Come Allevare una Colonia di Grilli

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

In questo Articolo:PreparativiFar Riprodurre i GrilliUltimare il Processo di Riproduzione

Hai un serpente o un ragno domestico e sei stanco di andare continuamente al negozio di animali per procurarti gli insetti coi quali lo nutri? Se sei una persona intraprendente, potrebbe interessarti imparare ad allevare una tua colonia di grilli in modo da averne a disposizione un gran numero; il tutto a costo zero e senza muoverti di casa!

Parte 1
Preparativi

  1. 1
    Acquista dei contenitori o delle taniche capienti. Questi recipienti ti serviranno per ospitare i tuoi grilli. Meglio avere a disposizione due contenitori: uno per far riprodurre gli esemplari adulti, l'altro per far maturare i piccoli. Decidi quanti grilli vuoi acquistare e compra un recipiente delle dimensioni adeguate.
    • Dovrai fare in modo di avere un contenitore abbastanza grande da ospitare la tua colonia. Un errore piuttosto comune commesso dai principianti del settore è quello di acquistare recipienti troppo piccoli. Quando i grilli sono costretti a riprodursi in uno spazio ristretto, iniziano a divorarsi l'un l'altro per ragioni di competizione. Non è esattamente il nostro obiettivo, vero? Assicurati di avere a disposizione un contenitore abbastanza spazioso!
    • Acquista un contenitore trasparente dotato di coperchio. I recipienti alti e dai bordi lisci sono la scelta migliore. Un contenitore da 50 litri può ospitare una colonia di oltre 500 grilli!
  2. 2
    Fai in modo che i grilli possano respirare. Ritaglia sul coperchio uno o due fori di 15 cm di diametro e coprili con una retina antizanzare. Usa della colla a caldo per fissare la retina. Se vuoi un maggior controllo sul calore interno del recipiente, puoi praticare più fori di varia grandezza.
  3. 3
    Cospargi il fondo del contenitore con della vermiculite. Spargi uno strato di vermiculite di 2,5-7,5 cm sul fondo del recipiente. Questo darà ai grilli un fondo su cui camminare e aiuterà a mantenere costante l'umidità all'interno del contenitore, evitando la formazione di batteri e cattivi odori. Il fondo va cambiato ogni 1-6 mesi, soprattutto in presenza di colonie molto popolose.
  4. 4
    Metti un contenitore di plastica più piccolo all'interno del recipiente e riempilo di terriccio umido. Le femmine se ne serviranno per deporre le uova. Posizionalo in modo che i bordi siano quasi a livello dello strato di vermiculite, in modo che gli insetti possano accedervi comodamente. Assicurati che il terriccio sia privo di fertilizzanti e pesticidi.
    • Per evitare che i grilli scavino nel terriccio o mangino le uova, puoi piazzare una retina sopra il recipiente minore. Le femmine potranno comunque deporre le uova per mezzo del loro ovopositore.
  5. 5
    Acquista almeno 50 grilli. Fai in modo di avere a disposizione un numero sufficiente di grilli per nutrire il tuo animale domestico e tienine da parte 30-50 da far riprodurre. Il rapporto numerico tra maschi e femmine dovrà essere equilibrato ma è sempre preferibile avere più femmine che maschi all'interno della colonia.
    • Le femmine hanno tre lunghe estrusioni sul didietro, la principale delle quali (l'ovopositore) viene usata per deporre le uova nel terreno. Inoltre, gli esemplari femmina presentano ali pienamente sviluppate.
    • I maschi hanno due estrusioni sul didietro. Hanno ali più corte, meno sviluppate di quelle delle femmine, che usano per emettere il caratteristico richiamo notturno.

Parte 2
Far Riprodurre i Grilli

  1. 1
    Metti insieme la tua colonia e nutrila. Metti tutti i grilli in un unico contenitore e deponi all'interno del recipiente un piattino piano colmo di mangime per grilli o di un suo surrogato (il cibo per gatti sminuzzato va particolarmente bene).
    • Puoi nutrire la colonia con frutta, delle fettine di patata, verdura e qualsiasi vegetale possa integrare la loro dieta. Rimuovi il cibo avanzato prima che si guasti e inizi a marcire.
    • Scelte più stravaganti possono includere: mangime per pesci tropicali, pellet per pesci d'allevamento, mangime per conigli (pellet alfalfa) e, più in generale, qualunque cibo con alto contenuto proteico.[1]
    • Alterna cibi diversi per fornire ai tuoi grilli una dieta equilibrata. La salute degli insetti non potrà che influire su quella del tuo animale domestico. Alterna i cibi secchi con frutta e verdura, soprattutto lattuga. Ciò farà dei tuoi grilli lo snack ideale per il serpente o il ragno di casa.
  2. 2
    Dai ai tuoi grilli il giusto quantitativo di acqua. I grilli necessitano di un costante apporto di acqua per mantenersi in salute. Ecco alcuni metodi per mantenere la tua colonia debitamente idratata:
    • Piazza nel recipiente un dispenser per rettili capovolto con una spugnetta infilata nel serbatoio. La spugna dovrebbe evitare eventuali perdite di liquido.
    • Ritaglia un rotolo di cartoncino (di quelli della carta igienica) e spiegalo per ottenere un rettangolo. Rivesti il rettangolo di carta assorbente (un tovagliolo di carta può andare bene), imbevilo d'acqua ed appendilo in un angolo del recipiente.
    • Un piattino di acqua gelificata (venduta anche come surrogato del concime organico, come nel caso del gel di poliacrilammide) o della gelatina insapore piazzata in un angolo del recipiente.
  3. 3
    Tieni i tuoi grilli al caldo. I grilli necessitano di un ambiente caldo per riprodursi ed incubare le uova. Il calore all'interno del recipiente può essere garantito da un apparecchio di riscaldamento per rettilari, un cuscinetto termico o una lampadina elettrica. Piazzare una di queste fonti di calore in un armadio fornirà ai tuoi grilli il calore necessario per svolgere le loro funzioni riproduttive.
    • Perché si accoppino, i grilli hanno bisogno di una temperatura che vada dai 13 ai 37°C (quella ideale va dai 26 ai 32°C).
  4. 4
    Dai tempo ai tuoi grilli di riprodursi. Se i grilli sono in buona salute, dovrebbero riprodursi a profusione. Dai loro due settimane di tempo per accoppiarsi e deporre le uova nel terriccio. Le femmine depongono le uova sottoterra a una profondità di 2 cm circa.[2] Dopo un paio di settimane, il terriccio sarà colmo di minuscole uova oblunghe. Preleva il terriccio e piazzalo in un contenitore adibito all'incubazione delle uova.
    • Mantieni il terriccio inumidito. Le uova tendono a seccarsi ed è quindi necessario umidificare periodicamente il terriccio irrorandolo con dell'acqua filtrata. Per questo scopo, usa una bottiglia dotata di vaporizzatore.

Parte 3
Ultimare il Processo di Riproduzione

  1. 1
    Tieni le uova in incubazione. Per potersi schiudere, le uova hanno bisogno di calore. Metti il piattino in un contenitore più grande dotato di chiusura ermetica e mettilo in una zona riscaldata dove la temperatura raggiunga i 30-32 gradi centigradi. Dopo un paio di settimane circa (o più, a seconda della temperatura), le uova cominceranno a schiudersi e una marea di piccoli grilli, grossi quanto la capocchia di uno spillo, inizierà a fuoriuscire dal terriccio nel corso delle due settimane successive.
  2. 2
    Preleva i piccoli grilli e deponili in un nuovo contenitore. Il recipiente dovrà essere provvisto di cibo e acqua, in modo che i piccoli crescano sani e forti prima di essere messi nel contenitore degli adulti.
    • Ricorda di inumidire periodicamente il fondo del terzo contenitore, in modo che i piccoli grilli abbiano abbastanza acqua a disposizione.
    • Considera l'idea di disporre il terzo contenitore sopra un cuscinetto termico regolato alla temperatura di 30-32°C.
  3. 3
    Ripeti il processo. Seguendo da capo i passaggi precedenti, la tua colonia si riprodurrà velocemente generando abbastanza esemplari da nutrire non solo i tuoi animaletti domestici, ma anche quelli dei tuoi amici. Col tempo, diverrai un autentico allevatore di grilli! Se alcuni muoiono, valuta i seguenti aspetti:
    • Mancanza di spazio. I grilli hanno bisogno di molto spazio per riprodursi. Se la tua colonia diventa troppo popolosa, gli esemplari più forti inizieranno a divorare quelli più deboli per eliminare dei possibili concorrenti all'interno del loro habitat.
    • Penuria o eccesso di acqua. I grilli necessitano di più acqua di quanto si possa pensare. Inumidire il fondo del recipiente e riempire il serbatoio dell'acqua ogni due giorni è di fondamentale importanza. Allo stesso tempo, evita di "annegare" i tuoi insetti: un ricambio d'acqua regolare è più che sufficiente.
    • Calore insufficiente. I grilli hanno bisogno di calore per riprodursi. La temperatura ottimale è di 30-32°C.

Consigli

  • Le strip di spugna comunemente usate per la guarnizione delle porte possono essere usate per sigillare i coperchi dei contenitori in modo che i grilli non scappino.
  • Cambia il cotone all'interno del contenitore dell'acqua ogni due settimane per evitare che diventi sporco; questo eviterà la formazione dei batteri.
  • Rimuovi i grilli morti. Meglio evitare che i grilli divorino i cadaveri dei propri simili: ciò potrebbe favorire il diffondersi dei batteri e infettare l'intera colonia.
  • Informati sulle abitudini dei grilli e sulla loro dieta: ti aiuterà ad allevarli nel miglior modo possibile.
  • Rivestire l'interno del contenitore di nastro adesivo trasparente renderà più difficile per i tuoi grilli arrampicarsi sulle pareti, riducendo in tal modo i tentativi di fuga.
  • Se sei momentaneamente a corto di cibo e acqua per i tuoi grilli, puoi dar loro una fetta di patata.
  • Ogni sei mesi, dovresti acquistare dei nuovi grilli per rinnovare il processo riproduttivo. Ciò eviterà problemi dovuti all'accoppiamento tra consanguinei e ti darà modo di cambiare lo strato di vermiculite sul fondo del contenitore.

Avvertenze

  • Attento agli organismi che potrebbero nuocere alla tua colonia (muffe, acari, mosche, batteri, ecc.) e prendi le giuste precauzioni per liberarti di loro.
  • I maschi fanno molto chiasso quando sono in amore. Posiziona la colonia in una zona della casa che non sia a portata d'orecchio!
  • C'è l'eventualità che alcuni grilli riescano a scappare. Se l'idea di avere dei fuggiaschi liberi per casa non ti aggrada, piazza delle trappole.
  • Tieni basso il livello di umidità. Fai in modo che l'umidità all'interno del contenitore rimanga bassa: questo ridurrà la mortalità dei grilli ed eviterà la diffusione di muffe, acari e mosche.
  • Usa un terriccio privo di fertilizzanti e pesticidi: ciò eviterà casi di intossicazione.
  • 50 esemplari adulti dovrebbero garantire più di 2000 nuove nascite nel corso della loro vita. A un certo punto potresti non saper più dove mettere i tuoi grilli!
  • I grilli appena nati non superano le dimensioni di un granello di sabbia; non dovrebbero essere in grado di risalire le pareti del contenitore, ma stai comunque attento che non scappino.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Animali

In altre lingue:

English: Raise Your Own Crickets, Español: criar grillos, Français: élever vos propres grillons, Deutsch: Grillen züchten, Português: Criar Seus Próprios Grilos, 中文: 自己养蟋蟀, Русский: растить сверчков, Nederlands: Krekels kweken, ไทย: เพาะจิ้งหรีดด้วยตัวเอง, العربية: تربية الصراصير بنفسك, Tiếng Việt: Nuôi dế

Questa pagina è stata letta 21 539 volte.
Hai trovato utile questo articolo?