Come Aiutare gli Animali in Via di Estinzione

Scritto in collaborazione con: Kris Jensen

In questo Articolo:Apportare Cambiamenti Vicino CasaCombattere l'inquinamento e il Cambiamento ClimaticoCollaborare

Secondo gli scienziati, nel corso della storia la Terra ha assistito a cinque ondate di estinzione di animali, tra cui quella dei dinosauri. Oggigiorno, molti credono che ne sia iniziata una sesta.[1] Tuttavia, questa volta, la causa principale è dovuta all'opera degli esseri umani che si spiega, tanto per citare alcuni fattori, attraverso la riduzione e l'annientamento di diversi habitat naturali, la caccia eccessiva, l'inquinamento, le interruzioni della catena alimentare e l'introduzione di specie non autoctone. Oltre alla perdita definitiva di alcune specie, la loro estinzione costituisce una minaccia anche per i potenziali progressi scientifici e medici, che si possono raggiungere solo grazie alla vita animale. Inoltre, rompendo la catena dell'impollinazione, la loro scomparsa mette a repentaglio le scorte di cibo disponibili. Sembra un problema troppo grande perché l'intervento di una singola persona possa fare la differenza, ma esistono molti cambiamenti che tutti possiamo mettere in atto per riuscire a evitare che le specie in pericolo di estinzione scompaiano per sempre.

1
Apportare Cambiamenti Vicino Casa

  1. 1
    Fai attenzione innanzitutto alle specie della tua zona che hanno bisogno di aiuto. Gli animali in pericolo di estinzione possono sembrare un problema lontano, ma è probabile che esistano specie minacciate (dagli uccelli agli orsi e agli insetti) nei dintorni della tua stessa città.
    • Le specie vegetali che invadono l'ecosistema delle piante autoctone e gli animali privi dei loro predatori naturali possono unirsi devastando intere popolazioni locali. Tieni conto della differenza tra specie invasive e allogene: le prime sono quelle che prosperano a scapito delle specie autoctone, mentre le altre riescono a convivere con queste ultime. In realtà, la maggior parte degli animali e dei vegetali di cui ci nutriamo non è autoctona.
    • Quando fai giardinaggio, scegli piante e fiori autoctoni. La vegetazione nativa può attirare uccelli, farfalle, altri insetti e animali del luogo che potrebbero essere in pericolo di estinzione.
    • Rimuovi le piante infestanti ed evita di seminare quelle allogene a favore delle varietà locali.
    • Costruisci mangiatoie per uccelli adatte alle specie avicole autoctone.
  2. 2
    Dai preferenza a tecniche di giardinaggio e agricole naturali. In giardino elimina l'utilizzo di pesticidi chimici a favore dei deterrenti naturali. Dai alle specie locali minacciate o in via di estinzione la possibilità di prosperare senza essere aggredite da tossine inutili. Le acque di scarico possono diffondere le sostanze chimiche contenute nei pesticidi anche lontano da casa, quindi, con la giusta accortezza, hai la possibilità di offrire benefici a un habitat più grande di quello che immagini.
    • La cosiddetta "lotta integrata" è un'opzione che si basa su metodi "naturali" per combattere parassiti e piante indesiderate. Se per esempio hai un problema con gli afidi, prova ad attirare le coccinelle che si nutrono di questi insetti. Il principio condiviso tra le persone che praticano la permacultura (e altri metodi simili) è basato sul fatto che se, per esempio, in giardino c'è una grande varietà di chiocciole o lumache, il problema non è rappresentato dalla loro eccessiva quantità, ma dalla mancanza di anatre che si cibano di questi molluschi tenendo sotto controllo la loro presenza.
    • Inoltre, inizia a fare il compost in modo da creare un fertilizzante naturale e perfettamente adatto alla tua zona. Non affidarti ai prodotti industriali, pieni di sostanze chimiche e confezionati in luoghi lontani.
  3. 3
    Considera le tue esigenze di spazio. Molte persone sognano di avere un giardino enorme con un prato verde incontaminato, ma lo smisurato sconfinamento dell'essere umano negli habitat naturali costituisce una delle cause principali del pericolo di estinzione che sta minacciando alcune specie.
    • Considera di trasformare il tuo giardino in un paesaggio commestibile. Nelle zone colpite dalla siccità è possibile aiutare le specie animali a sopravvivere coltivando alcune piante autoctone e/o che tollerano la siccità.
    • Se devi traslocare in una nuova casa, pensa attentamente allo spazio che realmente ti occorre. Considera anche i benefici che potresti trarre da una proprietà più piccola (per esempio, una minore manutenzione del prato) e la possibilità di vivere in una zona già sviluppata anziché in un'area isolata di periferia costruita da poco.
    • Se non stai pensando di trasferirti, considera possibilmente di ridurre l'impatto ecologico della tua abitazione. Riesci a dare al terreno la possibilità di recuperare almeno in parte le sue caratteristiche naturali, magari sostituendo il manto erboso del prato con piante autoctone che crescono liberamente?

2
Combattere l'inquinamento e il Cambiamento Climatico

  1. 1
    Compra prodotti di agricoltura biologica a chilometro zero. Sostieni i coltivatori che non adoperano pesticidi chimici e che sono in grado di distribuire i prodotti evitando un ingente consumo di carburante (inquinando dunque il meno possibile). Ogni piccolo tentativo per prevenire l'inquinamento può aiutare le specie in pericolo e favorire la diffusione dell'agricoltura biologica, stimolando i produttori a prendere una decisione sensata dal punto di vista sociale ed economico.
  2. 2
    Riduci, riutilizza e ricicla. Se nel tuo Comune esiste un programma di riciclo, seguilo scrupolosamente. In caso contrario, cerca di inventarne uno. Evita il più possibile che i tuoi rifiuti finiscano in discarica.
    • Le discariche occupano spazio prezioso e alcuni rifiuti (come le buste di plastica e le bottiglie) invadono inevitabilmente gli habitat terrestri o acquatici, con conseguenze disastrose per l'ecosistema.
    • Quando puoi, compra prodotti e alimenti sfusi. Quando fai la spesa, porta con te le buste da casa. In questo modo ridurrai la quantità di spazzatura e rifiuti che generi, per non parlare dell'inquinamento causato dalla produzione e dalla distribuzione di materiali da imballaggio. Le balene e le tigri ti ringrazieranno.
    • Avvia un'iniziativa per condividere con i vicini di casa strumenti e articoli particolari, usati raramente in casa.
    • Regala giocattoli, libri, giochi, vestiti e altri oggetti usati a ospedali, rifugi, asili nido o associazioni di beneficenza.
    • Prima di buttare qualcosa, considera di riutilizzarlo in maniera creativa. Un vaso di fiori ricavato da un vecchio gabinetto magari non è adatto allo stile della tua abitazione, ma un tavolo da cucina vecchio e malconcio potrebbe trasformarsi in un bel banco da lavoro.
  3. 3
    Considera le alternative alla guida. Cammina o vai in bicicletta per recarti al lavoro o al mercato. Il movimento fisico fa bene al corpo e non produce emissioni che hanno un impatto negativo sul delicato equilibrio climatico del nostro pianeta. Quando hai la possibilità, usa i mezzi di trasporto pubblico.
    • Quando ti sposti in macchina, guida lentamente. Gli scontri tra animali e veicoli sono in aumento, perché gli habitat umani e faunistici si stanno sovrapponendo sempre di più. È una minaccia che tocca da vicino particolari specie in pericolo di estinzione.[2]
  4. 4
    Risparmia energia spegnendo le luci e gli apparecchi elettrici quando non li usi. Scollega dalla presa televisori, computer e altri elettrodomestici che consumano energia elettrica anche spenti. In questo modo eviterai sprechi inutili.
    • Oltre a risparmiare soldi, impedirai che l'inquinamento danneggi l'ecosistema delle specie in pericolo di estinzione. Niente male! Fai in modo che diventi un'abitudine quotidiana e condividila con altre persone. Spiega a chiunque che può risparmiare soldi e aiutare gli orsi polari.
  5. 5
    Non sprecare acqua. Mentre lavi i denti, chiudi il rubinetto. Usa dispositivi che ti permettano di risparmiare acqua per il gabinetto, i rubinetti e la doccia. Ripara subito le tubature e i rubinetti che perdono: basta un lieve gocciolamento per sprecare nel tempo grandi quantità di acqua.
    • In giardino usa un impianto di irrigazione a goccia o altri dispositivi di risparmio idrico. Se è consentito nella zona in cui vivi, considera di installare un sistema di "acque grigie" che ti permetta di utilizzare in giardino l'acqua della doccia e dei lavandini. Se sei un patito del riciclo, installa una toeletta compostante.
    • La crescente richiesta di acqua da parte dell'essere umano ha provocato cambiamenti negli ecosistemi delle acque dolci, riducendo i livelli delle risorse idriche e causando diverse conseguenze: ad esempio, la costruzione di dighe per creare bacini idrici può impedire ai salmoni di raggiungere i punti in cui vanno a deporre le uova.

3
Collaborare

  1. 1
    Sostieni parchi nazionali, riserve e aree naturali che proteggono gli habitat degli animali a rischio di estinzione. Visitali, versa del denaro o fai volontariato.
    • Insegna ai bambini a proteggere le specie in pericolo. Molti parchi hanno programmi e organizzano visite guidate per i più piccoli.
    • Quando sei in viaggio, considera di fare ecoturismo nelle zone che lottano per proteggere numerosi tipi di specie minacciate dall'estinzione. Per esempio, in Madagascar, un'isola che si trova a est del continente africano caratterizzata da un ecosistema unico e fragile, ci sono tante persone che vorrebbero proteggere la flora e la fauna a rischio. Offri un contributo economico per aiutarle.[3]
  2. 2
    Lascia gli spazi naturali così come li hai trovati. Quando visiti un parco nazionale o fai una semplice passeggiata nei boschi, segui le regole e provvedi a mantenere pulita l'area: raccogli la spazzatura, rispetta il regolamento sull'accensione del fuoco, non prendere fiori, uova e addirittura pietre e tronchi. Puoi solo scattare foto e lasciare le tue impronte a terra.
  3. 3
    Unisciti a un gruppo fondato sulla protezione della flora e della fauna. Esistono numerose associazioni nazionali e internazionali che lavorano per tutelare le specie in via di estinzione. Potresti trovarne alcune anche nella tua zona. Magari si impegnano anche in semplici gesti, come rimuovere le erbacce e seminare piante autoctone nelle riserve naturali. Entra a far parte di un'associazione oppure creane una.
  4. 4
    Incoraggia i coltivatori e i grandi proprietari terrieri a creare habitat naturali e non distruggere boschi composti da alberi secolari. Se conosci persone che svolgono questo lavoro, informale dei benefici che ne ricaverebbero. In caso contrario, unisciti a un'organizzazione che ha lo scopo di incoraggiare gli agricoltori e altri a fare questa scelta.
  5. 5
    Unisci la tua voce a quella di altre persone per farti ascoltare. Non a caso esiste un detto che dice: "chi più strilla più ottiene". Se credi che le specie in via di estinzione meritino protezione affinché tutti ne ricavino un beneficio, diffondi il messaggio: sensibilizzare l'opinione pubblica è il primo passo per realizzare un cambiamento positivo.
    • Mettiti in contatto con i rappresentanti politici. Chiedi loro di sostenere non solo le regole che tutelano le specie a rischio di estinzione della tua zona o che appoggiano lo stesso obiettivo all'estero, ma anche le misure per ridurre l'inquinamento e contrastare i mutamenti climatici.
    • Fai sentire la tua voce nella comunità. Aiuta a produrre volantini. Parla di questi argomenti nelle scuole, nelle biblioteche o nei centri della tua comunità. In modo amichevole ma risoluto, porta le persone a guardare il quadro nella sua interezza: i piccoli gesti (o la loro mancanza) hanno un impatto su tutto l'ecosistema, specie a rischio incluse. Ricorda loro che l'estinzione crea un effetto-domino che in qualche modo influisce anche sugli esseri umani, non solo sugli animali che si vedono allo zoo.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Attivismo Sociale | Animali

In altre lingue:

English: Help Endangered Animals, Español: ayudar a los animales en peligro de extinción, Português: Ajudar Animais Ameaçados de Extinção, Русский: помочь животным, находящимся под угрозой исчезновения, Français: aider les animaux en voie de disparition, Deutsch: Bedrohten Tierarten helfen, 中文: 挽救濒危动物, Bahasa Indonesia: Menolong Hewan yang Terancam Punah, Nederlands: Bedreigde diersoorten helpen, Tiếng Việt: Cứu giúp các loài động vật nguy cấp, ไทย: ช่วยสัตว์ที่เสี่ยงต่อการสูญพันธุ์, 한국어: 멸종 위기에 처한 동물을 돕는 법

Questa pagina è stata letta 11 940 volte.
Hai trovato utile questo articolo?