Spesso si dice che non esiste perdita più grande di quella di un figlio. È quello che teme ogni genitore e, se accade, può essere così intenso da allontanare molte persone. Tuttavia, quello che ogni familiare e amico deve sapere per aiutare un genitore afflitto per la perdita del figlio è che il suo aiuto alla fine sarà necessario. Potrebbe non recare benefici nell'immediato, ma un giorno o l'altro li porterà. Devi considerare le tempistiche e le necessità in base al tipo di persone coinvolte e alle modalità in cui si sono sviluppati gli eventi.

La cosa che un genitore in lutto desidera di più è riavere suo figlio. Purtroppo nessuno può soddisfare questo desiderio, ma tu "puoi" essere d'aiuto. Quando cerchi di aiutare qualcuno è importante sapere quali sono le cose giuste e sbagliate da dire o fare. È vero che in buona parte occorrerà la tua massima sensibilità verso una specifica situazione, ma questo articolo ti aiuterà a guidarti almeno nelle fasi iniziali.

Passaggi

  1. 1
    Ricorda che l'aiuto o il sostegno che offri saranno necessari nel lungo periodo. Occorrerà del tempo.
  2. 2
    Ci saranno false partenze e battute d'arresto. Sii preparato a gestire gli sbalzi d'umore. Il tuo amore e la tua compassione sono proprio le cose di cui c'è bisogno.
  3. 3
    Inizia partecipando al funerale e a qualsiasi funzione commemorativa. Non ha importanza ciò a cui devi rinunciare per non mancare. Fare lo sforzo di partecipare significherà molto per i genitori e dimostrerà quanto tenevi al figlio defunto. In questo modo ti considereranno tra coloro che intendono ricordare e aiutare la famiglia durante il lutto.
  4. 4
    Sii concreto. I genitori afflitti dal dolore hanno bisogno di spazio per esprimere la loro sofferenza. Puoi contribuire preparando da mangiare, offrendoti di tenere in ordine il giardino, pulendo la casa o facendo le commissioni. Occupati di tutte le normali faccende quotidiane che per loro all'improvviso sembrano inutili. Resta in contatto con loro: una semplice telefonata o una visita possono costituire una fonte di sostegno concreto.
  5. 5
    Sentiti libero di manifestare il tuo sostegno fisicamente. Non esitare ad abbracciarli spesso. Offri una spalla su cui possono piangere nel vero senso della parola.
    • Sostieni i genitori e lasciali piangere. Versare molte lacrime è normale e salutare.
  6. 6
    Esegui alcune ricerche sulle fasi del dolore. Vai su internet e leggi come si sentono i genitori dopo aver perso un figlio. Fai un salto sui forum e parla con altre persone a proposito di come si sentivano e di quello che le ha aiutate ad attraversare le fasi iniziali del dolore. Un sito come www.gruppoeventi.it può essere un buon punto di partenza.
  7. 7
    Aspettati che il dolore non diminuisca ma aumenti. Si tratta di un dolore che rimane per tutta la vita, anche se un giorno si trasformerà in una sofferenza perenne dovuta alla mancanza di una parte del proprio cuore. Non è qualcosa che si supera. Accetta il fatto che non esiste un periodo di tempo per il dolore. All'inizio continuerà a crescere in grandezza e la tua presenza è molto utile nel momento in cui le persone si sentono sopraffatte dal dolore. Offri una spalla su cui piangere, sappi ascoltare, senza giudicare, e continua a essere presente, qualunque cosa accada. Accetta il fatto che un genitore in lutto non si riprenderà mai dalla perdita del proprio figlio, ma sappi che col tempo, molto tempo, la supererà.
    • Non dire mai ai genitori: "Riprenditi" o "Vai avanti con la tua vita, è quello che vorrebbe tuo figlio".
    • Non dire mai: "Puoi sempre avere altri figli" se i genitori stanno piangendo la morte di un neonato o di un bambino molto piccolo. È una delle cose più insensibili da dire a un genitore afflitto dal dolore. E nemmeno i nipoti possono sostituire la perdita di un figlio adulto. Perciò, non percorrere questo percorso fatto di luoghi comuni.
    • Una frase molto indicata potrebbe essere: "Dimmi come ti senti". In questo modo il genitore potrà aprirsi e parlare seguendo la direzione desiderata. E, se vorrà, potrà anche mettersi a piangere o a urlare.
  8. 8
    Non cercare di aggiustare le cose e non dare consigli o raccomandazioni. A meno che tu non sia preparato professionalmente a gestire una situazione del genere, lascia questo compito agli esperti. Il tuo ruolo è quello di prenderti cura, ascoltare e rispettare il genitore afflitto dal dolore. Se sei disposto a offrire consigli religiosi o di carattere personale, assicurati al 100% che siano ben accetti.
    • Consenti ai genitori di parlare del figlio.
    • Consenti ai genitori di piangere, urlare, singhiozzare e arrabbiarsi. Consentigli semplicemente di esprimere tutti i sentimenti che provano. Ne hanno diritto.
    • Se non sai cosa dire, non dire niente, ascolta e basta. Rimanere in silenzio è meglio che pronunciare una frase qualsiasi come: "È in un posto migliore" oppure "Adesso è con Dio", ecc. Se ti senti meglio dicendo qualcosa, spiega che non sai cosa dire, se è ciò che senti. È meglio essere sinceri piuttosto che andare avanti a borbottare qualcosa peggiorando eventualmente la situazione.
    • Non forzare e non incoraggiare troppo i genitori a socializzare o a tornare al lavoro.
    • Non mortificarli e non scoraggiarli se intendono cercare sostegno online presso altri genitori che hanno perso un figlio.
  9. 9
    Non paragonare mai la morte di un figlio alla perdita di una persona a te cara. La scomparsa di un figlio porta con sé connotazioni molto diverse rispetto alla morte di un genitore, un fratello o un amico. I genitori spesso ti diranno che avrebbero voluto andarsene al posto del figlio e questo è un sentimento che li tormenterà per molti anni in seguito. Il dolore provocato dalla perdita di un figlio è diverso da qualunque altra perdita di persone che conosci e a cui vuoi bene. Accettalo e riconoscilo quando è necessario.
    • Condividi il tuo dolore per la perdita del figlio, ma ricorda che il tuo dolore non ha niente a che vedere con il loro, a meno che anche tu non abbia perso un figlio. Non esiste dolore più grande della morte del proprio figlio. Non dire mai a un genitore che ha perso un figlio che sai come ci si sente o che capisci la sua situazione, perché probabilmente non sarà come dici.
    • Non paragonare la perdita del tuo lavoro, matrimonio, animale o nonno alla perdita del loro figlio.
  10. 10
    Non avere paura di parlare del figlio. Ogni genitore vuole sapere che il proprio figlio non è stato dimenticato. E ascolta i genitori quando vogliono parlare di lui. Indipendentemente dal fatto che fosse giovane o adulto, saranno molti i ricordi di cui i genitori vorranno parlare per riportare momentaneamente "in vita" il figlio.
    • Se mentre parli del figlio piangono, va bene. Lasciali piangere, sapendo che non li hai feriti.
  11. 11
    Non sparire. Perdere qualcuno che è stato prima un amico, una roccia, potrebbe essere la più grande delusione per un genitore afflitto dal dolore. La tua preoccupazione di non sapere cosa dire o fare non è nulla paragonata al dolore, alla tristezza e alla solitudine provati da un genitore afflitto dal dolore. È meglio fare una gaffe e scusarsi piuttosto che sparire semplicemente e smettere di essere un punto di riferimento su cui i genitori possono contare.
    • Ricorda i genitori in occasione della festa della mamma e del papà: restano comunque genitori.
    • Ricorda il compleanno del figlio. Manda un biglietto dicendo che ti ricordi del figlio.
    • Ricorda la data in cui il figlio se n'è andato. Manda un biglietto per dire che li pensi, chiamali, condividi i ricordi piacevoli che riguardano il figlio e ascoltali.
  12. 12
    Concedi lo spazio necessario. Oltre a far sapere che sei lì per aiutarli, accetta anche il fatto che i genitori in lutto probabilmente vogliano stare per conto loro. Presta attenzione ai segnali che ti dicono che la tua presenza può essere di troppo e allontanati con delicatezza, mettendoli al corrente che ci sei in caso di bisogno. Sarà sufficiente una telefonata o un messaggio.
    Pubblicità

Consigli

  • Se il genitore non ha un sito internet commemorativo, offriti di acquistarne uno per lui in memoria del figlio. Molti genitori trovano un grande conforto nel creare un sito internet in memoria del figlio.
  • Accetta il fatto che ciascuno esprima la propria sofferenza in modo diverso.
  • Se hai delle foto del figlio, copiale e portale al genitore. I genitori che hanno perso un figlio sono molto affezionati a tutto quello che fa riemergere il suo ricordo.
  • Accetta il fatto che probabilmente il genitore in lutto non sarà più la stessa persona che conoscevi.
  • Se il genitore ha creato un sito internet per commemorare il figlio, visitalo. Accendi una candela, scrivi un messaggio di condoglianze, condividi un ricordo, offri il tuo amore, accetta il loro dolore e dai il tuo sostegno. È un modo meraviglioso per dimostrare che ricordi il figlio.
  • Abbraccia e vieni a contatto con il genitore che ha perso suo figlio. Non occorre che tu dica niente. Il solo fatto di sostenerlo e trasmettergli il tuo amore attraverso il contatto sarà di grande aiuto.
  • A volte puoi fare qualcosa di speciale per ricordare il figlio scomparso, ad esempio trovare foto che lo ritraggono e di cui i genitori non erano a conoscenza. Potresti poi convertirle in un formato digitale o caricarle in un'apposita cornice. Se conservi qualche ricordo del figlio scomparso, considera il modo di farlo avere al genitore afflitto, dimostrando così quanto ci tieni.
  • Fai controllare a qualcuno il computer utilizzato dal figlio affinché niente venga cancellato accidentalmente, come la sua musica preferita, i suoi siti internet preferiti, le cose che considerava divertenti, ecc.
  • Forse i genitori desiderano mantenere la camera del figlio esattamente com'è per molto tempo, se non per sempre. Accettalo senza discutere.
  • Accetta il fatto che il genitore possa affliggersi per la perdita del figlio per sempre.
  • Conserva le lenzuola del figlio e i suoi indumenti sporchi in modo che i genitori abbiano qualcosa che emani il suo odore. Riponili in un posto sicuro, se i genitori non se ne occupano come si deve (e la maggior parte delle volte succede).

Pubblicità

Avvertenze

  • Aspettati delle manifestazioni di rabbia, probabilmente molta. Ascolta semplicemente, concedi loro lo spazio necessario per esprimere ciò che sentono e rimani disponibile.
  • Molti genitori che hanno perso un figlio pensano al suicidio. Stai attento in caso di eventuali segnali e cerca aiuto se sei preoccupato.
  • Molti genitori che hanno perso un figlio lottano contro una grave depressione e potrebbero aver bisogno di cure mediche.


Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Morire Serenamente

Come

Convincere i Tuoi Genitori a Farti Fare Qualsiasi Cosa

Come

Vestirsi per un Funerale

Come

Infastidire tua Sorella

Come

Affrontare la Morte di un Genitore

Come

Riconoscere i Genitori Tossici

Come

Aiutare Qualcuno a Superare la Perdita di un Parente

Come

Dire ai Tuoi Genitori che Hai un Ragazzo

Come

Dire Creativamente a Tuo Marito che Diventerà Padre

Come

Vivere Dopo la Morte del Coniuge

Come

Affrontare il Lutto

Come

Rispondere Alle Condoglianze

Come

Impostare il Parental Control su Android

Come

Fare uno Scherzo a Tuo Fratello
Pubblicità

Riferimenti

  1. Partially based on advice from Jancee Dunn in "How to help a friend", p. 114, Australian Women's Weekly, (September 2006).

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 19 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 56 292 volte
Categorie: Famiglia
Questa pagina è stata letta 56 292 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità