Come Addensare una Zuppa

Scritto in collaborazione con: Vanna Tran

In questo Articolo:Usare un Ingrediente CremosoUsare un Ingrediente AmidaceoFare Ridurre la ZuppaUsare una Purea18 Riferimenti

Se la zuppa è un po' più liquida del previsto, niente panico. Probabilmente in dispensa hai un ingrediente che puoi usare per addensarla. Puoi provare a utilizzare un elemento cremoso, per esempio la panna o il latte di cocco. In alternativa, puoi ricorrere a un ingrediente ricco di amido, come il pane e i fiocchi di patate o di avena. Se vuoi che la zuppa mantenga intatto il suo sapore, puoi farla bollire per ridurre la quantità di liquido. Esistono anche altre opzioni per addensare una zuppa, come aggiungere una miscela di burro e farina o più semplicemente frullarne una parte.

1
Usare un Ingrediente Cremoso

  1. 1
    Utilizza uno degli addensanti per eccellenza: la panna. È forse l'ingrediente più semplice da usare per correggere una zuppa troppo liquida. Aggiungila quando manca poco al termine della cottura, dopodiché lascia sobbollire dolcemente la zuppa per altri 10 minuti per farla addensare.[1]
    • Valuta quanta panna usare in base alla brodosità della zuppa. Inizia con un paio di cucchiai e aspetta che si addensi prima di aggiungerne ancora.
    • Nota che la panna potrebbe coagulare se la lasci bollire troppo a lungo. È per questa ragione che è meglio aggiungerla a cottura quasi ultimata.
    • Puoi anche provare a usare il latte intero o una miscela di latte intero e panna in proporzioni uguali.
  2. 2
    Utilizza lo yogurt se pensi che la zuppa possa beneficiare di una nota asprigna. Usa lo yogurt al naturale; magro se sei a dieta o intero se vuoi che la zuppa abbia una consistenza più ricca. Aggiungine 1-2 cucchiai a cottura quasi terminata e lascia sobbollire la zuppa per qualche minuto per farla addensare.[2]
    • A differenza della panna che ha un sapore più delicato, lo yogurt trasformerà il gusto della zuppa. Essendo aspro, è meglio abbinarlo alle creme e alle vellutate con un gusto fresco e leggero, a base per esempio di patate, pomodori, zucca o avocado.
  3. 3
    Utilizza il latte o la panna di cocco per un'opzione vegana. Se vuoi servire una zuppa cremosa, ma senza usare un prodotto di origine animale come il latte o le uova, il latte di cocco è la scelta ideale. Rispetto alla panna, il latte di cocco tende a essere più stabile, quindi lo puoi aggiungere in qualunque momento della cottura. Ciononostante rimane valido il consiglio di usarlo alla fine, per avere un'idea più chiara di quanto ne serve, in base alla brodosità della zuppa.[3]
    • La panna di cocco è più densa rispetto al latte di cocco, quindi valuta di quanto devi addensare la zuppa per effettuate la scelta più adatta.
    • Mangiando la zuppa potresti percepire il gusto del latte o della panna di cocco, quindi è meglio usarli quando hai bisogno di addensare una pietanza dai sapori asiatici, per esempio una zuppa thai.
  4. 4
    Utilizza le uova per donare cremosità e sapore alla zuppa. Sbatti un paio di uova in una ciotola fino a renderle leggere e cremose. Preleva una tazza di brodo dalla zuppa e aggiungila molto lentamente alle uova sbattute mentre le mescoli vigorosamente con la frusta. Quando le uova si sono miscelate al brodo, versale nella pentola con la zuppa.[4]
    • Versare un po' di brodo bollente nelle uova serve a "stemperarle" per evitare che si straccino una volta aggiunte in pentola.

    Suggerimento: per una zuppa più ricca, usa solo i tuorli. Se invece desideri che abbia una consistenza leggera, utilizza solo gli albumi.

2
Usare un Ingrediente Amidaceo

  1. 1
    Utilizza dei pezzetti di pane per addensare la zuppa in modo molto semplice. Usa un pane in cassetta senza crosta o soltanto la mollica se in casa hai solo dei panini. Rompi il pane a pezzi grandi 5-7 cm. Lascia sobbollire la zuppa a fuoco lento finché il pane non si è sciolto.[5]
    • In alternativa, puoi provare a usare il pangrattato. Aggiungilo poco alla volta finché non raggiungi la densità desiderata.
    • In generale è meglio utilizzare il pane bianco, ma puoi provare a usare anche quello di mais.
    • Questa è un'ottima opportunità per utilizzare il pane raffermo.
  2. 2
    Utilizza i fiocchi di avena a cottura istantanea in una zuppa rustica. Se la ricetta della zuppa prevede di usare il pane, puoi sostituirlo con 120 g di fiocchi di avena a cottura istantanea per ogni fetta. Altrimenti prova ad aggiungerne 120 g alla volta, lascia sobbollire la zuppa per 10 minuti e poi valuta se è già abbastanza densa o se è meglio aggiungerne ancora.[6]
    • Puoi usare i fiocchi di avena per addensare una zuppa rustica a base di ingredienti saporiti. Li puoi abbinare anche a una zuppa più delicata, ma in questo caso cerca di usarne pochi per non alternarne eccessivamente il gusto.
  3. 3
    Per una zuppa di carne puoi usare l'amido o la farina. Per addensare 250 ml di zuppa servono un cucchiaio d'acqua fredda e un cucchiaio di amido o farina. Sciogli l'amido o la farina nell'acqua assicurandoti che non ci siano grumi, dopodiché versa la miscela nella zuppa bollente a cottura quasi ultimata. Lasciala sobbollire a fuoco lento per un'altra decina di minuti, mescolando spesso.[7]

    Suggerimento: generalmente le zuppe con la carne sono molto saporite. Serve un gusto forte per mascherare il sapore dell'amido o della farina.[8]

  4. 4
    Se la zuppa è base di patate, usa quelle in fiocchi per addensarla. Non c'è soluzione migliore per addensare una zuppa di porri e patate o di patate e cozze (o vongole). Preleva un po' di brodo dalla zuppa e versaci dentro i fiocchi di patate. Mescola, rimetti il brodo in pentola e lascia sobbollire la zuppa per alcuni minuti per farla addensare.
    • Segui le indicazioni sulla confezione per determinare qual è la proporzione corretta tra brodo e fiocchi di patate.
  5. 5
    Prepara il "beurre manie" per addensare la zuppa. Versa in una zuppiera la stessa quantità di burro ammorbidito e farina. Impasta i due ingredienti con le mani o con un raschietto da pasticciere. Lavora il composto finché non ottieni dei granuli e poi aggiungili un po' alla volta alla zuppa.[9]
    • Aggiungine 1-2 cucchiai e poi lascia sobbollire la zuppa per valutare se è abbastanza densa o se aggiungerne ancora.
  6. 6
    Prepara un roux se vuoi arricchire il gusto oltre alla consistenza della zuppa. Anche in questo caso le quantità di burro e farina si equivalgono. Sciogli il burro in un pentolino a fiamma medio-bassa, aggiungi la farina e poi continua a mescolare finché la miscela non si è imbiondita. A quel punto incorpora un po' di brodo bollente della zuppa, mescola per miscelarlo al roux e regola la densità aggiungendo dell'altro liquido se è necessario. Quando la densità ti consente di versarlo, aggiungi il roux alla zuppa e mescola accuratamente.[10]
    • Alcune zuppe partono da un roux o richiedono l'utilizzo di un roux più scuro. Per esempio la preparazione del gumbo inizia da un roux molto scuro.

3
Fare Ridurre la Zuppa

  1. 1
    Porta la zuppa a un lieve bollore. La zuppa deve cuocere a fuoco lento, sobbollendo in modo costante. Il liquido deve bollire per poter evaporare, altrimenti la zuppa non si addenserà. Se la zuppa non bolle, aumenta leggermente il calore. Se i commensali sono già seduti in tavola, utilizza una fiamma vivace per farla ridurre più rapidamente.[11]
    • Spegni il fuoco se la zuppa inizia a bruciare.
  2. 2
    Rimuovi il coperchio dalla pentola per lasciare evaporare il brodo. Utilizza una presina o un canovaccio per avere la certezza di non scottarti. Rimani lontano dalla pentola per proteggerti dalla nuvola di vapore bollente. Lascia sobbollire la zuppa con la pentola scoperta.[12]
    • Quando la pentola è chiusa, il vapore si accumula sul coperchio e poi ricade nella zuppa che quindi fa più fatica ad addensarsi.
    • Tieni presente che anche il sapore risulterà più concentrato. Per esempio, potresti notare che la zuppa è più salata.
  3. 3
    Suddividi la zuppa in diverse pentole per accelerare il processo. Si tratta di un passaggio facoltativo che puoi usare per fare addensare la zuppa più velocemente. Trasferisci la zuppa dalla pentola grande a quelle più piccole usando il mestolo. Assicurati che sobbolla per farla ridurre in tempi brevi.[13]
    • Puoi decidere quante pentole usare. Per esempio, potrebbe bastare un'unica piccola pentola per portare la cena in tavola più rapidamente, mentre il resto della zuppa continua a cuocere nella pentola principale.
  4. 4
    Mescola la zuppa mentre sobbolle per evitare che si bruci. Utilizza un grosso cucchiaio in legno o in plastica per mescolarla a intervalli regolari, in modo che non si attacchi al fondo o alle pareti della pentola. Controlla di volta in volta la consistenza per valutare se si sta addensando correttamente.[14]
    • Rimani a una distanza di sicurezza dalla pentola e dai fornelli. Dalla zuppa salirà un vapore bollente, quindi avvicinando il viso potresti scottarti.

    Suggerimento: se la zuppa sta cuocendo a fiamma alta, è meglio mescolarla continuamente; altrimenti potrebbe bruciare o attaccarsi al fondo della pentola.

  5. 5
    Rimuovi la pentola dal fuoco quando la zuppa ha raggiunto la consistenza desiderata. Appoggiala su un fornello freddo o un sottopentola. Lascia raffreddare la zuppa per alcuni minuti prima di servirla. Mescolala di tanto in tanto per evitare che si attacchi al fondo della pentola.[15]

4
Usare una Purea

  1. 1
    Usa la frutta secca frullata per aggiungere gusto, cremosità e proteine alla zuppa. Utilizza una o due manciate di frutta secca. Trasformala in una purea granulosa con il frullatore o il robot da cucina e aggiungila alla zuppa.[16]
    • Puoi usare la varietà di frutta secca che preferisci, per esempio le noci, gli anacardi o le nocciole.
  2. 2
    Frulla una parte della zuppa per addensarla. Trasferisci una parte degli ingredienti dalla pentola al frullatore usando un grosso mestolo. Gli ingredienti più indicati per essere frullati e aggiunti di nuovo alla zuppa per addensarla sono per esempio le patate, le carote, il riso o i legumi. Frulla finché non ottieni una purea uniforme, quindi trasferiscila nella pentola e mescola per distribuirla all'interno della zuppa.[17]
    • Puoi frullare pressoché qualsiasi ingrediente, ma i tuberi e le radici sono i più adatti dato che una volta cotti sono molto morbidi e hanno una consistenza compatta che li rende degli ottimi addensanti.

    Suggerimento: se la zuppa non contiene nessuno di questi ingredienti, puoi personalizzare la ricetta e aggiungerli dopo averli frullati per addensarla. Per esempio potresti frullare dei cannellini, che hanno un gusto delicato, con un po' di brodo e inserirli nella zuppa per renderla immediatamente più densa.

  3. 3
    Usa il frullatore a immersione per frullare la zuppa direttamente nella pentola. È una soluzione molto comoda che non ti costringe a trasferirla altrove con il mestolo. Accendi il frullatore a intervalli di 15-30 secondi finché la zuppa non ha raggiunto la consistenza desiderata.[18]

Consigli

  • Il purè avanzato è un ottimo addensante per una zuppa.
  • Se ti accorgi che la zuppa sta diventando troppo densa, aggiungi semplicemente un po' di brodo (poco alla volta) e mescola per riportarla alla consistenza desiderata.
  • Dopo aver aggiunto l'ingrediente che hai scelto per addensarla, assaggia di nuovo la zuppa per valutare se va corretta aggiungendo altro sale o altre spezie.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Vanna Tran, un membro fidato della comunità wikiHow. Vanna Tran è una cuoca amatoriale che ha cominciato a cucinare con sua madre da bambina. Si è occupata di catering per eventi e ha organizzato cene pop-up nella San Francisco Bay Area per oltre 5 anni.

Categorie: Ricette

In altre lingue:

English: Thicken Soup, Español: espesar la sopa, Deutsch: Suppe andicken, Português: Engrossar Sopa, Français: épaissir une soupe, Русский: загустить суп, 中文: 加浓汤羹, Bahasa Indonesia: Mengentalkan Sup

Questa pagina è stata letta 62 396 volte.
Hai trovato utile questo articolo?