Come Aerografare

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

In questo Articolo:PreparazioneIniziare a Usare l'AerografoRiferimenti

Il concetto di aerografo esiste fin dal neolitico, quando gli uomini spruzzavano con la bocca il succo delle bacche sulle pareti delle caverne per i dipinti rupestri. L’aerografo moderno è nato all’inizio del novecento e da allora è stato utilizzato da moltissimi artisti per creare opere d’arte sensazionali. Eccoti qualche consiglio su come iniziare a utilizzare un aerografo.

Parte 1
Preparazione

  1. 1
    Prepara i materiali. Lavorare al meglio con un aerografo richiede un po’ di cose. Controlla la sezione “Cose che ti serviranno” in fondo all'articolo e preparati. Metti la scheda di stampa a caldo sul cavalletto o sul tavolo, riempi il secchio d’acqua e disponi gli altri attrezzi in modo che siano facilmente accessibili.
  2. 2
    Conosci gli strumenti. Per usare bene l’aerografo è necessaria una certa conoscenza dei suoi componenti e di come questi contribuiscono all’effetto desiderato.
    • Gli aerografi sono di due tipi: ad azione singola e ad azione doppia. Quelli a doppia azione garantiscono un maggiore controllo, mentre quelli ad azione singola hanno meno parti mobili e sono più facili da pulire.
    • L’ugello è il punto in cui si mette l’ago. A seconda del progetto che hai in mente puoi usare aghi diversi.
    • La sorgente d’aria è quella che alimenta l’aerografo in modo da farlo spruzzare correttamente. La maggior parte dei lavori ha bisogno di una sorgente che fornisca aria a 100 P.S.I. costanti. Chiedi consiglio a un esperto per sapere qual è la pressione più adatta al progetto che hai in mente.
  3. 3
    Prepara la vernice. Utilizza i vasi e le ciotole del set del tuo aerografo per mescolare la vernice acrilica con un po’ d’acqua e ottenere una consistenza simile a quella dell’inchiostro. Se invece stai usando gli inchiostri non c’è bisogno di diluirli. Ricordati che puoi aggiungere acqua ma non toglierla, quindi mettine poche gocce per volta. Imparare a raggiungere la consistenza ideale richiede un po’ di pratica.
    • Ogni progetto richiede vernici diverse. A seconda della superficie che dovrai dipingere dovrai regolarti di conseguenza. Per fare un esempio, se devi dipingere dei tessuti avrai bisogno di una vernice morbida e flessibile, che non si rompa o si rovini coi lavaggi. Viceversa una vernice più dura è preferibile da utilizzare se devi dipingere una superficie metallica.
  4. 4
    Testa la vernice. Regola il cappuccio dell’aerografo in modo che l’ago non tocchi il tappo ma che ci sia spazio sufficiente per fare passare l'aria. Prova a spruzzare la vernice su della carta per fare delle prove della consistenza, fai pratica utilizzando la leva e il pulsante. Per un effetto più omogeneo tieni l’aerografo a circa 20 cm dalla superficie.
  5. 5
    Impara a controllare la nebulizzazione. Per nebulizzazione si intende quanto viene spruzzata finemente la vernice. A una pressione più alta corrisponde una nebulizzazione più fine.
    • Il tipo di vernice e la sua viscosità influiscono sulla nebulizzazione. Fai delle prove con vernici diverse e di diversa viscosità per trovare l’effetto che desideri.
    • Per lavori di precisione ti serviranno un ago più sottile e una vernice a bassa viscosità. Usa aria a bassa pressione per fare questo tipo di lavori (15-40 P.S.I.).
  6. 6
    Impara a pulire l’aerografo. Stacca ciotole o barattoli e immergi l’aerografo in un secchio. Ora fai passare dell’aria in modo che da lavare via la vernice. Cpsì eviterai che i colori si mischino all’interno dell’aerografo. Infine soffia via l’acqua dall’aerografo puntandolo contro uno straccio o della carta.

Parte 2
Iniziare a Usare l'Aerografo

  1. 1
    Fai un disegno preparatorio. Usa una matita per fare sulla tavola una bozza del lavoro che hai in mente. Cancella le linee superflue e cerca di alleggerire le linee indispensabili. Verifica che il disegno assomigli a quello che hai in mente.
  2. 2
    Inizia a lavorare sulla vernice. Quando dipingi cerca di lavorare con un colore alla volta e di partire dagli strati inferiori. In genere si fanno prima i colori chiari e poi quelli scuri e si riempiono prima le aree più grandi.
    • Copri le aree che non vuoi dipingere. Metti un frisket (un foglio di plastica col retro adesivo) sopra il disegno: taglia attorno alla zona che vuoi coprire con un coltello e togli la parte in più. Una volta finito, togli il frisket dalla zona coperta. Allo stesso scopo e per coprire zone particolari come bordi appuntiti puoi usare nastro adesivo e carta.
    • Usa un ago fino per i dettagli. Come già spiegato, per lavorare sui dettagli hai bisogno di una pressione minore (15-40 P.S.I).
  3. 3
    Sigilla la pittura. Una volta finito spruzza un fissante sulla vernice in modo da sigillarla.
    • Resta ad almeno un metro di distanza e spruzza con movimenti orizzontali facendo attenzione a non esagerare.
    • Lascia asciugare e poi se vuoi dai un’altra mano in senso verticale.
  4. 4
    Pulisci l’aerografo. L’aerografo va pulito appena hai finito di dipingere, in modo che la vernice non si secchi al suo interno e non si formino incrostazioni sull’ago. Per essere sicuro di pulire tutto smontalo facendo attenzione all’ago che è particolarmente fragile.
  5. 5
    Migliorati. Puoi cercare dei video online per imparare diverse tecniche di pittura. Se sei in una grande città tieni d’occhio gli artisti di strada che spesso si vedono nei luoghi maggiormente frequentati dai turisti. Osservare le tecniche degli altri è un modo per impararle e utilizzarle in seguito per creare il tuo stile personale.

Consigli

  • Un aerografo a doppia azione è consigliato perché ti permette di controllare separatamente la vernice e l’aria.
  • Se sei agli inizi e pensi che investire soldi in una sorgente d’aria di qualità sia un costo eccessivo puoi provare a noleggiare un contenitore di CO2 da chi si occupa di saldature e simili.

Avvertenze

  • Indossa una maschera o un respiratore antipolvere.
  • Quando lavori con l’aerografo assicurati di farlo in un luogo ben ventilato. In ogni caso è meglio lavorare all’aperto o in una stanza con molte finestre aperte.

Cose che ti Serviranno

  • Aerografo a doppia azione, inclusi tubi, ciotole e vasi.
  • Compressore, o tanica d’aria compressa
  • Spazio ventilato
  • Inchiostri o vernici acriliche
  • Straccio
  • Tavolo di stampa
  • Matita
  • Gomma per cancellare
  • Cutter
  • Cavalletto
  • Frisket (o carta e nastro adesivo)
  • Nastro
  • Carta
  • Fissante
  • Un secchio
  • Acqua
  • Maschera di protezione (facoltativa)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Pittura

In altre lingue:

English: Airbrush, Español: pintar con aerógrafo, Deutsch: Mit Airbrush malen, Português: Fazer Aerografia, Русский: наносить краску распылителем, Bahasa Indonesia: Menggunakan Airbrush, Français: peindre avec un aérographe

Questa pagina è stata letta 25 886 volte.
Hai trovato utile questo articolo?