Come Aiutare un Gatto a non Vomitare

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

In questo Articolo:Escludere altre CauseAgire DirettamenteStabilire Quando Portare il Gatto dal Veterinario15 Riferimenti

È assolutamente normale che i gatti abbiano degli episodi occasionali di vomito;[1][2] tuttavia, se si tratta di un disturbo insolito per il tuo micio, se gli episodi aumentano, se l'animale perde peso o ti sembra malato, devi portarlo dal veterinario per un controllo. In attesa della visita, ci sono alcuni semplici metodi che puoi mettere in atto per aiutare il gatto a sentirsi meglio e smettere di vomitare.

Parte 1
Escludere altre Cause

  1. 1
    Verifica quando è stato sottoposto al trattamento vermifugo per l'ultima volta. Un'infestazione di vermi, come la tenia, può in effetti causare il vomito nei gatti.[3] Curandolo contro i parassiti intestinali, puoi fermare questo disturbo o almeno escludere che sia questa la possibile causa del suo malessere.[4]
    • Se gli concedi di girovagare libero e di cacciare, sottoponilo al trattamento vermifugo con maggiore frequenza.
    • Se ha già fatto la cura, non dimenticare di sottoporlo regolarmente ai richiami.
    • In commercio esistono molti prodotti utili che puoi acquistare a tale scopo.
    • Per i nematodi usa la selamectina (Stronghold).[5]
    • Per eliminare molte varietà di vermi puoi usare la melbimicina (Sentinel).[6]
  2. 2
    Tieni in considerazione i possibili allergeni. Molti gatti soffrono di allergie, soprattutto alle proteine, e il tuo potrebbe avere un'intolleranza a un componente della sua alimentazione; individua e togli qualunque tipo di allergene dalla sua dieta.[7]
    • Chiedi al veterinario che ti consigli una dieta ipoallergenica per il micio.
    • Nutri il gatto con questo tipo di alimentazione per almeno otto settimane, per assicurarti che tutti gli allergeni siano stati eliminati dall'organismo.[8]
    • Introduci lentamente i nuovi cibi, uno alla volta, e controlla se si scatenano altri episodi di vomito.
    • Quando gli allergeni raggiungono lo stomaco, provocano irritazione che a sua volta può causare il vomito.[9]
    • Alcuni gatti vomitano quasi subito dopo aver mangiato un cibo a cui sono sensibili, mentre per altri trascorrono ore prima che stiano male.
  3. 3
    Presta attenzione ai nuovi farmaci che sta assumendo il micio. Questi felini domestici sono molto sensibili ai medicinali e molti principi attivi annoverano il vomito tra gli effetti collaterali. Prendi nota delle medicine che gli stai somministrando e verifica se possono essere responsabili dei suoi disturbi.
    • Il veterinario è in grado di darti maggiori informazioni circa le possibili complicazioni derivanti dai farmaci.
    • Se la causa del vomito è proprio un farmaco, chiedi al medico che gli prescriva un prodotto alternativo.
    • I gatti sono estremamente sensibili ai farmaci e non dovresti somministrare dei rimedi casalinghi al tuo amico felino.

Parte 2
Agire Direttamente

  1. 1
    Spazzola il micio ogni giorno. I gatti sono facilmente soggetti alle palle di pelo quando si prendono cura della loro igiene; quando si puliscono la pelliccia possono infatti ingerire molti peli che irritano lo stomaco e inducono il vomito. Spazzolando il gatto regolarmente, riduci enormemente la quantità di pelo che può ingerire ed eviti che lo vomiti.
    • Prenditi cura del suo pelo ogni giorno;
    • Devi spazzolarlo, a prescindere che sia un esemplare a pelo lungo o corto;
    • Usa un pettine per sciogliere i grovigli;
    • Usa una spazzola di gomma per rimuovere i peli sciolti.
  2. 2
    Nutri il micio con delle crocchette per prevenire la formazione di boli di pelo. Esistono in commercio diversi tipi di cibo per gatti formulati per questo problema; possibilmente, scegline una varietà che abbia un alto contenuto di fibre.[10]
    • Le fibre facilitano il passaggio dei peli attraverso l'apparato digestivo.
  3. 3
    Usa una pasta lubrificante delicata specifica per gatti. Se le palle di pelo sono un grosso problema per il tuo micio, questa può essere una soluzione adatta. Si tratta di un lubrificante che aiuta il passaggio dei boli attraverso il tratto intestinale.[11]
    • In commercio sono presenti diversi tipi di prodotti, che puoi acquistare nelle farmacie o anche online.
    • Molti sono realizzati con paraffina liquida inerte e hanno spesso un sapore gradevole per i gatti, che sono così invogliati a leccarli.
    • Spalma circa 2-3 cm di prodotto sotto le zampe del micio due volte al giorno per due o tre giorni, in modo che lo lecchi.
    • Questa pasta lubrificante riveste le palle di pelo, facilitandone il passaggio e l'espulsione con le feci.
  4. 4
    Fai mangiare il gatto lentamente. Alcuni esemplari tendono a mangiare velocemente e in questo modo ingeriscono molta aria insieme al cibo; tale abitudine provoca irritazione allo stomaco, causando rapidamente degli attacchi di vomito. Interrompi questo comportamento con alcune semplici azioni:
    • Suddividi il cibo in una teglia per muffin per creare delle porzioni più piccole e indurre il micio a mangiare più lentamente.
    • Esistono diversi dispositivi che puoi acquistare e che sono già predisposti per fornire il cibo in maniera più lenta.

Parte 3
Stabilire Quando Portare il Gatto dal Veterinario

  1. 1
    Presta attenzione se perde peso. Un gatto sano che vomita non dovrebbe dimagrire. Se il tuo amico felino vomita almeno due o tre volte a settimana e noti un calo ponderale, portalo dal veterinario. Devi farlo visitare anche se noti i seguenti sintomi di disfunzione intestinale:[12]
    • Feci morbide;
    • Tracce di sangue nelle feci;
    • Feci con muco;
    • Diarrea.
  2. 2
    Osserva i cambiamenti comportamentali. Presta attenzione a qualunque atteggiamento insolito che il gatto in genere non manifesta; potrebbe trattarsi di parecchi dettagli, ma se ti sembra che esulino dal suo solito temperamento, devi farlo visitare dal veterinario. Ecco alcuni esempi di comportamenti insoliti che dovresti monitorare:[13]
    • Presenta un calo di energie, appare stanco o letargico;
    • È calmo, riservato o apatico;
    • Miagola eccessivamente o è iperattivo.[14]
  3. 3
    Controlla i cambiamenti nelle abitudini alimentari. Fai attenzione a quanto mangia, beve e verifica anche la frequenza. Se il micio mostra dei comportamenti insoliti per quanto riguarda l'appetito o la sete, portalo dal veterinario.
    • Se mangia o beve molto meno del solito e dimagrisce, devi farlo visitare dal medico.
    • Devi portarlo dal veterinario anche se beve molto più del normale.
  4. 4
    Sottoponilo a una visita medica in caso di dubbio. Non è sempre facile identificare il tipo di problema che lo affligge, ma il veterinario è in grado di definire con precisione la causa degli episodi di vomito e capire se è un disturbo sintomatico di qualche patologia più grave, come:[15]
    • Pancreatite;
    • Disturbi renali;
    • Problemi epatici;
    • Malattia infiammatoria intestinale;
    • Vermi;
    • Infezioni.

Consigli

  • Anche se spiacevole per le persone, il vomito può essere del tutto normale nei gatti.

Avvertenze

  • Se il micio presenta altri sintomi oltre al vomito, portalo dal veterinario.
  • Se non sai con certezza se il vomito o i comportamenti del gatto sono reazioni normali, fissa un appuntamento dal veterinario per una visita.

Riferimenti

  1. https://www.aspca.org/pet-care/cat-care/vomiting
  2. http://www.vet.cornell.edu/FHC/health_information/vomiting.cfm
  3. https://www.aspca.org/pet-care/cat-care/worms
  4. Plumb's Veterinary Drug Handbook. Donald Plumb. Publisher: Wiley-Blackwell
  5. Plumb's Veterinary Drug Handbook. Donald Plumb. Publisher: Wiley-Blackwell
  6. Plumb's Veterinary Drug Handbook. Donald Plumb. Publisher: Wiley-Blackwell
  7. Food hypersensitivity - new recommendations for diagnosis and management. Rosser. Consultations in Feline Internal Medicine. WB Saunder.
  8. Food hypersensitivity - new recommendations for diagnosis and management. Rosser. Consultations in Feline Internal Medicine. WB Saunder.
  9. Food hypersensitivity - new recommendations for diagnosis and management. Rosser. Consultations in Feline Internal Medicine. WB Saunder.
Mostra altro ... (6)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali.

Categorie: Gatti

In altre lingue:

English: Help a Cat Not Throw Up, Español: ayudar a un gato para que no vomite, Português: Ajudar um Gato a Não Vomitar, Français: aider un chat à ne pas vomir, Bahasa Indonesia: Membantu Kucing agar Tidak Muntah, Nederlands: Zorgen dat je kat niet overgeeft, العربية: مساعدة قطتك على عدم التقيؤ

Questa pagina è stata letta 1 970 volte.
Hai trovato utile questo articolo?