Come Acquistare Azioni

Esplora questo Articolo Prima di Acquistare Modalità di acquisto Articoli Correlati

Comprare azioni non è così difficile, ma ti serve un minimo di assistenza se non lo hai mai fatto finora. D’altronde, riuscire a guadagnare discrete somme di denaro giocando in borsa può essere molto difficile. Molti fondi comuni di investimento abbassano gli indici e ciò significa che anche un broker professionista può trovare difficoltà. Quindi, prendi con le pinze ciò che leggerai in quest’articolo.

1
Prima di Acquistare

  1. 1
    Non fare nulla finché non ti è chiaro che tipo di azioni acquistare e a quali condizioni rivenderle. Vai in biblioteca e cerca online dei libri e altre risorse sugli investimenti azionari. Pochi testi eccellenti per iniziare comprendono "The Intelligent Investor" e "Security Analysis" di Benjamin Graham e "Common Stocks" di Philip Fisher.
    • La regola generale è comprare se il prezzo è basso e rivendere quando il prezzo è aumentato. Fondamentalmente, l’ideale è acquistare azioni a basso costo e rivenderle quando sono costose.

      • Diciamo che compri 100 azioni al costo di 15 € ciascuna. Hai investito 1.500 €- Se dopo due anni, il prezzo è arrivato a 20 €, il tuo investimento ammonta adesso a 2.000 €, con un profitto di 500 €.
      • Diciamo adesso che acquisti 100 azioni al costo di 50 € ciascuna. Hai investito 5.000 €. Se, dopo due anni, il prezzo è crollato a 25 €, il tuo investimento attuale ammonta a 2.500 €, con una perdita di 2.500 €.
  2. 2
    Non confondere il prezzo delle azioni col valore di un’azienda. Il valore di un’azienda è la sua capitalizzazione di mercato, indicata come market cap. Il market cap è determinato dal prodotto tra il prezzo dell’azione e il numero totale di azioni emesse.
    • Se il prezzo di un’azione di una certa azienda è 100 € e l’azienda ha emesso 500.000 azioni, il suo market cap sarebbe di 50.000.000 di euro.
    • Quindi, un’azienda la cui azione vale 7 € può avere un market cap più alto rispetto a un’azienda la cui azione vale 30 € — se la prima azienda ha emesso cinque volte il numero di azioni emesse dalla seconda.
    • Il market cap è il valore globale di tutte le azioni di un’azienda e non il valore reale dell’azienda. Gli investitori fanno un’ipotesi ragionata circa il valore di un’azienda; non esiste un metodo scientifico per dedurlo, poiché stai formulando un’ipotesi ragionata su ciò che l’azienda potrebbe fare nel futuro.
  3. 3
    E’ importante capire alcuni concetti di base sulle azioni. Avere successo sul mercato azionario dipende dal riuscire a capire quali saranno gli introiti futuri di una determinata azienda. E’ tirare a indovinare, è una scommessa. Le quotazioni azionarie sono profondamente influenzate dalle opinioni della gente circa le capacità di un’azienda, piuttosto che dal valore intrinseco dell’azione.
    • Il prezzo di un’azione sale quando prevalgono gli acquirenti. Invece, il prezzo scende quando prevalgono le vendite. Quindi, il prezzo di una data azione è il riflesso dell’opinione delle persone sulla buona performance dell’azienda e non necessariamente una formula magica che dice quale sia la solidità di un’azienda.
      • In questo modo, un’azienda può avere un elevato prezzo azionario e tante azioni ed essere comunque sopravvalutata rispetto alla situazione reale. Allo stesso modo, un’azienda può essere sottovalutata anche se ha un prezzo azionario mediocre e un minor numero di azioni, poiché la gente pensa che l’azienda sia meno valida di quanto effettivamente sia.
      • Il tuo obiettivo nel trading di azioni — oltre ad acquistare e vendere a prezzi convenienti — è di trovare azioni che siano attualmente sottovalutate da acquistare e trovare azioni sopravvalutate da vendere.
    • Il prezzo di un’azione è anche dovuto ai report sui rendimenti, rilasciati dalle aziende quattro volte l’anno. Se un’azienda rilascia report di grossi introiti, le sue azioni probabilmente saliranno. Al contrario, se tali report indicano introiti inferiori alle attese, il prezzo è destinato a scendere.
  4. 4
    Metti in ordine i tuoi conti. Cerca di estinguere più debiti che puoi e riduci al minimo i prestiti che stai contraendo. Idealmente, si dovrebbero pagare per primi tutti i prestiti col più alto tasso di interesse e l’unico mutuo che puoi permetterti è quello della prima casa. Metti la cifra da pagare per i prossimi 3-6 mesi in un conto dedicato prima di iniziare a giocare in borsa.
  5. 5
    Rifletti bene su quanto le azioni siano in linea con la tua strategia finanziaria globale e se è meglio acquistare azioni o fondi comuni.
    • I fondi comuni sono una raccolta di azioni raggruppate in una sorta di paniere. In un fondo possono anche esserci 100 azioni diverse, per esempio. Per cui, se acquisti fondi comuni, stai investendo in molte azioni differenti. Se il valore di una singola azienda presente nel fondo incrementa, l’effetto globale sarà quasi impercettibile. Analogamente, se il valore di una singola azienda cala, ciò non influirà granché sul tuo investimento complessivo.
    • Acquistare azioni singole è più rischioso che acquistare fondi comuni. Allo stesso tempo, l’eventuale guadagno è più alto. Acquistando azioni singole, se il prezzo crolla hai perso una parte cospicua del tuo investimento. Al contrario, se il prezzo sale alle stelle, hai guadagnato molto di più di ciò che avrebbe reso un fondo comune.
  6. 6
    Non trascurare nulla. Analizza bene l’azienda prima di acquistarne le azioni, Fondamentalmente, devi essere in grado di prevedere quanto quell’azienda andrà bene in futuro. Inizia a consultare siti di finanza per farti un’idea del business e dei parametri finanziari chiave.
    • Analizza i bilanci e le entrate degli ultimi 10 anni per vedere se vanno bene. Aziende fortemente indebitate e con scarsi profitti vanno rapidamente eliminate dalla scelta.
    • Leggi bene i report annuali e trimestrali (che trovi indicati rispettivamente con le sigle SEC 10-Ks e 10-Qs). Esplora il sito dell’azienda, se è disponibile e leggi i report degli analisti.
    • Se hai trovato un’azienda che ti convince, ti conviene parlare con la clientela, con la concorrenza, con i fornitori e infine con gli stessi dirigenti per avere un’idea più chiara delle attività aziendali.
  7. 7
    Prepara un elenco. Teoricamente, devi appuntare le azioni di grandi aziende che intendi tenere nella buona e nella cattiva sorte. Warren Buffet, uno dei più grandi investitori di oggi, ha detto che se non si è certi di poter tenere un’azione per almeno 10 anni, non si deve considerare di tenerla nemmeno per 10 secondi.
    • Stabilisci il prezzo ideale di acquisto. Per esempio, ammettiamo che, dopo un'attenta analisi, tu decida di acquistare azioni della Minnesota Mining and Manufacturing (3M), ma il prezzo attuale di 95 $ ad azione è un po’ alto. Vorresti acquistarle a non più di 80 $. Se dai un’occhiata al sito price history, ti renderai conto che l’azione ha effettivamente un prezzo elevato, poiché l’anno scorso oscillava sugli 80-90 $, mentre due anni e mezzo fa era addirittura a 45 $. Quindi, immaginare di acquistare a 80 $ è abbastanza ragionevole. E perché non a 75 $?
    • Il segreto di un investimento di successo è attenersi alla strategia di lungo periodo. Una volta che hai stabilito il prezzo di acquisto e l’azione lo raggiunge, devi comprare e devi continuare a comprare se il prezzo scende ulteriormente.

2
Modalità di acquisto

  1. 1
    Acquisto diretto. Alcune aziende offrono piani di acquisto azionario. Cerca su Internet, telefona o scrivi una lettera alle aziende di cui vorresti vorresti comprare le azioni, per chiedere se offrono un piano di acquisto simile; chiedi che ti venga inviata una copia del loro prospetto, la modulistica necessaria e ogni altro genere di informazione.
    • La maggior parte dei piani azionari prevedono un investimento mensile minimo, che viene direttamente prelevato dal tuo conto in banca.
    • Fai molta attenzione alle commissioni da pagare. Solo poche aziende, tipo Procter & Gamble (vedi il sito qui), non richiedono commissioni per i loro piani di investimento.
    • I piani di investimento permettono di reinvestire tutti i dividendi automaticamente. Il dividendo è un pagamento effettuato agli azionisti, che si basa sui profitti dell’azienda. Alcune aziende applicano anche uno sconto, intorno al 5%, per incoraggiare il reinvestimento dei dividendi.
  2. 2
    Utilizza una società di brokeraggio online. Cerca "società di brokeraggio online " (oppure "online discount brokers", se non hai difficoltà con l’inglese) su un motore di ricerca per trovare brokers che ti permettano la compravendita di azioni online. Accertati di paragonare le commissioni richieste e soprattutto che non ci siano commissioni occulte prima di richiedere i loro servizi. Ridurre le commissioni e le spese varie è una delle chiavi per un investimento di successo.
    • Molte società di brokeraggio americane prevedono una commissione di meno di 10 $ per singola operazione, indipendentemente dall’entità della stessa. In alcuni casi, se rientri in certi parametri, ti verrà offerto un certo numero di operazioni gratuite, quindi leggi attentamente le condizioni del contratto prima di affidarti a un broker. I migliori broker offrono anche il reinvestimento dei dividendi senza commissione, un buon servizio clienti e diversi strumenti di ricerca per la clientela.
    • Invia una certa somma come deposito iniziale, affinché possano essere eseguiti i tuoi acquisti, concordandone l’entità col broker. Alcune società non richiedono alcun deposito.
    • Il tuo broker deve riferire le tue operazioni all’Agenzia delle Entrate. Dovrai compilare un modulo da restituire alla società, probabilmente prima di iniziare la tua prima operazione (il broker ti invierà la modulistica necessaria.)
    • Scegli l’azione che hai selezionato, indicando al broker il simbolo dell’azienda (un codice da 1-5 lettere), il prezzo target per singola azione, il numero di azioni da comprare e il periodo di tempo durante il quale la tua offerta resterà valida (ad es. all’apertura o per l’intera seduta). In alternativa, anziché indicare un prezzo preciso, detto 'prezzo limite' ('limit order' in inglese), puoi anche inviare un ordine di acquisto a prezzo di mercato, per cui il tuo ordine sarà evaso immediatamente, al prezzo valido in quello stesso momento.
  3. 3
    In alternativa, utilizza un full service broker. Alcune società, note come full service broker, forniscono servizi ulteriori, tipo consulenza per gli investimenti e migliori servizi di ricerca, ma chiedono commissioni decisamente più alte. Poiché tali commissioni sono la loro principale fonte di guadagno, tenderanno a incoraggiare il numero di compravendite, indipendentemente dal fatto che rientrino nel tuo effettivo interesse.

Consigli

  • Prima di acquistare qualunque cosa, fermati. Osserva. Apprendi. Utilizza delle simulazioni. Non fidarti di chiunque, non prima di aver avuto conferma che i loro consigli siano affidabili. Frequenta forum finanziari che godano di buona reputazione, come trade2win o moneytec. Ci troverai la maggior parte delle aziende assieme ad un mucchio di clienti non soddisfatti.
  • Utilizza l’opzione “stop losses” (letteralmente, “ferma le perdite”) mentre fai una simulazione di compravendita. Se vedi che va bene, applicala prima di qualunque acquisto senza mezzi termini. Un ordine con l’opzione 'stop loss' implica che se l’azione scende al di sotto di un prezzo specificato, la stessa sarà venduta automaticamente. Per esempio, ammettiamo che possiedi 100 azioni della Union Pacific (UNP) e che l’azione venga scambiata a 100 $. Se tu imposti l’opzione 'stop loss' a 90 $, quando l’azione scenderà a tale prezzo, le tue azioni verranno immediatamente immesse sul mercato per la vendita. Sappi che se il prezzo scende vertiginosamente, il tuo ordine di vendita potrebbe essere eseguito anche ad un prezzo ben inferiore a quello impostato con lo 'stop loss'. Per proteggerti da una simile evenienza, puoi fare un ordine limite di stop, cioè l’azione scende al prezzo limite di stop che tu hai indicato, il tuo ordine diventa limitato a quel prezzo e non garantisce che l’ordine verrà eseguito. Non prendere decisioni impulsive! Tieni presente che, nei mercati ad alta volatilità, un’azione può facilmente perdere il 50% per quintuplicare il suo valore subito dopo. E’ bene acquistare ad un prezzo basso per rivendere ad uno più alto, anziché acquistare ad un prezzo alto e tentare una speculazione, vendendo ad un prezzo ancora più alto.
  • Non investire grosse cifre in una singola azienda, per cautelarti da rischi aziendali specifici (cioè, il rischio che una singola azione possa sfumare a causa di sviluppi aziendali negativi inattesi); un portafoglio bilanciato tende ad aumentare di valore nel lungo termine.
  • Negli USA, gli investitori in borsa sono tutelati da un ente federale, chiamato Securities Investor Protection Corporation, fino ad un investimento di 500.000 $. Se il tuo investimento con un singolo broker supera tale cifra, cerca di diversificarlo tra differenti broker, per contrastare il rischio che una singola società possa andare in bancarotta.
  • La maggior parte di coloro che si occupano di “day trade” (cioè compravendita di azioni che si esaurisce nelle 24 ore) perdono soldi e solo pochissimi tra coloro che si occupano di gestione di fondi battono gli indici per un tempo indefinito. E’ facile comprare e vendere azioni, ma è difficile riuscire a guadagnare. Quindi cerca un sistema, verificalo e quindi utilizzalo sempre!
  • Sono disponibili tante opinioni da parte di specialisti degni di considerazione, ma è anche vero che ci sono altrettante opinioni che sembrano ugualmente credibili e che in realtà sono errate e portano a conseguenze disastrose.
  • Posto che devi necessariamente "diversificare" il tuo portafoglio, immettendo azioni di aziende differenti, acquista prima azioni di aziende il cui campo di attività ti sia familiare. (ad esempio, azioni tecnologiche se sei pratico di tecnologie, azioni automobilistiche se leggi molte riviste del settore, etc.)
  • A seconda delle commissioni di brokeraggio, sarà difficile (o richiederà molto tempo) recuperare un investimento minore di 1.500 $ su ogni singolo acquisto azionario.
  • Anziché indicare uno specifico prezzo d’acquisto (e un periodo di tempo), puoi acquistare a prezzo di mercato e l’ordine sarà eseguito immediatamente.
  • Gli “index funds” sono fondi passivi che si limitano a replicare la performance globale del mercato. Sono un’alternativa all’investimento azionario e sono un tipo di fondo bilanciato e a basso costo (commissione bassa o assente) che rende bene sul lungo termine.
  • Tieni presente che chi promuove un’azione, lo fa solo perché vuole vendere. In altre parole, si tratta solo di pubblicizzare un prodotto che deve essere venduto. Questo modo di vedere le cose è detto "contrarianismo." Per cui, quando viene detto di comprare, in realtà è il momento di vendere oppure, se non detieni nessuna di quelle azioni, non ti sognare neanche di comprare! Verifica sempre tutto. Al contrario, se qualcuno dice di vendere, potrebbe essere l’occasione di comprare, quindi analizza bene l’azione.
  • Erroneamente, spesso si crede che, per comprare azioni, ci si deve necessariamente rivolgere ad un broker. Non è questo il caso. Se ti reputi all’altezza e se hai la necessaria esperienza, puoi effettuare compravendite in prima persona senza mediatori. Sebbene questa possibilità non venga presa in considerazione dalla maggior parte dei principianti, si tratta comunque di qualcosa su cui vale la pena porre attenzione una volta che hai fatto un minimo di esperienza sul campo.
  • Conserva sempre un archivio meticoloso di tutte le operazioni, indicando l’azione, la dimensione dell’operazione, il costo totale (cioè il prezzo che hai pagato, comprensivo di ogni commissione ed eventuali aggiustamenti), il prezzo di vendita e le date in cui sono state effettuate le transazioni. Queste informazioni ti servono per calcolare le imposte sul capital gain. Di quando in quando, avrai bisogno di correggere la base del costo per avere il rientro del capitale, i frazionamenti azionari (detti “split”), il deprezzamento, i derivati, la distribuzioni dei dividendi, etc.
  • La maggior parte dei broker richiede una commissione fissa per operazione, che non tiene conto dell’entità dell’investimento, sebbene qualcuno applichi una commissione per singola azione.
  • Diversi autorevoli testi e “bibbie” sul trading - in particolare sull’analisi tecnica - contengono concetti ripetuti così tanto da essere considerati veri e propri fatti, senza mai essere stati comprovati! Se non ci credi, scrivi il prezzo di un’azione in un foglio di lavoro e verifica i metodi dell’incrocio delle medie mobili, raccomandati in ogni testo di analisi tecnica, e trema al pensiero di quanti soldi avresti perso! Non è così semplice come viene descritto.

Avvertenze

  • Non usare ordini di mercato per azioni poco scambiate, usa solo gli ordini limitati. Le azioni poco scambiate hanno oscillazioni molto ampie, il che significa che un ordine di mercato può essere evaso ad un costo ben più alto rispetto al prezzo dell’ultima seduta.
  • Evita gli errori frequenti dei nuovo arrivati, specialmente la speculazione. La speculazione si presenta sotto diverse forme, ad esempio: comprare e vendere con eccessiva frequenza, tentando un profitto rapido nell’arco di qualche mese; comprare i titoli più caldi (cioè i titoli che di recente hanno avuto i guadagni più grandi), tecnica nota anche come "momentum investing"; acquistare indiscriminatamente le azioni che di recente hanno avuto le maggiori perdite o che sono state scambiate a prezzi molto bassi; acquistare “penny stock”, cioè azioni, principalmente dei mercati americani, quotate a meno di 1 $; comprare azioni a margine; vendere allo scoperto ovvero vendere a uno o più soggetti terzi dei titoli non direttamente posseduti dal venditori; acquistare opzioni e “future” finanziari. La speculazione è una strategia perdente nel lungo termine. Se non sei pienamente convinto di voler speculare, fai qualche simulazione prima, senza acquistare, ma solo fingendo di comprare e vendere azioni e trascrivi tutto su un foglio di lavoro o su un foglio di carta. Per ogni transazione, ricordati di includere le commissioni e le tasse.
  • Non contaminare la tua capacità di valutazione con fatti emotivi o con pregiudizi quando acquisti azioni. Se adori la Nutella, questo non implica che devi acquistare azioni della Ferrero. Anche i migliori prodotti possono essere commercializzati da aziende che hanno pessimi amministratori, in grado di raderle al suolo.
  • Sii cauto quando utilizzi il margine nell’acquisto di azioni. Per avvalerti dell’uso del margine, devi compilare un modulo assieme al tuo broker, in cui confermi di essere consapevole dei rischi impliciti a questo tipo di operazione. Il margine ti permette di acquistare azioni pagando in contanti solo il 50% del costo effettivo e chiedendo in prestito il restante al tuo broker. Per esempio, se hai un deposito di 5.000 euro, puoi fare acquisti fino a 10.000 euro. Dopo, se la tua azione perde il 50%, il broker farà un “margin call”, cioè ti avviserà di introdurre altro denaro sul deposito, altrimenti tutto verrà venduto automaticamente per impedire che il tuo conto vada in rosso. Poichè le fluttuazioni del mercato azionario sono la norma e possono essere anche molto volatili, usa il margine essendo consapevole dei rischi.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Gestione del Denaro

In altre lingue:

English: Buy Stocks, Español: comprar acciones, Deutsch: Aktien kaufen, Français: acheter des actions, Português: Comprar Ações, Русский: покупать акции, 中文: 买股票, Čeština: Jak nakupovat akcie, Nederlands: Beleggen in aandelen, 日本語: 株式を購入する, العربية: شراء الأسهم, Bahasa Indonesia: Membeli Saham

Questa pagina è stata letta 205 402 volte.
Hai trovato utile questo articolo?