Come Stimolare il Ruttino a un Neonato

3 Parti:Le Posizioni per il RuttinoSapere quando Fargli Fare il RuttinoAiutare la Digestione del Neonato

È risaputo che i neonati non siano in grado di mangiare correttamente e che ingeriscano grandi quantità di aria durante la poppata. Sebbene l'allattamento al seno possa ridurre la necessità di fare il ruttino, molti neonati hanno comunque bisogno di liberarsi dell'eccesso di gas dopo aver mangiato. Per aiutare tuo figlio a sentirsi meglio, è importante sapere quando deve fare il ruttino, conoscere i diversi modi per permettergli di espellere l'aria e come facilitare la sua digestione.

Parte 1
Le Posizioni per il Ruttino

  1. 1
    Tieni il bimbo appoggiato al petto o alla spalla. Lascia che il suo mento ricada sulla tua spalla mentre lo sostieni con una mano e con l'altra gli picchietti o strofini delicatamente la schiena.[1]
    • Siediti in posizione ben eretta o resta in piedi durante la procedura; eventualmente, puoi anche dondolarti un po' sulla sedia.
    • Assicurati di proteggerti la schiena e la spalla con un panno, per evitare che il latte rigurgitato possa sporcare i vestiti.
  2. 2
    Fai in modo che la spalla prema leggermente sullo stomaco del bimbo. Il neonato deve stare appoggiato al tuo petto e alla spalla, ma a un'altezza sufficiente affinché quest'ultima possa esercitare un po' di pressione sull'addome; in questo modo, l'aria presente nello stomaco dovrebbe uscire facilmente. Strofinagli delicatamente la schiena con una mano, mentre lo sostieni con l'altra.[2]
    • Fai attenzione che il bimbo non sporga troppo oltre la spalla e che possa respirare correttamente.
    • Questa posizione è più adatta ai bimbi che hanno almeno quattro mesi, dato che hanno un controllo maggiore della testa e del collo.
    • Metti un panno sulla spalla e sulla schiena, per evitare che eventuale materiale rigurgitato possa sporcarti i vestiti.
  3. 3
    Fagli fare il ruttino in posizione seduta. Metti il bimbo seduto sul tuo grembo o sulle tue ginocchia, in modo che guardi lontano da te. Sostieni il suo mento tenendolo con il palmo e appoggia la base della mano (la parte vicina al polso) sul suo petto; con l'altra mano picchiettagli la schiena con cautela finché non fa il ruttino.[3]
    • Controlla la posizione della mano, assicurandoti di non stringere la gola o di impedire la respirazione.
    • Questa posizione è più adatta per un bambino di circa quattro mesi, che è in grado di gestire meglio il collo e la testa.
    • Metti un panno sul corpo del neonato e sulle tue ginocchia, per evitare che il latte rigurgitato possa sporcare entrambi.
  4. 4
    Sdraialo prono. Tieni il bimbo in grembo con la schiena rivolta in alto, in modo che il suo corpo sia perpendicolare al tuo; sostienigli il mento con una mano e con l'altra picchiettagli con delicatezza la schiena.[4]
    • Tienigli la testa a un livello più alto del resto del corpo, per evitare un eccessivo flusso di sangue al cervello.
  5. 5
    Piegagli le ginocchia verso il petto. Se il bimbo si sta lamentando parecchio, forse deve espellere il gas dall'intestino. Per aiutarlo in questo processo, sdraialo supino e piegagli lentamente le ginocchia avvicinandole al petto; in tal modo, il gas dovrebbe uscire più facilmente sia dalla bocca sia dall'intestino, ma soprattutto dal sedere.[5]
  6. 6
    Sii flessibile. Se non riesci a fargli fare correttamente il ruttino in una posizione, provane un'altra. In base alla sua anatomia, può rispondere meglio a un metodo rispetto a un altro; inoltre, man mano che cresce il suo corpo cambia e potresti accorgerti che la tecnica che hai usato finora non è più efficace e devi trovare un'altra posizione. Fortunatamente, la maggior parte dei neonati non ha più bisogno di fare il ruttino quando raggiunge i 4-6 mesi.

Parte 2
Sapere quando Fargli Fare il Ruttino

  1. 1
    Dagli alcuni colpetti sulla schiena mentre mangia. Dato che i neonati ingeriscono moltissimo durante la poppata, è importante che facciano un ruttino quando stanno ancora mangiando; questo li aiuta a espellere il gas che si è accumulato nell'esofago, a mangiare meglio e a evitare di provare disagio in seguito. Tuttavia, se il bimbo sta bene e si dimostra felice, continua ad allattarlo.[6]
    • Se lo allatti con il biberon, fagli fare il ruttino ogni 60-90 ml di latte.
    • Se lo allatti al seno, puoi farglielo fare quando passi da una mammella all'altra.
    • In linea generale, dovrebbe farlo ogni 15-20 minuti.[7]
  2. 2
    Smetti di allattarlo e fagli espellere l'aria quando inizia a lamentarsi. Se comincia a piangere o si rifiuta di mangiare, è il momento di aiutarlo in questo senso; fai delle pause regolari per il ruttino durante tutta la poppata, per evitare che inizi a fare i capricci. Tieni comunque presente che ogni bambino mangia rispettando il proprio ritmo e dovrai forse attendere che sia lui stesso a farti capire che ha bisogno di un po' di sollievo ed espellere il gas.[8]
    • Se piange quando smetti di allattarlo, lascia che continui a poppare; piangendo, può ingerire aria, che causa maggior disagio.[9]
  3. 3
    Fagli fare il ruttino quando hai finito di allattarlo. La maggior parte dei neonati ha bisogno di qualche colpetto sulla schiena al termine della poppata. Solitamente, durante i pasti ingerisce circa 180 ml di latte materno o artificiale, oltre a un bel po' d'aria e devi permettergli di espellerla, anche se non si sta lamentando; in questo modo, il bimbo elimina il gas che potrebbe altrimenti accumularsi in seguito.[10]
    • Se non riesce a fare il ruttino nei quattro minuti successivi alla poppata, devi farglielo fare tu.
    • Quando raggiunge i 4-6 mesi di età, non dovrebbe più avere bisogno di espellere l'aria dallo stomaco.
  4. 4
    Faglielo fare durante la notte, se è particolarmente capriccioso. Se inizia a lamentarsi di notte, ma non desidera mangiare, potrebbe aver bisogno di espellere il gas; prendilo in braccio e aiutalo a eruttare per farlo sentire meglio.[11]
  5. 5
    Aiutalo ad alleviare i sintomi del reflusso gastroesofageo (MRGE). Questo disturbo si verifica quando lo sfintere dell'esofago è debole e non lavora in modo corretto, permettendo ai succhi gastrici di risalire fino alla bocca. Può essere un problema che crea dolore e disagio al bimbo, che può iniziare a lamentarsi; facendogli fare regolarmente i ruttini, puoi ridurre questi sintomi.[12]
    • Se il tuo bimbo soffre di questo disturbo, cerca di fargli espellere l'aria quando inizia a lamentarsi.
    • Se i sintomi stanno diventando un vero e proprio disagio, il bimbo non vuole mangiare o rigurgita troppo, discutine con il pediatra.

Parte 3
Aiutare la Digestione del Neonato

  1. 1
    Posiziona il bimbo in maniera corretta. Uno dei metodi sicuri per evitare che ingerisca troppa aria durante la poppata è metterlo in una posizione tale che gli permetta di creare un sigillo ermetico della bocca attorno al capezzolo mentre beve il latte. Cerca di tenerlo dritto e mantieni il suo corpo a un angolo di 45° o più durante la poppata. Dovresti anche sostenere il peso del seno e lasciare che il bimbo si avvolga intorno al tuo corpo, invece di farlo penzolare lontano dalla mammella. Questa posizione assicura una perfetta aderenza con il capezzolo e impedisce al bimbo di ingerire troppa aria.[13]
  2. 2
    Nutrilo al seno, se possibile. I neonati allattati in questo modo hanno meno problemi durante il ruttino; questo è dovuto soprattutto al fatto che possono controllare meglio il flusso di latte dal seno e quindi coordinare la fase del respiro con quella dell'ingestione. Con il biberon il latte scorre più rapidamente, il bimbo non è in grado di controllarlo e di conseguenza ingerisce più aria tra un sorso rapido e l'altro.[14]
    • Prova diversi biberon e diverse tettarelle, se possibile. Alcuni modelli hanno una forma angolare o un sacchetto interno che permette al bimbo di ridurre la quantità d'aria ingerita; anche le diverse tettarelle permettono di deglutire minori quantità d'aria. Se hai la sensazione che il bimbo beva troppo velocemente, puoi provare le tettarelle con il foro più piccolo per rallentare il flusso di latte.
  3. 3
    Smetti di allattarlo se inizia a lamentarsi. Se comincia a mostrarsi insofferente mentre mangia, è meglio interrompere la poppata; se lasci che faccia i capricci mentre beve il latte, può iniziare a ingerire più aria, aumentando il disagio.[15]
    • Se ha ingerito troppa aria, può anche iniziare a rigurgitare.
  4. 4
    Ascolta il bimbo. Alcuni neonati hanno bisogno di fare il ruttino, a prescindere da cosa fai. Potrebbe mangiare troppo velocemente e ingerire troppa aria oppure il latte materno potrebbe scorrere a una velocità eccessiva e il bimbo non è in grado di gestirlo. Devi quindi prestare attenzione a cosa sta facendo tuo figlio; se ti accorgi che è a disagio, prenditi una pausa e fagli fare il ruttino. Se invece è tranquillo e non manifesta alcun disturbo, è meglio continuare ad allattarlo.[16]
    • Se è sempre costantemente irritato, potrebbe soffrire del reflusso gastroesofageo o di coliche; se temi che sia affetto da questi disturbi, consulta il pediatra
    • È del tutto normale che i neonati rigurgitino un po' di latte e non deve essere motivo di preoccupazione; tuttavia, se temi che il bimbo stia vomitando più del normale, ti sembra molto a disagio o mangia meno, non esitare a rivolgerti al pediatra.[17]

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Genitori

In altre lingue:

English: Burp a Newborn, Español: hacer eructar a un recién nacido, Português: Fazer seu Bebê Recém Nascido Arrotar, Deutsch: Lass dein Baby ein Bäuerchen machen, Français: faire faire son rot à un bébé, 中文: 给新生儿拍嗝, Русский: заставить малыша отрыгнуть, Bahasa Indonesia: Menyerdawakan Bayi yang Baru Lahir, Nederlands: Een pasgeboren baby laten boeren

Questa pagina è stata letta 11 032 volte.

Hai trovato utile questo articolo?