Scarica PDF Scarica PDF

Sebbene l'epistassi sia un disturbo piuttosto frequente nei bambini,[1] può però essere un'esperienza orribile per il bambino stesso e anche per i genitori. Impara il motivo per cui si verifica, come fermarla, come offrire conforto al bimbo e come prevenirla.

Parte 1
Parte 1 di 4:
Fermare il Sanguinamento

  1. 1
    Valuta la situazione. Se il sangue dal naso è dovuto a una caduta o a qualche altra lesione, assicurati che non ci siano altre ferite gravi, soprattutto se il bimbo è caduto sul volto o è stato colpito in faccia.
    • Se ha urtato qualcosa con il viso e oltre al sangue c'è anche gonfiore, devi portarlo dal pediatra quanto prima, perché potrebbe avere il naso rotto.
  2. 2
    Trasferiscilo nel luogo più adatto per gestire l'emorragia. Se è possibile, portalo in bagno (o in qualche stanza senza moquette, dato che il sangue può macchiarla). Se ti trovi in un luogo pubblico, è meglio allontanare il bambino dalla vista delle persone: potrebbe agitarsi vedendo la gente che lo fissa o alcune persone potrebbero svenire o avere dei malori alla vista del sangue.
  3. 3
    Metti il bimbo in una posizione appropriata. La testa deve trovarsi più in alto del cuore, per evitare di esercitare ulteriore pressione sul naso e aumentare la fuoriuscita di sangue;[2] per ottenere i risultati migliori, fallo sedere su una sedia o tienilo in grembo.
    • Se gli fai assumere una posizione reclinata, il sangue può scendere verso la gola, provocandogli nausea e vomito; è molto meglio se resta seduto con la schiena eretta.[3]
  4. 4
    Fagli sputare il sangue che entra in bocca. Prendi una vaschetta, un fazzoletto o metti il bimbo davanti al lavandino e invitalo a sputare il sangue con cautela. Per la maggior parte della gente, il sapore del sangue è sgradevole e se ne viene ingerito molto, può provocare il vomito.
  5. 5
    Aiuta il bimbo a chinarsi in avanti. Che si trovi su una sedia o sulle tue ginocchia, devi fare in modo che si rivolga in avanti un po' per ridurre il rischio che ingerisca il sangue.[4]
    • Se si trova sulla sedia, mettigli una mano sulla schiena e spingilo delicatamente in avanti;
    • Se è sulle tue ginocchia, fallo chinare in avanti, spingendolo con delicatezza.
  6. 6
    Pulisci tutto il sangue che vedi. Usa un fazzoletto, un asciugamano o qualche altro tessuto morbido e strofina via tutto il sangue visibile.
  7. 7
    Invita il bimbo a soffiare delicatamente il naso. Se è in grado, aiutalo a sbarazzarsi del fluido in eccesso presente nelle narici.
  8. 8
    Tienigli il naso chiuso per dieci minuti.[5] Usa le tue dita per pizzicargli le narici; fallo con delicatezza; se stringi troppo forte, puoi metterlo in difficoltà e se gli provochi qualche lesione, puoi aggravare la situazione.
    • Resisti alla tentazione di liberare il naso prima che siano trascorsi dieci minuti, perché potresti rompere il coagulo che si sta formando.
    • Fai attenzione a non coprirgli contemporaneamente la bocca: deve essere in grado di respirare liberamente.
    • Distrailo. In base alla sua età, potrebbe aver bisogno di alcune distrazioni mentre gli stai tenendo chiuso il naso; un'idea efficace è quella di fargli vedere il programma televisivo o il libro che preferisce.
  9. 9
    Controlla periodicamente l'emorragia. Una volta chiuso il naso per il tempo stabilito, verifica se sanguina ancora; in questo caso, continua a pizzicare le narici per altri dieci minuti.[6]
  10. 10
    Applica un impacco freddo. Se l'emorragia continua, metti qualcosa di freddo sulla radice del naso; in questo modo, i vasi sanguigni si restringono, riducendo il sanguinamento.[7]
  11. 11
    Lascialo riposare. Quando il naso non sanguina più, fai in modo che il bimbo si rilassi; invitalo a non toccare o soffiare il naso.
  12. 12
    Stabilisci se è necessario chiamare il pediatra. Se il bimbo è ferito, devi cercare immediate cure mediche; devi chiamare il dottore anche se si verifica una qualunque tra queste situazioni:[8]
    • Hai eseguito tutti i passaggi descritti finora, ma il sangue continua a uscire;
    • Il bimbo soffre di epistassi diverse volte a settimana;
    • Prova vertigini, debolezza o è pallido;
    • Ha iniziato da poco ad assumere un nuovo farmaco;
    • C'è il sospetto o la certezza che soffra di un disturbo della coagulazione;
    • Prova un forte mal di testa;
    • Presenta emorragie in altre parti del corpo – per esempio orecchie, bocca o gengive – oppure noti sangue nelle feci;
    • Ha degli inspiegabili lividi sul corpo.
  13. 13
    Pulisci l'area. Una volta che ti sei preso cura del bimbo, devi eliminare il sangue caduto su mobili, pavimento o ripiani, usando un disinfettante.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 4:
Confortare il Bambino

