiuta di rispondere alle tue domande oppure cambia argomento, il suo potrebbe non essere un interesse sincero.
  2. 2
    Nota se si serve del suo fascino per ottenere ciò che vuole. Alcune persone sono carismatiche per natura, ma quelle manipolatrici sfruttano il proprio fascino per raggiungere scopi ben precisi. Potrebbero farti dei complimenti prima di avanzare una richiesta, o darti un regalo o un biglietto prima di affermare che ti faranno un favore in cambio di qualcos'altro.[2]
    • Per esempio, qualcuno potrebbe preparare un pranzo speciale o mostrarsi sdolcinato prima di chiedere all'altra persona prestiti in denaro o aiuto per un determinato progetto.
  3. 3
    Fai attenzione al comportamento coercitivo. I manipolatori convincono gli altri a fare qualcosa usando la forza o le minacce. Sarebbero capaci di inveire contro una persona, criticarla o minacciarla, pur di spingerla a fare ciò che vogliono. Un manipolatore potrebbe iniziare dicendo: "Se non fai così, io ___", o: "Io non ___, finché tu ____". Userà questa tattica, non soltanto per costringerti a fare qualcosa, ma anche per impedirti di continuare ad assumere un determinato atteggiamento.[3]
  4. 4
    Stai attenta se cambia le carte in tavola. Se manipola i fatti o cerca di sopraffarti con una serie di informazioni, probabilmente sta cercando di manipolarti, mentendo, adducendo delle scuse, tenendo nascosta la verità o esagerando. Qualcuno potrebbe anche comportarsi come un esperto in una materia specifica e bombardarti con fatti e statistiche, per sentirsi più forte di te.[4][5]
  5. 5
    Nota se una persona si comporta sempre da martire o vittima. Potrebbe fare delle cose che non le hai chiesto e dopo rinfacciartele. "Facendoti un favore" potrebbe pretendere che tu ricambi – e lamentarsi se non lo fai.[6]
    • Un manipolatore potrebbe anche lamentarsi dicendo "Non mi sento amato, sono malato, perseguitato, ecc.", nel tentativo di ottenere la tua compassione e sperando che tu faccia delle cose per lui.
  6. 6
    Considera se la loro gentilezza ha delle condizioni. Potrebbero essere dolci e gentili con te se svolgi un certo compito sufficientemente bene, e dare in escandescenze se lo fai male. Questo tipo di manipolatore ha generalmente due facce: una angelica per quando vuole piacerti, e una terribile per quando vuole intimorirti. Va tutto bene fino a che non deludi le sue aspettative.
    • Potresti sentire di camminare sulle uova per la paura di farlo arrabbiare.
  7. 7
    Osserva gli schemi di comportamento. Tutte le persone talvolta assumono dei comportamenti manipolatori, ma i veri manipolatori lo fanno regolarmente. Hanno un secondo fine e sfruttano gli altri intenzionalmente per guadagnarsi il controllo, il potere e i privilegi, a spese altrui.[7] Se ciò si verifica sempre, potresti trovarti di fronte a un manipolatore.
    • Quando sei manipolata, i tuoi diritti e i tuoi interessi spesso sono calpestati e non sono importanti per l'altra persona.
    • Ricorda che disabilità o malattie mentali possono giocare un qualche ruolo. Per esempio, una persona depressa può finire in una spirale di sensi di colpa senza intenti manipolatori, e una persona con disturbo da deficit di attenzione (ADHD) potrebbe fare fatica a controllare con regolarità le proprie e-mail. Questo non le rende persone manipolatorie.

