Come Accettare una Critica Onesta da Parte del Partner

Scritto in collaborazione con: Paul Chernyak, LPC

In questo Articolo:Abbassare le DifeseAscoltare le CriticheMetterti nei Panni del Tuo Partner

Non è sempre facile accettare le critiche, soprattutto quando provengono dal proprio partner, ovvero dalla persona che amiamo e rispettiamo. Per poter accettare una critica onesta da parte del tuo compagno, non pensare che sia finalizzata a demoralizzarti, ma considerala come un modo per migliorare il vostro rapporto. Pertanto, evita di abbassare le difese, ascolta seriamente le critiche che ricevi e cerca di guardare la situazione dalla sua prospettiva.

Parte 1
Abbassare le Difese

  1. 1
    Ricordati che non si tratta di un gioco in cui uno vince e l'altro perde. A nessuno piace essere criticato. È molto difficile accettare il fatto di non essere riuscito a soddisfare le aspettative del proprio partner: puoi sentirti accusato, frainteso o attaccato ingiustamente. Tuttavia, pensa innanzitutto al motivo per cui l'altra persona ti sta parlando.[1]
    • Tieni presente che il rapporto di coppia non deve essere una lotta di potere. Se ricevi una critica onesta, non vuol dire che stai "perdendo".
    • Pensa ugualmente che una critica non è un gioco a somma zero. Il punto è stabilire un rapporto basato sul dare e avere in modo da poter consolidare la relazione.
  2. 2
    Non interrompere. Non sarai mai in grado di accettare una critica onesta da parte della persona che ti sta a fianco se non inizi ad abbassare le difese, ascoltarla e metterti nei suoi panni. Prima di tutto, dalle l'opportunità di esprimersi. Non interromperla per negare, smentire o respingere quello che pensa, altrimenti dimostrerai solo di metterti sulla difensiva.[2]
    • Prova questo trucco: quando sei tentato di intervenire, conta fino a dieci. È molto probabile che, finito di contare, il momento sarà passato e che quello che volevi dire non abbia più alcuna importanza. Arriva fino a venti o trenta se il bisogno di interrompere l'altra persona è più forte.
    • Fermati di proposito e scusati se la interrompi. Osserva la situazione con un certo distacco, esprimi il tuo rammarico se sei stato scortese e dai al tuo partner l'opportunità di riepilogare quello che stava dicendo.
  3. 3
    Cerca di demolire le altre tattiche di difesa. Ognuno di noi dispone di un intero arsenale di tattiche difensive che usa per ignorare o eludere le critiche. Impara a riconoscere quali sono le tue, come le utilizzi e come puoi disfartene. Una volta che avrai raggiunto questa consapevolezza, sarai in grado di ascoltare e stabilire un dialogo più aperto quando ricevi una critica onesta.[3]
    • Tendi a calmare la situazione o addirittura negare, dicendo ad esempio: "Certo, tesoro, tutto quello che vuoi" o "No, non ho fatto niente del genere"? Ti sottrai alle critiche o fai ostruzionismo: "Beh, sono fatto così. Abituati"? Nessuna di queste tattiche ti consente di avere un confronto onesto tra il tuo punto di vista e quello del tuo partner.
    • Alcune tattiche difensive sono più subdole e si basano sulla manipolazione. Possono minare il senso della discussione: "Perché ne stai facendo un affare di stato?", ma anche generare sensi di colpa, per esempio: "Perché sei così insensibile? Quello che provo non conta?". Altre spostano la responsabilità sulla persona che ha mosso una critica: "Se fossi più gentile, forse non mi comporterei in questo modo".
    • Nota tutte le altre tattiche a cui potresti ricorrere, come accampare scuse o vanificare le critiche che ricevi: "Non volevo farti arrabbiare. L'hai presa nel modo sbagliato".
  4. 4
    Presta attenzione alla comunicazione non verbale. Un modo efficace per esprimere il proprio stato d'animo consiste nel comunicare tramite segnali non verbali, ovvero attraverso il linguaggio del corpo. Fai attenzione al modo in cui ti poni nei confronti del tuo partner, non solo alle tue parole: i gesti, il tono della voce, l'espressione del viso, il contatto visivo e la distanza che ti separa fisicamente dall'altra persona.[4]
    • Guarda negli occhi il tuo partner. Distogliendo lo sguardo, sembrerai scostante, disinteressato o in imbarazzo.
    • Evita di incrociare le braccia o girare il viso. Darai l'impressione di chiuderti o stare sulla difensiva.
    • Fai attenzione alle espressioni del tuo viso e cerca di mantenere una certa neutralità. Un sopracciglio alzato o le labbra contratte possono indicare che lo stai giudicando o che non sei d'accordo.
    • Utilizza un tono di voce normale, costante e confidenziale. Se alzi la voce, darai l'impressione di alterarti e inasprire volutamente il confronto.
  5. 5
    Chiedi se è possibile rimandare la conversazione. Potresti accorgerti di non riuscire ad abbassare le difese ed essere imparziale col tuo partner. Se sei piuttosto agitato, prova a congedarti e chiedi se potete riprendere la discussione in un altro momento. Dopo tutto, nessuno di voi trarrà molti vantaggi se entrambi state sulla difensiva.
    • Scusati in maniera educata, dicendo per esempio: "Mi dispiace davvero, Marco. Voglio continuare a parlarne, ma in questo momento non mi sento in grado. Possiamo riprendere il discorso tra un'ora o due?".
    • Sottolinea l'importanza di quanto vi state dicendo: "So che è importante e che ne vuoi parlare, ma adesso non ho lo spirito adatto per andare avanti. Se per te va bene, continuiamo più tardi?".
    • Non dimenticare di riprendere la conversazione una volta che ti sarai calmato e fai sapere al tuo partner che sei disposto a continuare il discorso lasciato in sospeso.
    • Rimandare una conversazione non vuol dire evitarla. Tuttavia, se diventa un'abitudine, può essere una tattica difensiva: "Hai di nuovo intenzione di riaprire quella questione? Sono troppo occupato per parlarne ora".[5]

Parte 2
Ascoltare le Critiche

  1. 1
    Non farne una questione personale. Sì, è molto difficile. Come puoi evitare di prendere le critiche del tuo partner sul piano personale, soprattutto quando riguardano te e il tuo comportamento? Pensa in questo modo: non ti sta criticando per attaccarti o sminuirti, ma ti parla sinceramente e con l'intenzione di migliorare il vostro rapporto. Dagli il beneficio del dubbio.[6]
    • Cerca di capire perché ti senti attaccato personalmente. È perché hai l'impressione che il tuo partner sia ingiusto o stia esagerando? Forse ti senti insicuro o in imbarazzo?
    • Prova anche a riflettere sul motivo per cui potrebbe sollevare determinate critiche. Sicuramente non sta cercando di metterti in cattiva luce o in difficoltà, ma intende solo stabilire un dialogo con te. Quando sono oneste, le critiche aiutano a comunicare, amarsi e crescere.
  2. 2
    Tieni a freno la lingua e ascolta. Possono capitarti momenti in cui, quando vieni criticato, vorresti rispondere e spiegarti laconicamente. Prova a mantenere l'autocontrollo. Ascolta e, come già detto, non interrompere. Intervenendo ogni due secondi con "ma ... ma", sembrerai solo poco interessato e attento a quello che il tuo partner ti sta dicendo.[7]
    • Tieni la bocca chiusa se hai voglia di dire "ma ...". Se necessario, prova a mordere dolcemente la lingua o il labbro inferiore.
    • Se non puoi fare a meno di dire qualcosa, poni domande che ti portino a rielaborare quello che sta dicendo il tuo partner, come: "Voglio solo mettere in chiaro le cose. Pensi che non ti stia dando una mano in casa?" oppure "Se ho capito bene, pensi che passiamo troppo tempo con i miei genitori?".
  3. 3
    Chiedi degli esempi concreti. Se, invece di innervosirti, fai qualche domanda, potrai capire la situazione e riflettere meglio sulle critiche mosse dal tuo partner. Chiedigli di essere più preciso, fare qualche esempio e approfondire il problema. In questo modo, sarai in grado di ascoltare le sue critiche e dimostrare interesse per il suo modo di vedere le cose.[8]
    • Prova a dirgli: "Alessio, esattamente, che cosa ti fa credere che sono emotivamente distante?" oppure "Puoi farmi un esempio di quando hai avuto l'impressione che sono stato egoista?".
    • Non dimenticare che le domande ti servono per comprendere le critiche avanzate dal tuo partner. Non strumentalizzarle per alterare arbitrariamente il senso del suo discorso o essere polemico. Anche questa è una tattica difensiva che dovresti cercare di demolire.
  4. 4
    Resisti alla tentazione di contrattaccare. Per accettare le critiche del tuo partner, devi essere aperto e onesto. Non andrai da nessuna parte se, come prima reazione, lo attacchi e, a tua volta, gli lanci altre critiche. Anche questa è una tattica difensiva che rischia solo di degenerare la situazione e aumentare la frustrazione.[9]
    • Non cedere alla tentazione di aggredire il tuo partner, dicendo ad esempio: "Pensi che non stia dando una mano in casa? Non ti ho mai visto pulire il garage e il giardino!" oppure "Non si può ragionare con te. Anche tu fai tante cose che mi infastidiscono!".
    • Non sottrarti alle critiche cercando una giustificazione o considerando normale una determinata situazione. Ad esempio: "Non vedo quale sia il problema. Il mio amico Carlo va a bere ogni sera".

Parte 3
Metterti nei Panni del Tuo Partner

  1. 1
    Ascolta le sue parole. Per poter accettare una critica onesta da parte del tuo partner, devi inquadrare la situazione dal suo punto di vista. In altre parole, devi metterti nei suoi panni e cercare di vedere e percepire le cose dalla sua ottica, anche se solo parzialmente. Pertanto, prova a utilizzare le tecniche di ascolto attivo.[10]
    • Prima di tutto, concentra la tua attenzione sul suo discorso. Non devi dire né fare niente. Ti basta prestare ascolto e dargli modo di parlare.
    • Ascoltare non significa altro che tenere la bocca chiusa per un po' di tempo e, quindi, evitare di intervenire nel tentativo di dire come la pensi. Piuttosto, per dimostrare la tua attenzione usa la comunicazione verbale e non verbale annuendo, riconoscendo i passaggi più importanti o dicendo "mhm", "sì" e "certo".
  2. 2
    Astieniti da ogni forma di giudizio. Per poter sviluppare l'empatia, devi mettere temporaneamente da parte il tuo punto di vista per cercare di avvicinarti a quello dell'interlocutore e lasciar perdere la tua visione della situazione e tutte le opinioni che comporta. Non è sicuramente un'impresa facile. Tuttavia, in questo modo, riuscirai a concentrarti su quello che sta provando il tuo partner e riconoscere quando ti muove una critica onesta.[11]
    • Astenersi da ogni forma di giudizio non vuol dire accettare ciecamente la visione dell'altra persona. Hai tutto il diritto di non essere d'accordo con lei, ma al tempo stesso devi mettere da parte il tuo punto di vista, le tue opinioni e le tue reazioni.
    • Per metterti nei panni del tuo partner, devi anche sottolineare l'importanza del suo ragionamento. Non ignorare le sue critiche insistendo su quanto siano sbagliate o irrilevanti, dicendo: "Beh, non è niente di serio" oppure "Dai, falla finita!".
    • Tieni presente che il senso ultimo dell'ascolto non è sempre quello di offrire una soluzione. Quando il tuo partner ti critica in maniera onesta, sicuramente ci sarà una soluzione al problema che sta ponendo alla tua attenzione, ma in questo frangente la cosa fondamentale è prestare ascolto a quello che dice.
  3. 3
    Riformula il suo discorso. Ripetendo a parole tue quello che ti ha detto, riuscirai a comprendere meglio le sue critiche. Per prima cosa, sii rispettoso. Dopodiché ribadisci il suo concetto riformulando i passaggi più importanti per essere sicuro di aver capito bene.[12]
    • Supponiamo che durante la vostra discussione ti esprima un valido parere. Prova a ripeterlo con altre parole. Per esempio: "Va bene, dalle tue parole mi sembra di aver capito che mi ritieni un po' egoista, giusto?" oppure "Credo di aver capito che la mia distanza emotiva ti causa frustrazione".
    • Puoi anche porre qualche domanda per ampliare la discussione. Ad esempio, potresti dire: "Che cosa trovi così frustrante nel rapporto con mia madre?". In questo modo, riuscirete entrambi a comunicare meglio.
  4. 4
    Non sminuire il discorso del suo partner. Infine, fagli capire a chiare parole che lo hai ascoltato. Supponiamo che hai seguito e compreso le sue critiche e che sei disposto a riflettere seriamente. Anche se non sei d'accordo, sostieni l'importanza del suo ragionamento. In questo modo, lascerai la porta aperta a futuri chiarimenti.[13]
    • Per esempio, potresti dire: "Non sono necessariamente d'accordo, Tania, ma rispetto il tuo punto di vista" oppure "Grazie per essere stato onesto con me, Giovanni. Prenderò in considerazione quello che mi hai detto".
    • Cerca di riassumere il suo punto di vista, aggiungendo il tuo, in modo da arrivare a una medesima conclusione. Ad esempio: "Quindi, se ho capito bene, quando non metto altra carta igienica in bagno, pensi che sia pigro e che ne stia approfittando. Per me è solo una cosa che trascuro di fare e non ne capisco l'importanza. In sintesi, le cose stanno così?".
    • Una volta che c'è accordo e chiarezza sulle vostre rispettive posizioni, trova una soluzione concreta da adottare. Ad esempio: "Va bene, ho capito che il mio comportamento ti fa credere che sia pigro. Che ne dici se metto un promemoria in bagno per ricordarmi di prendere un altro rotolo quando quello precedente finisce?".

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Salute Mentale

In altre lingue:

English: Accept Honest Criticism from Your Partner, Русский: принять искреннюю критику от партнера, Español: aceptar la crítica sincera de tu pareja, Português: Aceitar Críticas Honestas do seu Parceiro

Questa pagina è stata letta 480 volte.
Hai trovato utile questo articolo?