Come Addomesticare il Gerbillo

2 Parti:PreparativiAddestrarlo

Il gerbillo è un animale timido, curioso e affettuoso appartenente alla famiglia dei roditori ed è presente in tutto il mondo.[1] Se investi del tempo per addomesticarlo nella maniera appropriata, perde probabilmente un po' della sua timidezza o aggressività e tende invece a mostrarti molto affetto, oltre a offrire momenti di divertimento per te e tutta la famiglia.

Parte 1
Preparativi

  1. 1
    Conosci il suo temperamento. Prima di poterlo addomesticare, è importante avere maggiori informazioni circa il suo carattere. Sebbene si tratti di un animale affettuoso, può anche essere timido o aggressivo quando è spaventato; conoscerlo può quindi esserti di aiuto per riuscire ad addomesticarlo con successo.
    • Il gerbillo è timido per natura, ma è anche socievole, curioso e può instaurare un buon legame con le persone che lo circondano; non gli piace essere lasciato solo o isolato.[2]
    • È un animale molto curioso e attivo; se hai più esemplari, sappi che amano giocare tra loro tutto il giorno.[3]
    • È piuttosto territoriale e devi procedere con molta cautela quando vuoi inserirne uno nuovo in casa o in un gruppo già stabilizzato di gerbilli.[4]
    • Morde raramente e in genere manifesta questo tipo di aggressività solo se è spaventato.[5]
    • Diversamente dagli altri roditori, come i topi o i ratti, il gerbillo non emana cattivo odore.[6]
  2. 2
    Prepara la sua dimora. Prima di portare a casa il tuo nuovo amico devi acquistare una gabbia che possa contenere l'animaletto o anche più esemplari; avere già pronto un nuovo "rifugio" accogliente è utile per poterlo addomesticare in maniera più efficace.
    • Metti la gabbia in una zona mediamente frequentata della casa per evitare che si spaventi a causa dell'eccessiva attività. Ricorda che si tratta di un animale curioso, gli piace osservare e sentirsi partecipe della vita familiare; deve inoltre abituarsi al fatto che le persone creano rumore e si muovono.[7]
    • Riempi la gabbia con del substrato, come trucioli di pannocchia o di pioppo.[8] Puoi anche utilizzare l'erba medica come riempitivo di uno qualsiasi di questi materiali.[9]
    • Il gerbillo mangia un mix di pellet per roditori, semi, frutta, verdura e insetti. Tieni sempre un'ampia varietà di alimenti nella gabbia.[10] Assicurati inoltre di mettere un beverino con dell'acqua, in modo che il piccolo roditore non si disidrati;[11] ricorda però che questo animale è originario degli ambienti desertici, non aspettarti quindi che beva parecchio.
    • Acquista degli accessori per la gabbia che gli permettano di rosicchiare, nascondersi e soddisfare le proprie curiosità.[12]
    • Il gerbillo è un animale pulito e devi quindi garantire una dimora altrettanto pulita per assicurargli una vita sana e felice.[13]
  3. 3
    Porta a casa i tuoi piccoli amici. Compra un paio di giovani esemplari; se ne prendi uno solo, devi dedicargli maggiori attenzioni, soprattutto perché ha poche fonti di intrattenimento, valuta quindi di acquistarne due. Più sono giovani e maggiori probabilità ci sono di addestrarli con successo.
    • Non prenderli però quando hanno meno di 5 settimane, in modo che abbiano tempo sufficiente per restare con la madre e iniziare uno sviluppo sano.
    • Comprali possibilmente presso un allevatore rispettabile e qualificato, per avere maggiori garanzie che si tratti di esemplari sani e senza deformità dovute all'endogamia.[14]
    • Osservali con attenzione per assicurarti che si tratti di animali sani; la pelliccia deve essere completa e folta, gli occhi brillanti e luminosi, il naso pulito e i denti ben dritti;[15] se noti qualsiasi problema, chiedi dettagli all'allevatore o scegli un altro gerbillo dall'aspetto più sano.
  4. 4
    Concedi ai piccoli roditori di adattarsi al loro nuovo ambiente. Trasferire questi animali da un luogo all'altro può essere per loro un'esperienza piuttosto traumatica; anche se sei tentato di toglierli dalla gabbia per giocare, aspetta un po' di tempo affinché possano recuperare e ambientarsi al nuovo spazio circostante. Questo passaggio lento aiuta anche ad addestrarli in maniera più efficace.[16]
    • Il gerbillo ha bisogno di stare nella sua nuova dimora per un periodo che va da alcune ore ad alcuni giorni prima di essere maneggiato; in caso contrario, potrebbe essere troppo stressato per essere addomesticato.
  5. 5
    Prepara un piano. Sviluppa una programmazione che puoi rispettare in maniera costante, dato che questo processo richiede tempo e pazienza.[17] Organizzare un piano ti permette di considerare la personalità del gerbillo, oltre ad altri fattori che possono influire sul processo, per esempio se si tratta di un esemplare giovane o più anziano.
    • Fai in modo che l'addestramento sia un momento divertente per entrambi; anche una cosa semplice come correre sul tuo grembo può essere piacevole per il gerbillo.[18]
    • Quando imposti un piano di addestramento, non trascurare la personalità dell'animaletto; alcuni esemplari possono saltare sulle tue braccia in maniera spontanea, mentre altri hanno bisogno di tempo per abituarsi a te.[19]
    • Dato che si tratta di un processo che richiede costanza e tempo, stabilisci degli obiettivi a breve e lungo termine; puoi sviluppare un piano con risultati giornalieri, settimanali e mensili.
    • Per esempio, potresti prefiggerti di riuscire in una settimana a farlo salire sulle tue mani senza prima fargliele annusare. Predisponi quindi un piano di sette giorni per esporlo gradualmente al tuo odore e alla tua personalità; ricorda di organizzare delle sessioni brevi e valuta di offrirgli dei bocconcini per entusiasmarlo.[20].
    • È importante che tu possa dedicare del tempo per un periodo più lungo per addestrare l'animaletto; sappi che non si tratta di un processo istantaneo e richiede molta costanza.[21]

Parte 2
Addestrarlo

  1. 1
    Inizia ad addomesticarlo il prima possibile. Che sia ancora cucciolo o già adulto, con una guida adeguata il gerbillo risponde bene all'addestramento fin dall'inizio del vostro rapporto. Attieniti al piano che ti sei prefissato e che hai annotato per iscritto per "restare in carreggiata" durante il processo.
    • È possibile addestrare questo roditore a tutte le età.[22]
    • Se è già adulto, è importante non scoraggiarsi se il processo è più lungo; puoi iniziare con l'addestramento non appena il gerbillo entra a far parte della tua famiglia; devi solo considerare che probabilmente ci vorrà un po' più di tempo, impegno e pazienza da parte tua.[23]
    • Ricorda che si tratta di un animale intelligente e di un compagno fedele; con una comunicazione e comportamenti appropriati puoi addestrarlo a qualsiasi età.[24]
  2. 2
    Lavati le mani prima di maneggiarlo. Questo roditore è molto sensibile agli odori e devi assicurarti che le mani siano perfettamente pulite prima di pensare di toccarlo; tale accortezza lo aiuta a mantenere la calma ed è più probabile che voglia salire sulle tue mani per giocare.[25]
    • Non usare un sapone troppo profumato, per evitare di infastidirlo.
  3. 3
    Guadagnati la sua fiducia. Prima di pensare di prenderlo in mano spesso, devi fare in modo che si fidi di te; si tratta di un processo semplice che consiste nel mettere inizialmente una mano nella gabbia con una certa frequenza.
    • Metti spesso le mani nella gabbia per pulirla o per lasciare che l'animaletto le annusi; potrebbe decidere di salirci sopra, ma non sempre succede.[26]
    • Fagli capire che ti trovi nei paraggi prima di inserire una mano nella gabbia, per evitare che il gesto repentino lo spaventi.[27]
    • Per convincerlo a fidarsi di te può essere utile tenere alcuni semi nella mano quando la metti all'interno della gabbia.[28]
    • Ricorda di mantenere la calma, perché il gerbillo è in grado di percepire l'adrenalina attraverso il tuo sudore.[29]
  4. 4
    Prendilo in mano. Una volta ottenuta la sua fiducia, puoi iniziare ad afferrarlo spesso. Mantenendo la calma e maneggiandolo correttamente puoi tenerlo in mano per ore o lasciare che ti "esplori" per divertimento.[30]
    • Proprio come quando hai dovuto guadagnarti la sua fiducia, devi mantenere la calma e non farti prendere dal panico quando lo afferri.[31]
    • È molto importante maneggiarlo nella maniera appropriata per evitare che si spaventi o si faccia del male.[32]
    • Prendilo con entrambe le mani e tienilo in modo delicato e sicuro; puoi anche offrirgli dei semi per aiutarlo a prendere confidenza.[33]
    • Quando diventi più esperto, puoi anche afferrarlo con una mano, ma non prenderlo mai dalla coda, altrimenti potresti fargli del male.[34]
    • Mentre lo prendi fai in modo che dia le spalle alla gabbia; a volte questa accortezza calma gli animali piccoli, perché non vedono più il luogo in cui vorrebbero tornare (per sentirsi sicuri) e quindi non si agitano disperatamente nel tentativo di rientrare nella loro dimora.
    • Tieni presente che alcuni esemplari non amano essere trattenuti; se anche il tuo piccolo amico è timido, devi impegnarti per fargli capire che in realtà sei lì per prenderti cura di lui.[35]
  5. 5
    Fallo socializzare. Un aspetto importante dell'addestramento del gerbillo consiste nell'avvicinarlo ad altri suoi simili e alle persone; questo lo rende felice e a proprio agio in qualsiasi situazione ed è meno probabile che diventi aggressivo, oltre al fatto che facilita il processo di addestramento.
    • Può comportarsi in maniera aggressiva verso altri animali o persone, ma puoi prevenire tale atteggiamento grazie a una corretta socializzazione.[36]
    • Fai in modo che si senta a proprio agio vicino alle persone esponendolo a una situazione tranquilla e positiva con altri individui.[37] Chiedi a ogni persona nuova di lasciarsi annusare all'inizio, in maniera che l'animaletto si senta meno minacciato.[38]
    • Per farlo socializzare, toglilo dalla gabbia e concedigli di esplorare lo spazio circostante; è inoltre importante invitare altra gente in casa, affinché il gerbillo si senta a proprio agio anche con persone diverse che fanno visita alla famiglia.[39]
    • Fai in modo che ogni fase della socializzazione sia calma e positiva.[40]
    • Se stai introducendo due nuovi esemplari, mettili in uno spazio pulito e privo di odori; in questa maniera si abituano l'uno all'altro ed è meno probabile che manifestino comportamenti aggressivi.[41]
  6. 6
    Sii paziente e calmo con il piccolo roditore. La pazienza è l'aspetto più importante e più difficile di tutto il processo; se sei tranquillo e sereno, lo sarà anche il gerbillo.[42]
    • Hai anche maggiori probabilità di successo nell'addestramento se sei paziente; se fai in modo che il tempo che trascorrete insieme sia divertente per entrambi, ci sono maggiori probabilità che tu riesca a mantenere la calma.
    • Gli urli o le punizioni fisiche sono solo controproducenti e inducono l'animaletto ad avere paura di te e delle altre persone.[43]
  7. 7
    Usa il rinforzo positivo ed evita di punirlo fisicamente o di sgridarlo. Premiare i suoi comportamenti positivi è un aspetto fondamentale dell'addestramento; sii consapevole che il gerbillo può fare degli errori occasionali, ma in tali situazioni devi evitare rimproveri e punizioni.
    • Il rinforzo positivo lo addestra premiando le azioni che vuoi che lui ripeta, come salire sulle tue mani.[44]
    • Puoi ricompensarlo con dei bocconcini, come semi o frutta.[45]
  8. 8
    Reagisci prontamente ai suoi comportamenti. Potrebbe mordicchiarti casualmente o potrebbe non voler essere trattenuto; in questi casi, è importante saper reagire tempestivamente. Facendo questo, puoi rendere il processo più efficace e assicurarti che non abbia paura di te o di altre persone a causa di un rimprovero inadeguato.
    • Se lo punisci verbalmente o fisicamente, ottieni solo l'effetto opposto, lo spaventi e lo confondi, dissuadendolo dal farsi addomesticare.[46]
    • Per esempio, se ti mordicchia un po', pronuncia un deciso "No!" per fargli capire che questo è un comportamento inaccettabile.[47]
    • Non colpirlo mai e non soffiargli mai sul muso; inoltre, non inzupparlo con l'acqua; non solo si tratta di misure controproducenti quando vuoi addestrarlo, ma puoi anche provocargli gravi problemi di salute, come le convulsioni.[48]
  9. 9
    Divertiti con il tuo gerbillo! È una creatura dolce che può essere molto piacevole; dei momenti ludici con lui sono utili anche per addomesticarlo.

Consigli

  • Afferralo delicatamente e parlagli con un tono di voce delicato.
  • Non schiacciargli mai il corpo.
  • Non sollevarlo mai dalla coda.
  • Fai in modo possibilmente di tenerne in mano sempre due esemplari alla volta; ricorda che si sentono maggiormente a proprio agio quando stanno insieme.
  • Quando il gerbillo ha un buon comportamento, offrigli un bocconcino delizioso.
  • Evita di fare rumori forti o improvvisi quando sta dormendo, perché è molto probabile che si spaventi.
  • Non prenderlo in mano quando non vuole e non spaventarlo.

Fonti e Citazioni

  1. https://www.aspca.org/pet-care/small-pet-care/gerbil-care
  2. https://www.aspca.org/pet-care/small-pet-care/gerbil-care
  3. https://www.aspca.org/pet-care/small-pet-care/gerbil-care
Mostra altro ... (45)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Animali

In altre lingue:

English: Tame Your Gerbils, Español: domesticar a tus jerbos, Русский: приручить песчанок, Português: Domesticar o seu Gerbilo, Français: apprivoiser des gerbilles, Nederlands: Je gerbils tam maken, Bahasa Indonesia: Menjinakkan Gerbil, Deutsch: Rennmäuse zähmen

Questa pagina è stata letta 632 volte.

Hai trovato utile questo articolo?