Dare alla luce è un'esperienza significativa che ti cambia la vita. Non solo modifica le priorità e le abitudini (soprattutto quelle collegate al sonno), il corpo stesso affronta dei cambiamenti non indifferenti. Essendo una neo-mamma, probabilmente in seguito al parto hai iniziato ad avere difficoltà ad amare il tuo corpo, specialmente mentre cerchi di destreggiarti fra la cura del neonato e quella di te stessa. Puoi imparare a farlo provando dei metodi che stimolino il pensiero positivo e la realizzazione di azioni positive. Puoi anche investire tempo ed energie per prenderti cura di te e chiedere aiuto agli altri.

Metodo 1 di 3:
Accettare il proprio Corpo dopo il Parto

  1. 1
    Evita di fare paragoni. Dopo il parto, cerca di non comparare il tuo corpo a quello di un'amica che è riuscita a rientrare miracolosamente in una 38 o di una celebrità fotografata in bikini dopo aver dato alla luce. Il parto ha un impatto diverso su ogni singola donna, quindi paragonarsi alle altre non farà che generare aspettative irrealistiche e pensieri negativi. Concentrati invece sul tuo corpo e sulle tue esigenze, anziché sulle altre neo-mamme [1].
    • Per iniziare, evita le immagini diffuse dai mezzi di comunicazione, che mostrano corpi "perfetti" di donne che hanno partorito da poco. Per qualche tempo non guardare le celebrità e le modelle apparentemente impeccabili e magre, così come devi evitare le neo-mamme che vedi sulle riviste e online.
    • Per un po' di tempo smetti anche di seguire altre neo-mamme sui social network.
  2. 2
    Sfoggia il tuo nuovo fisico. Prova a celebrare le tue nuove forme, senza farti stressare da immagini irraggiungibili di perfezione. Le neo-mamme sono spesso caratterizzate da un seno più abbondante, fianchi larghi e un sovrappeso generale. Sfoggia le tue forme aiutandoti con l'abbigliamento, in questo modo potrai considerarle punti di forza piuttosto che problemi da risolvere [2].
    • Per esempio, potresti indossare una maglia scollata per mostrare il décolleté o metterti una cintura in vita per risaltare le curve. Puoi anche usare vestiti che abbraccino dolcemente il corpo, in modo da sentirti sexy e sicura di te.
    • Prepara degli abbinamenti che ti facciano sentire comoda e sicura, quindi usali in rotazione per qualche tempo. Puoi anche comprare dei vestiti nuovi proprio per affrontare questo periodo.
  3. 3
    Accetta il tuo corpo usando delle affermazioni positive tutti i giorni. Ricorda a te stessa che sei una donna bella, forte e importante. Quando dici queste frasi, parla in prima persona singolare, preferibilmente specchiandoti subito dopo esserti alzata al mattino [3].
    • Per esempio, puoi usare affermazioni positive come: "Sono bella e forte" o "Accetto e amo il mio corpo per quello che è".
    • Puoi anche provare affermazioni come: "Per ora non mi preoccuperò del mio corpo" o "Non paragonerò il mio corpo a quello delle altre".
    • Inoltre, cerca di ricordare a te stessa tutto quello che ti ha permesso di fare il tuo corpo: rimanere incinta e dare alla luce un bambino. Esprimi verbalmente tutta la gratitudine che provi nei confronti di questa esperienza.
  4. 4
    Fai un servizio fotografico dopo il parto. Per accettare il proprio corpo e celebrarlo, alcune neo-mamme hanno trovato utile farsi degli scatti. Puoi organizzare un servizio fotografico senza veli, esponendo il tuo corpo in tutta la sua gloria. Puoi anche farti delle foto con il bambino per festeggiare il nuovo arrivato [4].
    • Cerca online dei fotografi che si dedichino a servizi fotografici dopo il parto. Puoi anche rivolgerti ad altre neo-mamme per chiedere se si sono fatte degli scatti e se raccomandano questa esperienza per celebrare il corpo in seguito al parto.
    • Molte mamme evitano di farsi fotografare in questo momento, ma avere delle foto che ritraggono te e il bambino sarà un regalo prezioso per tuo figlio.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Prendersi Cura di Sé

  1. 1
    Ritagliati del tempo per coccolarti. Con un neonato in casa, prendersi cura di sé può sembrare una vera sfida. Tuttavia, ritagliarsi 5-10 minuti al giorno può fare una differenza enorme per quanto riguarda il proprio stato psicofisico. Magari puoi chiedere al tuo partner di tenere d'occhio il bambino mentre ti rilassi nella vasca da bagno per 10 minuti. Magari puoi chiamare una babysitter per un'ora, in modo da poter visitare un'amica o fare una serata spa in casa. Cerca di trovare del tempo (nonostante gli impegni) per rientrare in sintonia con il tuo corpo e prenderti cura di te stessa [5].
    • A volte bastano delle piccolissime attenzioni per sentirsi decisamente meglio. Molte neo-mamme hanno difficoltà a trovare il tempo addirittura per farsi lo shampoo o truccarsi. Cerca di ritagliarti 5-10 minuti al giorno per concederti delle piccole attenzioni, in modo da considerare positivamente il tuo aspetto fisico. Chiedi ad altre mamme come fanno a tenere occupati e sicuri i propri figli mentre si prendono un minuto per se stesse. In questo momento è importante regalarsi costantemente delle attenzioni.
  2. 2
    Fai degli esercizi facili e veloci in casa. L'attività fisica può farti sentire meglio e migliorare in generale l'immagine che hai del tuo corpo. Essendo una neo-mamma impegnata, probabilmente non puoi dedicare un'ora intera a un corso di fitness in palestra o ad allenamenti intensi. Invece, cerca di ritagliarti del tempo per eseguire degli esercizi facili e veloci in casa mentre il bambino dorme o è in compagnia di una babysitter. Un po' di attività fisica può farti considerare positivamente il tuo corpo [6].
    • Per esempio, ogni mattina puoi fare una serie di affondi e stretching mentre il bambino dorme. Puoi andare a fare una passeggiata o una corsetta mentre è insieme al tuo partner.
    • Puoi anche portarlo a fare una passeggiata insieme a te. Stare all'aperto farà bene al suo umore e concilierà il sonno. Assicurati solo di proteggerlo dal sole e dal vento.
    • Puoi anche cercare una palestra che offra servizio di babysitting, a patto che tu non abbia problemi e che il prezzo rientri nel tuo budget.
  3. 3
    Ritagliati del tempo per fare un'attività rilassante o calmante. Se vuoi prenderti cura di te, è importantissimo dedicarti del tempo e dello spazio anche per fare qualcosa che consideri rilassante o calmante. Potrebbe trattarsi di un hobby come la pittura, il disegno, il canto o il lavoro a maglia. Puoi anche fare delle semplici posizioni yoga o meditare. Sforzati di ritagliarti del tempo nonostante i mille impegni, bastano anche solo 5-10 minuti per fare qualcosa che ti aiuti a rilassarti [7].
    • Per esempio, potresti meditare per 5 minuti mentre il bambino dorme. Puoi anche provare a dipingere un quadretto nel corso della settimana dedicandogli 5-10 minuti ogni volta che puoi.
  4. 4
    Coltiva la tua autostima. Per prenderti cura di te, dovresti anche concentrarti sulla fiducia che nutri nei confronti di te stessa. Per migliorarla, soffermati sulle tue doti, per esempio sulle tue abilità come madre o sulla tua capacità di affrontare la giornata insieme a un neonato. Fermati un attimo per riconoscere tutto il lavoro che fai e le soddisfazioni che ti regala la maternità. Ricorda che ci vogliono perseveranza e pazienza per essere una brava madre. Riconoscere il tuo merito come neo-mamma può aiutarti a sentirti più sicura.
    • Per esempio, per aumentare la tua autostima puoi elencare tutte le responsabilità che ti sei accollata da quando hai partorito. A fine giornata, prova a fare una lista di tutto quello che sei riuscita a fare. Afferma frasi come: "Sto facendo un ottimo lavoro nonostante i mille impegni" o "Devo apprezzarmi di più perché sto riuscendo ad affrontare la maternità con successo e determinazione".
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Chiedere Aiuto agli Altri

  1. 1
    Condividi quello che pensi del tuo corpo con il tuo partner. Se è presente e partecipa attivamente nella tua vita e in quella del bambino, dovrebbe essere disposto ad ascoltarti e a conoscere le tue emozioni. Rivolgiti a lui per ricevere appoggio e amore. Spiegagli come ti senti e che cosa pensi del tuo corpo. Avere accanto una persona che ti ascolta e ti consola ti aiuta a ricordare che non sei sola [8].
    • Per esempio, potresti dirgli: "Il mio corpo mi fa sentire insicura e ti sarei estremamente grata se mi appoggiassi" o "Dopo il parto non apprezzo particolarmente il mio corpo e mi saresti di grande aiuto se potessi rispettare i miei sentimenti".
    • Se il tuo partner può consolarti in altri modi, allora diglielo. Per esempio, potresti spiegargli quali complimenti e gesti trovi particolarmente utili.
  2. 2
    Parla con altre mamme. Puoi cercare sostegno e guida anche fra altre mamme, che probabilmente hanno vissuto o stanno affrontando molte emozioni simili alle tue. Se ti sei iscritta a un corso per neo-mamme, condividi quello che pensi del tuo corpo, oppure rivolgiti alle mamme della tua cerchia di amicizie. Parla delle tue emozioni in maniera onesta e aperta. Nella maggior parte dei casi le altre madri potranno rispecchiarsi nei tuoi sentimenti e in tutto quello che provi dal parto.
    • Per esempio, potresti chiedere a un'altra mamma: "Dopo il parto hai avuto emozioni negative in merito al tuo corpo?" o "Dopo il parto ho iniziato ad avere difficoltà con l'immagine che ho del mio corpo, è successo anche a te?".
  3. 3
    Rivolgiti ad amici e familiari per farti appoggiare. Non aver paura di chiedere aiuto alla tua cerchia sociale, inclusi amici e parenti stretti. Condividi le tue emozioni con loro, specialmente con quelli che possono rispecchiarsi nelle tue esperienze. Magari puoi parlare con una parente che ha figli e che ha avuto problemi con l'immagine del suo corpo dopo il parto [9].
    • Puoi anche confidarti con amici che non hanno figli, ma che possono rispecchiarsi nei tuoi problemi di immagine. A volte basta chiacchierare e condividere le proprie emozioni con una buona amica per sentirsi meglio e acquisire un'immagine del proprio corpo più positiva.
  4. 4
    Chiedi aiuto se sei depressa. Se hai sintomi comunemente associati alla depressione, è importante chiedere aiuto il prima possibile. Ecco alcune avvisaglie collegate alla depressione post partum [10]:
    • Tristezza;
    • Frequenti crisi di pianto;
    • Difficoltà ad avere un legame con il bambino;
    • Allontanamento da amici e familiari;
    • Difficoltà a dormire;
    • Perdita o aumento dell'appetito;
    • Stanchezza o affaticamento;
    • Mancanza di interesse verso cose che si amavano;
    • Sensazione di inutilità, vergogna o inadeguatezza;
    • Grave ansia o attacchi di panico;
    • Difficoltà a pensare con chiarezza o a concentrarsi;
    • Pensare di fare del male a se stesse o al bambino;
    • Pensare al suicidio o alla morte.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Morire Serenamente

Come

Convincere i Tuoi Genitori a Farti Fare Qualsiasi Cosa

Come

Vestirsi per un Funerale

Come

Infastidire tua Sorella

Come

Affrontare la Morte di un Genitore

Come

Riconoscere i Genitori Tossici

Come

Aiutare Qualcuno a Superare la Perdita di un Parente

Come

Dire ai Tuoi Genitori che Hai un Ragazzo

Come

Dire Creativamente a Tuo Marito che Diventerà Padre

Come

Vivere Dopo la Morte del Coniuge

Come

Affrontare il Lutto

Come

Rispondere Alle Condoglianze

Come

Impostare il Parental Control su Android

Come

Fare uno Scherzo a Tuo Fratello
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Paul Chernyak, LPC
Co-redatto da
Counselor Professionale Matricolato
Questo articolo è stato co-redatto da Paul Chernyak, LPC. Paul Chernyak lavora come Counselor Professionista Matricolato a Chicago. Si è laureato all'American School of Professional Psychology nel 2011. Questo articolo è stato visualizzato 2 294 volte
Categorie: Salute Donna | Famiglia
Questa pagina è stata letta 2 294 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità