L'argilla polimerica diventa dura man mano che invecchia; di conseguenza, è difficile o persino impossibile modellarla e utilizzarla, soprattutto se è rimasta esposta all'aria. Tuttavia, molte persone non sanno che anche il pezzo più indurito può essere recuperato. Ci sono diversi metodi che puoi utilizzare per rigenerare questo materiale, dall'impasto manuale all'aggiunta di oli e diluenti; utilizzando uno o più di questi rimedi, puoi trasformare un blocco di argilla polimerica duro come la pietra in una massa modellabile.

Metodo 1 di 3:
Scaldare e Impastare l'Argilla

  1. 1
    Scaldala con il calore del corpo. Se l'argilla è solo leggermente indurita, potresti riuscire ad ammorbidirla scaldandola e lavorandola con le mani. Prima di procedere, tieni il materiale in mano per riscaldarlo un po'; in alternativa, puoi sfruttare il calore del corpo sedendotici sopra.[1]
    • Il calore rigenera il materiale; se è diventato solo leggermente meno malleabile, puoi riuscire a ripristinarne la morbidezza con il tuo stesso calore.
    • A prescindere da quale metodo hai deciso di utilizzare, prima devi sempre aumentare la temperatura dell'argilla.
  2. 2
    Usa una fonte di calore. Se l'argilla è diventata molto dura, potrebbe essere necessario qualcosa di più del calore corporeo; appoggia una borsa dell'acqua calda sul materiale per circa 20 minuti e renderlo quindi più malleabile.[2]
    • In alternativa puoi usare una lampada riscaldante, ma accertati di non innalzare la temperatura dell'argilla oltre quella corporea, altrimenti inizi a cuocerla rendendola inutilizzabile.
    • Puoi anche provare a scaldarla nel microonde a intervalli di 10 secondi finché non raggiunge una temperatura adeguata.
  3. 3
    Falla rotolare fra le mani. Quando si è ammorbidita, lavorala con le mani per conferirle una forma a serpente e poi arrotolala in una palla. Questo movimento genera attrito e rende l'argilla più malleabile.[3]
    • Puoi suddividere la massa in pezzi più piccoli e poi modellarla.
  4. 4
    Spianala con un matterello. Se è troppo dura da lavorare con le mani, devi usare una forza maggiore. Appoggiala su un tagliere pulito o sul ripiano della cucina e schiacciala con un matterello per appiattirla più che puoi; in seguito, arrotolala sempre con il matterello. A questo punto dovrebbe essere abbastanza calda da essere modellata con le mani.
  5. 5
    Colpisci l'argilla con un martello. Se il blocco è diventato troppo duro per essere appiattito con un matterello, devi incrementare la "forza d'impatto". Rompi il materiale in pezzi più piccoli possibili e poi trasferiscili in un sacchetto di plastica sigillato. Avvolgi il tutto con un panno e appoggialo sul pavimento, sul vialetto di cemento o sull'asfalto all'esterno.[4]
    • Colpisci l'argilla per diversi minuti usando un martello di gomma; in questo modo, la suddividi in frammenti ancora più piccoli e generi attrito per scaldarla.
    • Al termine, estrai il materiale dal sacchetto e modellalo in una palla con le mani.
  6. 6
    Impasta l'argilla. Dopo averla arrotolata, lavorala con le mani sul ripiano della cucina come faresti con una massa di pasta; usa la forza necessaria per stirarla e rimodellarla.[5]
    • Questo metodo ti garantisce di lavorare tutta la superficie dell'argilla.
    • Se non vuoi farlo a mano, puoi anche usare un'impastatrice specifica per l'argilla.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Aggiungere Sostanze Emollienti

  1. 1
    Aggiungi un diluente liquido. È uno dei prodotti disponibili che rendono morbida l'argilla polimerica non più malleabile. Molti sono realizzati dagli stessi fabbricanti che producono anche l'argilla e contengono sostanze specifiche per ravvivare il materiale invecchiato.
    • Se non è stato sufficiente scaldare e impastare l'argilla, opta per questa soluzione.
    • Versa il liquido, una goccia alla volta, man mano che modelli il materiale; se esageri con le dosi lo puoi rendere esageratamente molliccio.
    • I diluenti liquidi possono essere usati come colla, rendendo di conseguenza l'argilla più appiccicosa. Se dovesse accadere, avvolgila in carta da cucina per assorbire l'eccesso di umidità e ridurre il potere adesivo.[6]
  2. 2
    Usa una barretta di prodotto emolliente. Esistono tante altre sostanze per ammorbidire l'argilla polimerica che non sono vendute in forma liquida, bensì in barrette solide; sono realizzate con una miscela di composti neutri che rendono il materiale più malleabile.
    • Utilizza una parte di emolliente solido per cinque parti di argilla polimerica. Scalda quest'ultima e poi inserisci la barretta al suo interno, prima di impastare il tutto per rendere il composto morbido e omogeneo.
    • Gli emollienti solidi hanno un colore biancastro e sono quindi più adatti per l'argilla dai colori molto intensi. Ricorda che aggiungere troppo emolliente in rapporto alla quantità di materiale potrebbe far diluire anche il colore.
  3. 3
    Aggiungi dell'argilla polimerica liquida. Si tratta di un altro materiale utile al tuo scopo e rende l'argilla indurita più malleabile. Usala come faresti con un altro diluente liquido, versandone una goccia alla volta e impastando il materiale finché non ottieni la consistenza voluta.[7]
    • Cerca di usare un prodotto incolore, in modo da non alterare quello dell'argilla.
    • Puoi usare anche dell'argilla polimerica liquida colorata, ma sappi che altera l'aspetto originale del materiale indurito.
  4. 4
    Usa l'olio minerale. Sebbene non sia studiato specificamente per ammorbidire l'argilla polimerica, funziona a meraviglia come emolliente migliorando anche la consistenza del materiale; versane una goccia alla volta impastando finché non ottieni un'argilla modellabile.[8]
  5. 5
    Strofina il blocco di argilla con della vaselina. Questa sostanza è presente quasi in ogni casa e puoi usarla quando non hai accesso agli emollienti commerciali. In questo caso, applicane una piccola quantità sui polpastrelli e strofinala sull'argilla; impasta quindi il materiale per incorporare la vaselina, aggiungendo altro emolliente finché non ottieni la giusta consistenza.[9]
  6. 6
    Mescola l'argilla vecchia e dura con quella fresca. Un'alternativa consiste nell'incorporare del nuovo materiale in quello indurito e impastare fino a ottenere una massa malleabile. Maggiore è la dose di argilla nuova, più morbido sarà il risultato finale. Fai attenzione a usare argilla dello stesso colore, a meno che non ti dispiaccia mescolare le tonalità.[10]
    • Lavora l'argilla con le mani finché non ottieni la consistenza che desideri.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Sminuzzare l'Argilla

  1. 1
    Tagliala con un coltello. Se hai a che fare con argilla molto dura, potrebbe essere necessario usare un robot da cucina per sminuzzarla e scaldarla; prima però devi tagliarla in pezzetti più piccoli possibili con un coltello affilato.
  2. 2
    Metti l'argilla e il prodotto emolliente nel robot da cucina. Quando sei riuscito a sminuzzarla al meglio con il coltello, trasferiscila nel piccolo elettrodomestico e, se lo desideri, aggiungi alcune gocce di diluente o argilla polimerica liquida per ottenere risultati migliori; metti il coperchio sul robot da cucina.[11]
    • In alternativa, puoi utilizzare un macinino da caffè, ma dovrai lavorare diversi lotti.
    • Usa delle lame e un recipiente destinati alla sola argilla, perché, per quanto tu possa lavarli, non è consigliabile utilizzarli anche per gli alimenti.
  3. 3
    Macina il materiale a impulsi di 10 secondi. Imposta l'elettrodomestico alla massima velocità, in modo da sminuzzare e ammorbidire l'argilla, rendendola più malleabile; continua con questa tecnica per 1-3 minuti finché l'argilla non assume la consistenza che desideri.
  4. 4
    Toglila dal robot da cucina e impastala. Quando è diventata morbida, rimuovila dall'elettrodomestico. Potrebbe essere necessario usare un cucchiaio per raschiare le pareti ed estrarre il materiale dalle fessure; ora puoi premere tutti i pezzi insieme e modellarli.
  5. 5
    Impasta l'argilla con le mani. Dopo averla sminuzzata con il robot da cucina, dovrebbe essere morbida e flessibile; lavorala a mano per fondere i pezzi: a questo punto è pronta per essere usata.
    Pubblicità

Consigli

  • Tra un uso e l'altro ricorda di avvolgere sempre l'argilla con della pellicola trasparente ben aderente, per evitare che si asciughi.
  • Prova a scaldare e impastare l'argilla prima di passare agli altri rimedi per ammorbidirla.

Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Matterello
  • Robot da cucina
  • Sostanza per ammorbidire l'argilla (come un diluente, l'olio minerale, la vaselina o l'argilla polimerica liquida)
  • Martello di gomma

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 14 962 volte
Categorie: Hobby & Fai da Te
Questa pagina è stata letta 14 962 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità