Come Affrontare i Nonni Seccanti

In questo Articolo:Affrontare i Tuoi Nonni SeccantiAffrontare i Nonni dei Tuoi Figli8 Riferimenti

Conosciamo molto bene il detto “Non è possibile scegliersi i parenti”, ma è una frase comune per una ragione precisa. Nel bene o nel male ci ritroviamo a fare parte di una determinata famiglia con cui dobbiamo avere e mantenere i rapporti. Gestire i nonni – sia che si tratti dei nostri nonni o di quelli dei nostri figli, comporta delle difficoltà, ma vale la pena affrontare gli ostacoli in cambio dei potenziali vantaggi di un rapporto solido e amorevole. Nell’articolo che segue ti offriamo dei consigli su come i nipoti possono gestire meglio le seccature dei propri nonni e anche come i neogenitori possono destreggiarsi sotto lo sguardo vigile dei propri genitori.

1
Affrontare i Tuoi Nonni Seccanti

  1. 1
    Scopri che cosa intendi per “seccante”. Prima di affrontare qualsiasi problema, dobbiamo essere in grado di individuare la causa reale della nostra insoddisfazione. È troppo semplice farsi sopraffare dall’ira perché i nonni sono irritanti, ma che cosa ci disturba così tanto del loro comportamento?
    • Lamentarti con i tuoi nonni (o con chiunque altro disposto ad ascoltarti) del fatto che sono seccanti non risolverà il problema. Cerca di individuarne la causa: “Mi secca se la nonna mi tratta come un bambino di cinque anni quando vado a farle visita e non mi lascia guardare i film horror, sebbene abbia venticinque anni”.
    • Prima di stabilire come gestire la situazione e affrontare i tuoi nonni, concediti il tempo necessario per riflettere e mettere per iscritto i tuoi problemi.
  2. 2
    Valuta il punto di vista dei tuoi nonni. Quando bisogna affrontare qualsiasi tipo di conflitto interpersonale, è importante identificarsi con l’altra persona. Ciò significa che devi metterti nei loro panni e cercare di capire il loro punto di vista.
    • Cerca di scoprire il motivo per cui i tuoi nonni agiscono in un determinato modo. Potresti avere bisogno di un colloquio diretto con loro in cui esporre le tue lamentele, ma sarai più preparato se prima formulerai delle ipotesi plausibili per conto tuo.
    • La nonna non ti permette di vedere il tuo programma preferito durante le vacanze, ma pensi che forse lei potrebbe considerarlo raccapricciante?
    • È possibile che i tuoi nonni cerchino di controllare ciò che guardi perché ti considerano ancora il loro nipotino innocente di cinque anni e hanno soltanto un po’ di nostalgia?
    • Potresti essere seccato del fatto che i nonni ti chiamano un giorno sì e uno no, ma forse sentono la tua mancanza e avvertono la necessità di parlare con te più spesso?
  3. 3
    Approfondisci la conoscenza dei tuoi nonni. Hai un rapporto con loro ma potresti non conoscerli bene al di fuori di questo contesto. Supponendo che i tuoi nonni desiderano fare parte della tua vita, sapere il più possibile su di loro ti aiuterà a capirli come persone e a individuare la strada giusta per migliorare il vostro rapporto.
    • Prima di cominciare ad affrontare il tuo problema specifico (la tua frustrazione per il loro eccessivo coinvolgimento o per l’assenza nella tua vita, per esempio), parla con i tuoi nonni della loro vita e del rapporto con i loro nonni.
    • Rivolgi loro delle domande specifiche: “Con quale frequenza vedevate i vostri nonni?” “Erano severi oppure indulgenti?” “Che cosa vi sarebbe piaciuto fare mentre stavate insieme?”.
    • Potrebbe essere anche utile apprendere le differenze tra le generazioni. Se i tuoi nonni sono cresciuti durante il periodo della guerra, per esempio, ciò ti permetterà di capire il loro modo di vedere la vita.
  4. 4
    Trova gli interessi che vi accoumunano. Mentre cerchi di migliorare il vostro rapporto, sarebbe opportuno tenere a mente le caratteristiche e i valori che condividete.
    • Apprezzi lo strano senso dell’umorismo di tuo nonno? Ciò ti aiuterà a decidere quando e come affrontarlo per parlargli di quello che ti secca. Se tuo nonno reagisce bene all’umorismo, affrontare l’argomento con una barzelletta potrebbe funzionare.
    • Pensa anche a ciò per cui sei riconoscente nei loro confronti: sono sempre stati disponibili? Puoi chiamarli a mezzanotte quando hai la ruota a terra? Se la lealtà è molto importante per loro (e per te), riconoscerlo potrebbe aiutarti a capire la ragione delle loro abitudini più noiose oppure a passarci sopra.
  5. 5
    Valuta il tuo ruolo. È abbastanza raro che un problema sia unilaterale, pertanto è importante riflettere onestamente sul tuo comportamento per individuare eventuali atteggiamenti che hanno contribuito alla situazione.
    • Per esempio, è possibile che sebbene tu sia infastidito dal comportamento dei tuoi nonni che non ti trattano come un adulto e non ti permettono di rientrare tardi la sera, altre volte li costringi ad aspettarti come facevano loro quando tu eri più piccolo? Se così fosse, prendi atto dei messaggi contraddittori che invii.
    • È possibile che tu stia reagendo negativamente ai tuoi stessi tratti caratteriali che non apprezzi, perché li vedi riflessi nei tuoi nonni? Se così fosse, non è giusto criticarli perché non ricambiano le tue telefonate, per esempio, quando tu stesso hai dei precedenti poco allettanti.
    • Sei impaziente e ostile quando affronti i tuoi nonni? Forse pensi di riuscire a nascondere la tua noia molto bene, ma ricordati che il linguaggio del corpo, le espressioni facciali e il nostro tono di voce la dicono lunga.
    • I tuoi nonni probabilmente ti conoscono molto bene e sono ben consapevoli della tua frustrazione. Ciò potrebbe contribuire ad aumentare la tensione.
  6. 6
    Decidi ciò che sei disposto a tollerare. Ricordati che non bisogna combattere tutte le battaglie, e in realtà lo scontro continuo serve solo ad aumentare la tensione e la frustrazione generale.
    • Specialmente se non vedi i tuoi nonni regolarmente, scendere a compromessi per mantenere la pace, molto probabilmente non dovrebbe comportare molti sacrifici.
    • Forse aspetti da una settimana per vedere il tuo programma preferito, ma vale veramente la pena litigare se puoi registrarlo oppure guardarlo dopo sul cellulare o sul computer?
    • D’altro canto, mentre potresti decidere di vivere la tua vita non curandoti delle loro opinioni sul tuo modo di vestire, potresti non riuscire a tollerare i loro insulti e la loro ostilità nei confronti della tua partner.
    • La questione principale è decidere che cosa conta per te, sia in termini di scelte di vita, sia in termini di rapporti con i tuoi nonni.
  7. 7
    Discuti con i tuoi nonni. Dopo avere fatto del tuo meglio per capire le loro motivazioni, per trovare gli interessi comuni e per scoprire il tuo ruolo, è giunto il momento di parlare con loro.[1]
    • Assicurati di scegliere il luogo e il momento adatto. Se vanno a letto presto, decidere di parlare del loro atteggiamento arrogante nei confronti delle tue scelte in campo lavorativo proprio prima che vadano a letto, molto probabilmente non sarebbe opportuno.
    • Cerca di non usare un tono accusatorio. Anche se ti sembrano seccanti, non esordire dicendo “Nonna, sei talmente noiosa quando mi costringi a mangiare”.
    • Al contrario cerca di indorare la pillola dicendo: “Nonna io apprezzo che tu mi cucini i tuoi manicaretti quando vengo a trovarti, ma talvolta mi sento costretto ad abbuffarmi e mi sembra frustrante".
    • Nota anche che quando parli con i tuoi nonni sarebbe preferibile formulare il discorso mettendo l’accento su ciò che apprezzi di loro, anziché sul tuo bisogno di risolvere un problema.
    • Potresti cercare di rispondere ai loro commenti con altre domande. Se sei stanco delle loro continue domande sulla tua vita sentimentale, la prossima volta rispondi dicendo “Perché me lo chiedete?”. La loro risposta potrebbe sorprenderti, oppure potrebbero capire di essere stati invadenti.
  8. 8
    Consulta i tuoi genitori. Sebbene probabilmente sia meglio cercare di gestire da solo i tuoi problemi, a seconda della loro gravità oppure di quanto ti senta a tuo agio con i tuoi nonni, potresti chiedere l’appoggio dei tuoi genitori.
    • Se hanno un buon rapporto con i loro genitori o meno, sono comunque nella posizione di poterti aiutare a capire. Possono darti alcuni consigli su come affrontare i nonni oppure, se è necessario, discutere con loro al posto tuo.
    • Se decidi di sfogarti con i tuoi genitori oppure di farli parlare con i tuoi nonni, stai attento a non metterli in una situazione imbarazzante.
    • Se i tuoi nonni sono seccanti (e non malvagi o prepotenti) si tratta di un problema che una persona matura dovrebbe essere in grado di risolvere autonomamente. Uno dei compiti più importanti dei tuoi genitori è quello di proteggerti, ma non necessariamente dalle noie quotidiane della vita.
    • Naturalmente se i tuoi nonni sono malvagi, la situazione cambia radicalmente. Non siamo obbligati a frequentare le persone pericolose o dannose, anche se queste fanno parte della famiglia.

2
Affrontare i Nonni dei Tuoi Figli

  1. 1
    Valuta attentamente la situazione. Se sei un neogenitore, la tua vita è cambiata radicalmente, e stai ancora imparando a destreggiarti tra i differenti aspetti e le problematiche della tua nuova vita. Ricordati che anche i nonni dei tuoi figli stanno cercando di adattarsi al nuovo arrivato.
    • Prima di affrontarli in maniera aggressiva, cerca di capire se sei nel bel mezzo di un periodo di transizione. Pensi che con il tempo e la pazienza si risolverà tutto?
    • Se preferisci arginare il problema – per esempio non riesci a tollerare il fatto che si presentino continuamente senza preavviso – preparati un elenco degli atteggiamenti che ti disturbano.
  2. 2
    Valuta il punto di vista dei nonni. Se hai già letto il primo metodo riguardante il comportamento da assumere nei confronti dei propri nonni, noterai che molti passaggi sono simili ai precedenti. Anche se il tuo rapporto con i nonni dei tuoi figli per molti versi è differente dal rapporto tra nonni e nipoti, ci sono comunque degli aspetti comuni. Si tratta comunque di rapporti familiari e ogni volta in cui affrontiamo dei conflitti, è utile cercare prima di considerare il punto di vista dell’altra persona.
    • È abbastanza probabile che tu o il tuo partner dobbiate affrontare direttamente i nonni dei vostri figli, ma pensare al motivo per cui agiscono in un certo modo vi aiuterà ad affrontare meglio il discorso.
    • Per esempio potresti essere stanca delle continue domande di tua madre sull’alimentazione di tuo figlio (che tu potresti cogliere come critiche), ma è possibile che lei sia ansiosa a causa delle difficoltà che ha incontrato quando tu eri piccola?
    • Analogamente potresti essere stanca delle loro visite inattese, ma la tua prospettiva potrebbe cambiare se capisci che non sei stata molto brava a invitarli. Molto probabilmente i nonni sono semplicemente desiderosi di trascorrere del tempo con i loro adorati nipotini.
  3. 3
    Cerca di essere clemente nelle tue interpretazioni. Questo passaggio naturalmente dipende da quello precedente: stai facendo del tuo meglio per valutare il punto di vista dei nonni; se interpreti male le loro motivazioni, non approderai a niente.[2]
    • Potresti pensare che tua suocera stesse aspettando l’occasione giusta per dipingerti come una fallita, ecco perché continua a portarti da mangiare (pensa che tu sia incapace di provvedere alla tua famiglia?), ma non scartare la possibilità che stia semplicemente cercando di darti una mano.
    • Forse i tuoi genitori ti hanno telefonato o fatto visita raramente da quando sei tornata a casa con il piccolo, lasciandoti credere che non sono interessati al loro nipotino. Sebbene questa sia una possibilità, pensa anche che forse stanno cercando di lasciarti i tuoi spazi. Probabilmente stanno aspettando una tua prima mossa.
  4. 4
    Impara a conoscere meglio i nonni dei tuoi figli. Hai un rapporto con loro ma potresti non conoscere le esperienze vissute con i propri genitori o suoceri. Il loro comportamento attuale sicuramente dipende dalle loro esperienze in qualità di genitori, e potrebbero avere delle aspettative diverse sul proprio coinvolgimento nella vita dei tuoi figli.
    • Rivolgi loro delle domande specifiche sui loro rapporti con i propri genitori o suoceri: “Mamma, con quale frequenza la nonna veniva a trovarmi quando ero piccola? Le chiedevi molti consigli?”.
    • Analogamente rivolgi delle domande sul loro modo di allevare i figli: “Maria, Piero era schizzinoso nel mangiare quando era bambino? Come ti comportavi?”.
    • Imparare il più possibile sui nonni dei tuoi figli ti aiuterà a comprenderli come individui e a capire il sistema migliore per migliorare i vostri rapporti.
  5. 5
    Impara le differenze generazionali nella crescita dei bambini. Per te è alquanto difficile barcamenarti tra i consigli contradditori e mutevoli riguardanti la cura e la crescita dei bambini. Imparare come le aspettative sono cambiate (talvolta drasticamente) con il passare degli anni, ti aiuterà a comprendere l’atteggiamento dei nonni dei tuoi figli.
    • Potresti essere seccata per il fatto che tua suocera continua a ripeterti di introdurre la crema di riso nell’alimentazione di tuo figlio di appena alcune settimane, ma quando scoprirai che il suo pediatra le aveva consigliato di farlo, il suo comportamento ti sembrerà più comprensibile.
    • Analogamente la sindrome della morte improvvisa del lattante era poco conosciuta in passato e soltanto da pochi decenni ai genitori viene consigliato di mettere a dormire i bambini in posizione supina. Sebbene tu sia irremovibile su questo argomento, sapere che i nonni dei tuoi figli avevano ricevuto indicazioni completamente diverse ti aiuterà a capire come affrontare il discorso e a chiarire la tua presa di posizione.[3]
  6. 6
    Cerca di ottenere l’appoggio dei nonni dei tuoi figli. Anziché escluderli completamente oppure stabilire una serie di regole assolute e inflessibili, cerca degli argomenti su cui puoi chiedere i loro consigli e coinvolgerli.[4]
    • Potresti avere le tue ragioni per pretendere che il bambino si attenga a degli orari precisi per la nanna, ma prendi nota dell’abilità della nonna nel fare addormentare il piccolo in pochi minuti. Quando quest’ultimo dorme da lei, puoi chiederle di cullarlo per farlo addormentare alle sette in punto.
  7. 7
    Stabilisci che cosa sei disposta a tollerare. È importante che tu sia il più possibile elastica quando hai a che fare con i nonni dei tuoi figli. Naturalmente sorgeranno alcune discussioni, particolarmente a proposito della loro sicurezza, su cui sei intransigente, ma cerca di capire quali comportamenti da parte dei nonni sono soltanto semplici noie.[5][6]
    • Per esempio, sebbene sia importante che tuo figlio segua una dieta sana e bilanciata, un paio di dolcetti quando il nonno passa a trovarlo non rovineranno di certo il tuo duro lavoro.
    • D’altro canto, se sei convinta che il nonno non metterà il bambino nella culla in posizione supina senza cuscino e animali di peluche, non dovrai lasciarglielo in custodia all’ora della nanna o del pisolino.[7]
  8. 8
    Chiarisci le tue aspettative. È importante non aspettarsi che i nonni dei tuoi figli siano capaci di leggerti nel pensiero e sappiano che cosa vuoi da loro.
    • Ti sei impegnata per stabilire delle regole ben precise per tuo figlio, dopo aver svolto tantissime ricerche e aver consultato i pediatri. Quando i bambini sono sotto la loro custodia, assicurati di essere chiara e specifica sulle tue aspettative.
    • Allo stesso modo, sebbene tu desideri che i nonni dei tuoi figli siano parte integrante delle loro vite, per evitare che le loro visite siano troppo frequenti, sii chiara: “Mamma e papà, apprezziamo che voi passiate a trovarci, ma i giorni feriali sono alquanto frenetici. Potremmo riunirci il sabato o la domenica?”.[8]
  9. 9
    Ricordati il tuo compito principale nei confronti dei tuoi figli. Prima di tutto, sei tenuta a proteggerli. Se talvolta ritieni che siano danneggiati dal rapporto con chiunque, inclusi i loro nonni, devi prendere dei provvedimenti per proteggerli.
    • Non siamo obbligati ad avere legami con persone aggressive, solo perché fanno parte della nostra famiglia.
    • A parte tutto, il rapporto tra nonni e nipoti è basato sull’affetto e la stima.
    • Tocca a te permettere che i tuoi figli siano circondati da persone che li amano e proteggono; migliorare i tuoi rapporti con i loro nonni contribuirà a rafforzare il legame tra nonni e nipoti.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 20 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Famiglia

In altre lingue:

English: Cope With Annoying Grandparents, Português: Lidar com Avós Inconvenientes, Español: lidiar con abuelos fastidiosos, Deutsch: Mit nervigen Großeltern zurechtkommen, Français: supporter des grands parents ennuyeux, Bahasa Indonesia: Menghadapi Kakek dan Nenek yang Menyebalkan, Русский: вести себя с назойливыми бабушками и дедушками

Questa pagina è stata letta 3 111 volte.
Hai trovato utile questo articolo?