Vorresti tanto avere una bella abbronzatura, ma hai la pelle chiara e temi di scottarti piuttosto che abbronzarti. Le scottature solari danneggiano le cellule cutanee, che possono trasformarsi in cellule cancerose: ti ritroveresti con un problema ben più serio del dolore e del disagio di un eritema. Se hai la pelle chiara, non dovresti utilizzare nemmeno i lettini abbronzanti dei centri estetici: possono provocare gravi ustioni e aumentano il rischio di contrarre il cancro. Puoi comunque esporti al sole per brevi periodi di tempo, osservando alcune precauzioni oppure, in alternativa, provare i prodotti autoabbronzanti: otterresti l'effetto della tintarella senza dover esporre la pelle ai pericoli della luce solare.

Metodo 1 di 2:
Esporsi al Sole

  1. 1
    Sii consapevole dei rischi. Anche se ti piacerebbe un'abbronzatura "naturale", devi sapere a quali pericoli vai incontro con un'esposizione prolungata al sole. Se hai la pelle chiara, sei a rischio elevato e queste sono le conseguenze a cui potresti andare incontro:
    • Una scottatura, oltre a essere dolorosa, è pericolosa per il rischio di melanoma, una forma di tumore della pelle. Il danno al DNA delle cellule causato dalle radiazioni UV del sole o dei dispositivi abbronzanti, provoca una crescita anomala delle cellule cancerose.
    • Il melanoma è curabile, ma è comunque il tipo di cancro che provoca ogni anno il maggior numero di decessi negli Stati Uniti. La Società Americana per il Cancro stima che siano 120.000 gli americani a cui annualmente viene diagnosticata questa patologia.[1]
    • Una prolungata esposizione alle radiazioni UV può portare all'invecchiamento precoce della pelle.[2] Il prezzo da pagare per la tintarella sarà l'insorgenza precoce di rughe, couperose, pelle flaccida e ispessita: risultati che sono stati osservati anche in giovani di 20 anni.
    • Anche se probabilmente non ci pensi, l'esposizione può provocare quella che viene definita in termine medico "cheratite attinica", un'infiammazione della cornea che può essere molto dolorosa, determinare una temporanea cecità e, sul lungo termine, la diminuzione delle funzioni oculari.[3] Inoltre, può causare la cataratta, una progressiva perdita di trasparenza del cristallino nell'occhio che comporta la diminuzione della vista. [4][5]
    • Un'eccessiva esposizione ai raggi UV può sopprimere il buon funzionamento del sistema immunitario, esponendo il corpo a malattie che sarebbe altrimenti in grado di combattere; inoltre, potrebbe causare reazioni avverse verso alcuni farmaci.[6]
    • I lettini abbronzanti non andrebbero mai utilizzati dalle persone con la pelle chiara, poiché il rischio di queste conseguenze, per costoro, è molto più elevato.
  2. 2
    Acquista una protezione solare con un elevato fattore SPF. Questa sigla significa "solar protection factor" (fattore di protezione solare) e consente di conoscere per quanto tempo si può rimanere esposti al sole senza scottature. Ricorda che gli eritemi solari sono più di un semplice disagio: indicano lesioni alle cellule della pelle in grado di provocare un tumore. È quindi molto importante utilizzare un prodotto con un alto fattore di protezione.
    • Un prodotto SPF 15 dovrebbe portare all'eritema solare con una dose di esposizione 15 volte più alta rispetto a quella prevista in assenza di protezione.[7] Ad esempio, se normalmente ti scotteresti dopo 10 minuti di esposizione, con una crema SPF 15 puoi estendere il tempo fino a 150 minuti senza conseguenze.
    • Tieni presente che i prodotti SPF non impediscono l'abbronzatura, ma permettono di rimanere al sole più a lungo senza danneggiare le cellule.
    • Le persone con la pelle chiara sono a rischio di contrarre un eritema molto elevato, quindi dovrebbero acquistare una protezione solare con un SPF di almeno 35.
  3. 3
    Stendi abbondantemente la protezione su tutto il corpo. È importante servirsi di una crema solare con un alto SPF, ma ancora più importante è la quantità che si applica. La maggior parte delle persone ne stendono un sottile strato, come farebbero per la crema sul viso. Invece, la FDA (Agenzia americana per gli Alimenti e i Medicinali) utilizza uno strato spesso come una "glassa per torte", quando verifica questi prodotti.[8]
    • Utilizza più crema solare di quanta ti sembri ragionevole, come se dovessi ricoprire un dolce di glassa.
    • Stendila sulla pelle nel miglior modo possibile, ma non preoccuparti se non viene assorbita tutto immediatamente.
    • Lascia che il prodotto rimanente si asciughi all'aria.
    • Chiedi a un amico di aiutarti a coprire le zone difficili da raggiungere, soprattutto la schiena.
    • Assicurati di ricoprire tutta le pelle: il viso, il torace, il collo, tra le dita, le piante dei piedi e così via.
  4. 4
    Trova una zona confortevole dove stenderti. Se hai un lettino da spiaggia o da piscina, sistemalo in una zona ben assolata; prepara alcuni snack e bevande e munisciti di un buon libro o di qualche attività che ti tenga occupato mentre stai disteso.
  5. 5
    Sdraiati al sole. È normale pensare che il modo migliore per avere una bella tintarella sia quello di rimanere all'aperto per molto tempo, ma ricorda che può essere estremamente pericoloso, soprattutto se hai la pelle molto chiara. In questo caso, vista l'alta probabilità di scottarti, dovresti rimanere al sole per brevi periodi; lascia passare alcuni giorni tra un'esposizione e l'altra, in modo da verificare la reazione della pelle e non abbronzarti mai per due giorni consecutivi.
    • Inizia con mezz'ora di esposizione totale.
    • Aumenta i periodi di tempo, a mano a mano che la pelle si scurisce.
    • Arriva al massimo fino a un'ora.
    • Imposta un timer, se temi di addormentarti o di perdere la cognizione del tempo.
    • Concedi alla pelle qualche settimana per guarire, se sei rimasto fuori troppo a lungo e ti sei scottato.
  6. 6
    Assicurati di girarti a metà seduta. Imposta un timer che ti avvisi quando è trascorsa la metà del tempo che prevedi di dedicare all'abbronzatura, quindi mezz'ora se hai programmato un'esposizione di un'ora. Al suono del timer, girati a pancia in giù (o viceversa) per ottenere una tintarella uniforme.
  7. 7
    Applica la crema ogni due ore. Quando fa molto caldo e sudi, elimini la crema solare senza accorgertene; ma anche senza sudare, gli ingredienti delle creme solari perdono efficacia dopo un paio d'ore dall'applicazione.
    • Stendi nuovamente uno spesso strato di protezione su tutto il corpo, se sono trascorse due ore o più dal precedente utilizzo.
    • Tieni presente che non dovresti esporti per due ore; questo consiglio è rivolto a coloro che possono aver applicato la crema solare all'inizio della giornata e hanno deciso di prendere il sole in un secondo momento.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Utilizzare l'Autoabbronzante

  1. 1
    Acquista il corretto cosmetico autoabbronzante. Valuta con attenzione tutte le opzioni, prima di comperarlo e, se ti è possibile, cerca di testarlo su una piccola zona di pelle per verificarne il colore: non c'è niente di peggio che affidarsi a un prodotto senza averlo provato e finire per sembrare un'arancia!
    • Le lozioni autoabbronzanti tendono a durare maggiormente degli spray ed è più facile controllare con le mani la loro applicazione, rispetto a un nebulizzatore.
    • I cosmetici abbronzanti graduali scuriscono il tono della pelle in modo progressivo, mentre quelli istantanei danno un significativo e immediato cambiamento. I prodotti istantanei sono molto più evidenti, ma rischi di sembrare ridicolo modificando drasticamente la gradazione della pelle in una sola seduta.
  2. 2
    Preparati radendo o depilando le gambe e il torace (per gli uomini). I peli di braccia e corpo non interferiscono con l'uniformità dell'abbronzatura, ma quelli delle gambe e del petto sono in genere più spessi. Fai in modo, pertanto, che la pelle sia rasata o depilata di recente prima di applicare in queste zone il prodotto autoabbronzante.
  3. 3
    Esfolia sotto la doccia.[9] Rimuovi le cellule morte e le desquamazioni della pelle utilizzando uno scrub esfoliante, in modo da assicurarti di applicare il prodotto sulla pelle liscia e fresca: la tua tintarella risulterà più naturale.
    • In mancanza dello scrub, puoi servirti di un guanto esfoliante o di una spugna vegetale dura. Strofina delicatamente con movimenti circolari, premendo tanto da tonificare la pelle ma non troppo da danneggiarla.
    • Asciugati accuratamente dopo la doccia, poiché sulla pelle umida il prodotto non aderisce bene.
  4. 4
    Indossa un paio di guanti in lattice. I prodotti autoabbronzanti, sia la lozione sia lo spray, sono appiccicosi e dovrai usare le mani per stenderli in modo uniforme; proteggile indossando un paio di guanti ed eviterai di averle stranamente scure alla fine del procedimento.
  5. 5
    Stendi il prodotto sul corpo. Concentrati su una parte del corpo alla volta: ti aiuterà a tenere traccia delle zone dove l'hai già applicato. Inizia con le gambe, passa alle braccia e poi al busto. Il prossimo passaggio ti spiegherà come servirtene su viso e collo.
    • Se stai utilizzando una lozione, spremi sui palmi delle mani tanto autoabbronzante quanto ne applicheresti se fosse una normale crema idratante.
    • Spalma il cosmetico in modo uniforme sulla pelle asciutta, con larghi movimenti circolari.
    • Se hai deciso per il flacone spray, tienilo ad almeno 15 cm dalla pelle, mentre spruzzi. Questo eviterà un'applicazione a chiazze concentrate e il prodotto verrà nebulizzato in modo uniforme.
    • Indipendentemente dal metodo che hai scelto, chiedi a un amico di aiutarti a stenderlo sulla schiena, poiché è una zona difficile da raggiungere e rischieresti di applicarlo irregolarmente.
    • Non utilizzarlo sulle piante dei piedi e i palmi delle mani perché, ovviamente, queste zone non si abbronzano.
  6. 6
    Stendi l'autoabbronzante su viso e collo. Qui dovrai utilizzarne meno rispetto al resto del corpo: in queste aree la pelle è delicata e si scurisce più facilmente.
  7. 7
    Attendi che il prodotto si fissi senza vestirti. Fai particolare attenzione a non toccare alcun tessuto per i primi 10-15 minuti dopo l'applicazione: l'autoabbronzante ancora bagnato potrebbe lasciare delle macchie.
    • Puoi accelerare il processo di asciugatura servendoti di un asciugacapelli.
    • Attendi almeno un'ora prima di indossare qualunque vestito.
  8. 8
    Fai la doccia dopo 8 ore. Trascorso questo lasso di tempo, fai una doccia per togliere dalla pelle qualunque eventuale eccesso di prodotto. Il processo di applicazione dell'autoabbronzante è ora completo.
  9. 9
    Ripeti la procedura, se lo ritieni necessario. Gli autoabbronzanti hanno un effetto temporaneo; qualcuno potrà avere una durata maggiore, ma prima o poi tutti svaniscono e la tua pelle tornerà chiara. La maggior parte di questi cosmetici inizierà a scolorire nell'arco di una settimana, quindi ripeti la procedura ogni volta che ti sembrerà opportuno.
    • Ricorda che, se l'abbronzatura non è completamente sbiadita, ti basterà meno prodotto per tornare al colore che desideravi inizialmente.
    Pubblicità

Consigli

  • Puoi ascoltare un po' di musica sul tuo dispositivo, se ti annoi.
  • Prova a rivolgerti verso il sole.

Pubblicità

Avvertenze

  • Rimani all'ombra nelle ore più calde della giornata.
  • Le persone con la pelle chiara non dovrebbero mai utilizzare i lettini abbronzanti per evitare gravi scottature.
  • Ricorda di esporti al sole in sicurezza e di applicare una crema solare.


Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Ottenere una Bella Abbronzatura in un Salone

Come

Abbronzarsi Senza Scottature

Come

Abbronzarsi Bene Quando Si Ha la Pelle Chiara

Come

Ridurre il Gonfiore e l'Arrossamento dei Brufoli

Come

Avere un Arco Mandibolare Definito

Come

Eliminare le Macchie di Nicotina dalle Dita

Come

Sbarazzarsi un Brufolo Schiacciato in una Notte

Come

Schiacciare un Brufolo

Come

Eliminare le Rughe

Come

Trattare i Brufoli nelle Orecchie

Come

Eseguire una Pulizia del Viso con il Vapore

Come

Eliminare un Brufolo

Come

Eliminare le Rughe sulla Fronte

Come

Trattare una Irritazione alle Ascelle
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 12 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 4 404 volte
Categorie: Cura della Pelle
Questa pagina è stata letta 4 404 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità