Come Allattare al Seno un Neonato durante la Prima Settimana di Vita

In questo Articolo:Allatta al Seno Presto e SpessoSappi Cosa AspettartiIncontra una Consulente per l'Allattamento

Allattare al seno durante la prima settimana dopo il parto può essere impegnativo, anche per le donne che l'hanno già fatto in passato. Sapendo cosa aspettarti e come migliorare l'efficacia dell'allattamento al seno durante la prima settimana, puoi riuscire ad allattare con successo durante e oltre le prime settimane di vita del tuo bambino.

1
Allatta al Seno Presto e Spesso

Per migliorare le tue possibilità di produrre abbastanza latte durante la prima settimana, è importante cercare di allattare al seno in ogni occasione. Questo stimolerà il tuo corpo a produrre latte e aiuterà te e il tuo bambino ad adattarvi al processo dell'allattamento.

  1. 1
    Cerca di allattare al seno quasi immediatamente dopo la nascita. Prima il tuo bambino familiarizza col tuo seno, migliori sono le possibilità di farglielo accettare e di allattarlo efficacemente. Inoltre, in questo modo spingerai immediatamente il tuo corpo a iniziare il processo di produzione del latte.
  2. 2
    Chiedi che il bambino possa stare nella tua stanza o che ci venga portato per l'allattamento. Tenere vicino il tuo bambino incoraggia la stimolazione di importanti ormoni materni che incentivano la produzione di latte.
    • Se partorisci in ospedale, chiedi al personale di permettere al tuo bambino di restare nella tua stanza o di venirci condotto ogni 1-2 ore (anche durante la notte) per allattarlo.
    • Non permettere al personale dell'ospedale di integrare il tuo allattamento con acqua zuccherata o latte in polvere, a meno che le prescrizioni mediche non indichino che il bambino abbia bisogno di calorie supplementari, soffra di un problema di nutrizione oppure nel caso in cui tu non sia temporaneamente in grado di allattarlo al seno.
  3. 3
    Offri il seno ogni volta che il bambino vuole essere nutrito. Non offrirgli un ciuccio, e informa il personale medico dell'ospedale che non vuoi che al bambino siano offerti ciuccio o biberon. Più spesso ti porti il bambino al seno per cercare di allattarlo, più al tuo corpo verrà segnalato di produrre latte e più il tuo bambino si abituerà a succhiare con efficacia, stimolando la produzione e la montata lattea.

2
Sappi Cosa Aspettarti

Se sai di non doverti aspettare un afflusso immediato e abbondante di latte bianco, sarai preparata a non scoraggiarti nel caso in cui il tuo corpo produca solo piccole quantità di liquido denso e giallo, o se avrai difficoltà ad allattare il bambino. Mantenere la tua fiducia nella tua capacità di allattare al seno è molto più facile quando sai cosa prevedere durante la prima settimana di allattamento.

  1. 1
    Non aspettarti una montata lattea immediata. Molte donne sviluppano un ritardo di diverse ore, o addirittura giorni, prima che si verifichi una completa produzione di latte.
    • La montata lattea potrebbe venire ritardata da farmaci, da un parto chirurgico o da una separazione prolungata dal tuo bambino dopo la nascita. Non essere frustrata se la tua produzione di latte sembra subire un ritardo, dal momento che molte donne impiegano una settimana prima che il loro seno inizi a produrre latte con regolarità.
  2. 2
    Non aspettarti grandi quantità di latte dal seno. Per diversi giorni dopo la nascita del tuo bambino, potresti produrre soltanto colostro. Il colostro si presenta prima del latte normale ed è un liquido spesso e giallastro, che fornisce al tuo bambino un alto contenuto di grassi e importanti anticorpi ed elementi nutritivi. Per diversi giorni dopo la nascita, questo è l'unico nutrimento di cui il tuo bambino probabilmente ha bisogno, e la quantità che potresti produrre durante l'allattamento sarà piccola ma adeguata per il neonato.
  3. 3
    Mantieni il più possibile la tua pelle a contatto con quella del bambino. Il contatto diretto con il tuo bambino stimola il rilascio ormonale nel tuo corpo, che incoraggia la produzione di latte e lo sviluppo di un legame emotivo con tuo figlio. Stringerti al tuo bambino e lasciare che riposi sulla tua pelle nuda aiuteranno a segnalare al tuo corpo di iniziare a produrre latte.
  4. 4
    Abbi fede in Madre Natura. Il processo di dare alla luce segnala al tuo corpo in maniera naturale di avviare la produzione di latte.
    • A meno che tu non soffra di qualche patologia o problema fisico che preclude la produzione di latte (cosa molto rara), il tuo corpo produrrà quanto è necessario per il tuo bambino durante la prima settimana di vita. Lo stomaco del neonato sarà piccolo, e le sue necessità nutrizionali limitate.
    • Con la crescita delle necessità nutrizionali e delle dimensioni dello stomaco del tuo bambino, anche la tua produzione di latte aumenterà, e starà al passo delle necessità del tuo bambino, oppure le supererà.

3
Incontra una Consulente per l'Allattamento

Le consulenti per l'allattamento materno possono essere di grande aiuto nell'accompagnarti attraverso il processo di allattare al seno. Anche se hai già allattato al seno, ogni bambino è diverso, e potresti quindi trovarti ad affrontare nuove sfide. Approfitta di qualunque opportunità ti si presenti di collaborare con una consulente per l'allattamento per semplificare il processo durante la prima settimana dopo il parto.

  1. 1
    Richiedi una visita da parte di una consulente per l'allattamento professionista. Molti ospedali o centri per le nascite assumono consulenti per l'allattamento, peer counsellor (chiamate anche "consulenti per l'allattamento alla pari") o infermiere con competenze nell'allattamento al seno.
    • Le consulenti per l'allattamento possono offrire utili consigli, illustrare la tecnica appropriata e farti sapere qual è la normalità in termini di frequenza dell'allattamento, consistenza del latte, dolore o malessere, appetito infantile e produzione di latte.
    • La maggior parte degli istituti organizza una visita nella stanza durante la tua permanenza in ospedale o ne programma una a casa per permetterti di incontrare una consulente per l'allattamento al seno.
  2. 2
    Condividi le tue domande o preoccupazioni riguardanti l'allattamento al seno. Fai sapere alla consulente quali sono i tuoi problemi o le tue domande il più presto possibile, in modo che possa fornirti i mezzi per aiutarti o risolvere i tuoi problemi tempestivamente.
    • La maggior parte delle consulenti ti faranno provare ad allattare al seno in loro presenza, in modo da poterti accompagnare e rassicurarti, e fornirti opinioni o risposte in merito a qualunque tua domanda.
  3. 3
    Sii sincera riguardo a dolori o problemi. L'allattamento al seno può intimidire, soprattutto se sei madre per la prima volta. Se sospetti di non avere abbastanza latte o se l'allattamento al seno ti provoca dolore ai capezzoli o al seno, parlane con la consulente. Potrebbe essere in grado di guidarti sui cambiamenti da portare nella posizione, sull'uso di creme, o darti consigli supplementari per stimolare la montata lattea e per rendere l'allattamento un processo comodo ed efficace.

Consigli

  • Se non sei in grado di allattare al seno a causa del recupero post-operatorio, della perdita di sensi o di limitazioni mediche che si presentano durante i primi giorni dopo il parto, potresti trovarti ad affrontare ulteriori sfide iniziando ad allattare al seno. Informa il personale medico del tuo desiderio di iniziare ad allattare al seno il più presto possibile per migliorare le tue possibilità di essere in grado di farlo.
  • Non aver paura di chiedere ad altre donne riguardo alle esperienze che hanno avuto con l'allattamento al seno, perché potrebbero fornirti consigli utili o rassicurazioni per aiutarti durante la prima settimana, e oltre, di allattamento.
  • Ricorda che allattare al seno può essere impegnativo, ma è la maniera naturale di alimentare un bambino. Il tuo corpo sarà all'altezza della sfida, e puoi trovare conforto nel fatto che stai lavorando duramente per fornire al tuo bambino il miglior nutrimento possibile.

Avvertenze

  • Se senti un dolore considerevole o se credi di non star producendo nessun liquido, avvisa un medico o un esperto in allattamento. In alcuni casi possono venire somministrati dei farmaci che aiutino a stimolare la lattazione. In altri casi potrebbe essere necessario ricorrere a una consulenza per un allattamento aggressivo o a un'integrazione con del latte in polvere, per assicurarti che il tuo bambino riceva una nutrizione adeguata.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Salute dell'Infanzia | Genitori

In altre lingue:

English: Breastfeed a Newborn in the First Week After Birth, Español: amamantar a un recién nacido durante la primer semana de vida, Русский: наладить грудное вскармливание в первую неделю после родов, Português: Amamentar um Recém Nascido na Primeira Semana Após o Parto

Questa pagina è stata letta 2 493 volte.
Hai trovato utile questo articolo?