  1. 1
    Mantieni la calma. Nella maggior parte dei casi, non devi preoccuparti per un episodio di epistassi; se ti fai prendere dal panico senza motivo, puoi spaventare il bimbo e aggravare la situazione; cerca di mantenere la calma quanto più possibile.
    • Questa regola vale anche se hai la certezza che il sangue sia dovuto al fatto che il piccolo si è messo le dita nel naso. Questo non è il momento più adatto per arrabbiarti o indispettirti, né di rimproverarlo o metterlo in imbarazzo; mantieni la calma e gestisci il sanguinamento prima di valutarne la causa.
  2. 2
    Spiegagli cosa sta accadendo. Potrebbe essere spaventato soprattutto perché non comprende quello che sta succedendo; mantieni un tono di voce basso e calmo. Man mano che procedi con le varie fasi per fermare l'emorragia, spiegagli ciò che fai e perché.
  3. 3
    Rassicuralo fisicamente. Una volta fermato il sangue, manifestagli affetto, abbraccialo o coccolalo per confortarlo; spiegagli che sebbene il sangue dal naso possa essere spaventoso, non significa che stia per morire o che sia molto malato.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 4:
Capire la Causa

  1. 1
    Sappi che i comportamenti del bimbo aumentano le probabilità di epistassi. Il naso contiene molti vasi sanguigni sottili che si irritano facilmente se vengono colpiti o stuzzicati.[9] Dato che i bimbi sono molto curiosi e spesso impacciati, hanno maggiori probabilità di provocare l'epistassi; potrebbero infilare le dita o qualche piccolo oggetto nelle narici, spesso possono anche scivolare e cadere; sono tutti comportamenti che aumentano il rischio di emorragia dal naso.
  2. 2
    Tieni presente che dei raffreddori frequenti possono causare questo disturbo.[10] Quando il bimbo è raffreddato, tende a strofinare, soffiare o toccare ripetutamente il naso, irritando in questo modo le sensibili mucose interne.
  3. 3
    Considera che ci sono alcuni farmaci che possono innescare il problema. Se il bambino sta assumendo degli antistaminici sotto forma di spray nasale, corre rischi maggiori di soffrire di epistassi; questi farmaci seccano infatti le cavità nasali, rendendole più suscettibili a irritazioni e sanguinamento.[11]
  4. 4
    Valuta le condizioni climatiche. Il clima freddo e secco può innescare un maggior numero di episodi di epistassi;[12] questo problema è spesso aggravato dagli impianti di riscaldamento interni, che tendono ad asciugare le mucose nasali, che diventano quindi più sensibili e inclini al sanguinamento.
    Pubblicità

Parte 4
Parte 4 di 4:
Prevenzione

  1. 1
    Chiedi al pediatra se il disturbo può essere dovuto a un problema di coagulazione del sangue. Sebbene si tratti di una circostanza rara, l'epistassi del bambino potrebbe indicare una patologia che impedisce al sangue di coagulare correttamente.[13] Il medico potrebbe prescrivere degli accertamenti e verificare tale problema.
    • Nella maggior parte dei casi, i bambini con disturbi della coagulazione provengono da famiglie in cui alcuni membri soffrono della stessa patologia. Se tu, il tuo coniuge o altri familiari manifestate questo disturbo, devi parlarne subito con il pediatra; controlla anche se il bimbo presenta emorragie in altre aree del corpo o se si provoca dei lividi con molta facilità.
  2. 2
    Mantieni umidi i passaggi nasali del bambino. Se manifesta spesso episodi di epistassi, alla sera devi applicargli all'interno delle narici un prodotto umettante come la vaselina, per mantenere umide le cavità nasali; allo stesso scopo, puoi anche usare uno spray salino, delle gocce o un gel.[14]
    • Puoi anche accendere un umidificatore nella sua stanza; questo dispositivo evita che l'aria dell'ambiente si secchi eccessivamente, prevenendo possibili futuri episodi di sanguinamento.[15]
  3. 3
    Evita gli allergeni. Puoi impedire l'epistassi liberando la stanza del bambino dalla polvere e da altri allergeni[16] che possono seccare le mucose nasali e provocare questo disturbo. Tieni il bambino lontano dal fumo; se qualche membro della famiglia fuma, assicurati che vada all'aperto quando vuole accendere una sigaretta. Presta particolare attenzione alle moquette, alle tende e ai giocattoli di peluche, perché possono trattenere delle sostanze allergeniche.
  4. 4
    Taglia le unghie del bimbo. A questa età sono creature curiose e tendono a mettere spesso le dita nel naso; tenendo le unghie corte, ci sono meno possibilità che il naso possa sanguinare.[17]
  5. 5
    Presta attenzione all'alimentazione. Assicurati che il bimbo segua una dieta nutriente, con molti cibi sani e non lavorati industrialmente. Evita i dolcificanti artificiali, perché possono sopprimere il sistema immunitario; inserisci nella sua alimentazione cibi ricchi di grassi sani omega-3, che rafforzano le difese immunitarie e rendono più robusti i vasi sanguigni.[18]
    Pubblicità

Consigli

  • Evita di mettere un fazzoletto o qualunque altra cosa all'interno delle narici del bimbo con lo scopo di fermare l'emorragia; quando lo togli, puoi rompere il coagulo che si sta formando, facendo riprendere di conseguenza il sanguinamento.
  • Se ti senti a disagio all'idea di sporcarti le mani di sangue, valuta di indossare un paio di guanti di plastica sottile o in vinile mentre aiuti il bimbo; puoi trovarli nei principali supermercati vicino ai cerotti e agli altri prodotti di primo soccorso.
  • Il sangue può macchiare i vestiti, soprattutto se non lo risciacqui completamente prima che si secchi. Lava quanto prima gli indumenti che il bimbo ha sporcato e non usare i vestiti al posto del fazzoletto, a meno che non sia l'unica possibilità.
Pubblicità

Avvertenze

  • Fai attenzione al rischio di contrarre qualche malattia trasmissibile attraverso il sangue. Alcune patologie, come l'epatite A e B, l'HIV e molte altre possono essere trasmesse attraverso il contatto con il sangue. Se stai curando un bambino che non è tuo figlio e non conosci la sua storia clinica, assicurati di indossare i guanti, soprattutto se hai tagli o ferite aperte sulle mani.[19] È meglio prevenire che curare.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Mantenere il Naso Idratato per Prevenire l'EpistassiMantenere il Naso Idratato per Prevenire l'Epistassi
Far Scrocchiare la Parte Bassa della Schiena
Trattenere la PipìTrattenere la Pipì
Scrocchiarsi la Schiena AltaScrocchiarsi la Schiena Alta
Riconoscere i Sintomi dell'HIVRiconoscere i Sintomi dell'HIV
Rallentare il tuo Battito Cardiaco
Controllare i LinfonodiControllare i Linfonodi
Rimuovere una Cisti SebaceaRimuovere una Cisti Sebacea
Riconoscere i Sintomi della LeucemiaRiconoscere i Sintomi della Leucemia
Curare un Dito Insaccato
Liberarsi di un'Unghia IncarnitaLiberarsi di un'Unghia Incarnita
Liberarsi Velocemente delle EmorroidiLiberarsi Velocemente delle Emorroidi
Camminare con una StampellaCamminare con una Stampella
Trattare il Mal di Gola dopo aver VomitatoTrattare il Mal di Gola dopo aver Vomitato
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Laura Marusinec, MD
Co-redatto da:
Dottoressa in Medicina
Questo articolo è stato co-redatto da Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995. Questo articolo è stato visualizzato 3 625 volte
Questa pagina è stata letta 3 625 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità