Come Affrontare un Abuso Emotivo

2 Metodi:Affrontare la Situazione AttualeMettere Fine alla Relazione

Un abuso emotivo si manifesta quando si dicono delle parole o si fanno delle azioni in maniera costante e prolungata per ferire intenzionalmente i sentimenti di una persona [1]. Battibecchi, prese in giro, offese o altri comportamenti negativi possono capitare in qualsiasi relazione, ed entro certi limiti sono anche normali. Tuttavia, un comportamento che infligge regolarmente dolore emotivo può a mano a mano trasformarsi in una relazione fondata sull'abuso. Se stai con una persona che ti fa sentire di non valere niente, ti offende, ti abbatte, ti minaccia o ti intimidisce, oppure hai paura che ti lasci, è altamente probabile che si tratti di un rapporto negativo [2]. Ti trovi in una situazione del genere? Il primo passo da fare è riconoscere che non puoi cambiare questa persona, quindi è meglio cercare aiuto e mettere fine alla relazione.

1
Affrontare la Situazione Attuale

  1. 1
    Impara a riconoscere i segnali dell'abuso emotivo. L'abuso emotivo ha l'obiettivo di farti sentire piccolo e di privarti della tua indipendenza e della tua autostima. L'altra persona ti fa sentire isolato, si serve dell'intimidazione o cerca di controllarti. Pur non usando la forza fisica, potrebbe minacciare di farlo [3].
    • Potrebbe limitare la tua libertà (non permetterti di frequentare alcune persone o insistere per sapere dove vai), rifiutarti (fingere che tu non esista, incolparti per cose di cui non hai la colpa) o sminuirti insultando te, la tua famiglia o la tua carriera [4].
    • Gli schemi di abuso emotivo possono interessare anche l'ambito economico. Per esempio, l'altra persona può tenere sotto controllo le tue finanze, costringendoti a spiegarle come spendi ogni singolo centesimo, impedendoti di avere in mano del denaro o limitando le tue spese [5].
    • Si parla di abuso emotivo anche quando una persona cerca di controllare il tempo del proprio partner, insiste per tenere sotto controllo il suo cellulare e le sue e-mail, limita i contatti che ha con la sua famiglia.
  2. 2
    Conosci i tuoi diritti. Hai il diritto di essere trattato con rispetto affinché la tua relazione possa definirsi equilibrata. Hai il diritto di cambiare idea e/o chiudere il rapporto se non dovesse più renderti felice. Hai il diritto di avere le tue opinioni, anche se l'altra persona dovesse essere in disaccordo. Hai il diritto di ricevere una risposta chiara e onesta quando poni una domanda importante. Hai il diritto di dire di no se non vuoi avere un rapporto sessuale [6].
    • Questi sono i tuoi diritti: non lasciare che il tuo partner ti convinca del contrario.
  3. 3
    Ricorda che non puoi cambiare l'altra persona. Non è tua responsabilità far capire al tuo partner che ti sta facendo del male. Le persone che abusano degli altri non cambiano quando ricevono compassione, cambiano quando imparano a comportarsi con compassione [7].
    • Non gli farai alcun favore continuando a stare insieme a lui. Forse pensi di essere l'unica a capirlo, o che il tuo partner in fondo sia una brava persona, ma non minimizzare il dolore che ti arreca. Non è eroico stare con qualcuno che ti manca di rispetto.
  4. 4
    Non rivalerti. Le persone che abusano degli altri sono esperte nell'arte della manipolazione e potrebbero provocarti al punto da farti crollare, per poi incolparti di tutto. Non rivalerti per le offese, gli insulti o le minacce. Può essere difficile trattenere la propria rabbia, ma ricorda che è una trappola e che potresti essere tu a soffrirne le conseguenze [8].
    • Mai rispondere con la forza fisica, anche se dovessi essere provocata. Cerca di controllare gli impulsi allontanandoti, respirando profondamente o mettendo fine alla discussione.
  5. 5
    Riconosci i rischi a lungo termine comportati da una relazione del genere. Un rapporto fondato sull'abuso può incidere sulla comparsa di disturbi come emicranie, artrite, dolori generali, problemi di salute mentale (quali depressione, disturbo post-traumatico da stress, ansia, uso o abuso di alcool o droghe), problemi di salute sessuale (come maggiore rischio di infezioni sessualmente trasmissibili e gravidanze indesiderate) [9].
  6. 6
    Cerca aiuto. Confidati con amici e familiari e chiedi il loro appoggio. Spiega che cosa sta succedendo e che hai bisogno di supporto per liberarti da questa situazione. Probabilmente saranno disposti ad aiutarti come meglio potranno.
    • Puoi creare un segnale per avvertirli quando hai bisogno di aiuto, come un messaggio in codice [10]. "Per cena preparerò le lasagne" può essere un messaggio in codice per dire in realtà: "Sono nei guai e ho bisogno del tuo aiuto".
    • Rivolgiti ad amici, parenti, vicini, leader spirituali o chiunque altro sia in grado di darti una mano.

2
Mettere Fine alla Relazione

  1. 1
    Cerca di capire quando arriva il momento di andare via. Capita che una relazione sia semplicemente sbagliata e impossibile da migliorare. Fai di tutto per comprendere il prima possibile se vale la pena salvare il rapporto o meno, per il tuo bene e per il bene della tua salute mentale. Ricorda che difficilmente l'altra persona cambierà [11].
    • Non aggrapparti alla relazione perché hai paura di mollare la presa. Ricorda tutto il dolore che ti ha arrecato questa persona, e che per te è meglio chiudere. Può essere difficile immaginare la tua vita senza questo rapporto, ma ti meriti di essere trattata con più rispetto.
    • Mai lasciare che l'abuso si perpetui o cercare scuse per il comportamento del tuo partner.
  2. 2
    Metti la tua sicurezza al primo posto. Cerca di capire che persone di questo tipo raramente cambiano, anzi: probabilmente l'abuso peggiorerà nel tempo e sfocerà nella violenza fisica [12]. Tenendo tutto questo a mente, ricorda che la tua sicurezza è la tua priorità. Se hai paura di essere vittima di violenza fisica, potresti rispondere diversamente alle minacce, per esempio evitandole o evitando di contrattaccare. Non difendersi può essere difficile o portare a farsi del male, ma ricorda una cosa: fino a quando non potrai fare una nuova mossa, il tuo obiettivo sarà sempre quello di mettere al primo posto la tua sicurezza.
    • Se corri un pericolo immediato e temi per la tua sicurezza o il tuo benessere, chiama i servizi di emergenza e mettiti subito in salvo.
    • Se non ti senti sicura a casa, vai da tuo fratello, tua sorella, un amico o in un altro posto in cui ti senti protetta.
    • Metti al primo posto la sicurezza dei tuoi figli. Se hai dei bambini, proteggili. Mandali in un luogo sicuro, come la casa di un amico.
  3. 3
    Tieni sempre a portata di mano il telefono. Può servirti per chiedere aiuto, chiamare la polizia o gestire una situazione di emergenza che mette in pericolo la tua sicurezza. Carica il cellulare e tienilo sempre a disposizione per proteggerti [13].
    • Programma la selezione rapida del cellulare per poter chiamare il numero giusto in caso di emergenza, che sia quello di un amico, di un familiare o della polizia.
  4. 4
    Rifugiati in un posto sicuro. Mentre pianifichi una fuga, pensa ai possibili rischi. Per esempio, se te ne vai con i tuoi figli, assicurati che il tuo partner non provi a cercarli o a fare loro del male. Se ti preoccupa sia la tua sicurezza sia quella dei bambini, può essere necessario fuggire altrove. Vai in un luogo sicuro e che ti garantisca una buona protezione, come la casa di un amico o di un fratello o un rifugio per vittime di violenza domestica [14].
    • Fai sempre attenzione quando chiudi un rapporto fondato sull'abuso, anche se tale abuso fosse "solo" emotivo. Puoi chiedere aiuto per mettere a punto un piano chiamando il numero verde 1522.
    • Chiedi aiuto a un amico o a un familiare che potrebbe facilitare una fuga veloce. Questa persona può darti una mano a preparare le tue cose, guardare i bambini per te o accompagnarti rapidamente altrove.
    • Molti rifugi accolgono bambini e animali domestici.
  5. 5
    Tronca ogni contatto. Una volta che ti sarai messa in salvo, non lasciare che l'altra persona rientri nella tua vita, per nessun motivo. Potrebbe provare a usare parole dolci, scusarsi o dirti che le cose sono cambiate. Ricorda che probabilmente il comportamento si manifesterà di nuovo, per quanto ti prometta che non succederà più. Concediti la possibilità di guarire alle tue condizioni, senza questa persona [15].
    • Cancella il suo numero di telefono e tronca ogni rapporto sui social network. Potresti anche cambiare il tuo numero.
    • Non provare a dimostrargli che stai meglio senza di lui. Lascia che la guarigione sia un cammino personale, che riguardi solo te stessa.
  6. 6
    Prenditi cura di te. Ricorda che non è colpa tua. Nessuno si merita di essere vittima di abuso, in nessun caso, e non hai fatto niente per meritarti di essere trattata in questo modo. Cerca di essere felice. Tieni un diario, fai delle passeggiate, dedicati ad attività che ami, come trekking e disegno [16].
  7. 7
    Chiedi aiuto a un professionista. Un esperto può aiutarti a elaborare la situazione, ad affrontare il lato emozionale di questa esperienza e tutte le relative conseguenze, come depressione, ansia, disturbo post-traumatico da stress o rabbia. Ti permetterà di gestire la situazione ed elaborare tutte le tue emozioni più complesse.

Consigli

  • Per ricevere aiuto e consigli su come metterti in salvo da una relazione fondata sull'abuso, chiama il numero di SOS Violenza Domestica, 3427584161, o il numero verde 1522.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Gestire Rapporti Difficili

In altre lingue:

English: Deal with Emotional Abuse, Español: lidiar con el abuso emocional, Português: Lidar Com o Abuso Emocional, 中文: 应对感情虐待, Русский: справиться с психологическим насилием, Deutsch: Mit emotionalem Missbrauch umgehen, Français: faire face aux violences psychologiques (pour les femmes), Bahasa Indonesia: Menangani Kekerasan Emosional, ไทย: จัดการเมื่อถูกทำร้ายจิตใจ, 日本語: 感情的虐待に対処する, Nederlands: Omgaan met emotionele mishandeling, Tiếng Việt: Đối phó với Sự bạo hành Về mặt Cảm xúc, العربية: التعامل مع الإيذاء العاطفي, 한국어: 정서적 학대에 대처하는 방법

Questa pagina è stata letta 16 620 volte.

Hai trovato utile questo articolo?