2
Valutare la Vostra Comunicazione

  1. 1
    Nota se ti fa sentire inadeguata o giudicata. Una tattica comune è quella di tormentarti e metterti in ridicolo per non farti sentire all'altezza della situazione. Indipendentemente da ciò che tu faccia, il manipolatore riesce sempre a trovare qualcosa di sbagliato. Niente di quello che tu fai sarà fatto abbastanza bene. Invece di offrirti consigli utili e critiche costruttive, mette soltanto in evidenza gli aspetti negativi del tuo operato. [8]
    • Tutto ciò può avvenire attraverso il sarcasmo o le battute ironiche. Una persona manipolatrice potrebbe scherzare sul tuo abbigliamento, sull'auto che guidi, sul tuo posto di lavoro, sulla tua famiglia ecc. Sebbene i suoi commenti siano celati dall'umorismo, potresti comunque sentirti indifesa o in una posizione inferiore.
  2. 2
    Nota se si chiude in un ostinato silenzio. Una persona manipolatrice usa il silenzio per ottenere il controllo. Potrebbe ignorare le tue telefonate, i tuoi messaggi e le tue e-mail per moltissimo tempo, per farti sentire insicura o per farti credere che tu abbia fatto qualcosa di sbagliato. Ti chiederai il motivo per cui l'altra persona abbia il controllo.
    • Il silenzio ostinato solitamente è immotivato e ingiustificato.
    • Se chiedi alla persona la causa del suo silenzio, potrebbe negare che ci sia qualcosa che non va oppure accusarti di essere paranoica o esagerata.[9]
  3. 3
    Cerca di capire se vuole farti sentire in colpa. Il senso di colpa è finalizzato ad attribuirti la responsabilità del suo comportamento, della sua felicità, dei suoi fallimenti o dei suoi successi. Finirai col sentirti obbligata a svolgere dei compiti per il suo bene, anche se sono insensati.[10]
    • I sensi di colpa solitamente sono preceduti da affermazioni del tipo: "Se fossi più comprensiva, tu…".
    • Se ti ritrovi ad accettare cose che normalmente non accetteresti o che ti mettono a disagio, potresti essere vittima di comportamenti manipolatori.
  4. 4
    Nota se ti scusi continuamente. Un manipolatore potrebbe capovolgere una situazione per farti credere di esserti comportata male. Ciò può succedere incolpandoti per qualcosa che non hai fatto o facendoti sentire responsabile di una situazione, per esempio nel caso in cui avevate appuntamento per l'una e si presenta con due ore di ritardo. Quando lo affronti, ti risponde dicendo: "Hai ragione, non ne faccio mai una giusta. Non so perché continui a parlarmi. Non merito di fare parte della tua vita". In tal modo ottiene la tua compassione e riesce a cambiare argomento.[11]
    • Una persona manipolatrice fraintenderà qualsiasi cosa tu dica nel peggior modo possibile, costringendoti a scusarti per ciò che hai detto.
  5. 5
    Stai attenta se ti paragona sempre agli altri. Nel tentativo di obbligarti a fare qualcosa, potrebbe dirti che chiunque lo fa, specificando il nome di una persona che effettivamente accetterebbe la sua proposta, o che altri amici o partner lo farebbero. Potrebbe anche affermare che sei stupida, se non lo fai.[12]Il fine è quello di farti sentire in colpa e di spingerti a soddisfare le sue richieste.[13]
    • "Chiunque altro farebbe__", o "Se lo chiedessi a Maria, lo farebbe", o "Tutti pensano che sia ok, tranne te", sono tutte frasi per costringerti a cedere, facendo dei paragoni.

3
Affrontare un Manipolatore

  1. 1
    Sappi che non c'è niente di male a dire "no". Una persona continuerà a manipolarti finché glielo permetterai. Devi imparare a dire "no" per salvaguardare il tuo benessere. Guardandoti allo specchio esercitati a dire "No, non posso aiutarti in questo", oppure "No, per me non funzionerà".[14] Devi farti valere, perché meriti di essere trattata con rispetto.
    • Non dovresti sentirti colpevole a dire "no". È un tuo diritto.
    • Puoi rifiutarti educatamente. Quando una persona manipolatrice ti chiede di fare qualcosa, prova a rispondere "Mi piacerebbe, ma sono troppo occupata nei prossimi mesi" o "Grazie per avermelo chiesto, ma non è possibile".
  2. 2
    Fissa dei paletti. Il manipolatore che ritiene tutto ingiusto e finge di cadere a pezzi, sta cercando di guadagnarsi la tua simpatia per raggiungere i propri interessi. In questo caso farà leva sul senso d'"impotenza" e ti domanderà un aiuto finanziario, psicologico o altre forme di supporto. Stai attenta ai comportamenti e ai commenti come "Sei l'unica che può aiutarmi", "Non ho nessun altro con cui parlare", eccetera. Non sei obbligata o non disponi dei mezzi necessari per soddisfare sempre le esigenze di un'altra persona.
    • Se ti dice "Non ho nessun altro con cui parlare", cerca di controbattere con esempi concreti del tipo:
      • "Ricordi ieri quando Grazia è venuta a trovarti e avete parlato per tutto il pomeriggio? E Silvia ha detto che è felice di sentirti al telefono ogni volta in cui hai bisogno di sfogarti. Sono disposta a parlare con te per altri cinque minuti, ma dopodiché ho un appuntamento a cui non posso mancare".
  3. 3
    Evita di autocommiserarti. La persona manipolatrice cercherà di farti sentire inadeguata. Ricorda che ti sta manipolando per farti stare male con te stessa, e il problema non sei tu. Quando inizi a stare male con te stessa, prendi atto di ciò che sta accadendo e metti al primo posto i tuoi sentimenti.[15]
    • Domandati: "La persona mi sta trattando con rispetto?" "Sta avanzando delle richieste adeguate e ha delle aspettative sensate?" "Questo è un rapporto a senso unico?" "Mi sento a mio agio con me stessa in questa relazione?"
    • Se la risposta a queste domande è "no", probabilmente il problema tra di voi è la persona manipolatrice, non tu.
  4. 4
    Sii sicura di te. Le persone manipolatrici spesso raggirano e distorcono i fatti per rendersi più affascinanti. Quando ti ritrovi dinanzi a una situazione di questo genere, domanda chiarimenti. Spiega che non ricordi che sia andata esattamente come sostiene e che sei curiosa di capire meglio. Rivolgi delle domande semplici su quando entrambi vi siete accordati su una questione, come pensava che si fosse giunti a una determinata conclusione, ecc. Quando trovate nuovamente un'intesa, considera questa il nuovo punto di partenza, non il suo fatto distorto. Per esempio:
    • Il manipolatore ti dice: "Non mi difendi mai durante le riunioni; pensi solo ai tuoi interessi personali e mi lasci sempre in pasto agli squali".
    • Rispondi affermando: "Non è vero. Credevo che fossi pronto a esporre le tue idee agli investitori. Se avessi pensato che stessi commettendo degli errori sarei intervenuta, ma mi è sembrato che stessi facendo un ottimo lavoro da solo".
  5. 5
    Ascolta te stessa. È molto importante prestare ascolto al tuo istinto e alle tue sensazioni in rapporto alla situazione. Ti senti oppressa, sotto pressione o obbligata a fare per questa persona delle cose che preferiresti non fare? Il suo comportamento sembra influenzarti continuamente, cosicché, dopo averlo aiutato una volta, pretende che tu gli garantisca sempre il tuo aiuto e il tuo sostegno? Le tue risposte dovrebbero servirti da guida per capire fin dove si spingerà il rapporto con questa persona.
  6. 6
    Evita il senso di colpa. Uno degli aspetti fondamentali da tenere bene a mente quando devi sfuggire al senso di colpa è che prima ci dai un taglio, meglio è. Adotta l'effetto boomerang per quanto riguarda i sensi di colpa e non permettere che l'interpretazione del tuo comportamento da parte del manipolatore influenzi la situazione. Ciò comporta che tu consideri ciò che ti ha detto e gli risponda affermando che è stato irriverente, sconsiderato, esagerato o scortese.
    • Se ti dice "Non ti importa di tutto il duro lavoro che ho fatto per te", cerca di controbattere dicendo: "Certo che mi preoccupo per quanto hai fatto per me. Te l'ho detto tantissime volte. Ho l'impressione che tu non apprezzi il mio interesse".
    • Riduci il controllo del manipolatore su di te. Quando tenta di farti sentire in colpa, fingendo che non abbia alcuna importanza, non credergli.
  7. 7
    Concentrati sul manipolatore. Invece di consentirgli di rivolgerti continue domande e richieste, assumi il controllo della situazione. Quando sei messa sotto pressione per fare qualcosa di irragionevole o che ti mette a disagio, ponigli delle domande inquisitorie.[16]
    • Chiedigli: "Ti sembra corretto nei miei confronti?" "Pensi che sia ragionevole?" "Come mi aiuterà, come ne trarrò vantaggio?" "Come pensi che mi faccia sentire tutto ciò?"
    • Queste domande potrebbero indurlo a tirare i remi in barca.
  8. 8
    Non prendere decisioni affrettate. Una persona manipolatrice potrebbe cercare di metterti sotto pressione per farti prendere una decisione veloce o per estorcerti una risposta immediata. Invece di cedere, dille: "Ci devo pensare"; in tal modo eviterai di assecondarla su qualcosa che non vuoi fare o di ritrovarti con le spalle al muro.[17]
    • Se un'offerta scompare se ti prendi del tempo per pensarci, potrebbe essere perché non l'avresti fatta nemmeno se ne avessi avuto il tempo. Se qualcuno ti spinge a prendere una decisione immediata, la risposta migliore è "No, grazie".
  9. 9
    Crea la tua rete di supporto. Concentrati sulle tue relazioni più sane, e passa del tempo con persone che ti rendono felice e sicura di te. Cerca tra parenti, amici, insegnanti, partner, e/o amici su internet; queste persone possono aiutarti a rimanere equilibrata e contenta – non isolare te stessa!
  10. 10
    Stai lontana dai soggetti manipolatori. Se ti rendi conto che stia diventando difficile o dannoso interagire con una persona manipolatrice, mantieni le distanze. Non spetta a te cambiarla. Se si tratta di un familiare o di un collega che non puoi evitare completamente, cerca di limitare le interazioni a quando sono strettamente necessarie.[18]

Consigli

  • La manipolazione può verificarsi in tutti i tipi di rapporti, inclusi quelli sentimentali, familiari o platonici.
  • Presta attenzione a uno schema manipolatorio in determinati atteggiamenti. Se riesci a prevedere con certezza come si comporterà qualcuno per raggiungere i propri scopi, probabilmente sei sulla strada giusta per individuare i comportamenti manipolatori.

Fonti e Citazioni

  1. https://www.psychologytoday.com/blog/communication-success/201510/14-signs-psychological-and-emotional-manipulation
  2. http://labs.la.utexas.edu/buss/files/2015/09/tactics_of_manipulation_1987_jpsp.pdf
  3. http://labs.la.utexas.edu/buss/files/2015/09/tactics_of_manipulation_1987_jpsp.pdf
Mostra altro ... (15)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Gestire Rapporti Difficili

In altre lingue:

English: Pick Up on Manipulative Behavior, Español: detectar el comportamiento manipulador, Deutsch: Manipulatives Verhalten erkennen, Português: Identificar Comportamentos Manipuladores, Français: repérer un comportement manipulateur, Русский: распознать поведение манипулятора, Bahasa Indonesia: Mengenali Perilaku Manipulatif, Nederlands: Manipulatief gedrag herkennen, العربية: التنبه للسلوك التلاعبي, Tiếng Việt: Nhận ra hành vi thao túng, 한국어: 조종하는 행동을 알아차리는 방법

Questa pagina è stata letta 220 026 volte.

Hai trovato utile questo articolo?