Come Alleviare il Dolore Gengivale

Scritto in collaborazione con: Cristian Macau, DDS

Le gengive sono tessuti delicati e molto sensibili a temperature, infiammazioni e infezioni. I segni tipici di qualche malattia gengivale sono sanguinamento, dolenzia al tatto o dolore; i disturbi gengivali possono variare molto per gravità e i sintomi possono segnalare anche importanti malattie sistemiche, oltre che del cavo orale. Impara ad alleviare il dolore gengivale e a gestire patologie più gravi, in modo da ridurre qualsiasi disagio.

Metodo 1 di 4:
Riconoscere le Cause del Dolore

  1. 1
    Determina se hai un'afta in bocca. Si tratta di un'ulcera che può provocare un dolore costante o durante la masticazione; se è localizzata sulla gengiva, il tessuto è dolente. È tuttavia un disturbo facile da individuare; si manifesta in genere come una lesione di forma ovale con una zona centrale rossa o bianca.[1]
    • I medici non sono ancora riusciti a individuare la causa esatta delle afte; sono a volte provocate da traumi del cavo orale o alimenti acidi; si formano solitamente quando le difese immunitarie si abbassano e possono essere un primo segnale di un indebolimento immunitario.
    • In genere, guariscono da sole nell'arco di una o due settimane.
  2. 2
    Verifica se lavi i denti o usi il filo interdentale nella maniera sbagliata. Se ti prendi cura dell'igiene orale in modo inadeguato, puoi provocare dolore gengivale. Se spazzoli con troppo vigore o usi troppa forza con il filo, puoi irritare i tessuti, causando dolore e sanguinamento.[2]
    • Scegli uno spazzolino con setole morbide anziché dure;
    • Fai dei movimenti circolari ed evita di spazzolare i denti avanti e indietro, altrimenti puoi irritare le gengive; la retrazione gengivale espone la radice dentale causando una maggiore sensibilità.
  3. 3
    Presta attenzione alla dentizione. I bambini piccoli in particolare possono provare dolore gengivale quando stanno per spuntare i loro primi denti; negli adulti le gengive possono essere doloranti quando un dente non è spuntato correttamente. Un'altra causa di sofferenza alle gengive è l'eruzione dei denti del giudizio.[3]
    • Anche i denti inclusi possono essere responsabili di questo disagio, per il fatto che non sono in grado di uscire completamente dal tessuto; potrebbero restare sotto la gengiva o romperla solo parzialmente. I più propensi a questo problema sono i denti del giudizio o i canini dell'arcata superiore.[4]
  4. 4
    Definisci se soffri di malattie gengivali. Rappresentano le cause più comuni di dolore; all'inizio si tratta per lo più di gengivite e può essere trattata con un'adeguata cura del cavo orale. Una forma più grave di malattia del cavo orale è la periodontite, che può portare anche a perdere i denti. I sintomi principali sono:[5]
    • Gengive arrossate, gonfie o doloranti;
    • Alitosi;
    • Sapore sgradevole in bocca;
    • Recessione gengivale che fa sembrare i denti più grandi;
    • Sanguinamento gengivale durante e dopo aver lavato i denti;
    • Tasche gengivali adiacenti ai denti;
    • Indebolimento o instabilità dei denti – potresti riuscire a farli dondolare con la lingua.
  5. 5
    Osserva se hai una piccola ferita gengivale. A volte, qualche oggetto tagliente, del cibo ruvido o troppo caldo può provocare delle lesioni lievi ma dolorose.[6]
    • Si tratta in genere di danni minori che guariscono da soli entro alcuni giorni o una settimana.
  6. 6
    Individua un possibile tumore del cavo orale. Può essere un'altra causa di dolore gengivale; tale patologia provoca delle vesciche che non guariscono, cambiano di colore e volume e sono accompagnate da dolore.[7]
    • Altri sintomi di cancro sono escrescenze nelle guance, nel collo o sotto la mandibola, difficoltà a deglutire o masticare, problemi a muovere la mandibola o la lingua, intorpidimento di lingua e bocca, alterazione della voce, un persistente mal di gola o la sensazione di qualcosa bloccato in gola.
  7. 7
    Vai dal dentista. Se provi qualsiasi tipo di dolore gengivale che non scompare, delle lesioni che non guariscono o altri sintomi insoliti, devi farti visitare dall'odontoiatra. Anche se pensi che si tratti solo di gengivite, un controllo ogni sei mesi o un anno può ridurre il rischio di malattie gengivali.
    • Se presenti qualsiasi sintomo di cancro alla bocca, gravi patologie dentali o altri malesseri come febbre o segni di infezione, rivolgiti immediatamente al dentista.
    Pubblicità

Metodo 2 di 4:
Ridurre il Dolore con i Farmaci

  1. 1
    Usa un gel orale. Puoi applicare un gel antisettico per alleviare il dolore; molti di questi prodotti contengono un anestetico locale che lenisce il disagio. Puoi provare anche i prodotti per la dentizione o i gel con benzocaina.[8]
    • Usa questi prodotti con parsimonia e non superare mai il dosaggio raccomandato;
    • Non applicare i prodotti con benzocaina sulle gengive dei bambini piccoli senza il consenso del pediatra;
    • Tieni tuttavia presente che questi gel non hanno proprietà antibiotiche e non curano le infezioni;
    • In alternativa, puoi usare dei collutori senza alcol per alleviare il disagio.
  2. 2
    Prendi dei farmaci da banco. I prodotti in libera vendita come il paracetamolo (Tachipirina) o l'ibuprofene (Brufen) possono essere di aiuto per ridurre il dolore gengivale.[9]
    • Attieniti alle indicazioni del dentista per conoscere la frequenza con cui puoi assumerli; se non sei seguito da un odontoiatra, leggi con attenzione il bugiardino per quanto riguarda la posologia e non superare il dosaggio giornaliero consigliato.
    • Se provi dolore anche dopo due o tre giorni, contatta il medico.
    • Non far sciogliere l'aspirina o altri antidolorifici direttamente sulle gengive dolenti.
  3. 3
    Fatti prescrivere dei farmaci. Se hai gravi problemi gengivali, un'infezione o un ascesso dentale, il medico può prescriverti dei medicinali per gestire il dolore e trattare la malattia di fondo.
    • Potrebbe indicarti degli antibiotici per uso orale o qualche gel su prescrizione che è in genere un'associazione di antibiotici, antinfiammatori e vitamine, come la A. Rivolgiti al medico per trovare il trattamento più adatto alla tua situazione specifica.
    Pubblicità

Metodo 3 di 4:
Alleviare il Dolore con Rimedi Casalinghi

  1. 1
    Applica un cubetto di ghiaccio o un impacco freddo. La terapia del freddo può lenire il dolore gengivale; appoggia un cubetto di ghiaccio o del ghiaccio tritato sulle gengive, purché i denti e il tessuto non siano sensibili al freddo.[10]
    • Il freddo riduce l'infiammazione e intorpidisce la zona, alleviando in questo modo il malessere.[11]
    • Puoi tritare un po' di ghiaccio e metterlo in un palloncino o nel dito ritagliato da un guanto di plastica, ma non in lattice; chiudine l'estremità e appoggialo sulla gengiva dolente.
    • Anche gli alimenti freddi permettono di gestire il disturbo, riducendo il gonfiore e intorpidendo l'area sofferente.[12] Congela delle fette di mela, banana, mango, guava, uva o ananas e appoggiale sulla gengiva interessata.
  2. 2
    Prepara un risciacquo del cavo orale. Puoi usare diversi prodotti per creare un collutorio casalingo che favorisca la guarigione e allevi il dolore; puoi procedere con gli sciacqui tre o quattro volte al giorno.
    • Fai sciogliere mezzo cucchiaino di sale marino in 120 ml di acqua calda; tieni la miscela in bocca sulla zona dolorante per circa 30-60 secondi e infine sputala. Puoi ripetere il trattamento altre due o tre volte; al termine, risciacqua la bocca con acqua tiepida.[13] Assicurati di non ingerire la soluzione salata.
    • Per lenire il gonfiore e il disagio, puoi anche preparare una miscela con perossido di idrogeno; mescola dell'acqua ossigenata al 3% con una pari quantità di acqua; fai degli sciacqui del cavo orale per 15-30 secondi,[14] facendo attenzione a non ingerire il liquido.
    • Risciacqua le gengive con aceto di mele. Mescola 60 ml di acqua calda con l'aceto e tieni la soluzione sull'area interessata per 30-60 secondi; sputa quindi il liquido e ripeti altre due o tre volte. Infine, risciacqua con acqua calda.[15] In alternativa, puoi bagnare un batuffolo di ovatta nell'aceto e appoggiarlo sulla gengiva sofferente per 10 minuti; fai attenzione a non ingerire la miscela di acqua e aceto.
    • Un rimedio tradizionale per trattare l'infiammazione è la salvia. Falla bollire per creare un infuso e usa il liquido per risciacquare il cavo orale, ridurre il dolore e l'infiammazione gengivale.[16] Per preparare la tisana, prendi una manciata di foglie fresche e lavate o un cucchiaino colmo di salvia essiccata; aggiungi il materiale vegetale a 250 ml di acqua bollente e aspetta che si raffreddi. Lascia quindi agire il liquido sull'area affetta per 20-30 secondi ogni volta che fai dei gargarismi.
    • Altre piante altrettanto efficaci sono l'assenzio romano, la camomilla e l'aloe. Consulta sempre il medico prima di usare dei rimedi naturali, dato che potrebbero provocare delle interazioni negative con altri farmaci che stai assumendo o con alcune patologie.
  3. 3
    Massaggia le gengive. Può fornire sollievo dal disagio. Usa un dito pulito e con delicatezza fai dei movimenti circolari sulla superficie della gengiva dolente, cercando di raggiungere i lati per quanto possibile. Strofina facendo 15 rotazioni in senso orario e altrettante in senso antiorario; fai attenzione a non massaggiare in maniera troppo energica o a non premere troppo forte.[17]
    • Ripeti il trattamento almeno tre o quattro volte al giorno.
    • Il massaggio può essere utile per lenire il dolore dovuto ai denti del giudizio, dato che ne facilita l'eruzione attraverso le gengive, alleviando nel contempo la sofferenza.
  4. 4
    Prova un impacco caldo. A dire il vero, risulta raramente efficace per il dolore gengivale, ma alcune persone ne traggono sollievo. Se ti accorgi che ti fa stare meglio, puoi preparare un impacco caldo e applicarlo sulle gengive sofferenti tre o quattro volte al giorno.[18]
    • Prendi un piccolo panno impregnato di acqua calda o, se preferisci, imbevuto di una delle tisane elencate in precedenza.
    • In alternativa, puoi usare una bustina calda di erbe; bagna in acqua calda la bustina di una pianta erbacea dalle proprietà antinfiammatorie e appoggiala sulla gengiva, lasciandola agire per circa cinque minuti. Ripeti due o tre volte al giorno.[19] Puoi usare le tisane di chiodi di garofano, idraste, echinacea, salvia o anche il tè nero o verde.[20]
  5. 5
    Elimina gli irritanti. A volte, potresti provare dolore gengivale a causa di qualche residuo di cibo rimasto incastrato nei denti; in tal caso, per alleviare il disagio, puoi usare del filo interdentale per pulire la zona vicina alla gengiva e rimuovere la particella bloccata.[21]
  6. 6
    Massaggia le gengive con gli oli essenziali. Esistono diversi tipi di oli utili al tuo scopo; la maggior parte di quelli elencati di seguito ha proprietà antinfiammatorie e antimicrobiche, che la rendono efficace per ridurre il gonfiore, l'infiammazione e nel contempo prevenire possibili infezioni. Puoi massaggiare le gengive fino a quattro o cinque volte al giorno, per lenire il malessere. L'olio di chiodi di garofano si è dimostrato il più efficace e puoi strofinarlo direttamente sulle mucose;[22] ne esistono tuttavia altri altrettanto preziosi contro questo tipo di dolore. Prova a massaggiare le gengive aggiungendo alcune gocce di:[23][24][25]
    • Olio d'oliva caldo;
    • Estratto di vaniglia caldo;
    • Melaleuca;
    • Chiodi di garofano;
    • Menta;
    • Cannella;
    • Salvia;
    • Idraste;
    • Cocco.
  7. 7
    Prova un rimedio con la cipolla, l'aglio o lo zenzero. Sono piante dalle proprietà antinfiammatorie e aiutano a ridurre l'infezione dei tessuti gengivali.[26][27][28] Sono note per la loro efficacia antidolorifica; puoi appoggiarle sulle gengive doloranti o preparare un impasto lenitivo.
    • Taglia uno spicchio di cipolla o di aglio, mettilo direttamente sul dente che si trova sopra la gengiva sofferente e mordilo delicatamente per rilasciare il succo; successivamente, puoi mangiare una o due mentine o lavare i denti.[29]
    • Taglia una fettina di zenzero fresco e appoggialo sulla gengiva interessata; anche in questo caso, mordi con cautela la radice per rilasciarne i succhi. Tieni presente che ha un sapore forte e un po' piccante.
  8. 8
    Prepara un impasto di spezie. La curcuma e l'assafetida vengono usate tradizionalmente nella cucina indiana; tuttavia, la curcuma è nota anche per le sue proprietà medicinali, soprattutto perché agisce come un antimicrobico e un antinfiammatorio.[30] Puoi trovarla in forma di resina in polvere ed è in vendita in tutti i supermercati e/o negozi etnici.
    • Unisci un cucchiaino di curcuma con mezzo cucchiaino di sale e mezzo di olio di senape; strofina l'impasto così ottenuto sulla gengiva due volte al giorno per ridurre il dolore.
    • Prendi un pizzico di curcuma in polvere, aggiungi una quantità di succo di limone fresco sufficiente per creare un impasto e applicalo direttamente sulla gengiva sofferente; lascialo agire per circa 5 minuti. Ripeti il trattamento due o tre volte al giorno. Presta attenzione se i denti iniziano a ingiallire o a ricoprirsi di macchie scure che non scompaiono neppure con lo spazzolino e il dentifricio; in questo caso, interrompi il trattamento.
    • L'impasto di curcuma ha un sapore amaro e un odore piuttosto sgradevole, che viene mascherato in parte dal succo di limone; tuttavia, dovresti risciacquare la bocca con cura al termine del trattamento.
    Pubblicità

Metodo 4 di 4:
Mantenere una Corretta Igiene Orale

  1. 1
    Lava i denti. Assicurati di farlo almeno due volte al giorno, usando uno spazzolino a setole morbide; i denti e le gengive possono danneggiarsi se eserciti una pressione eccessiva o se usi uno spazzolino con setole dure. Per pulirli, strofinali in modo delicato con movimenti avanti e indietro.[31]
    • Evita di usare uno spazzolino troppo vecchio, perché è nocivo per i denti; quando è nuovo, le punte delle setole sono arrotondate, ma dopo alcuni mesi iniziano a diventare taglienti e possono provocare più danni che benefici.
    • Assicurati inoltre di spazzolare anche la lingua;
    • Tieni il dentifricio in bocca senza risciacquare. Sputa la schiuma in eccesso, ma non risciacquare la bocca con l'acqua; in questo modo, concedi ai minerali presenti nel prodotto più tempo per essere assorbiti dai denti.
  2. 2
    Usa il filo interdentale ogni giorno. Prenditi il tempo necessario per utilizzarlo quotidianamente; prendi un segmento lungo 50 cm, avvolgine la maggior parte attorno al dito medio di una mano e il resto attorno all'altro dito medio. Tieni il filo con pollice e indice in maniera decisa.[32]
    • Fai scorrere delicatamente il filo nello spazio interdentale, muovendolo avanti e indietro; curvalo attorno alla base di ciascun dente.
    • Una volta pulita la fessura, muovi il filo verso l'alto e verso il basso e fallo scorrere ai lati dei denti;
    • Dopo aver strofinato un dente, srotola un po' di filo e usa il segmento pulito per trattare lo spazio interdentale successivo.
    • Sii particolarmente scrupoloso nella zona dei denti del giudizio, una volta che sono spuntati.
  3. 3
    Risciacqua la bocca. Valuta di usare qualche tipo di collutorio dopo i pasti, in modo da eliminare le particelle di cibo e altri residui; queste sostanze causano la formazione di placca, carie, tartaro e portano a malattie gengivali. Al termine di un pasto, dedica qualche momento all'igiene della bocca.[33]
    • Puoi risciacquare il cavo orale con della semplice acqua, con un collutorio o una soluzione casalinga come l'acqua ossigenata diluita.
  4. 4
    Recati regolarmente dal dentista. Fissa degli appuntamenti con scadenza annuale o semestrale per sottoporti a una pulizia professionale. La maggior parte delle assicurazioni sanitarie private copre i costi delle pulizie di routine.
    • In questo modo, non solo ti assicuri che i denti restino puliti, ma permetti all'odontoiatra di individuare tempestivamente ogni disturbo dentale o gengivale prima che diventi troppo grave.
  5. 5
    Non usare i prodotti del tabacco. Le sigarette, i sigari e il tabacco da masticare aumentano il rischio di malattie gengivali. Dovresti evitare completamente qualunque forma di tabacco; se sei un fumatore, dovresti smettere per ridurre il rischio di patologie del cavo orale.[34]
    • Il fumo macchia i denti e causa l'alitosi.[35]
  6. 6
    Assumi vitamina C e calcio a sufficienza. Accertati di non avere carenze di questi nutrienti, perché un basso apporto di vitamina C causa gengive gonfie, sanguinanti e perfino la perdita dei denti.[36]
    • Gli agrumi e i loro succhi (come le arance e i pompelmi), i kiwi, i peperoni dolci, la papaya, le fragole, i broccoli e il melone sono tutti ricchi di questa vitamina;
    • Il calcio è presente in grande quantità nei latticini, come latte, formaggio, yogurt e gelato, ma anche nelle sardine, nelle verdure a foglia verde, nel latte di soia fortificato e nei suoi derivati.
    Pubblicità

Consigli

  • Se i rimedi descritti in questo articolo non donano sollievo nell'arco di due o tre giorni, chiama il dentista. Dovresti discutere con lui anche di ogni altro metodo per curare le malattie gengivali che causano il dolore.

Pubblicità
  1. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cancer/in-depth/mouth-sores/art-20045486?pg=2
  2. https://www.urmc.rochester.edu/Encyclopedia/Content.aspx?ContentTypeID=85&ContentID=P00918
  3. http://www.colgate.com/en/us/oc/oral-health/life-stages/adult-oral-care/article/sw-281474979434103
  4. http://www.in.gov/isdh/18741.htm
  5. http://www.in.gov/isdh/18741.htm
  6. http://www.nlda.org/how-to-get-rid-of-wisdom-tooth-pain-24-best-home-remedies/
  7. http://www.herbwisdom.com/herb-sage.html
  8. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/infant-and-toddler-health/in-depth/teething/art-20046378
  9. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  10. http://learningherbs.com/remedies-recipes/toothache-remedy/
  11. http://www.herbwisdom.com/herb-sage.html
  12. http://www.mayoclinic.org/first-aid/first-aid-toothache/basics/art-20056628
  13. http://www.mayoclinic.org/first-aid/first-aid-toothache/basics/art-20056628
  14. http://www.nlda.org/how-to-get-rid-of-wisdom-tooth-pain-24-best-home-remedies/
  15. http://www.herbwisdom.com/herb-sage.html
  16. http://www.mayoclinic.org/first-aid/first-aid-toothache/basics/art-20056628
  17. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23583806
  18. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/2246074
  19. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16117603
  20. http://www.healthguidance.org/entry/12593/1/Natural-Gum-Pain-Relief.html
  21. http://www.jnsbm.org/article.asp?issn=0976-9668;year=2013;volume=4;issue=1;spage=3;epage=7;aulast=Nagpal
  22. http://crest.com/en-us/oral-care-topics/gum-disease/taking-care-of-inflamed-gums
  23. http://www.nhs.uk/Livewell/dentalhealth/Pages/Teethcleaningguide.aspx
  24. http://crest.com/en-us/oral-care-topics/gum-disease/taking-care-of-inflamed-gums
  25. http://www.nhs.uk/Conditions/Gum-disease/Pages/Treatment.aspx
  26. https://www.dentalhealth.org/tell-me-about/topic/sundry/smoking-and-oral-health
  27. https://ods.od.nih.gov/factsheets/VitaminC-Consumer/

Informazioni su questo wikiHow

Specialista in Chirurgia Orale
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Cristian Macau, DDS. Il Dottor Macau lavora come chirurgo orale, periodontista e dentista estetico presso la Favero Dental Clinic di Londra. Ha conseguito un Dottorato di Odontoiatria presso la Carol Davila University of Medicine nel 2015.
Categorie: Denti & Bocca
Questa pagina è stata letta 25 139 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità