Come Aiutare un Hoarder

Spesso le persone che soffrono di disposofobia (o disturbo da accumulo) sono consapevoli di avere un problema, ma devono comunque raggiungere un punto in cui iniziare a chiedere aiuto al fine di riuscire ad affrontare tale patologia emozionale e di riprendere il controllo delle proprie vite. Non è pertanto possibile forzare un hoarder (accumulatore) a cercare aiuto o a rinunciare ad alcuni oggetti della sua amata collezione. Se conosci una persona che soffre di disturbo da accumulo e che ha finalmente ammesso di avere un problema, puoi mettere in pratica alcune strategie per venirle in aiuto.

Passaggi

  1. 1
    Ascolta l'hoarder. Uno dei mezzi più potenti con cui supportare un hoarder che ha deciso di riconoscere la presenza di un problema è offrire il tuo ascolto senza giudizio. Parlando sarà portato ad aprirsi e ad articolare i suoi sentimenti, potendo così rendersi conto delle tante emozioni conflittuali che affollano la sua mente. Anziché tentare di offrire una soluzione rapida, poni delle domande chiarificatrici che lo aiutino a organizzare i propri pensieri in un modo che lo motivi a richiedere aiuto.
  2. 2
    Rispondi alle sue richieste di sostegno. Se l'hoarder dovesse menzionare un eventuale bisogno di aiuto professionale, ipotizzando per esempio di voler consultare un terapista, offriti di aiutarlo nella ricerca e nella selezione di un professionista valido. Nel caso l'hoarder sia combattuto tra il desiderio di ricevere aiuto e la paura di aprirsi con uno sconosciuto in merito a un tema tanto personale, offriti di partecipare a una o due sessioni per sostenerlo moralmente.
  3. 3
    Dedica un po' del tuo tempo aiutando l'hoarder a compiere dei piccoli passi verso la guarigione. Quando la terapia avrà inizio, il terapista potrebbe assegnare all'hoarder dei piccoli compiti da eseguire tra una seduta e l'altra, per esempio suggerendogli di pulire un angolo di una stanza o un singolo armadio. Offriti di aiutarlo nel processo sostenendo la scatola o il sacchetto che conterrà gli oggetti scartati, ma non partecipare tu stesso alla pulizia. Perché la guarigione abbia luogo dovrà essere l'hoarder stesso a decidere cosa tenere e cosa lasciare andare.
  4. 4
    Sii paziente. Sebbene talvolta sarà difficile riuscire a capire perché la persona non riesca a separarsi da un particolare oggetto, per te chiaramente senza valore, trattieniti dal dirlo e comprendi semplicemente che non sia ancora giunta l'ora di lasciarlo andare. Cerca invece di guidare la sua attenzione su un altro possibile candidato all'immondizia.
  5. 5
    Aspettati dei passi falsi. Un hoarder che ripulisce con successo un armadio potrebbe essere comunque incapace di gettare una qualsiasi cosa il giorno seguente. In base alla gravità della patologia, il periodo di guarigione e il compimento di progressi significativi potrebbero richiedere un lasso di tempo compreso tra poche settimane, un anno o più.
  6. 6
    Ricorda che una persona che soffre di accumulo patologico tende a non guarire mai del tutto. Come per altre tipologie di malattie, l'obiettivo è quello di riuscire a gestire il disturbo, senza però aspettarsi che scompaia completamente senza mai fare ritorno. La persona in oggetto avrà sempre la tentazione di accumulare. Il tuo ruolo di amico o di famigliare sarà quello di aiutarlo a non perdere l'equilibrio ricordandole quanti e quali benefici derivino dal suo resistere alle tentazioni.

Consigli

  • Gli hoarder avanzano a proprio ritmo. Sarà dunque importante supportarne ogni progresso ed evitare di mostrarsi troppo critici davanti ai passi falsi. Guarire dalla disposofobia non è come ristabilirsi da una gamba rotta. Come per altri disturbi mentali potrebbe essere necessaria una combinazione di tempo, terapia e medicinali in abbinamento al supporto e all'amore delle persone care.
  • Sebbene le serie televisive mostrino il disturbo da accumulo come una patologia in cui sia sempre possibile compiere progressi rapidi in seguito alla rimozione degli oggetti inutili, talvolta la realtà può rivelarsi differente. Perché l'hoarder possa sentirsi bene potrebbero essere necessarie lunghe terapie volte a trattare le cause scatenanti del disturbo. Lo sgombero e la pulizia degli ambienti sono sicuramente importanti, ma non devono essere considerati l'ultima tappa del percorso necessario.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Salute Mentale

In altre lingue:

English: Help a Hoarder, Español: ayudar a un acumulador compulsivo, Русский: помочь скряге, Deutsch: Einem Messie helfen, Français: aider une personne qui souffre d'un trouble de l'entassement compulsif, Bahasa Indonesia: Menolong Si Penimbun, 한국어: 저장 장애가 있는 사람을 도와주는 법, العربية: مساعدة شخص مُحب للتملك والاكتناز

Questa pagina è stata letta 1 724 volte.
Hai trovato utile questo articolo?