Come Suonare la Chitarra

3 Metodi:Imparare le BasiSuonare gli AccordiEsercitarsi con Costanza

Con una chitarra puoi suonare qualsiasi genere di musica, da quella classica al death metal. L'approccio per cominciare a suonarla può essere più semplice rispetto ad altri strumenti, una volta ottenuta la padronanza delle basi fondamentali che puoi imparare anche da autodidatta.

1
Imparare le Basi

  1. 1
    Identifica le parti che compongono lo strumento. Che si tratti di una chitarra elettrica o una classica, è composta essenzialmente da legno e metallo. Le corde, ricoperte da un avvolgimento di una lega di metallo, vibrano per creare il suono. Il corpo di legno funge da cassa di risonanza, creando così il timbro caratteristico che associamo allo strumento.
    • Le corde vanno dalla paletta, dove sono trattenute da chiavette meccaniche che vengono ruotate in un senso o nell'altro affinché possano essere tese o allentate, al ponte, dove vengono fissate al corpo della chitarra. Se si tratta di una chitarra acustica, le corde sono fissate al ponte con pioli rimovibili; su una chitarra elettrica, invece, vengono solitamente tenute in tensione da una sorta di occhiello.
    • Il manico della chitarra è il lungo pezzo di legno, piatto su un lato (la tastiera) e curvo sull'altro. La tastiera è intarsiata di tasti metallici che demarcano le varie note.
    • Una chitarra acustica è provvista di un foro nel corpo che permette la risonanza del suono; in una chitarra elettrica troviamo invece dei trasduttori magnetici (pick-up) che convertono la vibrazione delle corde in segnale elettrico, che viene poi convogliato attraverso un amplificatore.
  2. 2
    Tieni la chitarra nel modo corretto. Prima di cominciare a imitare Jimi Hendrix, assicurati di tenere lo strumento nella maniera giusta. Se la destra è la tua mano dominante, la userai per suonare le corde in un punto compreso tra il foro della cassa armonica e il ponte; con le dita della mano sinistra andrai invece a premere i tasti distribuiti sulla tastiera lungo il manico.
    • Per suonare la chitarra, stai seduto con la schiena dritta su una sedia o uno sgabello. Quando sistemi lo strumento sul tuo corpo, la corda più sottile dovrebbe puntare verso il pavimento e quella più grossa verso il soffitto. Appoggia la parte posteriore della chitarra tra lo stomaco e il petto; la mano con cui strimpelli le corde va appoggiata sulle gambe.
    • Lo strumento dovrebbe essere sostenuto dalle tue gambe e dal tuo corpo. La mano sinistra viene usata per stabilizzare il manico e premere i tasti con le dita. Tieni il manico appoggiandolo nella "V" che si crea tra pollice e indice della mano sinistra. Dovresti essere in grado di muovere la mano lungo tutto il manico senza necessariamente doverlo tenere.
    • Anche tenendola correttamente, potrebbe essere un po' fastidioso finché non ti abitui. Non lasciarti scoraggiare se cominciano a farti male spalle, collo, braccia e mani. Alla fine ti ci abituerai.
  3. 3
    Accorda la chitarra. Non è certamente divertente suonare la chitarra se è scordata, e potrebbe comunque portare a cattive abitudini, specie quando sei agli inizi. Accordarla regolarmente ti permetterà inoltre di familiarizzare con le note di corde e tastiera.
    • Impara il nome di ogni corda. Dalla più acuta alla più bassa (dalla più sottile alla più grossa), le corde vengono numerate in ordine progressivo da 1 a 6 e denominate rispettivamente Mi, Si, Sol, Re, La, Mi (in base alla nota che emettono a vuoto nell'accordatura standard).
    • Gli accordatori elettronici sono facili da usare e molto precisi. Tienilo o collegalo alla chitarra e suona il Mi cantino (la corda più sottile). L'accordatore ti indicherà se la nota è crescente (troppo alta) o calante (troppo bassa). Suona ogni nota e tira la corda agendo sulla chiavetta corrispondente per aumentarla, o allentala per abbassarla. Assicurati che non ci sia alcun rumore intorno, dal momento che il microfono dell'accordatore potrebbe captare altri suoni.
    • Se non ti puoi permettere un accordatore, puoi comunque accordare la chitarra senza usarne uno. Per esempio puoi suonare una nota sul pianoforte per avere il riferimento per la corda corrispondente.
  4. 4
    Esercitati a suonare le note lungo la tastiera. I tasti sono le strisce di metallo distribuite perpendicolarmente su tutto il manico; a ciascuno di essi corrisponde una nota. Per suonare una nota, premi il dito tra le strisce di metallo. Suonare il terzo tasto significa mettere il dito sulla corda nello spazio tra la seconda tacca metallica e la terza. Inoltre, assicurati che il dito sia più vicino al tasto più basso, in maniera da evitare che "frigga". Premi saldamente la corda in maniera che vibri solamente tra il dito della mano sulla tastiera e quella opposta, facendo pressione con la punta del dito.
    • Ogni volta che ti sposti da un tasto all'altro, la nota risultante sarà mezzo tono più alta se ti muovi verso il corpo e mezzo tono più bassa se lo fai in direzione della paletta. Esercitati premendo i tasti lungo tutta la tastiera, in maniera da imparare quanta pressione è necessaria per suonare una nota.
  5. 5
    Impara a tenere il plettro. Si tratta normalmente di un pezzetto di plastica che viene usato per suonare le note individualmente o tutte le corde insieme. Sono economici e puoi reperirli in qualsiasi negozio di strumenti musicali. Sebbene non sia fondamentale imparare a suonare lo strumento con il plettro, è generalmente la maniera migliore per cominciare.
    • Chiudi a pugno la mano dominante, mettendo il pollice sulle dita incurvate. Tieni il plettro tra pollice e indice perpendicolarmente al pugno, lasciando esposto qualche millimetro della estremità più piccola.

2
Suonare gli Accordi

  1. 1
    Impara gli accordi nella prima posizione. Un accordo è un gruppo armonico composto da almeno tre note. Per cominciare, ci sono due tipi di accordi basilari: quelli nella prima posizione e quelli con il barré. I primi possono essere suonati con una combinazione di corde a vuoto e le note distribuite nei primi tasti della chitarra.
    • Gli accordi maggiori in questa posizione sono comunemente il Do, il La, il Sol, il Mi e il Re.
    • Una volta imparate le varie forme, esercitati a passare velocemente da una all'altra. Scrivi diversi arrangiamenti più o meno a caso dei vari accordi che vuoi suonare ed esercitati nella progressione, una plettrata alla volta.
    • Assicurati di suonare le note appropriate. Nel La maggiore, per esempio, il Mi basso non viene suonato (sesta corda). Su una tablatura, queste note verrebbero segnate con una "x". In questo momento è fondamentale sviluppare delle buone abitudini, ti servirà nel lungo termine.
  2. 2
    Impara la diteggiatura degli accordi. La diteggiatura rappresenta la posizione delle dita in relazione ai vari accordi; ecco quella relativa agli accordi più comuni (maggiori e minori):
    • Do maggiore: metti l'anulare sul terzo tasto della quinta corda (La), il medio sul secondo tasto della quarta corda (Re) e l'indice sul primo tasto della seconda corda (Si). Suona tutte le corde con una pennata verso il basso, quindi, risalendo, suona ogni corda individualmente mentre tieni l'accordo. Assicurati che ogni nota suoni in maniera chiara.
    • La maggiore: prendi indice, medio e anulare e posizionali rispettivamente sul secondo tasto di quinta, quarta e seconda corda. Sono semplicemente allineate lungo queste tre corde. Suona tutte le corde esclusa la sesta (il Mi basso).
    • Sol maggiore: metti il dito medio sul terzo tasto della sesta corda, l'indice sul secondo tasto della quinta corda e l'anulare sul terzo tasto della prima corda. Assicurati che ogni nota suoni in maniera nitida.
    • Mi maggiore: questo è uno degli accordi più semplici. Metti anulare e medio sul secondo tasto di quinta e quarta corda, rispettivamente. L'indice va messo sul primo tasto della terza corda.
    • Re maggiore: metti l'indice sul secondo tasto della quarta corda, il medio sul secondo tasto della prima corda e l'anulare sul terzo tasto della seconda corda. Suona tutte le corde eccetto le due più grosse (quinta e sesta).
    • Mi minore: questa posizione è esattamente come quella del Mi maggiore tranne che per l'indice, che in questo caso non viene usato. Metti rispettivamente medio e anulare sul secondo tasto di quinta e quarta corda.
    • La minore: metti medio e anulare sul secondo tasto di quarta e terza corda, rispettivamente, e l'indice sul primo tasto della seconda. Questo accordo ha la stessa forma del Mi maggiore, solo spostato una corda più in basso. Suona tutte le corde tranne il Mi basso, la sesta.
    • Re minore: questo accordo è molto simile a quello di Re maggiore. Metti il dito medio sul secondo tasto della terza corda, l'indice sul primo tasto della prima corda e l'anulare sul terzo tasto della seconda corda. Come per il Re maggiore, suona tutte le corde tranne la quinta e la sesta.
  3. 3
    Esercitati a ottenere un suono pulito da ogni nota che compone l'accordo. Una volta posizionate le dita sulla tastiera, suona ciascuna corda relativa all'accordo. Assicurati che tutte le corde che devono suonare non vengano in qualche modo bloccate.
    • Se le note non suonano in maniera appropriata, è probabile che tu non stia premendo abbastanza o che parte delle dita sia a contatto con la corda – ragioni per cui potresti ottenere un suono smorzato. Assicurati di non toccare le corde con le dita che non usi.[1]
    • Quando toccano le corde, tieni curvate le dita che premono sui tasti, come se fossero posate su un'immaginaria palla di vetro. Questo permette alle corde aperte di suonare liberamente.
  4. 4
    Usa la mano dominante per suonare tutte le corde con un movimento libero e rilassato. Tale movimento consiste nel dare le pennate verso il basso e nel senso opposto in svariate combinazioni, facendo vibrare tutte le note di un accordo in maniera ordinata e ritmicamente. Usa il polso per rendere i movimenti più fluidi possibile. Tieni saldamente il gomito sul corpo della chitarra e suona tutte le corde con il plettro. Il gomito non dovrebbe muoversi troppo, dal momento che il fulcro del movimento è in effetti il polso.
  5. 5
    Impara a suonare gli accordi con il barré. Questo tipo di accordi sono estremamente utili per cominciare a suonare le canzoni. In un barré, l'indice preme contemporaneamente su più note su un singolo tasto. Per suonare un Fa maggiore, un accordo con il barré nella prima posizione, premi tutte le note sul primo tasto con l'indice, mentre con il medio, l'anulare e il mignolo suoni quella che è essenzialmente la forma dell'accordo di Mi maggiore spostata di un tono in avanti.
    • La stessa diteggiatura sul terzo tasto è un accordo di Sol maggiore. Lasciando il barré sul terzo tasto e spostando le altre dita sul quinto tasto nella forma dell'accordo di La maggiore, si ottiene invece un accordo di Do maggiore. Sono diteggiature difficili da imparare, ma una volta che sei in grado di eseguirle puoi cominciare velocemente a suonare gli accordi di tantissime canzoni pop e rock.

3
Esercitarsi con Costanza

  1. 1
    Gestisci il dolore alle dita. Arriverai a un certo punto in cui la frustrazione potrebbe prendere il sopravvento: non riesci a cambiare gli accordi con la dovuta scioltezza, le dita ti fanno male… e così via. La tentazione di "appendere la chitarra al chiodo" potrebbe essere davvero molto forte. La ragione per cui molti chitarristi smettono di suonare dopo qualche settimana è che fa male. Dopo un paio di mesi si formeranno dei calli sulle dita che usi sulla tastiera che riducono il dolore del premere le corde per tempi prolungati. Chiunque impari a suonare la chitarra, dovrà inizialmente avere a che fare con delle dita indolenzite. Impara ad amare il dolore e ad associarlo con tutto quello che ti appassiona della musica e dello strumento.
    • Applica del ghiaccio sulle dita dopo aver suonato per alleviare un po' il dolore;
    • Bagnare le dita nell'alcol dopo aver suonato può aiutare ad accelerare il processo della stratificazione dei calli; evita solo di farlo prima di suonare.
  2. 2
    Impara a suonare qualche canzone. È molto più divertente applicarsi sullo strumento se suoni una canzone che conosci, piuttosto che semplicemente una progressione di accordi o di note. Meglio ancora, sapendo che tantissime canzoni si basano su un giro armonico di 3 o 4 accordi. Leggi questo articolo per imparare a suonare alcuni brani famosi che rientrano in questa categoria di canzoni.
    • Comincia piano e aumenta la velocità gradualmente mano a mano che ti abitui al ritmo. All'inizio, il fatto di suonare meccanicamente può essere un po' frustrante, ma nel lungo termine ti permetterà di eseguire il cambio degli accordi con naturalezza.
    • Una volta presa padronanza con le canzoni più semplici, passa a brani più complessi. "Sweet Home Alabama", dei Lynyrd Skynyrd, è essenzialmente un giro di accordi che si ripete (Re, Do e Sol), ma sul disco sembra più complicata in quanto è arricchita dai fraseggi della chitarra solista.
  3. 3
    Impara a leggere le tablature per chitarra. I chitarristi hanno un sistema proprio per la notazione della musica, chiamato appunto tablatura. L'idea di base è quella di guardare ogni linea marcata sulla partitura nella stessa maniera in cui guardi la chitarra. Ogni linea corrisponde a una corda, mentre ogni numero indica quale tasto premere sulla corda. Per esempio, per suonare la parte trascritta che viene mostrata di seguito, relativa a "Sweet Home Alabama", andresti a suonare due note sulla corda Re a vuoto, il terzo tasto della corda Si, il secondo tasto sulla corda Sol, e così via.
    • Mi |-------------------------------------------------||
    • Si |-------3---------3----------3--------------------||
    • Sol|---------2---------0--------0---------------2p0--||
    • Re |-0-0------------------------0--0----0h2p0--------||
    • La |------------3-3-------------2---0p2-------0------||
    • Mi |-----------------------3-3--3--------------------||
    • Passare dagli accordi ai fraseggi è una cosa eccitante. Ti sembrerà di fare davvero musica e non solo "imparare a suonare la chitarra". Assicurati di avere la completa padronanza di ogni accordo e di non andare fuori tempo quando esegui una frase veloce.
  4. 4
    Impara dagli altri. La maniera migliore per imparare a suonare la chitarra è guardare, ascoltare e imitare le tecniche di altri chitarristi. Non devi necessariamente prendere lezioni vere e proprie, ma avere un amico con cui suonare e scambiare consigli può essere una risorsa molto efficace.
    • I tutorial che trovi su YouTube possono essere estremamente utili per un novellino, ma anche per chitarristi più avanzati. Osservare l'analisi di un solo di Stevie Ray Vaughan o guardare come Jack Johnson posiziona le dita eseguendo la tua canzone preferita può essere decisamente un'ottima esperienza didattica.
    • Se volessi imparare a suonare musica classica o jazz, o magari a leggere la musica, prendere delle vere lezioni sarebbe una buona idea. Imparare a suonare da solo è certamente un ottimo metodo per sviluppare il proprio stile, ma il supporto di un insegnante esperto può offrirti anche una vastissima varietà di ulteriori possibilità di approfondimento che da autodidatta, probabilmente, nemmeno considereresti.

Consigli

  • Trova canzoni che hai voglia di suonare; procurati tutto il materiale relativo, come le tablature, ed esercitati a eseguirle. Rende il tutto molto più stimolante.
  • Non ti scoraggiare se gli accordi non ti vengono bene. Rinforza le dita e continua a esercitarti. Vedrai che nel lungo termine migliorerai.
  • Comprendi che è normale fare degli errori, li facciamo tutti.
  • Se un accordo non suona come dovrebbe, suona individualmente tutte le note che lo compongono per capire qual è la causa — magari ne stai bloccando qualcuna o l'esecuzione non è granché e devi quindi migliorarla. Questo ti permette di trovare le aree dell'accordo per te più problematiche. Assicurati di usare la punta delle dita per premere i tasti relativi all'accordo in questione, in maniera che abbiano un suono più nitido.
  • Stampare i diagrammi dei vari accordi per appenderli da qualche parte dove tu possa vederli può essere molto efficace.
  • Se hai difficoltà a usare la diteggiatura dei vari accordi, potrebbe essere utile cominciare con l'eseguire prima degli esercizi per le dita che ti aiutino a sviluppare forza e destrezza.
  • Se le dita ti fanno troppo male, prova a usare delle corde più sottili. Non hanno un suono altrettanto robusto, ma sono più facili da gestire e il dolore è più sopportabile.
  • Prova il fingerpicking. Trova delle partiture online o, meglio ancora, prova a estrapolare le parti delle tue canzoni preferite.
  • È molto probabile che all'inizio tu non riesca a ottenere un suono cristallino. Non lasciarti scoraggiare, ci vuole un po' di tempo prima che le tue dita diventino abbastanza forti. Se ti impegni con costanza, esercitandoti per almeno due ore al giorno, in un paio di settimane dovresti poter notare dei grandi miglioramenti.
  • Continua a esercitarti per almeno due ore al giorno.

Avvertenze

  • Studiare senza l'aiuto di un insegnante esperto potrebbe portarti a sviluppare cattive abitudini che poi sarà difficile correggere. Sebbene tu possa comunque imparare anche da autodidatta, prendere lezioni vere e proprie ti permette di prevenire il problema.
  • All'inizio non sforzare troppo le dita. Un'ora di esercizio al giorno dovrebbe essere sufficiente.

Cose che ti Serviranno

  • Una chitarra adatta a te
  • Un plettro
  • Un accordatore (raccomandato per i principianti)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Strumenti Musicali

In altre lingue:

English: Play Guitar, Español: tocar la guitarra, Deutsch: Gitarre spielen lernen, Português: Tocar Guitarra, Français: jouer de la guitare, Русский: играть на гитаре, 中文: 弹吉他, Čeština: Jak se naučit hrát na kytaru, Bahasa Indonesia: Bermain Gitar, हिन्दी: गिटार बजाएं, العربية: العزف على الجيتار, Tiếng Việt: Chơi Đàn Ghi ta, 日本語: ギターを弾く

Questa pagina è stata letta 2 474 volte.

Hai trovato utile questo articolo?