Avere mestruazioni abbondanti non deve essere motivo di imbarazzo, ma è certamente fastidioso; una volta imparato a gestirle, ti sentirai molto meglio e più a tuo agio durante "quei giorni".

Parte 1 di 4:
Confrontare Problemi Medici

  1. 1
    Esamina il ciclo mestruale con il ginecologo. Se hai mestruazioni abbondanti che creano disagio, devi parlarne con il medico per trovare dei modi per migliorare la situazione. Se sono appropriati per te, può prescriverti dei farmaci (solitamente la pillola anticoncezionale) per rendere il flusso mestruale meno abbondante. Quando ti rechi al suo ambulatorio per l'appuntamento, devi essere preparata per descrivergli la frequenza dei cicli mestruali, la loro durata e quanti assorbenti o tamponi devi usare al giorno.
    • Per il tuo problema potrebbe essere utile a volte inserire lo IUD (il dispositivo ormonale intrauterino conosciuto come spirale), sebbene dipenda dal modello, dato che quello non ormonale potrebbe in realtà aumentare il sanguinamento.[1]
  2. 2
    Sottoponiti a un esame del sangue per controllare l'equilibrio ormonale. A volte, le mestruazioni abbondanti possono essere causate proprio da uno squilibrio negli ormoni; se questo rappresenta un grave problema per te, chiedi al ginecologo di sottoporti a degli accertamenti tramite un semplice prelievo ematico. Il medico può prescriverti dei farmaci, che consistono in genere nella pillola contraccettiva, per regolare tale squilibrio.[2]
  3. 3
    Monitora il possibile sviluppo di tessuto uterino se lamenti mestruazioni abbondanti. I polipi e i fibromi uterini sono neoformazioni benigne (non cancerose) che possono crescere e provocare forti emorragie; solitamente, si manifestano nelle donne di 20-30 anni. Se in passato hai sempre avuto mestruazioni regolari che ora iniziano a farsi particolarmente abbondanti, chiedi al medico se la causa può essere attribuibile a tali tessuti.[3]
    • Un'altra possibile causa del tuo problema potrebbe essere l'adenomiosi, una malattia che provoca forti emorragie e crampi dolorosi. Chiedi al medico se può essere responsabile del tuo disagio se sei una donna di mezza età e hai avuto figli - le circostanze in cui è più probabile lo sviluppo di tale patologia.
  4. 4
    Valuta se soffri di altre possibili patologie che possono essere le responsabili del sanguinamento. È possibile che alcune donne abbiano semplicemente flussi mestruali più abbondanti di altre; tuttavia, in alcuni casi potrebbe esserci una malattia di fondo a causare tale disturbo, che può essere diagnosticata con un esame fisico, un'ecografia, una biopsia o altre procedure. Se vuoi risalire all'origine del problema, collabora con il medico per escludere le seguenti possibili cause:[4]
    • Disturbo emorragico di origine genetica; in questo caso, potresti manifestare una generale propensione al sanguinamento oltre alle mestruazioni abbondanti;
    • Endometriosi;
    • Malattia infiammatoria pelvica;
    • Disfunzioni della tiroide;
    • Problemi renali o epatici;
    • Cancro di utero, cervice o di ovaie (raramente).
  5. 5
    Verifica se sei anemica. Se hai effettivamente flussi mestruali abbondanti, potresti sviluppare l'anemia a causa di una carenza di ferro che si verifica quando perdi talmente tanto sangue da esaurire il minerale presente nell'organismo; potresti sentirti stanca o affaticata, oltre a manifestare pallore cutaneo, piaghe sulla lingua, mal di testa o vertigini e anche tachicardia. Se pensi di essere anemica, vai dal medico per controllare i livelli ematici di ferro.[5]
    • Contrasta la perdita di sangue prendendo dei multivitaminici che contengano anche ferro oppure chiedi al medico se puoi prendere integratori specifici.
    • Può inoltre esserti di aiuto mangiare alimenti che ne sono ricchi, come carne rossa, frutti di mare, spinaci, cereali e pane fortificati.[6]
    • Assumi una sufficiente quantità di vitamina C per aumentare la quantità di ferro assorbita dall'organismo; mangia alimenti come arance, broccoli, verdure a foglia e pomodori.
    • Se provi vertigini o ti accorgi che il cuore batte eccessivamente ogni volta che ti alzi in piedi, significa che hai una volemia ridotta; bevi più liquidi, incluso qualcosa di salato, come succo di pomodoro o un brodo salato.[7]
  6. 6
    Vai dal ginecologo se non hai le mestruazioni, se queste sono irregolari o estremamente abbondanti. Si possono definire esageratamente abbondanti quando arrivi al punto da impregnare 9-12 tamponi o assorbenti durante tutto il ciclo mestruale.[8] Il flusso mestruale può variare per intensità e caratteristiche, ma in presenza di alcuni sintomi non dovresti indugiare e rivolgerti invece al medico di famiglia o al ginecologo, in particolare se presenti i seguenti problemi:[9]
    • Salti un ciclo mestruale, ma sei sempre stata regolare fino ad ora;
    • Le mestruazioni durano più di 7 giorni;
    • Il sanguinamento è talmente abbondante da dover cambiare assorbenti o tamponi con una frequenza maggiore di 1-2 ore;
    • Soffri di crampi debilitanti;
    • Il ciclo mestruale è diventato irregolare quando prima non lo era;
    • Presenti del sanguinamento tra due mestruazioni consecutive.
  7. 7
    Cerca cure mediche d'emergenza se manifesti i sintomi della sindrome da shock tossico (TSS). Assicurati di cambiare i tamponi almeno ogni otto ore; se ne lasci uno in vagina per un periodo superiore, incrementi il rischio di infezioni o di soffrire di questa sindrome. La TSS può essere un grave problema di salute, recati quindi immediatamente in ospedale o fatti visitare dal medico se stai usando i tamponi interni e presenti i seguenti sintomi:[10]
    • Cefalea;
    • Febbre improvvisa;
    • Vomito o diarrea;
    • Sfogo cutaneo come un'ustione solare su mani o piedi;
    • Dolenzia muscolare;
    • Stato confusionale;
    • Convulsioni.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Sentirsi Maggiormente Sicura e a proprio Agio

  1. 1
    Tieni traccia delle mestruazioni. Annota su carta la data in cui iniziano, quanto sono abbondanti ogni giorno, quando finiscono e come ti senti quotidianamente. Questa registrazione ti aiuta a prevedere quando potrà manifestarsi il prossimo flusso e a prepararti di conseguenza. Il ciclo femminile dura mediamente 28 giorni, sebbene possa variare da una donna all'altra; può infatti durare da 21 a 35 giorni in una donna adulta oppure da 21 fino a 45 nelle adolescenti.[11] Prendi nota degli ultimi tre mesi per capire quanti giorni trascorrono dall'inizio di una mestruazione a quella successiva e calcola la media per avere un'idea di quando aspettarti il prossimo flusso.
    • Potrebbe essere necessario un po' di tempo per regolarizzare il ciclo - i primi mesi o anche i primi anni dal menarca potrebbero non essere molto costanti.
    • Può essere utile mostrare l'annotazione delle mestruazioni al medico o al ginecologo se decidi di discutere con lui questo tuo problema.
  2. 2
    Porta con te tutti gli accessori utili per un giorno. Metti in borsetta o nello zaino una quantità di assorbenti o tamponi sufficienti per tutta la giornata; è probabile che avrai più accessori di quanti ne possano avere altre donne, dato che le mestruazioni abbondanti richiedono una protezione maggiore. Quando devi cambiare l'assorbente, scusati con i presenti e vai in bagno - a quel punto hai già con te il necessario.
    • Se le persone ti chiedono perché continui a recarti ai servizi, puoi semplicemente dire che in precedenza hai bevuto molta acqua oppure che non ti senti molto bene o altre cose piuttosto vaghe.
  3. 3
    Nascondi ulteriori assorbenti in diversi luoghi segreti. Tieni altri tamponi, assorbenti o salvaslip in auto, nell'armadietto della scuola, in borsa o in qualche tasca dello zaino; se ne hai diversi sparsi un po' ovunque, è poco probabile che tu ti possa ritrovare senza, anche se hai un flusso abbondante.[12]
    • Puoi anche procurarti un piccolo kit da viaggio in cui riporre un paio di assorbenti o tamponi, qualche compressa di ibuprofene per i crampi e anche un paio di mutandine di scorta, per ogni evenienza.
    • Se hai spazio limitato, tieni solo uno o due assorbenti in qualche angolo nascosto; non occupano molto volume e hai perlomeno autonomia per alcune ore.
    • Se ti capita di finire la scorta, sappi che nei bagni di molte scuole e di varie aziende ci sono i distributori automatici che vendono assorbenti a buon prezzo. Potresti anche rivolgerti all'infermeria scolastica e chiedere che ti forniscano quanto ti serve; inoltre, alcune scuole mettono a disposizione gratuitamente assorbenti e tamponi.[13]
  4. 4
    Gestisci i crampi con farmaci da banco. È piuttosto frequente che le ragazze con mestruazioni abbondanti abbiano crampi dolorosi, è quindi appropriato alleviare il disagio prendendo qualche antidolorifico in libera vendita; l'ibuprofene (Brufen, Moment), il paracetamolo (Tachipirina) e il naprossene (Momendol) possono ridurre la sofferenza. Inizia ad assumerli quando cominci a manifestare i primi sintomi e prendili regolarmente per due o tre giorni o fino a quando i crampi non spariscono.[14]
    • Se soffri regolarmente di crampi addominali, puoi iniziare la terapia farmacologica preventiva, non appena cominciano le mestruazioni.
    • Se presenti crampi particolarmente dolorosi, il medico può prescriverti antidolorifici più forti, come Lysalgo (acido mefenamico).
    • Prendi i farmaci solo dietro le direttive del medico e attenendoti al bugiardino; parla con il dottore prima di assumere qualsiasi medicina se hai problemi di salute.
  5. 5
    Tratta i crampi con rimedi naturali. Se non vuoi assumere farmaci per lenire il disagio, puoi provare delle soluzioni alternative e meno invasive. Fai una doccia calda o riempi la borsa dell'acqua calda e appoggiala sull'addome; distraiti con un buon libro o qualche cruciverba per tenere la mente occupata e non pensare al malessere, tieni anche le gambe sollevate e riposa. Ecco alcune altre idee per minimizzare i crampi in maniera naturale:[15]
    • Fai una passeggiata o un po' di attività fisica leggera, come lo yoga;
    • Medita per ridurre lo stress;
    • Evita la caffeina.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Mantenere una Corretta Igiene

  1. 1
    Cambia spesso gli assorbenti. Mediamente, con un flusso mestruale normale è necessario cambiarne 3-6 al giorno, ma se il tuo è abbondante, dovrai sostituirli ogni 3-4 ore o anche più spesso. Con il tempo impari a conoscere le tue mestruazioni e a capire la frequenza con cui cambiare i prodotti igienici.
  2. 2
    Impara a utilizzarne diversi. A volte, usare gli assorbenti esterni quando hai un flusso abbondante può farti sentire nervosa o anche sporca. Nessuno è in grado di capire se stai o meno usando un assorbente, ma se questo accessorio ti fa sentire a disagio, puoi provare altri metodi. Puoi utilizzare i tamponi interni o la coppetta mestruale, che ti permettono di sentirti asciutta durante tutto il giorno e anche più a tuo agio, se sei una persona dinamica. Se cambi il tampone con regolarità, puoi persino nuotare nei giorni in cui il flusso è piuttosto abbondante.
    • Valuta di usare la coppetta mestruale. Alcune di queste hanno una capacità di trattenere il flusso migliore degli assorbenti (interni o esterni) e non c'è bisogno di portare con te dei ricambi durante il giorno.
    • Molte ragazze hanno difficoltà a usare i tamponi e la coppetta all'inizio, non devi quindi sentirti a disagio se ti accorgi che è complicato anche per te. Chiedi alla mamma, ad altre parenti, amiche o anche al medico che ti diano consigli su come procedere.
  3. 3
    Usa gli assorbenti adatti per il tuo flusso. I tamponi e gli assorbenti sono disponibili in diverse misure e capacità di assorbenza; assicurati di mettere il modello adatto per il livello di flusso che presenti. I tamponi "super" e gli assorbenti "per la notte" offrono maggiore protezione per i vestiti e la biancheria. Se non ne hai di adatti per la notte - che di solito sono più lunghi e spessi - puoi indossarne due quando ti corichi, uno un po' più in avanti e l'altro indietro sulla biancheria intima.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Affrontare gli "Incidenti"

  1. 1
    Mantieni la calma quando ti sporchi. A volte può succedere, si tratta di un incidente che interessa quasi tutte le donne, prima o poi. Se durante la notte macchi le lenzuola, risciacquale con acqua fredda e mettile subito in lavatrice; se sporchi la biancheria intima, puoi tentare di lavarla (separatamente o con i colori scuri) oppure semplicemente buttarla via a fine giornata. La situazione peggiore che può capitare è di sporcare i pantaloni o la gonna - in questo caso, fai del tuo meglio per superare la giornata, legando un maglione attorno alla vita o, se ti è possibile, andando a casa prima.[16] Fai quindi la doccia, cambiati e continua la giornata senza stress.
    • Parla dello spiacevole episodio con qualche persona di cui ti fidi. Ricorda che metà della popolazione mondiale affronta le mestruazioni - è probabile quindi che una donna che conosci abbia già avuto un "incidente" come il tuo; non devi vergognarti o sentirti in imbarazzo a parlarne e descrivere come ti senti.
  2. 2
    Indossa indumenti e biancheria intima di colore scuro durante le mestruazioni. Se hai già vissuto qualche situazione in cui ti sei sporcata per il flusso mestruale, devi essere pronta nel caso accadesse di nuovo. Durante i giorni delle mestruazioni dovresti indossare capi d'abbigliamento scuri, mutandine incluse, in modo che non si vedano le macchie. Puoi anche decidere di prendere un set di biancheria intima nera da indossare solo durante il ciclo mestruale.[17]
  3. 3
    Raddoppia i prodotti per l'igiene intima. Usare più di un tipo di assorbente può minimizzare in modo efficace il rischio di perdite. Se a volte il flusso supera la capacità di assorbenza del tampone, puoi decidere di indossare contestualmente un salvaslip o un assorbente esterno; in questo modo, hai maggiore sicurezza e protezione nel caso non riuscissi a cambiare il tampone in tempo.
    • Puoi anche indossare biancheria intima specifica per mestruazioni, come le mutandine assorbenti Thinx che rappresentano una buona protezione quando usi la coppetta o il tampone. Questo tipo di biancheria è realizzato per trattenere il sangue al suo interno e puoi in seguito lavarlo e riutilizzarlo; è in grado di trattenere la stessa quantità di flusso che metà, due o tre tamponi possono assorbire, in base al modello; puoi acquistare questo prodotto online o nei negozi specializzati di biancheria intima.
  4. 4
    Sii sempre molto attenta. Abituati a controllare "la situazione" ogni ora o due. Fai una rapida visita al bagno tra una lezione e l'altra o non appena hai una pausa al lavoro. Ispeziona la biancheria intima e l'assorbente o prova ad asciugarti se stai usando il tampone; se noti del sangue sulla carta igienica dopo aver urinato, significa che l'assorbente interno è intriso e devi cambiarlo.
  5. 5
    Proteggi la biancheria da letto con degli asciugamani. Metti un panno di colore scuro sulle lenzuola per proteggerle, insieme al materasso, da possibili perdite mentre dormi; durante la notte puoi anche indossare gli assorbenti extra lunghi con le ali, che offrono maggiore sicurezza.
    Pubblicità

Consigli

  • Se usi i tamponi, potresti a volte lamentare dolenzia nell'area genitale. Tale disagio è dovuto in genere alla rimozione prematura dei tamponi stessi, quando sono ancora troppo asciutti o, se hai un sanguinamento abbondante, al fatto di cambiarli troppo spesso durante il giorno. Se tale malessere è invalidante, interrompi l'uso degli assorbenti interni e usa invece quelli esterni per alcune ore; inoltre, usare questi ultimi durante la notte invece dei tamponi può essere un ottimo modo per far "riposare" la vagina.
  • Parla con qualcuno di cui ti fidi in merito al tuo problema. Se ti senti a tuo agio con un'amica, dille dei tuoi cicli mestruali abbondanti e delle tue emozioni in merito, puoi parlarne con tua madre o con una parente più matura - entrambe potrebbero aver già affrontato il tuo stesso problema.

Pubblicità

Avvertenze

  • Diffida dei prodotti per l'igiene intima che contengono profumi; la maggior parte dei medici consiglia di evitarli perché possono irritare la vagina o causare infezioni.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Pulire l'Ombelico

Come

Mantenere il Buon Odore della Vagina

Come

Far Cessare il Ciclo Mestruale

Come

Radere i Peli Pubici

Come

Lavare la Tua Vagina

Come

Usare un Bidet

Come

Fare un Lavaggio per l'Igiene Femminile

Come

Inserire un Assorbente Interno per la Prima Volta

Come

Affrontare l'Odore delle Mestruazioni

Come

Creare un Gel Igienizzante per le Mani

Come

Fare la Doccia dopo un Intervento Chirurgico

Come

Rimuovere il Peperoncino dalle Mani

Come

Fare la Doccia

Come

Eseguire un Trattamento per la Pediculosi con l'Aceto
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Sarah Gehrke, RN, MS
Co-redatto da:
Sarah Gehrke, RN, MS
Infermiera Registrata
Questo articolo è stato co-redatto da Sarah Gehrke, RN, MS. Sarah Gehrke lavora come Infermiera Registrata in Texas. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche alla University of Phoenix nel 2013. Questo articolo è stato visualizzato 28 247 volte
Questa pagina è stata letta 28 247 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità