Come Aggiungere una Presa di Corrente a Muro

In questo Articolo:Pianificare il LavoroTendere il CavoFinire il Lavoro

Distribuire delle prese di corrente in modo uniforme in uno spazio rende le stanze molto più accessibili e comode. Aggiungere qualche presa alla casa ti permette di viverla e sfruttarla al meglio. Con la giusta progettazione e prendendo le corrette misure di sicurezza, puoi tendere dei cavi addizionali dalla fonte di energia elettrica e quindi montare una nuova presa al muro. Il lavoro non richiederà più di un paio d'ore. Continua a leggere questa guida per imparare a farlo in maniera sicura e per verificare che il progetto sia privo di rischi. Le istruzioni contenute nell'articolo si applicano solo ad abitazioni costruite con "intelaiatura a traliccio", comuni in America e in Europa Centrale. Prima di qualsiasi tentativo, è necessario leggere attentamente le avvertenze.

Parte 1
Pianificare il Lavoro

  1. 1
    Spegni l'interruttore del circuito centrale. Ogni volta che lavori con l'elettricità è assolutamente indispensabile togliere l'alimentazione e controllare due volte che gli interruttori siano abbassati prima di procedere. Prima di fare qualunque cosa, togli l'elettricità all'impianto. Usa un voltmetro elettrostatico senza contatto per verificare che non ci sia corrente.
  2. 2
    Riunisci gli strumenti e il materiale di cui avrai bisogno. Per installare una nuova presa di corrente e rendere le derivazioni sicure devi avere alcuni attrezzi comunemente usati dagli elettricisti. Ecco l'elenco:
    • Pinze spellacavi.
    • Coltello per cartongesso.
    • Trapano con punte per il legno.
    • Pinze universali.
    • Cacciavite piatto e uno a croce.
    • Voltmetro senza contatto.
  3. 3
    Valuta dove installare la nuova presa. Misura l'altezza dal pavimento delle prese già esistenti nella casa. Ricordati che il valore che ti interessa non è quello fra il pavimento e la placca di rivestimento della presa. Togli l'alimentazione a una presa, stacca la placca di copertura svitando la vite che la fissa e misura la distanza dal pavimento al buco nel muro.
  4. 4
    Trova un'apertura sulla parete. Nella maggior parte delle case con intelaiatura a traliccio, nelle pareti ci sono dei pali portanti con sezione 5X10 cm o 5X15 cm distanziati fra loro di 40 cm o 60 cm. La maggior parte delle prese elettriche è fissata a questi pali per ragioni di sicurezza. Traccia un segno all'altezza giusta nello spazio compreso fra due pali portanti.
    • Il modo più semplice per individuare la posizione dei pali è quello di usare un localizzatore apposito che puoi trovare il ferramenta. In alterativa picchietta sul muro, leggermente, con il martello muovendoti di pochi centimetri alla volta lungo la parete e ascoltando le variazioni di suono. Quando incontri un palo portante, dovresti sentire un rumore "pieno".
  5. 5
    Accertati che non ci siano altri impianti o tuberie nella parete. Verifica che i tubi della doccia, del rubinetto o del wc siano sull'altro lato della parete; controlla che non ci siano prese d'aria o condotti del riscaldamento/condizionatore.
    • Se c'è una sfiato d'aria vicino al soffitto o al pavimento sulla parete dove desideri installare la presa elettrica, sappi che non puoi procedere. Fai un'ispezione praticando un foro con un chiodo e con una gruccia per abiti in metallo. Inserisci la gruccia in metallo (raddrizzata) nel foro per "sentire" all'interno della cavità e individuare eventuali ostacoli.
  6. 6
    Trova una parte dell'impianto elettrico a cui collegare la derivazione. Ci sono due modalità di base per installare una nuova presa: tendere un cavo dall'interruttore generale fino al punto in cui si desidera mettere la presa oppure da un'altra presa presente nella stanza. In base a dove vuoi effettuare i lavori (in soggiorno, nello scantinato o all'esterno) il punto di accesso all'energia elettrica cambia. Individua l'origine più comoda e accessibile per la tua particolare situazione.

Parte 2
Tendere il Cavo

  1. 1
    Pratica un foro nella parete, vicino a una fonte già esistente di energia elettrica. Devi aprirti uno spazio sufficiente per lavorare, quindi taglia un quadrato di 30 cm per lato dal cartongesso, vicino alla sorgente elettrica (preferibilmente sopra). Dovrai poi praticare un altro foro, più o meno alla stessa altezza, nel punto della nuova installazione. Questo può essere anche un po' più piccolo, circa 6,5X10 cm.
    • Per procedere a queste incisioni devi usare una taglierina molto robusta e fare piccoli tagli profondi attraverso il cartongesso. Se hai a che fare con pareti di intonaco, ti servirà un trapano per fare 4 buchi agli angoli del quadrato e poi un seghetto per continuare il lavoro.
    • Potrebbe anche rendersi necessario fare un'altra apertura fra le due zone, in base alla distanza che le separa. In linea generale devi praticare un foro di accesso ogni 90-100 cm per tendere il cavo in maniera più semplice.
  2. 2
    Tendi un cavo con le opportune specifiche fra la sorgente di energia elettrica e la nuove presa. Accertati che il cavo sia identico a quello utilizzato per il resto dell'impianto e che possa sopportare la potenza a cui verrà sottoposto. Da entrambi i fori nel muro devono spuntare circa 30-45 cm di cavo elettrico. Collega prima la nuova presa di corrente e poi fissa l'altra estremità al circuito esistente. Spella il cavo per circa 20 cm.
    • Dato che devi utilizzare un tipo di cavo identico a quello esistente nell'impianto, ti conviene portare un campione al negozio per fare l'acquisto in serenità.
  3. 3
    Installa la nuova presa. Dopo avere teso il cavo, procedi con i collegamenti elettrici e avvolgi il filo. Acquista una scatoletta per la presa di corrente al negozio e collega i cavi. Dentro alla guaina principale del cavo troverai tre fili singoli, solitamente nero, bianco e verde. Sulla scatoletta ci sono invece due viti di ottone, due di colore argento e una verde. È buona norma avvolgere il cavo e le connessioni con nastro adesivo isolante per evitare contatti fortuiti. Le viti e il cavo devono essere completamente avvolti.
    • Il filo verde va collegato a quello di rame senza guaina isolante. Aggancialo attorno e fissalo alla vite verde.
    • Il cavo bianco deve essere spellato per circa 2 cm. Piegalo a gancio e avvolgilo attorno alla vite color argento e poi chiudi quest'ultima. La seconda vite argento di solito non viene usata.
    • Il cavo nero deve essere collegato alla vite di ottone. Procedi come in precedenza: spellalo, piegalo a gancio e avvitalo alla vite di ottone.
  4. 4
    Fissa la scatoletta della presa elettrica grazie alle graffette incluse. Deve essere ben fissata alla parete e non deve, per alcuna ragione, muoversi o dondolare. Questo per evitare che dei cavi liberi si trovino fuori dalla parete diventando un pericolo. Puoi trovare le graffette in tutte le ferramenta e nei negozi di materiale elettrico.
  5. 5
    Collega i fili alla sorgente di corrente. Prendi la scatoletta che appartiene all'impianto e togli i fili, poi accoppia secondo i colori i fili dell'impianto con quelli che provengono dal tuo cavo (verde con verde, nero con nero e bianco con bianco).
    • Taglia i cavi arricciati e spellali per circa 2 cm. Ora prendi i tre fili neri fra loro in modo che le estremità esposte siano fra loro in contatto.
    • Prendi un connettore plastico (a conetto) e avvitalo sopra i fili arricciati fra loro. I tre cavi neri sono ora fra loro connessi e protetti dal cono. Lo stesso deve essere fatto per i cavi bianchi e per quelli verdi. Prendi l'altra estremità dei cavi arricciati e collegali come hai fatto in precedenza alle viti colorate: cavi verdi con vite verde, cavi bianchi con vite argento e cavi neri con la vite color ottone.
    • Le case vecchie potrebbero avere dei cavi diversi, consultati con un elettricista nel caso trovassi delle discrepanze.

Parte 3
Finire il Lavoro

  1. 1
    Rimetti tutto nella parete e installa le nuove placche di protezione. Avrai bisogno di sole due viti che solitamente già si trovano nella scatola elettrica. La nuova presa, invece è direttamente avvitata alla scatola elettrica.
    • Una volta inserito il dispositivo, fissa la placca con le viti corrispondenti e metti la scatola nel muro per riordinare il lavoro. Avvita la placca sulla parete e ripara i fori nel cartongesso.
  2. 2
    Accendi l'interruttore generale per verificare il lavoro. Se l'impianto rimane acceso e il salvavita non scatta, allora i cavi sono collegati nel modo giusto. Prova la nuova presa con una lampada o un altro dispositivo a basso voltaggio.
    • Se un fusibile salta o l'impianto non si accende, abbassa di nuovo l'interruttore generale e verifica tutte le connessioni. È probabile che due cavi si siano allentati durante le fasi di montaggio e devono essere ricollegati.
    • Stai molto attento e spegni l'impianto prima di controllare, per evitare problemi. Se non hai staccato l'alimentazione significa che il circuito potrebbe essere sotto tensione e devi stare molto cauto.
  3. 3
    Prova la presa di corrente con un tester. La maggior parte dei circuiti domestici è a 15 ampere ed è sempre una buona idea fare un controllo per essere certo che non ci siano sovraccarichi. La maggior parte degli elettricisti fa una prova dopo l'installazione per assicurarsi che l'impianto non stressi la fonte di corrente. Per procedere usa un voltmetro collegandolo fra le viti sull'interruttore e a terra. Non toccare il cavo neutro.
    • Per la maggior parte dei circuiti, la potenza massima disponibile dovrebbe essere di 1800 watt, ma è pratica comune conservarne circa il 20% in caso tu debba collegare alla presa un elettrodomestico ad alto voltaggio. Cerca di stare attorno ai 1400 watt al massimo per conservare un certo margine di sicurezza.

Consigli

  • Le prolunghe sono state prodotte per soddisfare bisogni di questo genere (ma solo per un uso temporaneo). Acquistare un cavo e portarlo dove di tanto in tanto hai bisogno della corrente elettrica è più economico, più facile e meno pericoloso.
  • Se controlli nel seminterrato o nelle intercapedini, potrai trovare dei fili penzoloni ma non delle scatole elettriche. In molti Paesi è consentito interrompere un filo elettrico così lungo finché la connessione che crei termina in una nuova scatola elettrica. Trova un cavo che conduca a una presa elettrica già esistente nella stanza di tuo interesse e accertati che abbia un po' di gioco (dovresti riuscire a piegarlo su se stesso per circa 15 cm). Stacca l'alimentazione e taglia il cavo. Infila entrambe le estremità tagliate in una nuova scatola elettrica e fissa quest'ultima a un travetto del pavimento, collega i cavi esistenti a uno nuovo.
  • Se hai un'intercapedine al soffitto o nel seminterrato, devi capire qual è il percorso dei cavi così da portare l'energia elettrica nella stanza che ti interessa. A volte deriva dalla scatola che gestisce il lampadario. In altri casi, nella scatola c'è solo il cavo di alimentazione della luce. Devi verificarlo togliendo l'alimentazione alla stanza (o a tutto l'edificio per essere più sicuro), smontando il lampadario e accertandoti che ci siano più di due cavi che entrano nella scatola elettrica al soffitto. Se confluiscono più fili elettrici (che probabilmente provengono da diverse direzioni) allora è probabile che la corrente elettrica percorra costantemente la scatola quindi potrai sfruttarla per una derivazione addizionale.

Avvertenze

  • In molti Paesi ci sono delle normative specifiche per questo tipo di lavori. Farli in proprio può aumentare anche il rischio di incendio. Infatti, a causa della loro complessità, è facile che una corrente eccessiva possa attraversare un singolo circuito.
  • Un sovraccarico elettrico costante può provocare il surriscaldamento dei fili e quindi la combustione dei materiali edili e di coibentazione.
  • Non far passare una prolunga dove può subire usura causata dal calpestio e/o dall'attrito e lo schiacciamento provocato dalla chiusura di porte o finestre.
  • La corrente elettrica domestica è sufficiente a causare la folgorazione (infortunio o morte), se una persona scarica a terra o tocca due fili, chiudendo così il circuito.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 18 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Manutenzione Domestica | Fai da Te

In altre lingue:

English: Add an Electrical Outlet to a Wall, Español: poner una toma de corriente, Português: Adicionar uma Tomada Elétrica a uma Parede, Deutsch: Eine zusätzliche Steckdose an einer Wand anbauen, Français: installer une prise électrique murale

Questa pagina è stata letta 31 717 volte.
Hai trovato utile questo articolo?