Come Addestrare un Gatto

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

In questo Articolo:Addestrare un Gatto all’Uso della LettieraAddestrare un Gatto a Smettere di MordereAddestrare un Gatto a Smettere di Graffiare i MobiliAddestrare un Gatto a Non Salire sul Tavolo della CucinaAddestrare un Gatto a Eseguire dei Comandi43 Riferimenti

I gatti sono creature estremamente indipendenti. In effetti, i ricercatori hanno scoperto che sebbene gli uomini li trattino come animali da compagnia da almeno 9000 anni, i gatti domestici sono solo semi addomesticati.[1] Addestrare un gatto può essere difficile, perché è necessario convincere l'animale che valga la pena di imparare l'attività in questione. Con un po' di pazienza però, puoi addestrare in molti modi il tuo gatto a diventare un animale domestico migliore.

1
Addestrare un Gatto all’Uso della Lettiera

  1. 1
    Colloca la lettiera in un luogo tranquillo. I gatti preferiscono fare i propri bisogni in un luogo tranquillo, senza troppo movimento o rumori molesti attorno. Ricorda però che non gradiscono avere la lettiera troppo lontana dai luoghi che frequentano più spesso.
    • Assicurati che il gatto possa accedere fisicamente alla sua lettiera. Se è anziano o ha problemi a saltare e arrampicarsi, non mettere la lettiera su una mensola alta o un'altra zona difficile da raggiungere.
    • Non mettere la lettiera nelle zone troppo rumorose e di passaggio. Ad esempio, evita di posizionarla accanto alla lavatrice o in un corridoio dove le persone passano spesso. I gatti amano la pace e la privacy, ma apprezzano anche la comodità.[2]
    • Non mettere la lettiera vicina alle ciotole del cibo e dell'acqua. Questo potrebbe spingerlo a non usarla.[3]
  2. 2
    Metti il gatto nella lettiera subito dopo i pasti. Fallo anche quando si è appena svegliato e dopo che ha giocato, i momenti in cui è più probabile che debba evacuare. Questo può aiutarlo a ricordare di usare la lettiera ogni volta che deve fare i bisogni.[4]
  3. 3
    Tieni la lettiera pulita. Il gatto non userà la lettiera sporca e potrebbe decidere di fare i bisogni in casa.[5]
    • Indossa dei guanti di gomma quando maneggi le feci dei gatti, per ridurre il rischio di contrarre la toxoplasmosi.[6]
    • Rimuovi tutti i giorni i rifiuti solidi e gli agglomerati di materiale imbevuto di urina. Lavati bene le mani dopo aver toccato una lettiera sporca, anche se hai indossato dei guanti.[7]
    • Esegui una pulizia completa una volta a settimana. Dovrai gettare via la vecchia sabbietta, lavare la cassetta con un detergente delicato, risciacquare bene il sapone, asciugare del tutto la cassetta e riversare un nuovo strato di lettiera. Dovresti versare solo 5 o 7,5 cm di sabbietta quando riempi la cassetta.[8]
  4. 4
    Usa una lettiera che il gatto gradisce. Esistono molti tipi diversi di lettiere, realizzate con molti materiali. L'aspetto più importante è trovarne una gradita al tuo gatto. Quasi tutti preferiscono il materiale agglomerante e inodore.[9] Il tuo animale, però, potrebbe preferire qualcosa di diverso, soprattutto se è stato adottato e si è abituato a una lettiera differente. Nota le preferenze del tuo gatto e adegua la lettiera di conseguenza.
    • I tipi più comuni di lettiera sono: agglomerante, non agglomerante, al silicio e biodegradabile.[10]
    • Cambia le lettiere gradualmente, per ridurre al minimo lo shock e la confusione dell'animale. Mescola una piccola quantità del nuovo materiale a quello precedente, ogni giorno, per tre o cinque giorni. Se lo farai poco alla volta, il tuo gatto non dovrebbe notare la differenza.[11]
    • Se il tuo gatto fa continuamente i bisogni in un vaso, potrebbe preferire la terra naturale alla lettiera. Questo può essere un problema soprattutto per i gatti che sono abituati a vivere all'aperto. Prova a rivestire la vaschetta dell'animale con del terriccio e controlla se la utilizza.[12]
  5. 5
    Ricompensa il gatto quando usa la lettiera. Elogialo appena ha finito di fare i bisogni. Questo rinforzo positivo insegnerà all'animale che la lettiera è il luogo dove dovrebbe evacuare.[13]
  6. 6
    Non punire il gatto quando fa i bisogni fuori dalla lettiera. Il rinforzo negativo non funziona con i gatti e potrebbe persino spingere l'animale a evitare del tutto la cassettina.[14]
    • Se il tuo gatto fa i bisogni fuori dalla lettiera, è importante lavare subito quella superficie con un detergente enzimatico che neutralizzi gli odori.[15] Se l'animale annuserà la sua urina sul tappeto, potrebbe iniziare a considerare quel punto o quel tipo di superficie il suo bagno.
    • Se il tuo gatto defeca fuori dalla lettiera, raccogli i suoi escrementi (con un fazzoletto di carta o dei guanti) e mettili nella lettiera. L'odore prodotto spingerà il gatto a usare la lettiera in futuro.[16]
    • Prova a rendere indesiderabili le zone dove non vuoi che il gatto faccia i bisogni. Se ha la tendenza a defecare o urinare in una parte della casa invece che nella lettiera, lascia in quel punto della carta stagnola o del nastro biadesivo per scoraggiarlo.[17]
  7. 7
    Come ultimo tentativo, prova l'addestramento in isolamento. Se il tuo gatto proprio non ne vuole sapere di usare la lettiera e nessun metodo di addestramento sembra funzionare, confinarlo in una sola stanza con la lettiera potrebbe spingerlo a usarla.[18]
    • Dovresti ricorrere a questo tentativo solo come ultima spiaggia, quando nient'altro ha funzionato.
    • Non confinare il gatto in una piccola stanza per lunghi periodi di tempo. Sarebbe crudele.
    • Assicurati che il gatto abbia accesso a cibo, acqua e lettino nella stanza con la lettiera. Tienila però dalla parte opposta della stanza rispetto a quegli oggetti.
    • Se il tuo gatto fa i bisogni solo su un tipo di superficie, come terriccio o moquette, e si rifiuta di usare la lettiera, rivesti la lettiera con quel materiale. Se necessario, acquista più pezzi di moquette da mettere nella cassetta. Quando si sarà abituato a usare la cassetta con la moquette all'interno, inizia a spargere della sabbietta per passare gradualmente a quel materiale. Sostituisci sempre i materiali sporchi con altri puliti.

