Come Alleviare il Dolore e il Prurito agli Occhi

Il prurito agli occhi è solitamente causato dalle allergie che irritano la zona. Tuttavia, si tratta anche di un sintomo tipico della congiuntivite e dell'affaticamento oculare. Se provi molto dolore o temi che possa esserci un'infezione, vai dal medico il prima possibile. Se invece presenti degli occhi arrossati e pruriginosi senza alcun segno di infezione, ci sono alcuni rimedi per alleviare il disturbo.

Metodo 1 di 3:
Gestire Possibili Allergie

  1. 1
    Applica degli impacchi freddi. Se gli occhi sono pruriginosi e irritati, prova ad appoggiare un impacco freddo. Questo rimedio è utile anche in caso di arrossamento e gonfiore. Prendi un panno o un asciugamano morbido, immergilo in acqua fredda e strizzalo. Chiudi gli occhi, inclina la testa all'indietro e appoggia l'impacco sul viso. Lascialo in posa per 20 minuti e ripeti il trattamento tutte le volte che ne senti il bisogno per prevenire altro prurito.
    • Puoi anche sdraiarti, se provi dolore al collo restando con la testa reclinata.
  2. 2
    Lava gli occhi. Se ti creano molto disagio, puoi lavarli. Questa procedura è necessaria nel caso ci fossero particelle di allergene (come la polvere) negli occhi. Per fare il lavaggio, chinati sopra un lavandino e apri il rubinetto dell'acqua tiepida. Porta il viso sotto un flusso delicato d'acqua (non violento!). Resta in questa posizione per alcuni minuti o finché non sarai certo di avere eliminato gli allergeni.
    • Puoi fare questo lavaggio anche mentre ti trovi sotto la doccia, se hai difficoltà a chinarti sul lavandino. Verifica solo che l'acqua non sia troppo calda per non danneggiare l'occhio.
  3. 3
    Metti del collirio. Ci sono due tipi di medicinali da banco che puoi utilizzare. Puoi provare dei colliri antistaminici, cioè dei farmaci che combattono la reazione allergica e donano sollievo dal prurito e arrossamento. Esistono inoltre le lacrime artificiali o umettanti. Queste sono in grado di ridurre la sensazione di prurito idratando gli occhi e "lavandoli" da eventuali allergeni.
    • Le marche più famose di colliri antistaminici sono Alfa, Imidazyl, mentre tra le lacrime artificiali ricordiamo Dacriogel, Cellufresh e Dropstar TG.
    • Puoi anche chiedere al medico di prescriverti un collirio antistaminico più forte, come l'Opatanol. Tuttavia, la maggior parte degli esperti ritiene che le soluzioni da banco siano sufficienti per i casi lievi e moderati.
  4. 4
    Non strofinare gli occhi. Se hai prurito, strofinarti gli occhi è la cosa peggiore che puoi fare, perché non fai altro che aggravare i sintomi. Inoltre, applichi una pressione e un attrito inutili sulla superficie già irritata. Quest'azione permette di trasferire agli occhi gli allergeni che hai sulle mani peggiorando il prurito.
    • Non toccarti gli occhi per alcun motivo. Questo significa che non puoi applicare il make-up quando hai una crisi allergica.
  5. 5
    Proteggi gli occhi. Se gli allergeni dell'ambiente esterno ti stanno arrecando molto fastidio, indossa degli occhiali da sole quando esci di casa. In questo modo interponi una barriera tra gli occhi e gli allergeni del mondo esterno, riducendone l'esposizione.
    • Puoi indossare gli occhiali anche mentre fai le pulizie. Se sai di essere allergico alla polvere e al pelo di animale, indossa degli occhiali di protezione mentre pulisci casa.
    • Non toccarti gli occhi subito dopo avere accarezzato il tuo animale domestico, se il suo pelo e la sua forfora innescano reazioni allergiche.
  6. 6
    Togli le lenti a contatto. Quando gli occhi sono irritati, la presenza delle LAC non fa altro che peggiorare la situazione, perché crea attrito sulla cornea e sulla congiuntiva. Inoltre, possono sporcarsi con gli allergeni aumentando l'intensità della risposta immunitaria. In questi casi dovresti indossare gli occhiali per concedere agli occhi un periodo di riposo. Gli occhiali, inoltre, rappresentano una barriera fisica contro gli inquinanti.
    • Se non hai gli occhiali, passa alle lenti a contatto monouso. In questo modo eviti che vi si accumulino sopra gli allergeni.
    • Ricorda di lavarti bene le mani prima di indossare le lenti a contatto o prima di toglierle. Evita di diffondere inutilmente le sostanze a cui sei sensibile.
  7. 7
    Prova un antistaminico da banco. Le allergie agli occhi sono spesso scatenate dalle stesse sostanze che innescano la rinite allergica. Tra queste ricordiamo la polvere, la muffa, la forfora di animale e il polline. Dato che si tratta sempre della stessa causa, puoi prendere un antistaminico in libera vendita per alleviare la sintomatologia oculare.
    • Puoi prendere dei farmaci che non creano sonnolenza durante il giorno, come la loratadina (Clarityn), la fexofenadina e la cetirizina (Zirtec).
    • Anche il Benadryl è molto efficace, ma induce sonnolenza.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Curare la Congiuntivite

