Come Acquistare un Cammello

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Ci sono diversi motivi per cui una persona potrebbe desiderare di comprare un cammello. Qualcuno potrebbe averne bisogno per viaggiare, mentre altri per un allevamento. Qualunque sia la ragione, dovresti essere pronto per il tempo, l'impegno e la responsabilità che comporta la proprietà di tale animale. Questo articolo ti aiuta non solo a prepararti all'acquisto, ma ti offre anche qualche consiglio sulla scelta e su come comprare un cammello.

Parte 1 di 3:
Prepararsi ad Avere un Cammello

  1. 1
    Sii pronto a parecchio impegno e a numerose responsabilità. Questo aspetto è particolarmente importante se prevedi di tenere l'animale dopo il viaggio o come animale domestico. I cammelli hanno un'aspettativa di vita di 40-50 anni.[1] Hanno bisogno di vaccinazioni, cure, igiene del corpo e un'adeguata alimentazione.
    • Valuta la tua disponibilità di denaro. Questi animali costano parecchio. Non si tratta solo di comprare e portare a casa un esemplare, ma devi considerare il cibo, la struttura dove tenerlo e le vaccinazioni. Se il cammello si ammala, devi trovare un veterinario specializzato.
    • Se non è stato adeguatamente addestrato, dovrai spendere altro tempo e denaro per addomesticarlo, perché è un aspetto molto importante soprattutto quando arriva il momento di strigliarlo e pulirlo.
  2. 2
    Tieni in considerazione la sua destinazione d'uso. In base alla ragione che ti ha indotto a volerne uno, potrebbero essere necessari ulteriori preparativi, a cui è meglio pensare per tempo. In questo modo, sarà tutto in ordine per il momento in cui arriverà l'animale e non dovrai correre per gli acquisti dell'ultimo minuto. Ecco alcuni aspetti da valutare:
    • Se vuoi tenere un cammello come animale domestico, hai bisogno di un pascolo delimitato da una staccionata robusta e con un rifugio a tre pareti.[2] Calcola circa un ettaro di terreno (come minimo) per ogni esemplare e fai in modo che stia lontano dai cavalli. Dato che questi animali vivono in gruppo, è una buona idea comprarne almeno due.[3]
    • Se pensi di cavalcarlo, devi procurarti una sella, il bastoncino che viene infilato nel naso dell'animale, una fune e delle coperte. Potrebbe rendersi utile anche un bastone o un frustino.[4]
    • Se hai intenzione di usarlo come animale da soma, avrai bisogno di un'altra corda e di sacche robuste.[5]
  3. 3
    Accertati di avere il cibo giusto. Questi animali possono restare molto tempo senz'acqua, ma hanno bisogno di mangiare ogni giorno.[6] Prima di comprarne uno, dovresti preparare un po' di scorte alimentari. Questa accortezza è fondamentale se prevedi di viaggiare con il cammello in zone in cui non ha la possibilità di pascolare.
    • I cammelli preferiscono il fieno di erba medica e di avena. Di tanto in tanto, puoi offrire loro del mais o dell'avena.[7]
    • Hanno inoltre bisogno di 140 g di sale ogni giorno. Se il cibo che fornisci non è già arricchito con sale, valuta di acquistare un blocco di salgemma.[8]
    • Accertati che il tuo esemplare assuma selenio a sufficienza, perché una carenza di questo minerale potrebbe rivelarsi fatale. Se lo nutri con cibo privo di selenio, devi acquistare degli integratori.[9]
  4. 4
    Assicurati di volerti prendere cura correttamente dell'animale. Proprio come i gatti o i cani, anche i cammelli hanno bisogno di vaccinazioni annuali. Devono inoltre essere addestrati non solo per essere cavalcati, ma anche per la routine di toelettatura.
    • Questi mammiferi devono essere sottoposti a vaccinazioni annuali, ad esempio contro il virus del Nilo occidentale, presso l'ambulatorio di un veterinario specializzato. Se non vuoi dare i vaccini al tuo esemplare, alla fine ti ritroverai con un cammello molto malato.[10]
    • Si tratta di animali che devono essere strigliati per mantenere la loro folta pelliccia libera da polvere e insetti. Spazzolando regolarmente il cammello, sei in grado di individuare tempestivamente ogni puntura, ponfo o taglio e di trattare le lesioni prima che si infettino.[11]
    • I cammelli hanno le unghie, non gli zoccoli, che devono essere tagliate da un veterinario o da un maniscalco.[12]
    • È necessario addestrarli a restare fermi mentre vengono strigliati e vengono tagliate loro le unghie. Dovrai inoltre occuparti di un ulteriore addestramento, se prevedi di cavalcare il tuo animale.
  5. 5
    Espleta tutte le formalità burocratiche. In Italia questi animali sono allevati solo nei parchi faunistici e nei circhi; inoltre, appartengono a una specie minacciata,[13] il che pone ulteriori complicazioni. Tuttavia, in altri Paesi, come la Gran Bretagna, puoi ottenere un patentino che ti consente di possedere un cammello. La questione si semplifica per il dromedario; ad esempio, in Sicilia si trova il primo allevamento italiano di questi animali.[14]
  6. 6
    Organizza il trasporto fino a casa. In base a dove vivi, il trasferimento non solo è costoso, ma anche stressante per l'animale. In linea generale, i trasporti via terra sono meno onerosi e impegnativi rispetto a quelli oltreoceano. Se hai deciso di affidarti a una società specializzata per portare l'animale via mare, informati se garantisce qualche tipo servizio aggiuntivo. Alcune società si limitano a lasciare il cammello in una località predefinita e dovrai occuparti tu stesso del trasporto fino a casa.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Scegliere il Cammello Giusto

  1. 1
    Decidi quale razza prendere. Questo non influisce solo sul numero di gobbe dell'animale, ma anche sulle sue dimensioni e sul tipo di pelliccia. Ad esempio, il "Camelus dromedarius", cioè il dromedario, ha una sola gobba, è tendenzialmente più alto ed è un abitante naturale del deserto. Il "Camelus bactrianus", cioè il cammello vero e proprio, ha due gobbe e una corporatura tozza. La sua pelliccia lanosa diventa più folta in inverno, rendendolo adatto ai climi più freddi.[15][16]
  2. 2
    Acquista un esemplare robusto, se pensi di usarlo per percorrere lunghe distanze. Questo dettaglio è particolarmente importante se deve anche trasportare materiali, persone o entrambi. Un cammello debole si infortuna facilmente, soprattutto se non è abituato a sopportare parecchi carichi. Ecco alcuni fattori da ricordare:[17]
    • Osservagli le ginocchia quando si siede e poi si rialza. Presta attenzione a ogni tremore o segnale di instabilità, perché indica debolezza. Un cammello con ginocchia deboli non è in grado di sostenere in maniera sicura dei carichi pesanti.
    • Presta attenzione all'andatura. Se zoppica, potrebbe essere segno di malattia o debolezza e potresti avere dei problemi durante il viaggio.
  3. 3
    Scegli un esemplare docile e obbediente, se hai deciso di viaggiare con l'animale. I cammelli sono creature grandi e forti, quelli dal temperamento disobbediente non sono facili da controllare con la sola forza fisica. Non dovresti inoltre prendere un cammello che morde o scalcia.
    • Il fatto che sia ben addestrato è importante non solo per cavalcarlo, ma anche per la routine di toelettatura. L'animale deve restare fermo mentre viene strigliato e gli vengono tagliate le unghie.[18]
  4. 4
    Quando scegli il cammello, osserva come si siede e si rialza. Il movimento dovrebbe essere fluido e continuo. Questo dettaglio è particolarmente importante se prevedi di cavalcarlo. Diversamente dai cavalli, i cammelli devono restare seduti per permettere al fantino di montare in sella e scendere. Non puoi montare un cammello mentre resta in piedi. Se l'animale si siede o si alza in maniera troppo violenta, ci sono maggiori probabilità che tu possa cadere.
  5. 5
    Verifica che il cammello accetti la fune e il bastoncino da naso, se pensi di cavalcarlo. Alcuni esemplari non indossano le briglie e il morso come i cavalli. Le redini sono collegate al muso attraverso un bastoncino infilato nel naso. Se l'esemplare si agita quando indossa questi finimenti, significa che non è stato addestrato per essere cavalcato.
  6. 6
    Verifica che sia in buona salute. Un animale malato è una fonte di problemi, a prescindere che tu voglia cavalcarlo o tenerlo come animale domestico. Controlla la pelle e la bocca alla ricerca di ulcere. Non trascurare l'area sotto le zampe, non dovrebbero esserci ferite aperte o lesioni, perché sono indicatori di gravi malattie che possono rivelarsi disastrose, soprattutto se prevedi di viaggiare nel deserto.
    • Dovresti scegliere un animale sano anche se non vuoi cavalcarlo. Un esemplare in cattivo stato di salute richiede parecchie cure veterinarie molto costose.
  7. 7
    Scegli un esemplare giovane che abbia fra i quattro e gli otto anni. Gli animali di questa età sono abbastanza esperti, pur essendo ancora forti e sani.[19]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Comprare il Cammello

  1. 1
    Sappi dove acquistarlo. Non devi necessariamente viaggiare in Medio Oriente per procurarti questo animale. In Sicilia, ad esempio, esiste un allevamento di dromedari.
    • In Etiopia, in India, nel deserto del Gobi e in Australia si vendono cammelli, il mercato del bestiame è un buon posto per iniziare le ricerche.
    • Nella città indiana di Pushkar si tiene un grande festival del cammello durante i mesi di ottobre e novembre.
    • Alcuni venditori ti permettono di vedere e/o scegliere l'esemplare online prima di recarti sul luogo.
  2. 2
    Preparati a visitare il mercato all'estero. I venditori si rendono conto che sei un forestiero e si ammassano verso di te. Alcuni possono essere onesti e di aiuto, altri meno. I disonesti possono approfittare del fatto che sei uno straniero e cercare di farti pagare un prezzo più alto.[20]
    • Se ti trovi in un altro Paese per comprare un cammello, vale la pena prendere confidenza con le abitudini del luogo, soprattutto per quanto riguarda il commercio, la contrattazione e il baratto. In questo modo, eviti di sembrare maleducato o irrispettoso.
  3. 3
    Valuta di farti accompagnare da una persona del luogo. Può trattarsi di un amico o di un individuo di cui ti fidi. Cerca di trovare una persona esperta di cammelli, che sia in grado di gestire la contrattazione per te e ti garantisca un prezzo giusto.[21]
    • Offriti di pagare la persona che ti sta aiutando per il suo tempo, impegno e per i suoi spostamenti.
  4. 4
    Ricorda che il prezzo di questi animali fluttua in base a diversi fattori. Può essere inferiore nei momenti in cui ci sono molti esemplari e più alto quando il mercato non offre molti cammelli. Altri fattori che influenzano il prezzo dei cammelli sono:
    • L'età e il sesso dell'esemplare;
    • Il fatto che venga usato per le sue carni, il latte o la pelliccia;
    • Se viene usato per viaggiare o per cavalcarlo;
    • Il livello di addestramento;
    • La linea genetica, soprattutto se viene venduto da un allevatore.
  5. 5
    Dagli un nome, a meno che non gliene sia già stato assegnato uno. Scegli quello che si adatta meglio alle sue caratteristiche. Decidi in base alla tua fantasia, al modo in cui mangia, cammina o in base al suo aspetto fisico.
    Pubblicità

Consigli

  • Scegli un esemplare femmina, se sei interessato a provare il suo latte delizioso e nutriente.
  • Se compri un cammello per la prima volta, valuta di prendere un esemplare anziano, già addomesticato, addestrato e docile.
  • Acquista o prendi in prestito dei libri sull'allevamento dei cammelli e visita i siti web dedicati a questa attività, per capire come prenderti cura del tuo nuovo animale.

Pubblicità

Avvertenze

  • Tieni i cavalli lontani dai cammelli, perché si spaventano facilmente e potrebbero reagire in maniera violenta.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Stalla
  • Finimenti per cammello
  • Acqua e cibo per il cammello

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Animali
Questa pagina è stata letta 27 461 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità