Come Allevare i Pulcini

4 Parti:Che cosa Considerare prima di IniziarePrendersi Cura dei Pulcini di Meno di Due MesiPrendersi Cura dei Pulcini di Più di Due MesiPerché Allevare le Galline

Allevare i pulcini è un'esperienza estremamente soddisfacente, dal momento che osservi la loro trasformazione da tenere palline di pelo a signore dalle splendide piume. Le galline sono degli ottimi animali domestici, anche perché possono essere utili. Scopri i metodi e le procedure per allevarle con affetto ed efficienza.

Parte 1
Che cosa Considerare prima di Iniziare

  1. 1
    Assicurati di avere le risorse giuste per allevare delle galline. Non avere fretta, anche se non vedi l'ora di iniziare. Pensa bene alle tue motivazioni e valuta se disponi di tempo, soldi e spazio per prendertene adeguatamente cura.
    • In termini di spesa, le galline sono relativamente economiche se comparate agli altri animali. Ovviamente, dovrai comprare il mangime e portarle dal veterinario qualora si ammalassero. Potresti anche investire in un'allevatrice e/o in un pollaio se è la tua prima volta.
    • Allevare le galline non porta via tanto tempo, ma dovrai dare loro da mangiare e da bere quotidianamente, mantenere la stia pulita e raccogliere le uova una o due volte al giorno. Se le lascerai per un paio di giorni, dovrai trovare qualcuno che ti sostituisca, il che non è facile.
  2. 2
    Informati se è legale tenere delle galline nella tua zona. Questo tipo di allevamento potrebbe essere soggetto a restrizioni perciò informati sulle normative locali. Molti comuni proibiscono i galli (a causa del rumore) o impongono dei limiti rispetto al numero di galline che possono vivere in una casa.
    • Alcuni municipi richiedono anche dei permessi o degli accordi firmati dai vicini, mentre altri indicano le dimensioni massime dei fabbricati annessi nei quali tenere le galline.[1]
  3. 3
    Cerca di allevare almeno tre-sei galline. Questo volatile è molto socievole. Averne una o due in più non è una cattiva idea qualora ne morisse qualcuna perché vittima di un predatore o di una malattia.
    • Le galline, di solito, depongono cinque-sei uova alla settimana, dunque se ne allevi quattro, avrai quasi due dozzine di uova a settimana.[2]
  4. 4
    Scegli la razza delle galline. In base alla specie può variare il temperamento, l'abilità di deporre le uova, le dimensioni e il colore delle uova, l'adattabilità al clima, l'aspetto e la qualità della carne.
    • Se vuoi ricavarne frequentemente delle uova, scegli le Australorp nere.[1]
    • Se vuoi ricavare sia le uova che la carne, opta per le Buff Orpington o per le Silver Laced Wyandotte, che sono più grandi delle precedenti, depongono molte uova e la loro carne è di prima scelta.[1]
  5. 5
    Scopri dove acquistare i pulcini. Puoi farlo in una fattoria locale in primavera o ordinarli su internet. Tuttavia, quando si compra mediante un catalogo, generalmente è obbligatorio effettuare un ordine minimo di pulcini, perché così è più facile mantenerli al caldo durante il trasporto, evitando di subire troppe perdite.[2]
    • Se vuoi solo tre o quattro pulcini, mettiti d'accordo con gli altri allevatori per fare un ordine cumulativo.[2]
    • Se possibile, specifica se vuoi solo delle femmine. I galli possono essere rumorosi e aggressivi, perciò non sono consigliati a chi non ha esperienza. Le galline, inoltre, depongono con meno problemi se non ci sono dei galli in giro.[2]
  6. 6
    Considera in anticipo lo spazio e le attrezzature delle quali hai bisogno. All'inizio, le galline necessiteranno di un'incubatrice, un piccolo recinto che puoi creare con una scatola di cartone o con una gabbia di conigli e che può essere tenuto in casa o in un garage. Poi, quando verranno spostate all'esterno, richiederanno un pollaio, nel quale deporranno le uova stando al sicuro dai predatori.
    • Una volta cresciute, le galline non hanno necessariamente bisogno di una fattoria; infatti, quelle da città stanno diventando sempre più diffuse tra chi ha un piccolo cortile. Tuttavia, lo spazio dovrà essere ricoperto dall'erba.

Parte 2
Prendersi Cura dei Pulcini di Meno di Due Mesi

  1. 1
    Prepara un'incubatrice e una lampada. In mancanza di altro, puoi utilizzare una scatola di cartone o di plastica, ma anche una gabbia per conigli o per porcellini d'India, che è facile da pulire. Puoi comprarne una in un negozio di articoli per fattorie o costruirla da solo.
    • L'incubatrice va posizionata in casa o nel garage, in un posto libero dagli spifferi. Mantenerli al caldo è essenziale.
    • Le dimensioni dell'incubatrice non sono tanto importanti, ammesso che i pulcini non stiano ammassati e abbiano spazio per muoversi, mangiare e bere. Le pareti dovrebbero essere sufficientemente resistenti da evitare che saltino fuori una volta cresciuti.
  2. 2
    Scegli il suolo giusto. Crealo con dei trucioli di pino o dei fogli di giornale, anche se quest'ultima opzione non è la migliore, giacché la carta è scivolosa e i pulcini possono macchiarsi con l'inchiostro. Il suolo dovrebbe essere cambiato ogni due giorni e mai restare umido.
    • La pulizia è molto importante a questo punto dello sviluppo dei pulcini, perché in questo momento sono vulnerabili a varie malattie, che possono essere evitate se le condizioni sanitarie sono appropriate.
  3. 3
    Monitora attentamente la temperatura. Disponi una lampada nell'incubatrice per tenere i pulcini al caldo. Utilizza una lampada riscaldante con un riflettore, che può essere comprato dal ferramenta. Puoi anche usare una lampadina comune da 100 watt. Inserisci un termometro nell'incubatrice per controllare la temperatura esatta, che dovrebbe essere tra i 32 e i 40 °C la prima settimana, per poi essere ridotta di 3 °C di settimana in settimana, fino a quando i pulcini non avranno sviluppato delle piume (di solito succede dopo 5 o 8 settimane).
    • In alternativa, puoi capire se l'incubatrice è abbastanza calda in base al comportamento dei pulcini. Se ansimano e/o si accalcano agli angoli, lontani dalla luce, significa che hanno caldo. Se si affollano sotto la luce, hanno freddo.
    • Puoi regolare la temperatura alterando la distanza della luce o cambiando il wattaggio della lampadina fino a trovare quello giusto.
  4. 4
    Assicurati che abbiano cibo e acqua. Procurati il mangime nei negozi di animali o di articoli per fattoria, che è specialmente formulato per le loro esigenze alimentari; ne esistono due versioni, una medicata e l'altra no (in quest'ultimo caso, presta particolare attenzione alla pulizia). Questo alimento è completo. L'acqua dovrà essere fresca e pulita affinché i pulcini si mantengano idratati. Dovresti cambiarla una o due volte al giorno per non farla contaminare.
    • Puoi acquistare degli abbeveratoi appositi nei negozi che vendono articoli per le fattorie. Sono economici, leggeri e non possono essere rovesciati dai pulcini. Puoi anche usare un ciotola bassa, ma dovrai assicurarti che non venga capovolta e che sia priva di escrementi.
    • Usa una mangiatoia per tenere in ordine l'incubatrice. Quelle speciali sono fatte di acciaio galvanizzato e si possono comprare nei negozi che vendono articoli per le fattorie, ma puoi anche utilizzare una ciotola piatta.
  5. 5
    Gioca con loro. I pulcini sono socievoli e curiosi. È importante trascorrere del tempo insieme a loro, tenerli in mano e parlarci, affinché si affezionino a te e imparino a fidarsi. Dopo una o due settimane, possono essere portati all'aperto per delle brevi esplorazioni, a condizione che il clima sia mite. Occhio ai predatori, gatti inclusi.
    • Sebbene i pulcini ottengano tutti i nutrienti necessari dal mangime, puoi coccolarli con un verme o un insetto preso dal giardino, con il quale giocheranno prima di mangiarlo. Fallo dopo una o due settimane. Le verdure non sono ancora consigliate, perché possono causare dei sintomi simili alla diarrea, pericolosi per i pulcini.
    • Una volta che avranno compiuto un mese, puoi inserire un trespolo basso nell'incubatrice. I pulcini ci salteranno e potrebbero addirittura cominciare a dormirci su. Non metterlo direttamente sotto la luce, sarebbe un punto troppo caldo.

Parte 3
Prendersi Cura dei Pulcini di Più di Due Mesi

  1. 1
    Trasferiscili in un pollaio esterno, ammesso che non sia inverno. Puoi comprarne uno in un negozio di articoli per fattoria o costruirlo da solo. Questa struttura fornirà loro un riparo che li proteggerà dalle correnti d'aria e dai predatori. Li mantiene caldi in inverno e freschi in estate. Ecco qualche considerazione da fare prima di acquistarne o realizzarne uno:
    • Stia. Ogni stia dovrebbe avere sufficiente spazio per permettere alle galline di muoversi, rovistare e avere dell'aria fresca. In termini di dimensioni, dovrebbe misurare 1,5 x 2,5 m per contenere dalle tre alle cinque galline.
    • Trespolo elevato. Sebbene esistano pollai con trespoli all'aperto, se possibile, ti conviene sceglierne uno al chiuso. Come la maggior parte dei volatili, le galline hanno l'istinto di appollaiarsi e preferiscono farlo nelle aree elevate. Questa parte dovrebbe includere anche un posatoio dove possano dormire.
    • Scatole per la nidificazione nell'area del trespolo. Si tratta di spazi di 30,5 x 30,5 x 30,5 cm nei quali le galline possono deporre le uova. Una scatola può bastare per due galline, giacché per loro non è un problema condividere una zona. Puoi inserire paglia o trucioli al loro interno.
    • Pulizia. Dovresti pulire la stia una volta ogni quattro mesi e cambiare la paglia e i trucioli ogni 10 giorni circa.
  2. 2
    Proteggile dai predatori usando la stia giusta. In effetti, la sicurezza dovrebbe essere la tua priorità numero uno nella scelta del pollaio: le galline possono essere assalite dalle donnole, dai visoni, dai gatti, dagli orsetti lavatori, dai cani e persino dai falchi. Assicurati che il recinto sia avvolto a 360° dal filo metallico, con fori non superiori ai 2,5 cm. Controllalo regolarmente per vedere se ci sono rotture o parti poco fissate, che potrebbero permettere ai predatori di entrare.
  3. 3
    A questo punto, cambia il cibo. Dovrai dar loro da mangiare il cibo giusto per deporre le uova, reperibile nei negozi di animali e di articoli per fattorie. Le galline potrebbero apprezzare anche gli avanzi gustosi dei tuoi piatti e l'erba tagliata, ammesso che sia priva di pesticidi.
    • Inserisci anche una ciotola di sabbia nella stia, che consente di macinare e digerire il cibo alle galline, giacché non hanno denti.[2]
    • Puoi anche dare loro un supplemento a base di guscio di ostrica tritato, reperibile in un negozio di articoli agricoli, per fornire loro del calcio extra, allo scopo di ottenere delle uova dal guscio più resistente.[2]
    • Lascia gli alimenti in una mangiatoia e puliscila regolarmente. Controllala ogni due giorni per assicurarti che non si sia creata la muffa e che non sia bagnata.
    • Ricorda di dar loro molta acqua fresca e pulita. Compra un abbeveratoio più grande per non riempirlo così spesso. In inverno, puoi usare quelli riscaldati per prevenire che l'acqua si congeli.
  4. 4
    Interagisci con loro. Le galline apprezzano l'interazione con gli umani, dunque parlaci e chiamale per nome. Quelle domestiche possono anche essere prese in braccio; se sono timide, incoraggiale con una manciata di grano. Alcune ti saluteranno, ti risponderanno o accorreranno qualora le chiamassi. La loro socievolezza dipenderà in qualche modo dalla loro razza, ma anche dal livello di attenzione che rivolgi loro.
  5. 5
    Quando arriveranno le uova? Le galline giovani, chiamate pollastrelle, iniziano a deporre tra le 20 e le 24 settimane di età, sfornando cinque-sei uova a settimana.
    • Le galline depongono più uova in primavera e in estate, perché hanno 12-14 ore di luce. In autunno, la produzione scemerà, per poi incrementare in primavera. Puoi raccoglierle giornalmente, persino due volte al giorno. Più imponente è la gallina, più grandi saranno le uova.
    • Le galline possono deporre per tutta la loro vita (che può durare otto-dieci anni), però la produzione decrementa dopo tre o cinque anni.

Parte 4
Perché Allevare le Galline

  1. 1
    Depongono uova fresche e più gustose di quelle del supermercato. Inoltre, puoi controllare quello che mangiano e come vivono. Le uova possono essere bianche, marroni o verdi-azzurre a seconda della razza delle galline.
  2. 2
    Forniscono un ottimo compost. Le galline trasformano il cibo, le piante, gli insetti e tutto ciò che mangiano in escrementi da usare come compost nel tuo giardino.
  3. 3
    Mangiano quasi ogni insetto, ma anche i topi, i serpenti e le sanguinerole se possono. Adorano pure beccare l'erba fresca, i germogli delle piante ed estirperanno felici le erbacce dal tuo giardino.
  4. 4
    Sono divertenti da guardare. Da pulcini sono adorabili, da adolescenti starnazzano e da grandi hanno delle bellissime piume, sia quelle comuni che quelle esotiche o tropicali. Ognuna di loro ha una personalità distinta.
  5. 5
    Forniscono cibo. Trascorsi tre-cinque anni, la deposizione delle uova diminuisce. Puoi tenerle come animali domestici o usarle per il brodo, per quanto possa sembrare triste. Se hai allevato un gallo, puoi mangiarlo dopo cinque-sei mesi.
  6. 6
    Sono dei buoni animali domestici perché sono socievoli e leali. Puoi stabilire un legame con loro sin da quando sono dei pulcini. Le galline domestiche si lasciano prendere in braccio, possono mangiare dalla tua mano e salutarti, specialmente quando le chiami.

Consigli

  • Se vedi delle feci rimaste attaccate all'area dalla quale vengono espulsi gli escrementi, eliminale con un panno caldo (che poi butterai) o con una salvietta di carta calda e inumidita. Questo può salvare la loro vita perché permette al tratto digestivo di continuare a muoversi.
  • Per farle giocare, costruisci uno spazio nel quale possano divertirsi.
  • Alle galline più anziane puoi dare varie cose da mangiare. Oltre al grano tritato, alcune apprezzano la mousse di mela, lo yogurt e le molliche del pane di mais!
  • Le galline mangiano anche i fiocchi d'avena.

Avvertenze

  • Ai pulcini non si dovrebbe mai permettere di stare in uno stormo stabile fino al raggiungimento dell'età appropriata, quando compare la cresta e iniziano a chiocciare invece di pigolare. Altrimenti, li perderai, perché le galline più grandi cercheranno di stabilire l'ordine gerarchico.


Informazioni sull'Articolo

Categorie: Animali

In altre lingue:

English: Raise Chicks, Español: criar pollitos, Português: Criar Pintinhos, Français: élever des poussins, Русский: вырастить цыплят, 中文: 养小鸡, Deutsch: Küken aufziehen, Bahasa Indonesia: Memelihara Anak Ayam, Nederlands: Kuikens grootbrengen, العربية: تربية الكتاكيت

Questa pagina è stata letta 95 383 volte.

Hai trovato utile questo articolo?