Come Addestrare un Pappagallino a Salire sulla Mano

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

In questo Articolo:Creare un Ambiente ConfortevoleFargli Prendere Dimestichezza con la Mano18 Riferimenti

I pappagallini sono animali molto intelligenti e, se ne possiedi uno, probabilmente vorrai insegnargli a esserti amico. Il primo passo è addestrarlo o fare in modo che si poggi comodamente sull'indice. Una volta che avrà imparato a stare sulla mano, potrai portarlo in giro e giocare con lui fuori dalla gabbia. Per svolgere questo compito, dovrai creargli un ambiente confortevole e in seguito addestrarlo gradualmente a prendere fiducia con la tua mano.

Parte 1
Creare un Ambiente Confortevole

  1. 1
    Procuragli una gabbia dalle dimensioni piuttosto ampie. La prima volta che porterai a casa il pappagallino dal negozio di animali, probabilmente ti verrà consegnato in un contenitore per il trasporto. Ti servirà per arrivare a casa, ma certamente non dovrai utilizzarlo come alloggio permanente. Il tuo uccellino ha bisogno di spazio sufficiente per vivere ed evitare di annoiarsi. In pratica, vuol dire che dovrà avere a disposizione vari posti su cui appollaiarsi in modo che possa osservarti durante la tua routine quotidiana.
    • Quando lo trasferisci nella sua nuova gabbia, assicurati di aprirla e avvicinare il contenitore all'ingresso. Non infilare la mano nella scatola per il trasporto e non cercare di forzare l'uccellino a uscire. È meglio se viene fuori spontaneamente.
    • La pazienza è la chiave per far entrare il pappagallino all'interno della gabbia. Se scuoti o giri sottosopra il contenitore, si spaventerà ancora di più e comincerà a indietreggiare verso il fondo della scatola.[1]
  2. 2
    Colloca il tuo nuovo amico in una stanza luminosa. Per la sua salute è fondamentale che stia in un ambiente accogliente. Non metterlo in una camera buia e troppo silenziosa. Se lo sistemi in una zona ariosa in cui potrai interagire con lui, si sentirà molto di più a suo agio. Assicurati che la gabbia sia poggiata su una superficie piana in un punto dove c'è un discreto passaggio di persone, ma non eccessivamente trafficato.[2]
  3. 3
    Parlagli. Prima ancora di iniziare ad addestrarlo a poggiarsi sulla mano, ti conviene usare la voce. Cerca di non alzarla troppo, mantieni un tono normale. Parla con il tuo uccellino di tutto quello che vuoi, tanto per essere sicuro di comunicare con lui. Sentirà la tua voce e cercherà di capire da dove proviene. Potrai cominciare l'addestramento solo quando non sobbalzerà più vedendoti fuori della gabbia e sentendoti parlare.
    • Questo è anche il primo passo per addestrarlo ad articolare qualche parola. Scegli quelle che dovrà ripetere.[3]
  4. 4
    Mettigli a disposizione sufficienti quantità di cibo e acqua. Dovresti cambiarle ogni giorno. Gli uccelli possono essere molto esigenti dal punto di vista alimentare, proprio come le persone. Infatti, se riescono a percepire che qualcosa è andato a male, si rifiutano di toccarlo.
    • Cibo: assicurati ogni giorno di inserire almeno un cucchiaio di semi nella ciotola del cibo. Il pappagallo si nutre di sementi, ma lascia le bucce e gli scarti nella scodella o accanto a sé man mano che mangia. Molte persone, alle prime armi, confondono questi avanzi con i semi appena inseriti e non nutrono i loro pappagallini regolarmente. Pertanto, cambia il cibo ogni giorno per evitare questo problema.[4]
    • Acqua: riempi la ciotola dell'acqua ogni giorno. Quella del rubinetto andrà bene. Non aggiungere vitamine o farmaci se puoi farne a meno. Alcuni pappagallini si rifiutano di bere l'acqua se ha un sapore alterato.[5]
  5. 5
    Allestisci una piscina non troppo profonda affinché possa bagnarsi. La profondità non dovrebbe superare i 2,5-5 cm. In questo modo il tuo uccellino potrà immergersi. Non c'è bisogno del tuo intervento quando vuole fare un bagnetto. Ogni paio di giorni cambia l'acqua. Se si sente tranquillo a uscire dalla gabbia, puoi acquistare una piscina per uccelli che si aggancia alle sbarre.[6]
  6. 6
    Cambia anche il rivestimento di carta all'interno della gabbia. Esistono diversi prodotti in commercio progettati per rivestire il fondo della gabbia, ma in realtà la maggior parte di loro può rappresentare un pericolo per i pappagalli. I trucioli di cedro contengono tossine che rischiano di compromettere l'apparato digerente dell'uccellino. Quelli di pino possono essere inghiottiti e procurare problemi di digestione. La lettiera per gatti assorbe umidità e, se ingerita, può causare seri problemi. Pertanto, ti basta adoperare prodotti di carta: puoi acquistare i fogli venduti appositamente per rivestire le gabbie dei pappagalli oppure utilizzare semplicemente dei tovaglioli di carta inodore o fogli di giornale non stampati.[7]
    • Ispeziona quotidianamente la gabbia per vedere se è presente una quantità eccessiva di residui fecali. Il rivestimento va sostituito ogni paio di giorni.
  7. 7
    Procuragli giochi divertenti. Troverai in commercio giocattoli per pappagalli di tutte le forme, le dimensioni, i colori, le consistenze e gli odori. Molti producono anche suoni. Più scelta darai al tuo uccellino, più felice sarà in quanto ha bisogno di stimoli per vivere sereno. Non permettere che si annoi.[8] Se si sentirà appagato, nel corso del tempo avrai meno difficoltà ad addestrarlo ad appoggiarsi sulla mano.

Parte 2
Fargli Prendere Dimestichezza con la Mano

  1. 1
    Infila la mano nella gabbia più volte al giorno. Ripeti questa operazione diverse volte. Assicurati di inserirla lentamente e in modo da non spaventarlo. Non agitarla inutilmente, non scuotere la gabbia e non urtare contro il tuo uccellino. Il tuo obiettivo è insegnargli a fidarsi del fatto che la tua mano non costituisce una minaccia.[9]
    • Durante questa manovra molti pappagallini cominciano a svolazzare intorno o a gracchiare. Tuttavia, se mantieni la calma, il tuo piccolo amico capirà che non sta succedendo nulla di male.[10]
  2. 2
    Porgigli una ricompensa. Una volta che si sarà abituato alla presenza della tua mano all'interno della gabbia, un delizioso bocconcino lo invoglierà a ispezionarla. La tua mano, infatti, dovrebbe rappresentare un'appendice sicura e anche vantaggiosa per il suo spazio. Le leccornie perfette sono quelle di grano o semi. Le porzioni devono essere abbastanza grandi affinché il tuo uccellino sia in grado di riconoscerle, ma non troppo in modo che non possa afferrarle quando la mano è chiusa.[11]
  3. 3
    Munisci la gabbia di un posatoio. Li trovi di varie dimensioni. Molti somigliano a dei bastoncini di legno, mentre altri sono fatti di metallo. Tutti variano nel formato. Dovresti sceglierne uno che si estenda dalla tua mano per circa 10-13 cm. L'obiettivo è fare in modo che il pappagallino lo sfrutti per appollaiarsi vicino alle tue dita che, in seguito, andranno a sostituire l'appoggio del posatoio.[12]
  4. 4
    Dai un colpetto leggero sul petto del pappagallino. Così facendo, gli suggerirai di salire sul posatoio. Bada bene di non colpirlo con troppa forza, altrimenti assocerà negativamente il trespolo alla mano (o alla sua presenza).[13]
  5. 5
    Digli "Su, su, su" seguito dal suo nome. Per esempio, se il tuo pappagallino si chiama Pedro, prova a dirgli "su, su, su, Pedro" mentre gli dai una piccola spinta sul petto. In questo modo aggiungerai un segnale uditivo che lo stimolerà a imparare. Alla fine, riuscirai a far saltare il tuo uccellino sul dito con uno dei due segnali.[14]
  6. 6
    Lodalo più volte quando sale sul posatoio. In pratica, potresti accarezzarlo dolcemente sulla parte posteriore della testa oppure dargli altre ricompense. In questo senso i pappagallini sono come i cani e i gatti: hanno bisogno di premi che li incentivino a imparare varie manovre. Alcuni preferiscono non essere accarezzati. Se il tuo uccellino appartiene a questa categoria, limitati a offrirgli qualche ricompensa. Abbi cura di scegliere qualcosa di prelibato composto da semi, verdure e cereali. Ogni pappagallo è diverso e, quindi, ha gusti diversi. Fai qualche prova per capire che cosa preferisce il tuo.[15]
  7. 7
    Sposta il dito avvicinandolo alla parte terminale del posatoio. Posiziona quest'ultimo e il dito vicino alle zampette. Quando comincerà a salire sulla mano, abbandonando il posatoio, potrai sbarazzarti completamente di questo strumento.[16]
    • Assicurati di mantenere dritto il dito, come se fosse il diretto prolungamento del posatoio. Il pappagallo deve sentirsi sicuro e stabile in ogni momento, altrimenti eviterà di salire per prudenza o per paura.
  8. 8
    Fai uscire il pappagallino dalla gabbia mentre è appollaiato sul dito. Ricorda che ha trascorso molto tempo all'interno, quindi sarà comprensibilmente spaventato. È probabile che per portare a termine questa operazione saranno necessari alcuni giorni.[17]
    • Tieni le porte e le finestre chiuse in modo che non possa volare via.
  9. 9
    Fai in modo che gli amici e i familiari insegnino al tuo pappagallino a salire sulla mano usando questo stesso metodo. È l'unico modo in cui il tuo piccolo amico si sentirà a suo agio tra le persone che formano la sua famiglia.
  10. 10
    Consentigli di poggiarsi su altre zone del corpo. Dovresti dargli la possibilità di esplorare altre parti del corpo solo dopo che avrà acquisito dimestichezza a stare sul dito. Potrebbe adagiarsi sopra la testa, un ginocchio, una spalla o un braccio. Addestralo a posarsi ovunque, senza avere fretta, in modo che acquisisca sicurezza.[18]

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. Laureata in Scienze Veterinarie e membro del Royal College of Veterinary Surgeons, la Dottoressa Elliott ha oltre 30 anni di esperienza nel settore della chirurgia veterinaria e nella pratica della medicina per animali di compagnia. Ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia veterinaria alla University of Glasgow nel 1987. Lavora da più di 20 anni presso la stessa clinica veterinaria della sua città natale.

Categorie: Uccelli

In altre lingue:

English: Hand Train a Parakeet, Español: adiestrar a un periquito, Русский: приучить попугайчика садиться на руку, Português: Adestrar um Periquito, Deutsch: Einen Sittich handzahm machen, Français: entraîner une perruche, Bahasa Indonesia: Melatih Parkit Menggunakan Tangan, Nederlands: Een parkiet handtam maken

Questa pagina è stata letta 20 277 volte.
Hai trovato utile questo articolo?