Come Uscire dalla Propria Zona di Agio

Ognuno di noi ha una propria zona di agio. Dato che al suo interno non vi è spazio né per l'avventura né per le emozioni forti, con il tempo, potremmo cominciare a sentirci schiacciati ed intrappolati tra paure e monotonia. Perché aspettare quel momento per provare ad allargare i confini della nostra zona di agio? Farlo ci permetterà non solo di avere una vita più vivace ed imprevedibile, ma anche di sentirci più sicuri, fiduciosi e fortunati.

Passaggi

  1. 1
    Sii folle. Uno dei nostri limiti più grandi è dato dalla paura di essere giudicati da chi ci circonda, nessuno infatti vorrebbe mai essere 'etichettato' come scortese, strano, viscido, detestabile o, peggio ancora, noioso. Fermati per un attimo a riflettere, fai un tuffo nel passato, e cerca di ricordare com'erano le persone più magnetiche e adorabili che tu abbia mai incontrato, che caratteristiche avevano? Sei certo che non fossero almeno un pò bizzarre? E che avessero un carattere sempre mite e tranquillo? No, probabilmente non lo sei, perché ripensando ad alcuni di loro li ricordi come pazzi, seppur incredibilmente affascinanti. Spesso, infatti, le persone più amate sono quelle che, senza paura, lasciano trasparire il bambino che è in loro e che hanno i comportamenti più 'inappropriati'. Queste persone piacciono di più e a loro tutto è più facilmente perdonabile. Prova quindi a mandare in frantumi la tua paura del giudizio altrui, permettiti di essere meno perfetto, vedrai che la gente lo apprezzerà, e non solo, l'essere meno perfetto ti renderà ai loro occhi perfino più entusiasmante. Se qualcuno dovesse ridere di te, ridi con lui, abbi fiducia e vedrai che, fare qualcosa che fino ad oggi non avresti fatto per paura di essere considerato un idiota, non avrà le conseguenze negative che hai sempre immaginato, anzi.
  2. 2
    Affronta le tue paure. Esistono grandi paure, piuttosto comuni, come quella dell'altezza, dei ragni o dei piccoli spazi chiusi e paure più piccole con cui siamo costretti a scontrarci ogni giorno. La paura di cadere e farsi male o la paura dei temporali sono solo alcune tra queste. Quante precauzioni prendi ogni giorno, spesso senza nemmeno accorgertene, per evitare che alcune circostanze negative si avverino? Essere previdente è una buona cosa, ma esserlo in modo eccessivo non lo è, potresti infatti correre il grosso rischio di occupare buona parte del tuo tempo nel tentativo di prevenire eventi o situazioni che potrebbero non accadere mai. Il risultato potrebbe essere di non avere tempo di occuparti della tua vita perché sei troppo preso a 'pre-occupartene'. Rilassati e scoprirai che molte situazioni che prevedevi catastrofiche si trasformeranno in buffe storielle da raccontare agli amici.
  3. 3
    Fai amicizia con il rischio. All'interno della propria area di agio ognuno di noi crede di essere al sicuro e di non poter avere sorprese inaspettate, crede, illudendosi, di avere tutto sotto controllo. Lasciare la zona di agio ci spaventa perché siamo convinti che facendolo potremmo fallire o potremmo perdere qualcosa. Perché non pensare per un attimo anche alle cose che potresti 'guadagnare' però? Vediamo qualche passaggio pratico che ti aiuterà ad uscire dalla tua zona di agio:

    • Non attaccamento. Quando decidi di fare qualcosa provaci per il semplice piacere di farlo e non per ottenere un risultato in particolare. Se scommetti, fallo con dei soldi che sei pronto a perdere; semplicemente per il piacere di farlo e per il divertimento e il brivido che ti regala. Se vinci avrai anche la ciliegina sulla torta, se perdi non sarà un grosso problema. Lascia andare il senso di attaccamento che hai verso cose, situazioni e risultati e goditi a fondo ogni momento.
    • Accettazione. Impara a minimizzare le negatività, quando qualcosa non va come desideravi che andasse, impara a passarci sopra velocemente. Rimanere nella tua zona di agio e credere che il mondo debba essere un posto sempre sicuro e prevedibile ti fa credere di avere la possibilità di controllare qualsiasi cosa accada. Scoprire che non è così ti porterà frustrazione e delusione. Fermati, ed accorgiti che il mondo è un posto dove le cose semplicemente accadono, giusto o sbagliato è un termine che usi tu per giudicarle (ricordi cosa abbiamo detto sul giudizio?).
  4. 4
    Apprezza l'ignoto. Ricordi quando è stata l'ultima volta in cui hai provato il brivido dello sconosciuto? L'ultima volta in cui sei stato eccitato all'idea di non sapere cosa sarebbe successo? Se sei abituato a rimanere all'interno della tua zona di agio forse fai perfino fatica a riportare questi ricordi alla memoria e forse puoi scoprire di sentirne la mancanza. Perché non provare quindi a riportare la meravigliosa sensazione del cuore che accelera e dello stomaco che sfarfalla nella tua vita?

Consigli

  • Cerca e frequenta una persona bizzarra, il tuo lato più avventuroso e divertente verrà presto alla luce. Individuare e riconoscere una persona un pò pazza non dovrebbe essere difficile, con molta probabilità puoi trovarne una accampata con una tenda e un sacco a pelo in mezzo al nulla. Ricorda che la spontaneità è la miglior arma per uscire dalla propria zona di agio.

Avvertenze

  • Uscire dalla propria zona di agio non significa essere imprudenti e senza testa, fai molta attenzione a non confondere le due cose. Accettare di correre dei rischi non è necessariamente sinonimo di irresponsabilità. Comporta infatti la scelta di farlo, implica una decisione, essere imprudenti, al contrario, significa agire senza nessun tipo di riflessione.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Sviluppo Personale

In altre lingue:

English: Step Out of Your Comfort Zone, Español: salir de la zona de confort, Português: Sair de sua Zona de Conforto, Русский: выйти из своей зоны комфорта, Deutsch: Trete aus deiner Komfortzone heraus, Français: sortir de la routine, Bahasa Indonesia: Keluar dari Zona Nyaman

Questa pagina è stata letta 16 742 volte.

Hai trovato utile questo articolo?