2
Addestrare un Gatto a Smettere di Mordere

  1. 1
    Rimani immobile. Se il tuo gatto diventa troppo aggressivo quando gioca perché usa denti e artigli, reagisci smettendo subito di giocare, rimanendo completamente fermo e ignorandolo. Adora giocare, perciò quando lo priverai dei movimenti e dell'interazione, imparerà rapidamente cosa non deve fare.[19]
    • Non colpire mai il gatto. Allo stesso modo, non urlare e non spruzzarlo con dell'acqua quando ti morde. Con il tempo, queste reazioni negative possono portarlo ad avere paura di te.[20]
    • Prova a giocare in modo diverso se il tuo gatto diventa troppo aggressivo. È possibile che sia entrato nella mentalità della caccia. Usa un giocattolo con un lungo manico o un filo per permettere all'animale di esercitarsi senza abituarlo a comportamenti indesiderati e aggressivi.[21]
  2. 2
    Rispetta i limiti territoriali del gatto. È possibile che un gatto ti morda o ti graffi perché non l'hai maneggiato con delicatezza o perché l'hai fatto sentire minacciato. Se il tuo animale ha bisogno di spazio, concediglielo. Se non vuole essere toccato, cerca di non farlo.[22]
  3. 3
    Dai al tuo gatto uno spazio per cacciare. È possibile che non faccia abbastanza attività fisica o non riesca a sfogare i suoi istinti predatori. Prova a dargli dei giocattoli che possa scuotere, come palline o topolini di peluche. Questo gli darà l'impressione di cacciare e catturare una preda.[23] Per una soluzione ancora migliore, usa un giocattolo con una bacchetta e una corda, simile a una canna da pesca, così da poter giocare insieme all'animale.[24]
    • Prova a usare l'erba gatta. Molti peluche per i gatti hanno una tasca di velcro in cui inserire dell'erba gatta. In alternativa, potrai semplicemente spargerne un po' a terra e lasciare che il tuo gatto vi si rotoli. Circa metà dei gatti non apprezzano l'erba gatta, ma quelli su cui ha effetto potranno giocare intensamente in modo sicuro e poi rilassarsi con un periodo di inattività estatica.[25]

3
Addestrare un Gatto a Smettere di Graffiare i Mobili

  1. 1
    Dai al tuo gatto un tiragraffi. Se il tuo animale ti graffia costantemente o rovina i tuoi mobili, potrebbe farlo perché ha bisogno di affilarsi le unghie o perché vuole marchiare quegli oggetti con il suo odore (usando le ghiandole nelle zampe). Concedendogli uno strumento come un tiragraffi, sul quale possa sfogare la sua voglia di graffiare, dovresti arginare questo problema.[26]
    • Se cogli il tuo gatto a graffiare un mobile, un tappeto o un altro oggetto che non dovrebbe graffiare, interrompilo con un rumore improvviso. Prova a battere le mani o a scuotere un vasetto pieno di monete per spaventare l'animale.[27]
    • Conduci subito il gatto al suo tiragraffi. Interrompendolo e portandolo allo strumento apposito, farai capire all'animale che può graffiare alcuni oggetti ma non altri.[28]
  2. 2
    Usa agrumi o mentolo. I gatti non apprezzano questi odori. Strofinando dell'olio essenziale agrumato (o mentolato) sui mobili graffiati dal gatto dovresti impedirgli di rifarlo in futuro.[29]
    • Spargi dell'olio agrumato o una crema a base di mentolo sopra dell'ovatta.[30]
    • Prova a passare i batuffoli sulle gambe e sui braccioli dei mobili che il tuo gatto prende di mira. Nota che questa strategia lascerà un odore sui mobili e potrebbe macchiarli. L'olio essenziale dovrebbe macchiare meno rispetto alla crema. Se hai paura delle macchie, prova semplicemente a legare i batuffoli con dello spago alle gambe del divano e dei tavoli graffiati dal tuo gatto.[31]
  3. 3
    Usa il metodo dello spruzzo. Se il gatto continua ad afferrarti le mani e i piedi, o a rovinare i mobili di casa, potrebbe essere opportuno usare il metodo dello spruzzo d'acqua. Riempi una bottiglia spray con acqua. Quando il gatto si comporta male, spruzzagli addosso l'acqua. Non lo apprezzerà e imparerà presto ad associare questa sensazione sgradevole con i graffi e i morsi.
    • Fai attenzione, però, perché il tuo gatto potrebbe associare la sgradevole sensazione dello spruzzo con te. Potrebbe persino arrivare a temerti.[32]
  4. 4
    Non far rimuovere le unghie del gatto. Per quanto il tuo animale possa avere problemi di comportamento, fargli asportare le unghie servirà solo a causargli problemi peggiori. Si tratta di un'operazione incredibilmente dolorosa per i gatti e può provocare problemi permanenti, come la necrosi dei tessuti, dolori cronici, avversione alla lettiera e aumento dell'aggressività verso gli umani.[33] Chiedi informazioni al veterinario su altri metodi per tenere sotto controllo la tendenza a graffiare del tuo gatto se il suo comportamento diventa problematico.

4
Addestrare un Gatto a Non Salire sul Tavolo della Cucina

  1. 1
    Leva tutto il cibo a vista. Se tieni del cibo sul bancone della cucina, inclusa la ciotola del gatto, l'animale penserà che in quel luogo potrà trovare la pappa. Leva tutti gli alimenti dai tavoli e metti la ciotola del gatto a terra (quando la deve usare) per scoraggiarlo a salire sul bancone.[34]
  2. 2
    Rendi i tavoli della cucina sgraditi all'animale. Si tratta di uno dei modi migliori per tenere il gatto lontano da quelle superfici.[35]
    • Applica del nastro biadesivo su un lato di alcune tovagliette di plastica.[36]
    • Metti le tovagliette sul tavolo.[37]
    • Con il tempo, il gatto assocerà il bancone all'esperienza sgradevole di camminare sul nastro.
  3. 3
    Concedi al gatto altri spazi su cui arrampicarsi. I gatti amano arrampicarsi, soprattutto perché gradiscono essere sollevati da terra. È possibile che i tavoli della cucina siano i punti più alti che possano raggiungere. Concedigli altri spazi su cui arrampicarsi, come una casetta per gatti, che puoi mettere dove preferisci.[38]
  4. 4
    Tieni il gatto fuori dalla cucina. Se il tuo animale continua a salire sul bancone della cucina quando prepari la cena, tienilo confinato in camera da letto o in bagno, se possibile. Lascia uscire il gatto appena hai finito di preparare da mangiare.[39]

5
Addestrare un Gatto a Eseguire dei Comandi

  1. 1
    Utilizza premi appetitosi in cibo. L'addestramento di un gatto è diverso da quello di un cane; i cani apprendono perché vogliono farti felice, ma per addestrare un gatto è necessario rispettare la sua indipendenza e fornirgli delle motivazioni allettanti affinché obbedisca. Le crocchette non funzioneranno, così come gli elogi esagerati, a cui i gatti sono meno interessati rispetto ai cani; il segreto è usare cibi molto gustosi come l'erba gatta, pezzetti di pollo fresco o del tonno.[40]
  2. 2
    Assicurati che il gatto sia partecipe. Prima di iniziare a insegnare un comando al tuo animale, assicurati che capisca che stai cercando di insegnargli qualcosa.
    • Tieni il premio davanti al suo naso, così capirà che lo aspetta una potenziale ricompensa.
    • Sposta lentamente la mano con il premio sopra e dietro la sua testa. Continua a farlo finché l'animale non si siede.
    • Elogia il gatto e premialo appena si siede.
  3. 3
    Prova a usare un clicker. Se non ne hai uno, puoi usare una penna a scatto per produrre un suono simile.[41] Dai al gatto un premio ogni volta che usi il clicker, così che impari ad associare al suono la ricompensa. Poi, quando il gatto esegue il comando che desideri, ad esempio rincorrendo il bastoncino che hai appena lanciato, premi il clicker e dagli subito una ricompensa. Alla fine l'animale reagirà ogni volta che lancerai il bastoncino e premerai il clicker.[42]
  4. 4
    Sottoponi l'animale a brevi sessioni di addestramento. Ricorda che i gatti possono stancarsi facilmente. Cerca di realizzare sessioni di circa 15 minuti, una o due volte al giorno.[43]
  5. 5
    Rispetta il gatto. Essendo padrone di un gatto, probabilmente sei consapevole della sua personalità unica e della sua natura indipendente. Non costringere mai un gatto a eseguire dei comandi che lui non ha intenzione di eseguire. Alcuni gatti imparano con tranquillità a usare il gabinetto e poi a tirare lo sciacquone o rimangono appollaiati sulla tua spalla mentre tu cammini per casa, mentre altri preferiscono non essere disturbati o toccati. Impara a convivere con il tuo gatto affinché possiate trarre reciprocamente qualcosa da questa relazione.

Consigli

  • Stai attento a non dare troppi premi in cibo al tuo gatto. Comportarsi così lo renderà indifferente ai cibi gustosi, che non saranno più ricompense allettanti per l'animale. Mangiare troppe ricompense in cibo potrebbe anche far diventare il tuo gatto sovrappeso, cosa che potrebbe rappresentare un serio problema di salute.
  • È più semplice addestrare un cucciolo, ma è possibile addestrare anche un gatto adulto.
  • Procurati dei premi in cibo che il tuo gatto adora.

Riferimenti

  1. http://www.independent.co.uk/news/science/why-cats-will-probably-never-be-as-domesticated-as-dogs-9858889.html
  2. http://www.humanesociety.org/animals/cats/tips/preventing_litter_box_problems.html?referrer=https://www.google.com/
  3. http://www.humanesociety.org/animals/cats/tips/preventing_litter_box_problems.html?referrer=https://www.google.com/
  4. http://www.catbehaviorassociates.com/kitten-litter-box-training/
  5. http://www.perfectpaws.com/litter.html# .VYtM-RNViko
  6. http://www.animalplanet.com/pets/how-to-safely-clean-cat-ltter-box/
  7. http://www.pethealthnetwork.com/cat-health/cat-behavior/how-often-do-i-really-need-clean-my-cats-litter-box/page/0/1
  8. http://www.animalplanet.com/pets/how-to-safely-clean-cat-ltter-box/
  9. https://www.aspca.org/pet-care/virtual-pet-behaviorist/cat-behavior/litter-box-problems
Mostra altro ... (34)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. Laureata in Scienze Veterinarie e membro del Royal College of Veterinary Surgeons, la Dottoressa Elliott ha oltre 30 anni di esperienza nel settore della chirurgia veterinaria e nella pratica della medicina per animali di compagnia. Ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia veterinaria alla University of Glasgow nel 1987. Lavora da più di 20 anni presso la stessa clinica veterinaria della sua città natale.

Categorie: Gatti

In altre lingue:

English: Train a Cat, Español: educar a un gato, Português: Treinar um Gato, Français: éduquer un chat, Deutsch: Einer Katze etwas beibringen, Русский: дрессировать кошку, Nederlands: Een kat trainen, 中文: 训练猫咪, Bahasa Indonesia: Melatih Kucing, Čeština: Jak vycvičit kočku, Tiếng Việt: Huấn luyện Mèo, العربية: تدريب قطة

Questa pagina è stata letta 87 966 volte.
Hai trovato utile questo articolo?