Un cavallo bene addestrato, ben disciplinato, vale tanto oro quanto pesa. A nessuno piace montare e correre per un quarto d'ora per poi vedere il proprio cavallo abbandonare l'impresa. I cavalli hanno bisogno di allenamento per raggiungere la forma fisica in modo corretto e più efficiente, con minori rischi per il cuore, esattamente come ne hanno bisogno le persone. Anche se un cavallo è usato solo per mostre o per piacere, portarlo alla forma ottimale renderà il lavoro più facile anche per lui.

Metodo 1 di 2:
Determinare il Tipo di Addestramento

  1. 1
    Esamina il tuo cavallo o lascia che lo faccia un veterinario. Determina il suo peso attuale e le sue condizioni fisiche. Se è visibilmente sottopeso o zoppica, non devi dargli un carico di lavoro eccessivo. E' meglio prendersene cura finché non si ristabilisce piuttosto che accelerare il processo provando a cavalcarlo subito.
    • Ricorda che un cavallo sotto i tre anni non è quasi mai pronto per affrontare una dura sessione di lavoro o addestramento- sarebbe troppo stressante per lui, e potresti fargli del male. Attieniti ad una corsa leggera con i cavalli giovani.
    • Anche i cavalli verso la fine dei vent’anni hanno bisogno di un addestramento speciale, poiché la loro età li rende più soggetti a ferirsi o avvertire velocemente un sovraccarico di lavoro. [1]
  2. 2
    Determina la quantità di esercizio che il tuo cavallo sta attualmente affrontando. Prima che tu possa cominciare ad apportare cambiamenti alla sua routine d'esercizi, devi stabilire l'ammontare del lavoro che ha svolto fino a questo momento. Il cavallo è stato fermo per la gran parte del giorno o della notte, o in inverno, o ha sempre avuto un recinto grande in cui correre? Con quale frequenza è stato montato e per quanto a lungo? Qual è maggiore carico di lavoro che ha affrontato con te, di recente?
  3. 3
    Misura il battito del cuore del cavallo. Per determinare l'ammontare dell'aumento della prestanza fisica che può raggiungere, hai bisogno di conoscere la sua frequenza cardiaca. Appoggiagli uno stetoscopio sul petto o sulla spalla e conta il numero di battiti che ascolti in un minuto. Un cavallo sano avrà un battito a riposo di 35-42 battiti al minuto. Quindi, fai fare al tuo cavallo un po' di esercizio moderato e lascia che si riposi per 10-15 minuti. Quindi misura nuovamente il battito.
    • In un cavallo in salute la frequenza cardiaca tornerà a 35-42 battiti al minuto dopo solo 10-15 minuti. Se questo accade, allora è pronto per incrementare il carico di lavoro.
    • Se il battito non torna alla normalità dopo 15 minuti di riposo, la quantità di attività fisica dovrebbe aumentare molto lentamente e nell'arco di un lungo periodo di tempo.[2]
  4. 4
    Crea una scheda di allenamento. Per iniziare, non dovresti fare allenare il tuo cavallo più di tre giorni a settimana - specialmente se è stato fuori forma per diversi mesi. Nel tempo libero, lascialo pascolare, preferibilmente con un altro cavallo. In questo modo, faranno ulteriore esercizio naturalmente, senza che tu debba lavorarci sopra. Dopo circa sei settimane - il tempo richiesto per ristabilire la forma cardiovascolare e la forza dei legamenti - potrai cominciare ad incrementare la difficoltà del lavoro.[3]
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Allenare il tuo Cavallo

  1. 1
    Fallo riscaldare. Per prevenire danni dopo un periodo così lungo senza esercizio, devi sempre far riscaldare il cavallo prima dell'allenamento intenso. Fallo camminare in cerchio per cinque minuti, poi fagli fare un po' di trotto sul posto. Questo lo aiuterà ad aumentare la frequenza cardiaca e respiratoria senza mettere a rischio i suoi muscoli o legamenti (le parti maggiormente soggette a infortuni).
    • Se il cavallo è troppo fuori forma per indossare già le finiture, puoi prolungare l'allenamento di dieci minuti o farglielo eseguire a differenti velocità.
  2. 2
    Fai andare il cavallo al trotto. Il trotto è di grande aiuto nel far stare in forma un cavallo. Che sia da monta Western o Inglese, ammaestrato o da passeggiata, un cavallo può allenare resistenza e forza semplicemente col trotto. Inizia con un trotto rapido (trotto esteso) per circa 2-5 minuti. Ferma il cavallo. E' affannato? Puoi capire se un cavallo è affannato o senza fiato tramite le tue gambe. Se senti che vengono spinte velocemente verso l'esterno, fai camminare il cavallo in avanti o in cerchio e aspetta finché il suo respiro non torna a una frequenza normale.
    • Una volta che il cavallo si è ripreso, fallo trottare ancora per un paio di minuti. Applica questo procedimento per 45 minuti per ogni ora di pausa, camminata e nuovo inizio.
    • Dopo un paio di mesi, dovresti incrementare il tempo del trotto di alcuni minuti certe volte si e altre no (ammettendo che il tuo cavallo sia pronto per questo), e continuando a trottare per periodi di tempo più lunghi.
  3. 3
    Durante le passeggiate, risali e riscendi le colline. Questo allenerà sia i muscoli dei quarti posteriori che molti altri che non vengono usati spesso. E' molto importante che tu mantenga l'andatura del passo. Un cavallo che trotta o galoppa sulle colline non arriverà a strutturare molti muscoli, sebbene la maggior parte dei cavalli preferisca risalire velocemente le colline ed evitare di sforzarsi. Potresti doverlo trattenere leggermente.
    • I pendii brevi e ripidi sono i migliori per strutturare i muscoli, ma puoi arrivare più lontano su un pendio che si inclina lentamente. Se trovi una collina alta e ripida, risalila per circa 400 metri, quindi voltati e riscendila.
    • Quando risali una collina ripida, non sollevarti mai all'indietro con forza sui reni e non usarli per tenerti in equilibrio. Ciò potrebbe far perdere l'equilibrio al tuo cavallo. Sporgiti molto all'indietro sulla sella mentre risali la collina, tenendo i piedi leggermente arretrati e stando seduto saldamente sulla sella; punta lievemente i piedi in avanti mentre la riscendi.
    • Fermati ogni 10-15 minuti per controllare respiro e pulsazioni del tuo cavallo. Se entrambe sono molto accelerate, dagli qualche minuto per riposarsi prima di continuare. Non praticare questo allenamento per più di un'ora per volta.
  4. 4
    Cerchi a balzi o a piccolo trotto. Fare dei cerchi a balzi è un buon metodo per allenare il tuo cavallo: lo aiuterà a scartare più velocemente e allenerà la resistenza. Alcuni cavalli impiegano un po' di tempo per imparare a tracciare i cerchi a balzi e potrebbero richiedere un po' di pratica prima di riuscire a balzare correttamente in cerchio. Potresti dover iniziare con il percorrere un cerchio andando al passo, poiché questo ti aiuterà a stabilire qual è la giusta dimensione del cerchio da percorrere. Inizia con un cerchio molto ampio. Prosegui andando al trotto. Una volta che il cavallo si trova a suo agio nel percorrere il cerchio al trotto, puoi procedere con balzi lenti e costanti.
    • Quando il cavallo è in grado di tracciare a balzi un buon cerchio (ricorda che potrebbero essere necessarie diverse sessioni di allenamento perché lo impari), puoi aumentare il tempo di esecuzione dell’esercizio.
    • Un cavallo non può balzare o galoppare per più di 1,5-5 chilometri, dunque non insistere troppo su questo esercizio.
    • Assicurati di far percorrere al cavallo cerchi in entrambi i sensi, in modo che non si abitui a un lato solo.
  5. 5
    Riposati dopo ogni sessione di addestramento. Seguendo lo stesso concetto del riscaldamento, il raffreddamento porta il cavallo a ristabilire lentamente la frequenza respiratoria e cardiaca a un livello normale. Questo lo aiuta anche, letteralmente, a raffreddarsi, man mano che il sudore evapora. Fallo raffreddare camminando su un terreno pianeggiante per 5-10 minuti dopo la sessione di allenamento.[4]
  6. 6
    Incrementa la difficoltà lentamente. Dopo diverse settimane di allenamento sullo stesso esercizio o compito, puoi aumentarne la difficoltà. Puoi scegliere fra tre opzioni: incrementare la durata dell'allenamento, la velocità alla quale eseguirlo, la distanza percorsa. Aumentare contemporaneamente più di un parametro pone il tuo cavalo a rischio di affaticamento costante e danni fisici.
  7. 7
    Effettua pause adeguate. Prendersi abbastanza tempo per riposare è tanto importante quanto allenarsi regolarmente. Fare allenare il cavallo troppo duramente è la ricetta giusta per avere un disastro; ci sono numerosi disturbi molto pericolosi (azoturia, contratture, colpi, ecc.) che possono insorgere quando un cavallo è sovraccaricato di lavoro. Per i primi 2-3 mesi, l'allenamento dovrebbe svolgersi per 3-4 giorni ed essere seguito da 1-2 di riposo.
    Pubblicità

Consigli

  • Assicurati di avere sempre una grande quantità di acqua a disposizione per il tuo cavallo. L'allenamento dopo un lungo periodo di riposo pone il cavallo a forte rischio di disidratazione.

Pubblicità

Avvertenze

  • Ricordati di non fare allenare il tuo cavallo troppo duramente. Fallo abituare gradualmente all'aumento di carico. Così come una persona allena la resistenza, lentamente il cavallo farà lo stesso.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Diventare Amico di un Cavallo

Come

Fare i Sette Giochi di Parelli

Come

Domare un Cavallo

Come

Mettersi in Forma per Andare a Cavallo

Come

Preparare Bocconcini per Cavalli

Come

Prenderti Cura del Tuo Cavallo in Inverno

Come

Mantenere l'Equilibrio su un Cavallo al Galoppo

Come

Capire l'Età di un Cavallo dai Suoi Denti

Come

Curare una Colica in Cavalli e Pony

Come

Pulire il Fodero di un Cavallo

Come

Badare a un Cavallo

Come

Dare da Mangiare a un Cavallo

Come

Lavare un Cavallo

Come

Trattare i Problemi agli Occhi del Cavallo
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 13 904 volte
Categorie: Cavalli
Questa pagina è stata letta 13 904 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità