Sei in un laboratorio di chimica e devi eseguire una distillazione. C'è la possibilità che tu debba utilizzare un becco di Bunsen per riscaldare il composto liquido fino all' ebollizione. Di fatto, i becchi di Bunsen sono la fonte di calore più utilizzata nei laboratori di chimica elementare, organica o inorganica. Accenderli e regolarli non ti costringerà comunque ad esaurire la tua pazienza, anche se non hai esperienza.

Parte 1 di 5:
Assicurati un ambiente sicuro

  1. 1
    Assicurati di avere un'area di lavoro pulita e in ordine. E' una buona idea anche quella di assicurarti di lavorare su di una panca ignifuga, o almeno su un tappeto ignifugo.
  2. 2
    Controlla che tutta l'attrezzatura sia pulita e in ordine per lavorare.
  3. 3
    Assicurati di sapere dove si trova l'attrezzatura di sicurezza e come usarla. Sarebbe meglio dare un'occhiata a tutti i locali prima di cominciare qualsiasi esperimento. In particolare, accertati di poter liberamente usufruire delle seguenti cose:
    • Una coperta ignifuga. Utilizzala per avvolgerla se vuoi fermare il fuoco. La coperta soffocherà la fiamma privandola dell'ossigeno necessario.
    • Estintori. Impara l'ubicazione di ognuno. Non farà male sapere anche se è stata fatta l'ispezione di aggiornamento. Allo stesso tempo, puoi scegliere i modelli disponibili e organizzare un piano d'azione in caso d'emergenza. Vi sono diversi tipi di estintore e ognuno è segnato da un anello colorato in cima.
      • La polvere secca ritardante può essere utilizzata su ogni tipo di incendio, tranne su quello di oli. Gli estintori con polvere possono essere utilizzati su soliti, liquidi, gas e attrezzature elettriche. Gli estintori che contengono una polvere che ritarda la fiamma sono segnati da un colore specifico dell'anello. Informati sul colore utilizzato nel tuo Paese.[1]
      • Schiuma o CO2 sono per gli incendi di oli.
      • Gli estintori in CO2 possono essere utilizzati anche su attrezzature elettriche e su liquidi infiammabili.[1]
      • La schiuma può essere utilizzata anche su liquidi o solidi infiammabili (carta, legno, ecc).[1]
      • Impara ad utilizzare un estintore. Tira la spilla e, con la bocchetta non diretta verso te, sblocca il meccanismo di sicurezza. Punta in basso, alla base del fuoco. Premi il grilletto dell'estintore lentamente e uniformemente. Spruzza il composto muovendoti da un lato all'altro.[2]
    • Un manicotto antincendio. Esso è utile per grandi incendi e dovrebbe essere utilizzato da persone istruite sulle procedure. Spruzza alla base del fuoco per raffreddare il materiale combustibile (quello che brucia). L'acqua può essere utilizzata sui solidi come legno, carta, vestiti,mobili, ecc., ma non su liquidi infiammabili come gas, oli e neanche su attrezzature elettriche. Non utilizzare mai acqua su liquidi meno densi dell'acqua stessa (1.0 g/cm3). Tali liquidi galleggiano in superficie e spruzzare dell'acqua causerebbe soltanto la diffusione del fuoco.
    • Una doccia di sicurezza. Se i tuoi vestiti prendono fuoco e non sono impregnati di liquido infiammabile, potrebbe essere una buona scelta. La doccia di sicurezza può prima di tutto sciacquar via gli acidi dal tuo corpo, ma può tornare utile in caso di incendio.
  4. 4
    Vestiti per essere al sicuro. Indossa occhiali di sicurezza e utilizza un'attrezzatura protettiva quando maneggi il becco di Bunsen.
    • Assicurati di tenere legati i capelli se sono lunghi e di fissare i vestiti larghi (o toglierli). Ferma anche la cravatta e rimuovi i gioielli. "Pensa in avanti" ed elimina le minacce prima che diventino problemi concreti. Non deve esserci nulla che possa prendere fuoco.
  5. 5
    Assicurati che non ci siano danni nell'impianto del gas, costituito di solito da tubi in gomma. Premi con dolcezza la tubatura per l'intera lunghezza e piegalo in alcuni punti mentre verifichi con attenzione se vi sono dei danni. Se ne trovi, cambia il tubo.
  6. 6
    Connetti i tubi all'impianto principale del gas e al becco di Bunsen. Assicurati che il tubo sia ben connesso e assicurato ad entrambe le estremità. Il gas non deve aver modo di uscire tranne che dal becco.
  7. 7
    Abituati a maneggiare il becco solo dal fondo. Tieni il becco di Bunsen solo dalla base o dal colletto sul fondo del fusto. Una volta acceso il becco, il fusto sarà molto caldo e rischi di bruciarti se prendi il becco dalla parte superiore prima che si raffreddi completamente.
    Pubblicità

Parte 2 di 5:
Impara il funzionamento del becco di Bunsen

  1. 1
    Impara i nomi delle parti del becco di Bunsen.
    • Il fondo del becco che appoggia sul tavolo è chiamato base. La base fornisce stabilità e aiuta ad evitare che il becco si ribalti.
    • La parte verticale del becco è detta fusto.
    • Sul fondo del fusto c'è una guaina esterna (il collare) che può essere ruotata per esporre le fessure del fusto, chiamate porte d'aria. Ciò permetterà all'aria di entrare nel fusto dove sarà mescolata col gas per produrre un composto gassoso altamente infiammabile.
    • Il gas entra nel fusto attraverso una valvola ad ago che può essere regolata per controllarne il flusso.
  2. 2
    Impara la composizione della fiamma. C'è una vera e propria fiamma nella fiamma. La fiamma interna è la fiamma di riduzione, quella esterna è la fiamma di ossidazione. La parte più calda della fiamma è la punta della fiamma interna.
  3. 3
    Impara i componenti specifici del composto gassoso e del processo di combustione.
    • L'aria e il gas si mescolano nel fusto. Se il collare è girato in modo da chiudere le porte d'aria, l'aria non entra nel fusto. Tutto l'ossigeno (necessario per la combustione) è introdotto dalla cima del fusto, dall'aria circostante. La fiamma sarà gialla e sarà la più fredda. E' spesso chiamata fiamma di sicurezza. Quando il becco non è in uso, il collare deve essere ruotato in modo tale da chiudere le porte d'aria e produrre la fiamma fredda di sicurezza.
    • La valvola ad ago ed il collare sono utilizzati insieme per controllare il volume e la giusta percentuale di gas da introdurre. La quantità di gas immesso determina, in larga parte, la quantità di calore prodotto. Un'equa quantità di gas e di aria produce la fiamma più calda. Il volume totale del composto gassoso che sale nel fusto determina l'altezza della fiamma.
      • Puoi aprire leggermente la valvola ad ago e le porte d'aria per raggiungere una fiamma calda e piccola, o puoi far entrare entrambi i flussi simultaneamente per creare una fiamma calda più alta.
    Pubblicità

Parte 3 di 5:
Accendi il becco di Bunsen

  1. 1
    Assicurati che il collare vicino al fondo del fusto sia posizionato in modo tale che le porte d'aria siano quasi chiuse. Individua le aperture alla base della camino e gira la corona esterna in metallo (il collare) finché i fori non saranno chiusi. Ciò assicurerà che la fiamma sia al suo punto più freddo quando il gas è introdotto (fiamma di sicurezza).
  2. 2
    Assicurati che la valvola della fornitura locale sia chiusa e che l'impianto del gas del laboratorio sia acceso. La maniglia deve attraversare la linea del gas, perpendicolarmente allo sbocco.
  3. 3
    Chiudi la valvola ad ago sul fondo del becco. Assicurati che il bruciatore sia chiuso completamente.
    • Dovrai accendere il fiammifero o avere un accendigas pronto e poi girare la maniglia (in linea con la tacca del gas) e aprire leggermente la valvola ad ago. Ciò ti assicurerà una fiamma piccola, inizialmente.
    • Il miglior modo di accendere un bruciatore è utilizzando un accendigas. Questo strumento usa una pietra focaia sul metallo per provocare una scintilla.
    • Cerca di provocare tante scintille, finché non riuscirai a generare una scintilla potente con ogni colpo. Spingi la pietra verso il "battente" mentre lo sollevi. Ciò ti permetterà di emettere una scintilla più potente. Fai pratica fino ad emettere una scintilla potente ogni volta. Ora sei pronto ad accendere il bruciatore.
  4. 4
    Apri la valvola del gas locale girando la maniglia in modo che sia parallela allo sbocco. Non dovresti sentire il flusso del gas a questo punto. Se lo senti, chiudi subito il gas e la valvola ad ago in senso orario. Apri la valvola dell'impianto locale del gas ancora e assicurati che l'accendigas sia a portata di mano.
  5. 5
    Apri la valvola ad ago sul fondo del bruciatore finché non senti il sibilo del gas che esce.
  6. 6
    Tieni l'accendigas a 3-5 cm subito sopra il fusto e premi l'accendigas per creare una scintilla.[3] Una volta che il bruciatore è acceso, metti via l'accendigas.
    • Se non hai l'accendigas, puoi utilizzare un fiammifero o un accendino monouso. Prima di aprire il gas, accendi il fiammifero o l'accendino e tienilo lontano dal bruciatore, leggermente sul lato. Apri il gas, poi porta la sorgente di accensione sul lato della colonna del gas. Una volta accesa la fiamma, metti via il fiammifero o l'accendino. Lascia che il fiammifero si spenga completamente, poi potrai poggiarlo sul tavolo, lontano dall'esperimento.
    Pubblicità

Parte 4 di 5:
Regola la Fiamma

  1. 1
    La valvola ad ago sul fondo del becco di Bunsen regola il flusso di gas e, fondamentalmente, determina l'altezza della fiamma. Apri o chiudi la valvola ad ago per conferire la giusta misura alla fiamma in base al lavoro da realizzare. Ricorda: la valvola ad ago è quella che serve ad aumentare o diminuire la fiamma, non la valvola di chiusura.
    • Per regolare l'altezza della fiamma, varia il flusso di gas aprendo e chiudendo la valvola ad ago. Più gas ti darà una fiamma più grande; meno gas, una fiamma più piccola.
  2. 2
    Il collare controlla la quantità di aria che entra nel fusto (camera di miscelazione) e, sostanzialmente, determina la temperatura della fiamma. Regola il collare così che non entri aria nel fusto per la fiamma più fredda, la fiamma di sicurezza o fiamma pilota. Quando sei pronto a riscaldare qualcosa, apri le porte d'aria finché la fiamma non acquisisce il giusto colore. Una fiamma gialla è fredda, una blu o quasi invisibile è la più calda.
    • Per una fiamma più calda, gira il collare sul fondo finché i fori (le porte d'aria) sono completamente aperti. Regolala finché non raggiungi il calore desiderato.
  3. 3
    Regola la fiamma per raggiungere la giusta temperatura di lavoro per il tuo esperimento.
    • La fiamma più calda è chiamata a volte "fiamma da lavoro". Per creare una fiamma blu, apri i fori del collare per permettere l'entrata di un maggiore flusso di ossigeno nella camera di combustione. I fori devono essere completamente aperti o quasi.
    • Una fiamma blu è molto calda (intorno a 1500° C) e non è facilmente visibile. Su alcuni sfondi, può essere pressoché invisibile.
  4. 4
    Utilizza diverse parti della fiamma per aggiustare ulteriormente la temperatura. Se devi piegare dei tubi in vetro, dovrai raggiungere la fiamma più calda e, allo stesso tempo, ad un'altezza media, poi posizionare i tubi sulla fiamma di riduzione o subito sulla sua punta. Se è troppo calda, alza un po' i tubi sulla più fredda fiamma di ossidazione.
    • Vi sono molte regolazioni da imparare attraverso gli esperimenti e gli errori commessi, ma nulla è più importante della sicurezza. Presto imparerai a quali colori corrispondono le temperature specifiche, almeno in linea di massima.
    Pubblicità

Parte 5 di 5:
Controlla e Pulisci

  1. 1
    Non lasciare un becco di Bunsen acceso non custodito. Dagli un'occhiata ogni tanto.[4] Se stai lavorando a qualcosa che non implica l'uso della fiamma, abbassala al grado più freddo, sulla fiamma gialla (la fiamma di sicurezza) girando il collare fino a che i fori non siano completamente chiusi.
  2. 2
    Chiudi il gas. Chiudi la fornitura del gas posizionando la valvola a mano sulla linea del gas.
  3. 3
    Aspetta che il bruciatore si raffreddi. Cinque minuti basteranno, ma continua comunque a maneggiare il bruciatore tenendolo soltanto dal fondo. Acquisisci quest'abitudine.
  4. 4
    Chiudi la valvola ad ago, girandola in senso orario. La valvola sarà pronta poi per il prossimo utilizzo.
  5. 5
    Assicura che bruciatore e tubature siano puliti e in ordine per lavorare, prima di riporli in cassetto. Quando il bruciatore è pulito e la valvola ad ago è chiusa, il rischio di un comportamento inaspettato è notevolmente ridotto. Ricorda questo passo importante.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Assicurati di chiudere il gas una volta terminato l'esperimento con il bruciatore.
  • Sta attento a tutto ciò che può ribaltare il bruciatore o entrare in contatto con la fiamma.
  • Utilizza la fiamma di sicurezza o spegni completamente il bruciatore quando non è in uso.
  • Non toccare mai la fiamma o la parte superiore del fusto. Potresti subire gravi ustioni.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Un becco di Bunsen
  • Una fonte di gas
  • Una fonte di accensione: fiammiferi, accendino, ecc.
  • Un'asse ignifuga (opzionale)
  • Occhiali di sicurezza

wikiHow Correlati

Come

Scrivere la Configurazione Elettronica di Qualsiasi Elemento

Come

Trovare il Numero di Protoni, Neutroni ed Elettroni

Come

Calcolare la Massa Molare

Come

Calcolare la Massa Atomica

Come

Diluire le Soluzioni

Come

Calcolare la Massa Molecolare

Come

Trovare il Numero di Elettroni

Come

Trovare i Numeri di Ossidazione

Come

Distillare l'Acqua

Come

Fare il Dentifricio dell'Elefante

Come

Preparare le Soluzioni Chimiche

Come

Calcolare il pH

Come

Calcolare il Numero di Neutroni in un Atomo

Come

Bilanciare le Equazioni Chimiche
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 7 869 volte
Categorie: Chimica
Questa pagina è stata letta 7 869 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità