Come Aiutare a Salvare l'Ambiente

Scritto in collaborazione con: Bess Ruff

In questo Articolo:Risparmiare Energia ed ElettricitàRisparmiare AcquaRidurre, Riutilizzare e RiciclareCambiare le Abitudini AlimentariSpostarsi in Modo ResponsabileImpegnarsi in Iniziative di Sensibilizzazione36 Riferimenti

Prendere l'iniziativa per risparmiare e riutilizzare risorse è una delle cose migliori che tu possa fare per salvaguardare l'ambiente ed è più facile di quanto pensi. Inizia gradualmente e fai la tua parte migliorando le tue abitudini quotidiane. Per dare il tuo contributo, prova a diminuire il consumo idrico ed energetico; cambiare regime alimentare e mezzi di trasporto in modo da preservare le risorse naturali; ridurre, riutilizzare e riciclare per essere più rispettoso dell'ecosistema. Una volta raggiunto uno stile di vita più sostenibile, potrai anche impegnarti in iniziative di sensibilizzazione e informazione affinché gli altri facciano altrettanto.

Parte 1
Risparmiare Energia ed Elettricità

  1. 1
    Spegni qualunque apparecchio elettrico quando non serve. Una buona regola generale è quella di spegnere i dispositivi alimentati con energia elettrica se non li utilizzi. Vale per le luci, i televisori, il computer, la stampante, la console dei videogiochi e così via.[1]
    • Utilizza una presa multipla in modo da spegnere più apparecchi con un singolo interruttore. Puoi collegare vari dispositivi a un'unica fonte di alimentazione. È molto utile soprattutto per la postazione del computer e gli impianti audiovisivi. Quando hai finito, ti basta spegnere l'interruttore della presa.[2]
    • Se dimentichi di smorzare i dispositivi e gli elettrodomestici, prova a comprare in ferramenta o su Internet una presa della corrente munita di timer. Programmala in modo che si spenga ogni giorno alla stessa ora.
  2. 2
    Togli la presa dell'alimentazione quando puoi. Se alcuni dispositivi, come il caricabatteria del computer portatile o il tostapane, restano collegati alla rete elettrica, possono consumare energia "invisibile". Molti apparecchi rimangono semplicemente in standby o entrano in modalità di sospensione quando sono spenti. Anche in questo stato sono in grado di assorbire elettricità.[3]
    • Questo vale soprattutto se vai in vacanza e se non prevedi di usare uno strumento nelle successive 36 ore.
  3. 3
    Regola la temperatura interna della casa. Quando puoi, imposta il sistema di riscaldamento o il climatizzatore a una temperatura leggermente inferiore o superiore a quella esterna. In questo modo, gli apparecchi non dovranno sforzarsi. Inoltre, più sono caldi i termosifoni, più costano; lo stesso vale per il l'aria condizionata: più è fredda, più salata sarà la bolletta.[4]
    • Se l'inverno è troppo rigido per programmare il termostato a una temperatura appena al di sopra di quella esterna, scegli la temperatura più bassa, ma gradevole per tutta la famiglia.
    • Durante le calde giornate estive, imposta il termostato alla temperatura più alta, ma gradevole per tutta la famiglia. Ad esempio, potresti selezionare 26 °C. Anche se l'aria interna non sembra abbastanza fresca, è decisamente meglio di 32 °C!
    • Utilizza un ventilatore o altri sistemi per rinfrescarti naturalmente quando fa caldo.
    • Vestiti pesante e usa una coperta per stare caldo quando fuori fa freddo.
  4. 4
    Usa le lampadine a LED. Le lampadine a LED costano di più delle normali lampadine, ma i benefici superano i costi. Usano il 25-85% di energia in meno, durano il 3-25% in più e sono eco-compatibili.[5]
    • Comincia a sostituire le lampadine che usi più spesso.
  5. 5
    Adopera il vecchio filo per il bucato al posto dell'asciugatrice. Le asciugatrici sono tra gli apparecchi più energivori presenti nella maggior parte delle abitazioni domestiche, dopo il frigorifero e l'aria condizionata. Tuttavia, considera che gli abiti asciugati all'aria profumano di fresco e sono più rispettosi dell'ambiente.[6]
  6. 6
    Misura l'energia consumata dai tuoi dispositivi. Puoi acquistare un misuratore di corrente elettrica nei negozi di articoli per il bricolage. Ti basta collegare l'apparecchio al misuratore per determinare l'energia consumata. Non solo rileva quanti kilowatt utilizza un dispositivo quando è acceso, ma ti indica anche se continua a ricevere l'alimentazione quando è spento.[7]
    • Usalo per valutare attentamente quali apparecchi dovresti accendere con minore frequenza, assicurandoti di spegnerli e scollegarli dalla rete domestica quando non sono in uso.

Parte 2
Risparmiare Acqua

  1. 1
    Scegli in modo consapevole di ridurre il consumo dell'acqua. Riducendo gli sprechi d'acqua, non solo contribuirai a salvaguardare le risorse idriche per le generazioni future, ma potrai anche risparmiare soldi sulla bolletta. Ecco alcune piccole misure da prendere per diminuire i consumi:[8]
    • Fare docce di 5 minuti al massimo o riempire la vasca da bagno solo per un quarto o un terzo della sua capienza.
    • Chiudere il rubinetto mentre lavi i denti.
    • Usare gli orinatoi nei bagni pubblici quando sono installati (se sei uomo).
  2. 2
    Fai il bucato in lavatrice solo a pieno carico. Usando la lavatrice soltanto per un paio di indumenti sporchi, sprecherai acqua e corrente elettrica. Risparmia e riduci i consumi idroelettrici azionando la macchina quando il cestello è pieno.[9]
    • Se hai solo pochi panni, lavali a mano.
    • In alternativa, considera di comprare una lavatrice ad alta efficienza energetica.
  3. 3
    Accendi la lavastoviglie solo quando è completamente piena. Queste macchine non solo usano molta acqua, ma anche molta elettricità per riscaldare l'acqua. Se la metti in funzione solo quando è carica, potrai risparmiare una media di 30 € sulle bollette e abbassare di 45 kg le emissioni di carbonio annue.[10]
    • Se hai solo pochi piatti sporchi e vuoi lavarli a mano, chiudi lo scarico e riempi il lavabo di circa un quarto della sua capienza. Non lavare e sciacquare le stoviglie tenendo il rubinetto aperto.
  4. 4
    Scegli una rubinetteria a basso consumo. Considera l'idea di installare i rubinetti a basso consumo e i rompigetto in cucina e in bagno, il soffione nella doccia e lo sciacquone a risparmio idrico in tutti i bagni della casa. Un soffione a basso flusso può costare poco più di 10,00 €, ma è in grado di ridurre il consumo dell'acqua del 30-50%.[11]
  5. 5
    Se hai una piscina, coprila quando non la usi. In questo modo, diminuirai notevolmente l'evaporazione e, di conseguenza, ti servirà meno acqua per riempirla nuovamente. Più acqua evapora, più te ne occorrerà per tenere piena la vasca. Senza copertura, userai il 30-50% di acqua in più.[12]
    • Per non spendere troppo, puoi comprare un telone isotermico a bolle. Se preferisci qualcosa di più duraturo, prova una copertura in vinile.

Parte 3
Ridurre, Riutilizzare e Riciclare

  1. 1
    Sii un consumatore attento agli sprechi. Prima di comprare un prodotto, chiediti quale impatto potrebbe avere sulle persone e sull'ambiente. Rifletti suoi tuoi acquisti sia quando compri un barattolo grande di marmellata al posto di quello confezionato nelle vaschette sia quando devi scegliere un'auto ecologica. Tuttavia, non stressarti. Comincia gradualmente.[13]
    • In linea di massima, evita i prodotti che hanno un imballaggio eccessivo. Spesso, le aziende alimentari consumano le stesse energie tanto nella lavorazione quanto nel confezionamento dei loro prodotti.[14]
    • Non comprare niente che non sia indispensabile.
    • Acquista secondo il criterio della durabilità. Qualunque cosa tu debba acquistare, scegli quella che sembra più durevole. Naviga su Internet in cerca di forum e bacheche in cui viene affrontato il tema della durabilità dei prodotti.
    • Prendi in prestito o noleggia gli oggetti di cui hai bisogno se ti servono per poco tempo o saltuariamente.
    • Quando puoi, compra vestiti di seconda mano e articoli per la casa nei negozi e nei mercatini dell'usato o presso venditori privati.
  2. 2
    Serviti di oggetti riutilizzabili per limitare l'accumulo di immondizia nelle discariche. Anche se gli articoli monouso sono molto convenienti, evita tutto quello che è stato progettato per essere usato una sola volta e buttato via perché non solo contribuisce ad aumentare i rifiuti, ma a lungo andare finisce per diventare più costoso.[15]
    • Opta per le buste della spesa riutilizzabili al posto dei sacchetti di plastica forniti al supermercato.
    • Anche se devi lavarle, prova a usare stoviglie normali alla prossima festa di compleanno o riunione familiare.
    • Nei Paesi sviluppati si può bere tranquillamente l'acqua del rubinetto, quindi non è necessario comprare quella imbottigliata. Procurati una bottiglia di vetro o metallo e riempila d'acqua.
    • Usa le batterie ricaricabili al posto di quelle usa e getta. Anche se ormai è possibile buttarle nella spazzatura grazie a una riduzione dell'uso di sostanze chimiche, continuano a occupare notevole spazio nelle discariche.[16]
    • Se sei donna, considera l'uso della coppetta mestruale al posto dei tamponi e degli assorbenti esterni. Si inserisce facilmente all'interno della vagina, come il tampone, e raccoglie il sangue mestruale per diverse ore.
  3. 3
    Dona gli oggetti per la casa che non usi più in modo che qualcun altro possa riciclarli. Invece di buttarli, considera di venderli o regalarli a chi può utilizzarli. Dona i vestiti e gli articoli di uso domestico in buone condizioni a un'organizzazione di beneficenza o volontariato.
    • Craigslist.org è una risorsa utile per acquistare, vendere e regalare oggetti usati all'interno della propria città.
  4. 4
    Trasforma inutili cianfrusaglie in oggetti divertenti e carini o nuovi e originali. Riciclare è un'attività divertente e virtuosa. Invece di buttare, dai una nuova destinazione d'uso alle cose inutilizzate creando gioielli, accessori per la casa o vestiti.[17]
    • Ad esempio, puoi trasformare una vecchia t-shirt in un sacchetto della spesa o usare i blocchi di cemento come fioriere o scaffali per uso esterno.
  5. 5
    Scegli prodotti di carta composti con materiale riciclato all'80-100%. Se il prodotto è costituito quasi completamente con materiale post-consumo, è ancora meglio. Tuttavia, anche in questi casi, non esagerare. Utilizza con parsimonia carta igienica, fazzoletti e tovaglioli di carta.[18]
    • La scelta migliore sarebbe quella di adoperare panni lavabili o spugne per le pulizie.
  6. 6
    Ricicla per produrre meno rifiuti. Cerca di riciclare il più possibile gli oggetti di vetro, metallo, plastica e carta. Se nel Comune in cui vivi è previsto il servizio di raccolta differenziata porta a porta, sfruttalo. Se non è presente o se devi smaltire oggetti speciali, recati presso un'isola ecologica.[19]
    • Controlla le regole previste dal Comune per assicurarti di riciclare correttamente. Ad esempio, è possibile che il vetro venga raccolto nello stesso giorno delle lattine o che sia necessario separare tutti i materiali.
    • Se devi differenziare la raccolta dei rifiuti, coinvolgi tutta la famiglia. Spesso, i bambini adorano scomporre gli oggetti. In questo modo, impareranno a essere rispettosi dell'ambiente.[20]
  7. 7
    Smaltisci correttamente i rifiuti pericolosi. Molti materiali, tra cui le lampadine fluorescenti, i detersivi, i prodotti farmaceutici, i pesticidi, i liquidi per le autovetture, le vernici e i rifiuti elettronici (completi di batterie e spine) vanno smaltiti adeguatamente. Non dovrebbero mai essere gettati tal quali nelle discariche, nell'impianto fognario o nei tombini.[21]
    • Non utilizzare l'elio per gonfiare i palloncini delle feste. Riempili con aria normale e appendili in modo da decorare l'ambiente. Insegna ai bambini (di età superiore agli 8 anni) a gonfiarli anche perché è più divertente che usare le bombole di gas elio. Falli scoppiare prima di buttarli.
    • Consulta il regolamento per la raccolta dei rifiuti per smaltirli in maniera adeguata.

Parte 4
Cambiare le Abitudini Alimentari

  1. 1
    Mangia meno carne e latticini. La produzione di questi alimenti richiede un alto consumo di risorse. Ridurre il consumo di carne e latticini aumentando quello delle verdure è un modo per aiutare l'ambiente e mantenerti in salute.[22]
    • Se ti è stato raccomandato di assumere proteine animali, cerca fonti proteiche più sostenibili provenienti, ad esempio, da aziende agricole a chilometro zero.
    • Il "lunedì senza carne" è una campagna per la salute pubblica senza scopo di lucro, iniziata negli Stati Uniti, ma ormai diffusa anche in Italia, che incoraggia le persone a rinunciare alla carne un giorno a settimana. Visita il sito web di questa iniziativa per trovare alcune ricette senza carne.[23]
  2. 2
    Prepara il caffè con la caffettiera classica. Evita di usare le cialde monodose. Le capsule di caffè macinato per le moderne macchine da caffè vanno ad aumentare i rifiuti perché si usano una sola volta e si gettano via (sebbene sia possibile riciclare le cialde di alcune marche dividendo i vari componenti di carta, plastica e metallo).[24]
    • Per bere il caffè, usa tazze e tazzine riutilizzabili al posto di quelle usa e getta.
    • Se preferisci la comodità della macchina da caffè che ti permette di preparare solo una tazzina e già ne possiedi una, compra una cialda lavabile compatibile col tuo apparecchio.
  3. 3
    Compra alimenti a chilometro zero per ridurre l'inquinamento causato dal trasporto di cibo. Il trasporto degli alimenti da località lontane richiede un dispendio di energie e risorse perché gli alimenti viaggiano su camion, su rotaie, in aereo o via nave – tutti mezzi inquinanti. Inoltre, i prodotti locali sono più freschi e, quindi, hanno un valore nutritivo più alto.[25]
    • Visita le aziende agricole locali per comprare frutta e verdura o aderisci a un gruppo di acquisto solidale (GAS) per procurarti regolarmente dei prodotti freschi.
  4. 4
    Non sprecare il cibo. Organizzati in modo da non cucinare più di quello che pensi di mangiare. Conserva gli avanzi e usali per il pasto successivo. Se avanza molto cibo, ad esempio dopo una festa, condividilo con gli amici o i vicini di casa.

Parte 5
Spostarsi in Modo Responsabile

  1. 1
    Vai a piedi o usa la bicicletta quando la destinazione è vicina. Per assurdo, i piccoli spostamenti sono più difficili in auto e hanno un impatto maggiore sull'ambiente rispetto ai viaggi lunghi. Se devi recarti in un luogo poco distante, vai a piedi o prendi la bicicletta al posto della macchina.[26]
    • Assicurati che i bambini imparino ad andare in bicicletta fin da piccoli perché i benefici di questo mezzo superano di gran lunga i rischi. Proponi alla scuola dei tuoi figli di installare delle rastrelliere in modo che anche altri bambini possano usare la bicicletta quando escono la mattina.
    • Indossa sempre il caschetto e i dispositivi riflettenti di sicurezza quando prendi la bicicletta.
  2. 2
    Organizza un servizio di carpooling per andare al lavoro o a scuola. Organizzati con una o due persone per andare al lavoro o collabora con altri genitori per portare i bambini a scuola. In questo modo, aiuterai l'ambiente risparmiando benzina ed evitando spese superflue di manutenzione della macchina. Mettiti d'accordo con altri genitori per accompagnare i bambini a scuola o alle loro attività extra-scolastiche.[27]
    • Puoi anche cercare su Internet dei servizi di carpooling o carsharing ideati proprio per questo tipo di spostamenti. Potrai risparmiare tempo e denaro.
    • Se vivi vicino alla scuola di tuo figlio, puoi valutare la possibilità di organizzare il "piedibus" anziché prendere l'auto. I bambini del quartiere potranno recarsi a piedi tutti insieme fino a scuola, sotto la supervisione e la guida di qualche genitore. Potete decidere di guidare il gruppo a turno.
  3. 3
    Prendi i mezzi pubblici. Se vivi in una zona coperta dai servizi di trasporto pubblico, come l'autobus, il tram o la metropolitana, valuta queste altre opzioni per recarti al lavoro, a scuola o in altri posti della città. Scegliendo i mezzi di trasporto collettivo anziché la macchina, contribuirai a ridurre il traffico su gomma e il consumo di risorse non rinnovabili, come la benzina.[28]
    • Nelle grandi città molti autobus sono dotati di motori ibridi diesel-elettrici, che limitano ulteriormente le emissioni nocive.
  4. 4
    Pianifica le varie incombenze e organizza gli spostamenti di conseguenza. È molto più efficiente sviluppare un percorso che ti permetta di fare tutte le soste necessarie per le tue commissioni. In questo modo, gli spostamenti saranno un po' lunghi, ma pochi e ben organizzati e ti eviteranno di ripercorrere più volte le stesse strade.[29]
    • Non dimenticare di chiamare o dare un'occhiata su Internet per essere certo di arrivare entro gli orari di chiusura e sapere se quello che desideri comprare è disponibile. Potresti anche fissare direttamente gli appuntamenti e organizzare gli acquisti online o per telefono.
    • Quando puoi, semplifica gli acquisti verificandone la disponibilità direttamente sul sito web del negozio o facendo una telefonata prima di uscire. Ad esempio, puoi utilizzare un'applicazione per la spesa in modo da selezionare i prodotti che ti occorrono ed essere sicuro di trovarli quando arriverai in negozio. Risparmierai tempo che potrai dedicare ad altre incombenze!
  5. 5
    Acquista un'automobile elettrica se desideri un nuovo veicolo. In alternativa, considera una macchina ibrida, munita di un motore a benzina e uno elettrico. Non solo produce meno emissioni inquinanti, ma permette anche di risparmiare denaro dal momento che non dovrà fare molto rifornimento di benzina.[30]
    • Informati presso il concessionario circa la possibilità di ottenere degli incentivi statali per l'acquisto di una vettura ibrida.
  6. 6
    Fai meno viaggi in aereo. Che sia per lavoro o per vacanza, dovresti cercare di ridurre i tuoi spostamenti in aereo. Gli aerei emettono grandi quantità di biossido di carbonio e altre sostanze inquinanti, che aumentano ogni anno proprio a causa del crescente numero dei voli in tutto il mondo.[31] Se vuoi dare il tuo contributo alla tutela dell'ambiente, prendi meno l'aereo.[32]
    • Se puoi scegliere, resta più a lungo in un luogo anziché spostarti avanti e indietro.
    • Il treno e l'autobus sono ottime alternative sulle tratte più brevi.

Parte 6
Impegnarsi in Iniziative di Sensibilizzazione

  1. 1
    Contatta i politici locali. Chiama i rappresentanti politici locali o invia loro delle e-mail per invitarli a sostenere la tutela dell'ambiente e l'impiego delle energie rinnovabili. Proponi anche di creare e appoggiare politiche che responsabilizzino le aziende.[33]
    • Visita il sito web del Comune in cui vivi per conoscere gli uffici preposti ai servizi di ambiente ed ecologia.
  2. 2
    Fai una donazione per una causa ambientalista. Esistono centinaia di organizzazioni che si occupano dei problemi legati alla salvaguardia dell'ecosistema. Scegline una che rispecchia la tua visione e dona del denaro per aiutarla a raggiungere gli obiettivi che si è posta.[34]
    • Alcune donazioni a organizzazioni non-profit sono deducibili dalle tasse. Chiedi una ricevuta in modo che l'importo venga calcolato in diminuzione del reddito imponibile.
  3. 3
    Aderisci a un'organizzazione ambientalista. Scegli un'associazione impegnata nell'interesse e nella protezione dell'ambiente, come Greenpeace, il WWF o gli Amici della Terra e diventa un membro sostenitore. Puoi scegliere un'organizzazione dedita alla tutela dell'ecosistema in senso lato o un gruppo che ha una missione ben precisa.[35]
    • Se sei interessato principalmente alla salvaguardia delle risorse idriche, cerca un'associazione che si occupi degli obiettivi di tutela, qualità e recupero degli ecosistemi acquatici.
    • Se hai a cuore la qualità dell'aria, cerca un gruppo che si occupi dei problemi relativi all'inquinamento atmosferico.
  4. 4
    Fai volontariato nel tempo libero per promuovere il risanamento ambientale. Puoi aiutare raccogliendo rifiuti, riparando biciclette, piantando alberi, coltivando giardini, ripulendo i fiumi e sensibilizzando la gente. Trova un'attività adatta ai tuoi interessi e cerca di dare il tuo contributo.[36]
    • Fai volontariato con gli amici, i compagni di classe, i colleghi, ecc. Se non è nelle tue corde coordinare gli sforzi di varie persone, presta aiuto da solo!

Riferimenti

  1. https://www.electricalsafetyfirst.org.uk/guides-and-advice/around-the-home/energy-saving-tips/
  2. https://www.nytimes.com/2016/05/08/science/just-how-much-power-do-your-electronics-use-when-they-are-off.html
  3. http://www.takecontrolandsave.coop/documents/PhantomLoad.pdf
  4. http://www.ameripower.com/energy-tips.html
  5. https://www.energy.gov/energysaver/save-electricity-and-fuel/lighting-choices-save-you-money/how-energy-efficient-light
  6. https://www.cse.org.uk/downloads/advice-leaflets/energy-advice/advice_leaflet_what_uses_watt.pdf
  7. https://youtu.be/1l_mo1jwh8Y?t=6
  8. http://www.epa.gov/WaterSense/pubs/indoor.html
  9. https://www.nps.gov/articles/laundry.htm
Mostra altro ... (27)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Bess Ruff. Bess Ruff sta facendo un Dottorato di Ricerca in Geografia in Florida. Ha conseguito un Master in Scienze e Management dell’Ambiente presso la Bren School of Environmental Science & Management, UC Santa Barbara nel 2016.

Categorie: Attivismo Sociale

In altre lingue:

English: Help Save the Environment, Español: conservar el medio ambiente, Português: Ajudar o Meio Ambiente, Français: contribuer à la protection de l’environnement, Nederlands: Het milieu helpen redden, Deutsch: Die Umwelt schützen, Русский: помочь спасти окружающую среду, 中文: 帮助保护环境, Bahasa Indonesia: Membantu Menyelamatkan Lingkungan, Čeština: Jak chránit životní prostředí, العربية: المساعدة في الحفاظ على البيئة, 한국어: 환경을 보호하는 방법, Tiếng Việt: Bảo vệ môi trường, ไทย: อนุรักษ์สิ่งแวดล้อม, 日本語: 地球にやさしい生活をする, Türkçe: Çevreyi Korumaya Nasıl Yardım Edilir, हिन्दी: पर्यावरण की रक्षा में सहायता करें

Questa pagina è stata letta 76 475 volte.
Hai trovato utile questo articolo?