  1. 1
    Riconosci i sintomi. La congiuntivite è un'altra causa comune di prurito agli occhi. Se provi solo prurito, è molto improbabile che tu abbia la congiuntivite. Tuttavia, se questo sintomo è accompagnato da altre manifestazioni, allora potresti soffrire di questa malattia oculare. Ecco a cosa devi prestare attenzione:
    • Arrossamento;
    • Sensazione di bruciore;
    • Presenza di secrezione liquida che può essere bianca, trasparente o gialla;
    • Gonfiore;
    • Lacrimazione;
    • Sensazione di corpo estraneo.
  2. 2
    Vai dall'oculista. La congiuntivite può essere sia virale sia batterica ed è molto contagiosa nelle prime due settimane di infezione. Devi farti curare il prima possibile per limitare i rischi di trasferire l'infezione agli altri. Inoltre, i sintomi spariranno prima con una terapia tempestiva. Recati dall'oculista non appena manifesti i primi sintomi di congiuntivite.
    • Il medico controlla i tuoi occhi e determina il tipo di infezione che ti ha colpito. Se ritiene che ci possa essere un problema grave, potrebbe prescriverti ulteriori esami.
  3. 3
    Prendi gli antibiotici. Se l'oculista ti ha diagnosticato una congiuntivite batterica, allora ti darà degli antibiotici che ridurranno il decorso della malattia da qualche settimana a pochi giorni. Tuttavia, gli antibiotici non hanno alcun effetto sulle congiuntiviti virali.
  4. 4
    Prova dei rimedi casalinghi. Non esiste una cura per l'infezione virale. Il medico potrebbe prescriverti dei farmaci antivirali, nel caso l'infezione fosse causata da particolari virus. Puoi seguire i semplici rimedi casalinghi qui descritti per tutti i tipi di congiuntivite, non solo quelle virali. Ad esempio, non indossare le lenti a contatto, applica degli impacchi freddi, non strofinare gli occhi e limitane il contatto con le mani.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Alleviare il Dolore dell'Affaticamento Oculare

  1. 1
    Riconosci i sintomi. Quando gli occhi sono stanchi, è abbastanza normale che prudano. Infatti l'affaticamento è una causa di prurito, dolore o sensazione di stanchezza oculare. Puoi anche manifestare difficoltà di messa a fuoco, lacrimazione o sensibilità alla luce brillante.
    • Vai subito dall'oculista in caso di visione doppia. L'affaticamento oculare prolungato potrebbe essere segno di un altro problema e dovresti farti visitare dallo specialista, se il disturbo persiste.
  2. 2
    Riduci le cause. In genere gli occhi si stancano quando devi fissare un oggetto per lungo tempo, come la strada, lo schermo di un computer o un libro. Cerca di ridurre, per quanto possibile, il tempo che dedichi a queste attività.
    • Se cerchi di leggere o lavorare a un progetto in una stanza scarsamente illuminata, puoi causare stress agli occhi. Accendi un'altra luce per risolvere il problema.
    • Tuttavia, se stai lavorando al computer o stai guardando la TV, un'illuminazione ambientale eccessiva potrebbe essere controproducente. Regola le luci in modo da non esserne abbagliato.
  3. 3
    Riposa lo sguardo. Per ridurre l'affaticamento oculare, devi riposare gli occhi. Per farlo puoi usare le regola del 20-6-20. Ogni 20 minuti alza lo sguardo e cerca di osservare un oggetto posto a 6 metri per 20 secondi. Ripeti questo esercizio ogni 20 minuti mentre lavori su oggetti a distanza ravvicinata.
  4. 4
    Cambia le lenti degli occhiali. Se soffri di affaticamento oculare, forse le tue lenti da vista non sono più adatte. Fissa un appuntamento presso l'ambulatorio oculistico e spiega al medico i problemi che stai vivendo. Potrebbe prescriverti delle nuove lenti oppure consigliarti un paio di occhiali da portare quando lavori. In questo modo limiti lo stress a cui sottoponi la vista mentre lavori al computer o leggi a distanza ravvicinata.
  5. 5
    Apporta delle modifiche all'ambiente di lavoro. Quando si lavora al computer, è molto facile affaticare gli occhi. Lo schermo dovrebbe essere a circa 60 cm di distanza; inoltre, dovrebbe essere posizionato leggermente sotto l'altezza degli occhi, seguendo la naturale linea dello sguardo.
    • Dovresti mantenere il monitor pulito perché la polvere, la sporcizia o le impronte sulla superficie affaticano gli occhi.
    • Usa un panno in microfibra e un liquido specifico per pulire i monitor e spegnili prima di procedere con la pulizia.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Anche un sintomo apparentemente trascurabile come il prurito agli occhi può essere segno di un grave problema come la cheratocongiuntivite. Fatti sempre visitare dall'oculista per ogni problema persistente.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 120 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Cura degli Occhi
Questa pagina è stata letta 78 862 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità