Scarica PDF Scarica PDF

Insegnare al gatto a rispondere a un richiamo può essere molto utile, anche per la sua sicurezza. Infatti, il micio dovrebbe venire da te quando lo chiami mentre è in giro o quando hai bisogno di farlo uscire da casa per emergenza. Addestrarlo a un richiamo richiede un po’ di pazienza e costanza. Scegli la corretta ricompensa e addestralo tutti i giorni; col tempo arriverà senza esitazione ogni volta che lo chiamerai.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Organizzare l’Addestramento

  1. 1
    Trova una ricompensa. È necessario offrire qualche sorta di ricompensa se desideri che venga da te quando lo chiami. A differenza del cane, il gatto non si comporta unicamente per compiacere il suo padrone. Se non ha la certezza di essere ricompensato, potrebbe non impegnarsi a svolgere una determinata attività.[1]
    • Il cibo è una delle ricompense più raccomandate. La stragrande maggioranza dei gatti si darà da fare per una prelibatezza o per un particolare cibo che ama. Scegli qualcosa di diverso rispetto agli alimenti usuali. Acquista un bocconcino speciale o offrigli una piccola prelibatezza di carne o di tonno. Potrebbe essere necessario fare qualche tentativo prima di trovare qualcosa che il tuo micio gradisce.[2]
    • Sebbene il piacere primario della maggior parte dei gatti sia il cibo, alcuni hanno un comportamento poco standard. Se il tuo è disinteressato agli alimenti in genere, sostituisci il cibo con un giocattolo particolare, un topolino finto o anche una coccola che ama.[3]
  2. 2
    Decidi il richiamo. Stabilisci un richiamo univoco per segnalare al micio che deve venire da te. Dovresti scegliere qualcosa di diverso rispetto a una delle frase comuni che usi con lui. Il suo nome, ad esempio, è una pessima scelta come richiamo, perché probabilmente lo pronunci in situazioni in cui non c’è bisogno che venga, il che può generare confusione. Pensa a una frase o a un suono univoco che puoi utilizzare per richiamarlo e farlo venire da te.[4]
    • I rumori possono andare bene. Potresti dire qualcosa come "Ki-ki-ki!" usando un tono acuto. Potresti fare un rumore secco come uno schiocco, o un suono stridulo. Anche un fischio potrebbe funzionare.
    • Potresti anche provare con una frase che non dici spesso. Prova qualcosa come "Vieni qui!" o "Dolcetti!" o "Tonno!".
  3. 3
    Stabilisci una relazione diretta tra il suono e la ricompensa. Dopo aver scelto sia il suono che la ricompensa, inizia a stabilire una relazione diretta tra le due cose. Se desideri che il gatto venga da te in risposta a un suono particolare, devi assicurarti che lo associ a cose positive. Esegui il richiamo quindi offrigli il suo cibo preferito, la prelibatezza, i giocattoli o le carezze come ricompensa. Se utilizzi del cibo come ricompensa, puoi effettuare il richiamo poco prima di cena.[5]
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Instaurare l’Abitudine

  1. 1
    Chiama il gatto, quindi offrigli una ricompensa. Una volta stabilita la ricompensa e il rinforzo, puoi avviare l’addestramento. Per iniziare, comincia a richiamarlo. Offrigli la ricompensa non appena risponde.[6]
    • Stai a distanza di qualche metro da lui. Esegui il richiamo. Può anche essere utile mostrargli la ricompensa mentre lo chiami. Ad esempio, puoi emettere suoni secchi e continui con una busta di leccornie o far penzolare il suo giocattolo di fronte a te.
    • Non appena viene da te, ricompensalo. Dagli una leccornia o un giocattolo, accarezzalo, spazzolalo o impegnati a fargli avere la ricompensa che avevi stabilito.
    • Non stupirti se all’inizio non arriva subito. Potrebbe aver bisogno di tempo per imparare che deve avvicinarsi a te quando sente il tuo richiamo. Sii paziente. Continua a ripetere il richiamo fino a quando il gatto capisce che deve venire.
  2. 2
    Allontanati. Una volta che il richiamo ha funzionato da vicino, inizia ad aumentare la distanza. Allontanati di qualche altro metro quando lo chiami. Prova ad esempio a richiamarlo da altre stanze. Puoi anche provare a farlo nei momenti in cui è distratto. Ricorda, desideri che il gatto risponda al richiamo in una varietà di situazioni e che venga da te. Una distanza e una situazione differenti possono aiutare a radicare il comportamento.[7]
  3. 3
    Cerca di addestrarlo prima dei pasti. Una volta che il gatto sta iniziando a capire il comando, puoi iniziare l’addestramento. Se usi del cibo come ricompensa, può essere più motivato se è affamato. Prova a pianificare le sessioni di addestramento 15 minuti circa prima dei pasti.[8]
  4. 4
    Premialo immediatamente. Non aspettare troppo a lungo per premiarlo. Diversamente non riuscirà a collegare la ricompensa con l'atto di venire da te. Non appena si avvicina, offrigli la ricompensa. Gli animali vivono l’attimo. Se desideri che il gatto capisca il significato del richiamo, devi ricompensarlo subito.[9]
  5. 5
    Fai esercizi in sessioni brevi. Tenta di addestrarlo una volta al giorno. I gatti tendono a essere animali indipendenti e riescono a dedicare sporadici e ridotti intervalli di attenzione, quindi usa sessioni brevi per addestrarlo. Prova sessioni di 5 minuti, una o due volte al giorno.[10]
  6. 6
    Addestra il gatto in diverse parti della casa. Una volta che ha cominciato a rispondere al richiamo in modo affidabile in cucina o dovunque hai iniziato ad addestrarlo, prova in altre parti della casa. Alla fine imparerà a seguire semplicemente il suono del richiamo.
  7. 7
    Abitualo lentamente a non ottenere una ricompensa. Una volta che comincia a venire costantemente quando lo chiami, alterna le leccornie con le carezze, con una grattatina dietro le orecchie o con qualsiasi altro tipo di attenzione. L’eccesso di dolcetti o di cibo come ricompensa può creare problemi di peso. Inoltre, desideri che il gatto venga da te in qualsiasi situazione, quando lo chiami, e non puoi sempre avere del cibo in mano.
    • Una volta che il micio risponde in modo affidabile al richiamo, premialo tre volte su quattro, quindi riduci i premi a metà e poi a un terzo e continua a ridurli fino a dargli il premio solo occasionalmente.[11]
    • Continua a servirti di ricompense diverse dal cibo. Alla fine capirà che deve venire quando lo chiami anche se i dolcetti non ci sono.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Evitare le Insidie

  1. 1
    Inizia quando l’animale è giovane, se possibile. I gatti tendono a imparare più rapidamente quando sono giovani, pertanto il momento migliore per cominciare l’addestramento è quando inizia a svezzarsi. Comunque, molti vengono adottati anche dopo lo svezzamento e riescono a imparare anche a questa età. Il processo di apprendimento potrebbe essere più lungo, in questo caso.[12]
  2. 2
    Non punirlo. Non punire il gatto se non rispetta l’addestramento, se viene da te solo qualche volta o non viene affatto. I gatti non rispondono bene alle punizioni, non riescono a metterle in relazione con un cattivo comportamento e semplicemente pensano di essere maltrattati senza una ragione. Se punisci il tuo micio, può diventare stressato o infelice, il che può comportare anche una minore probabilità che arrivi quando lo chiami.[13]
  3. 3
    Non rifiutare la ricompensa, se risponde lentamente. All’inizio la risposta al richiamo può non essere immediata. Non dovresti rifiutare di dargli il premio, se non rispetta subito il comando. Può essere semplicemente confuso e avere bisogno di un po’ di tempo per metabolizzare la relazione tra richiamo e ricompensa. È meglio premiarlo in modo coerente rafforzando l'associazione positiva con il comando. Premialo anche se se la prende comoda.[14]
  4. 4
    Evita di utilizzare il richiamo in situazioni negative. Inoltre, non utilizzare il comando per farlo venire per tutto ciò che può rappresentare una situazione negativa. Le cattive associazioni possono renderlo incerto su cosa fare quando lo chiami.[15]
    • Se hai bisogno di portarlo dal veterinario o di somministrargli un farmaco sgradevole, avvicinati tu invece di usare il richiamo per farlo venire da te.
    Pubblicità

Consigli

  • Si può addestrare un gatto sordo a venire da te sostituendo il messaggio sonoro con uno visivo. Ad esempio, potresti utilizzare una penna che s’illumina o accendere e spegnere le luci della stanza in modo intermittente. Potresti anche pestare il piede per creare vibrazioni che il gatto può sentire. Quindi, dagli del cibo o premialo in un altro modo quando viene verso di te.[16]
Pubblicità

Avvertenze

  • Evita di usare il latte e i derivati come ricompensa. Molte persone ritengono che i gatti amino il latte e la panna, in realtà il lattosio contenuto nel latte e nei derivati è difficile per loro da digerire. Nutrirli in questo modo può provocare delle indigestioni.[17]
Pubblicità

wikiHow Correlati

Cucinare per i GattiCucinare per i Gatti
Tenere Lontani i GattiTenere Lontani i Gatti
Sapere se il vostro Gatto non sta BeneSapere se il vostro Gatto non sta Bene
Preparare in Casa un Repellente Per GattiPreparare in Casa un Repellente Per Gatti
Capire se una Gatta è IncintaCapire se una Gatta è Incinta
Calmare una Gatta in CaloreCalmare una Gatta in Calore
Fare Andare di Corpo un GattinoFare Andare di Corpo un Gattino
Evitare che il Gatto usi il Giardino come LettieraEvitare che il Gatto usi il Giardino come Lettiera
Trovare un Gatto SmarritoTrovare un Gatto Smarrito
Comunicare con il vostro GattoComunicare con il vostro Gatto
Capire se la Gatta sta PartorendoCapire se la Gatta sta Partorendo
Determinare il Sesso di un GattinoDeterminare il Sesso di un Gattino
Stabilire l'Età di un GattoStabilire l'Età di un Gatto
Far Tornare un Gatto Scappato di CasaFar Tornare un Gatto Scappato di Casa
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Brian Bourquin, DVM
Co-redatto da:
Veterinario e Titolare della Boston Veterinary Clinic
Questo articolo è stato co-redatto da Brian Bourquin, DVM. Brian Bourquin, meglio noto ai suoi clienti come "Dr. B", è un Veterinario e Titolare della Boston Veterinary Clinic, una clinica veterinaria e di assistenza sanitaria per animali domestici con due sedi, South End/Bay Village e Brookline, nel Massachusetts. La Boston Veterinary Clinic è specializzata in cure veterinarie primarie, tra cui benessere e prevenzione, assistenza medica e d'emergenza, chirurgia dei tessuti molli, odontoiatria, nonché servizi specialistici nell'ambito del comportamento, della nutrizione e delle terapie alternative per la gestione del dolore attraverso agopuntura e trattamenti terapeutici con il laser. La Boston Veterinary Clinic è un ospedale accreditato dall'AAHA (American Animal Hospital Association) e la prima e unica clinica con certificazione Fear Free di Boston. Brian ha oltre 19 anni di esperienza come veterinario e si è laureato in Medicina Veterinaria presso l'Università Cornell. Questo articolo è stato visualizzato 8 385 volte
Categorie: Gatti
Questa pagina è stata letta 8 385 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità