Come Affrontare l'Educazione Sessuale

Scritto in collaborazione con: Trudi Griffin, LPC

In questo Articolo:Comprendere l’Importanza dell’Educazione SessualeRaccogliere InformazioniSuperare l’Imbarazzo e l’Eccesso di Informazioni10 Riferimenti

Parlare di sesso può essere imbarazzante, specialmente per i ragazzi, gli adolescenti e i giovani. Ma una conoscenza adeguata della sessualità è fondamentale per la crescita personale. Fortunatamente ci sono molte strategie che possono contribuire a rendere un po’ più semplice questo aspetto talvolta delicato della tua formazione.

Parte 1
Comprendere l’Importanza dell’Educazione Sessuale

  1. 1
    Prendi atto che non sei l’unico a sentirti a disagio. L’imbarazzo è una reazione comune quando si affrontano argomenti incentrati sul sesso! Talvolta i ragazzi si fingono imbarazzati per nascondere la propria curiosità, in quanto vogliono evitare che i loro amici pensino che i discorsi a sfondo sessuale li facciano eccitare.[1] Ma qualsiasi reazione va bene!
    • Nella maggior parte delle culture il sesso è considerato un argomento personale e delicato, pertanto non è affrontato con la stessa apertura mentale con cui si affrontano altre tematiche, ma non permettere che ciò ti impedisca di rivolgere alcune importanti domande.
    • Gli psicologi e i sessuologi sanno come parlare con serenità di tali argomenti delicati, ma purtroppo in Italia per il momento non è previsto l’insegnamento dell’educazione sessuale nelle scuole, a parte singoli progetti che ogni realtà locale può decidere di adottare o meno.
  2. 2
    L’educazione sessuale prevede l’approccio a molte tematiche. Non si limita al discorso dei rapporti sessuali in sé, poiché comporta anche lo studio dell’apparato genitale maschile e femminile e la cura del proprio corpo.
    • Negli Stati Uniti, dove la maggior parte dei curricula di educazione sessuale è stabilita dal Ministero dell’Istruzione dei singoli Stati, i corsi tendono a ricoprire tematiche come la pubertà, l’anatomia, la salute, l’autostima e problemi sociali come la pressione dei coetanei e i rapporti violenti.
    • Un corso di educazione sessuale dovrebbe rispondere alle domande inerenti il ciclo mestruale (per le ragazze), spiegarti come comportarti se pensi di essere gay, come prevenire le infezioni e le malattie sessualmente trasmissibili, che cosa fare in caso di messaggi di testo sessualmente espliciti, come agire se sei l’unica vergine (o non vergine) nel tuo gruppo di amici, come affrontare un fidanzato che assume comportamenti violenti o manipolatori, e via dicendo.[2]
    • Potresti pensare che alcuni di questi argomenti non ti interessino, se per esempio hai già attraversato la fase della pubertà e hai superato con facilità tutti i cambiamenti e hai deciso di restare vergine per il momento. In tal caso l’educazione sessuale potrebbe sembrarti una perdita di tempo, ma è probabile che ci siano altri argomenti di cui ignori l’esistenza.
  3. 3
    Approfondisci le tue conoscenze sulla sessualità. Indipendentemente dal tuo punto di vista su questioni controverse quali la biologia della riproduzione, le unioni omosessuali, le malattie sessualmente trasmissibili e la gravidanza, sei un essere sessuale. È importante che tu conosca questo aspetto fondamentale di te stesso per crescere come un individuo con una visione sana di sé.
    • Anche se ti ritieni asessuato (cioè non sei interessato al sesso)[3], probabilmente nel corso della tua vita altre persone potrebbero farti delle avance, pertanto devi imparare come affrontare una società in cui la sessualità gioca un ruolo importante.
    • I corsi di salute e benessere sono meno impegnativi di quelli delle materie fondamentali come la matematica, le scienze, la storia o la letteratura e solitamente non richiedono lo svolgimento dei compiti a casa.
    • Potresti perfino divertirti!

Parte 2
Raccogliere Informazioni

  1. 1
    Aspetta finché non ti sentirai pronto. In linea di massima puoi aspettare di conoscere alcuni dettagli sulla sessualità finché non sarai spinto dalla curiosità e non ti sentirai pronto a cominciare ad approfondire l’argomento.
    • È giusto dire “Non penso di essere preparato per ricevere questo genere di informazioni” quando si tratta di educazione sessuale. Ci sono molti punti da acquisire ed elaborare, pertanto aspettare fino al momento in cui non ti senti pronto ad affrontare l’argomento è indice di maturità.
  2. 2
    Parlane con i tuoi genitori. Sebbene ti possa sembrare strano, essi ti amano, ti accettano e possono esserti di aiuto. Siediti accanto a loro e affrontate l’argomento della sessualità, dei cambiamenti del tuo corpo, dei problemi relazionali o di qualsiasi cosa ti venga in mente.[4]
    • Non limitarti al semplice “discorsetto”. Continuate a parlarne. Per imparare a conoscere e a gestire la propria sessualità è necessario un dialogo continuo.
    • Sfrutta tutte le opportunità per rivolgere loro alcune domande quando sorgono naturalmente. Non devi forzare il discorso. Potrebbe essere più semplice affrontare la questione se parlate di qualcosa che avete visto insieme in un talk show, in un film o durante il telegiornale, anziché chiedere espressamente: “Papà, che cosa significa omosessuale?”
    • Non dimenticare che i tuoi genitori hanno sempre saputo che sarebbe arrivato questo momento e si sono sempre chiesti come poter rispondere alle tue domande nella maniera più appropriata. Tuttavia potresti coglierli alla sprovvista, pertanto potrebbero aver bisogno di tempo per pensare a una risposta esauriente, senza subissarti di informazioni. Quindi, dai loro un po’ di tregua se ti sembrano imbarazzati!
  3. 3
    Rivolgi le tue domande a un adulto fidato del tuo stesso sesso. Forse la mamma non è la persona giusta a cui chiedere informazioni sui preservativi. In molti casi potrebbe essere meglio parlarne con un adulto di cui ti fidi, come un fratello maggiore, una zia, un cugino o un amico di famiglia. Assicurati soltanto che la persona con cui parli sia matura e che abbia a cuore i tuoi interessi.[5]
    • Comportati in maniera disinvolta. Parlare di sesso non deve trasformarsi in una questione di stato. Dovresti semplicemente dire: “Ho intenzione di rivolgerti alcune domande, puoi dedicarmi alcuni minuti il prossimo weekend?”. Se specifichi il motivo della tua richiesta (per esempio perché hai sentito parlare i tuoi amici di un determinato argomento oppure hai visto qualcosa su internet) offrirai loro l’opportunità di fornirti delle risposte più esaurienti.
    • Proprio come i tuoi genitori, talvolta anche altri adulti possono sentirsi a disagio nell’affrontare questo genere di conversazioni con i ragazzi o gli adolescenti, perché temono di fornire informazioni sbagliate o di darne più del dovuto. Se ti sembrano imbarazzati o colti alla sprovvista dalle tue domande, concedi loro il tempo necessario per riflettere sulle risposte e non preoccuparti troppo.[6]
  4. 4
    Svolgi delle ricerche su internet. A patto che tu sia prudente nella scelta dei siti, internet è una fonte straordinaria per ricercare alcuni argomenti che vorresti conoscere meglio.
    • Evita di fare delle ricerche inserendo parole chiave che facciano riferimento all’anatomia e al sesso: potresti accidentalmente imbatterti in siti sessualmente espliciti o pornografici, anziché informativi. Consulta siti affidabili come Wikipedia che, per esempio, mostra le immagini del corpo umano (sia maschile sia femminile) e spiega i termini poco chiari.
    • Assicurati che i tuoi genitori sappiano ciò che stai cercando. Ricorda sempre di essere sincero con loro e di fare in modo che sappiano perché lo stai facendo, per evitare problemi o situazioni imbarazzanti.
  5. 5
    Nel caso in cui la tua scuola organizzi un corso di sessuologia, frequentalo. È utile avvalersi del supporto di un professionista esperto che risponda alle tue domande, lontano dai tuoi genitori.
    • Se non hai l’opportunità di seguire un corso di educazione sessuale, rivolgiti allo psicologo della tua scuola. In alcuni casi potrebbe esserti di aiuto per risolvere in privato alcune questioni delicate.
  6. 6
    Rivolgiti al tuo medico. I medici sono professionisti specializzati che sono tenuti a rispettare la privacy. Non devi sentirti in imbarazzo con loro, perché hanno scelto una carriera che prevede la conoscenza approfondita del corpo umano. Nessuna domanda li può lasciare sbalorditi o sorpresi.
    • Puoi prepararti delle domande da rivolgere al tuo medico in occasione della visita di controllo annuale, oppure puoi fissare un appuntamento, se hai delle domande urgenti. Non esitare a mettere per iscritto le tue domande e, se ti senti imbarazzato a rivolgergliele direttamente, dalle all’infermiera prima che entri il dottore, affinché gliele mostri. In tal modo il medico potrà leggere le tue domande e riflettere sulle risposte prima di visitarti.
  7. 7
    Sappi che sull’eros non si finisce mai di imparare. Sorpreso? L’educazione sessuale comporta l’acquisizione costante di nuove informazioni sui rapporti interpersonali, sull’intimità e sul corpo umano. Con il passar del tempo imparerai come diventare un individuo sano e sicuro di te e quando sarai più grande anche le tue conoscenze dovranno aggiornarsi.[7]
    • Per esempio, da adolescente potresti porti delle domande sulla pubertà o avere dei problemi con la tua identità sessuale. Da adulto potresti non riuscire a concepire un bambino e così via. Non c’è un momento in cui saprai tutto come per magia, pertanto potresti iniziare a imparare da adesso.

Parte 3
Superare l’Imbarazzo e l’Eccesso di Informazioni

  1. 1
    Fingi finché non riesci. Talvolta l’imbarazzo è inevitabile, pertanto l’unica cosa che tu possa fare è fingere di non essere imbarazzato. Con il tempo e la pratica, questo modo di agire ti aiuterà a superare realmente il tuo imbarazzo.
    • Puoi anche cercare di superare il tuo imbarazzo con l’umorismo, per rendere l’atmosfera meno pesante. Questa è una strategia comune tra i giovani che acquisiscono informazioni sul sesso; se nominassi semplicemente la parola "pene" in una stanza di adolescenti, tutti inizierebbero a ridacchiare! Sembra che la risata sia una reazione naturale per cercare di superare l’imbarazzo. Pertanto non temere di ridere per alleviare la tensione.[8]
    • L’imbarazzo ti spinge a credere che tutti ti stiano guardando e giudicando.[9] Quando i giovani sentono parlare di sesso, è molto probabile che si sentano a disagio e strani. Nessuno ti giudica, perché forse si sente in imbarazzo come te!
  2. 2
    Impara come rispondere, se hai delle opinioni differenti. Ti potrebbe capitare di non essere d’accordo con qualcosa che ti dice un adulto, ma è giusto esporre le proprie idee.
    • Se hai l’impressione che un insegnante esprima delle idee discriminatorie o disdicevoli, comunicalo ai tuoi genitori, in modo tale che possano valutare se parlarne con il dirigente scolastico.
    • Altrimenti non esitare ad alzare la mano e a comunicare con garbo, ma con fermezza, che ci sono altre opinione valide sull’argomento. Prendi atto che è improbabile che tu riesca a cambiare l’opinione del tuo insegnante, ma almeno potrai condividere il tuo punto di vista con i tuoi compagni.
  3. 3
    Trova qualcuno con cui parlare. Se sei turbato da una serie di informazioni sul sesso o sul corpo umano, potresti sentirti in ansia, confuso o spaventato. Talvolta si hanno queste reazioni perché le informazioni non sono abbastanza accurate per comprendere il problema appieno. Se sei perplesso, preoccupato o disturbato per qualcosa che hai sentito, parla con qualcuno di cui ti fidi e che possa rassicurarti.
    • Valuta di parlare con I tuoi genitori o con un adulto fidato e comunicagli ciò che hai sentito o sperimentato e il motivo per cui ti senti turbato.[10]
    • Se continui a sentirti in ansia per questi problemi o con la tua sessualità, valuta di consultare uno psicoterapeuta o uno psicologo. Puoi cominciare affrontando i tuoi problemi con i tuoi genitori, con il tuo medico o con lo psicologo della scuola, chiedendo loro a chi potresti rivolgerti.

Consigli

  • Ricorda: noi esseri umani siamo tutti sulla stessa barca. Abbiamo degli organi riproduttivi e proviamo un certo imbarazzo nel parlare di sesso, ma fa parte del processo di crescita.
  • La pornografia è diversa dall’educazione sessuale. Riguarda le nostre fantasie erotiche e non ci fornisce informazioni utili.
  • Non compiere atti di cui non sei disposto a parlare. Se non ti senti a tuo agio, probabilmente non sei pronto a farlo.
  • Evita di chiedere informazioni sul sesso a persone della tua stessa età. È vero che spesso è più comodo parlare con i propri coetanei, ma questi solitamente hanno le stesse informazioni in tuo possesso. Devi parlare con qualcuno che abbia più esperienza.
  • I giovani spesso mentono sulle loro esperienze sessuali, sul proprio sviluppo e sulle scappatelle per sembrare più maturi o esperti agli occhi dei coetanei.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Trudi Griffin, LPC. Trudi Griffin lavora come Counselor Professionale Registrata nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Counseling Psicologico Clinico alla Marquette University nel 2011.

Categorie: Gioventù | Salute

In altre lingue:

English: Cope With Sex Education, Español: lidiar con la educación sexual, Русский: справиться с проблемами сексуального воспитания, Français: apprendre ce qu'est le sexe (pour les ados), Bahasa Indonesia: Menyikapi Pendidikan Seksual

Questa pagina è stata letta 9 672 volte.
Hai trovato utile questo articolo?