Come Andare d'Accordo con Persone che non Ti Piacciono

In questo Articolo:Parlare con Qualcuno che non Ti PiaceTrovare il Lato Migliore di QualcunoMinimizzare i Contatti

Spesso non possiamo permetterci il lusso di evitare le persone che non ci piacciono, o di far trapelare la nostra irritazione nei loro confronti. Saper trattare comunque la gente con cortesia e rispetto è una capacità molto utile da sfoggiare in questo tipo di situazioni. E chi lo sa, potresti finire per trovare qualcosa che apprezzi nell’altra persona, o potresti scoprire come far proseguire il vostro rapporto in termini educati, anche se non sarà mai significativo nella tua vita. Comunque vada, con la pratica imparerai a minimizzare lo stress che questo tipo di interazioni genera nella tua esistenza.

1
Parlare con Qualcuno che non Ti Piace

  1. 1
    Mantieni la conversazione su argomenti leggeri. Non parlare di politica o di religione ed evita gli argomenti che hanno provocato discussioni in precedenza. Parla degli hobby dell’altra persona, del tempo, del cibo o di un amico in comune.
    • I genitori, in genere, amano parlare dei propri figli.
  2. 2
    Lascia che sia l’altra persona a parlare. Se ti trovi costretto ad avere una conversazione con qualcuno, fai in modo che sia educata e breve. Non appena inizierete a parlare, fai un breve complimento sui vestiti o sull’abitazione del tuo interlocutore. Fagli delle domande brevi su com’è andata la sua giornata o chiedigli se è successo qualcosa di nuovo in famiglia. Ascolta le risposte senza interrompere, anche se dovesse parlare a lungo. Meno dirai, meno farai trapelare i tuoi veri sentimenti.
    • Se non ti viene in mente nulla da dire, sorridi e annuisci.
  3. 3
    Sii consapevole del tuo linguaggio corporeo. Toccarti i capelli, incrociare le braccia o spostare il peso avanti e indietro potrebbero far capire all’altro che sei annoiato o nervoso. Se non vuoi offendere il tuo interlocutore, cerca di tenere i piedi fermi e le braccia lungo i fianchi. [Image:Get Along with People Who You Don't Like Step 3.jpg|center]]
  4. 4
    Evita il sarcasmo o l’ironia. L’umorismo sottile può essere facilmente male interpretato e potrebbe addirittura sembrare offensivo, soprattutto se farai trapelare quello che pensi davvero nel tuo tono di voce. Cerca di fare battute semplici e dirette, o di non farle affatto, e di non provocare la persona che non ti piace, anche in maniera “amichevole”.
  5. 5
    Tirati fuori dalla conversazione. Una persona che si sa muovere a livello sociale potrebbe interrompere spontaneamente la conversazione se dovesse notare che ti limiti a darle brevi risposte. In caso non dovesse arrivarci da sola, comunque, scusati in modo educato con una frase tipo “è stato bello parlarti! Ora purtroppo devo tornare (alle mie commissioni/al mio lavoro/alle mie faccende).”
    • Un’altra possibilità, in una conversazione di gruppo, consiste nel fare domande a qualcun altro, in modo che l’attenzione si sposti sul nuovo interlocutore e non sulla persona che non ti piace.
    • Se non hai la possibilità di allontanarti definitivamente, prenditi una “pausa” andando in bagno per qualche minuto.

2
Trovare il Lato Migliore di Qualcuno

  1. 1
    Non scambiare l’interazione di una volta per la personalità dell’altra persona. La gente tende a credere che ciò che vede sia il carattere delle persone, non le loro reazioni temporanee. Se vedi qualcuno urlare, potrebbe essere soltanto il culmine di una brutta giornata, non un problema di controllo della rabbia.
    • Gli psicologi chiamano questo fenomeno “errore fondamentale di attribuzione” o “errore di corrispondenza”.
  2. 2
    Cerca di capire se il comportamento di qualcuno è indirizzato a te o meno. Le persone tendono a pensare che ciò che accade ruoti intorno a loro più di quanto non succeda davvero. Se qualcuno si comporta in modo scostante o maleducato, spesso starà pensando a qualcos’altro e non starà minimamente cercando di offenderti. Se qualcuno non nota il tuo nuovo taglio di capelli, probabilmente è perché non se ne è accorto, non perché vuole farti rimanere male.
  3. 3
    Vai alla ricerca delle qualità positive negli altri. Trova qualcosa di buono nell’altra persona e ripetilo a te stesso forte e chiaro quando inizierai a lamentarti di lei. Se non sei a conoscenza di eventuali azioni positive compiute dell’altra persona, falle dei complimenti sui suoi vestiti o la sua auto. Se parla spesso di un argomento, anche se a te non ti interessa, dille che sei colpito dalla profondità delle sue conoscenze in materia.
  4. 4
    Fai delle domande. Cerca di conoscere l’altra persona facendole delle domande. Evita di porre degli interrogativi troppo personali se non la conosci molto bene, ma segui gli argomenti di conversazione che lei stessa propone, chiedendole qualcosa in più su un certo individuo, un posto o un evento che ha nominato.
  5. 5
    Incontratevi in altri contesti. Molte persone si comportano in modo molto differente in gruppi numerosi o in ambienti vivaci rispetto a quanto fanno nelle conversazioni a tu per tu o nelle situazioni tranquille. Se vuoi dare a qualcuno un’altra possibilità, prova ad incontrarti con lui o lei in un contesto diverso dal normale. Invitalo/la ad uscire con un gruppo diverso di amici o parla con un collega a pranzo in un bar.
    • Se, anche facendo così, capisci che non c’è la minima possibilità di far nascere un’amicizia, o quanto meno una conoscenza cordiale, passa alla sezione successiva.

3
Minimizzare i Contatti

  1. 1
    Concentrati sui piccolo obiettivi. Ci sono migliaia di persone che siamo costretti a vedere ogni settimana, o almeno ogni vacanza, ma con cui non andiamo d’accordo. Ricorda che il tuo scopo non è stringerci amicizia o conoscerle meglio. Punta a degli obiettivi semplici e facili, come i seguenti:
    • Saluta, accomiatati e cerca di non offendere nessuno fra un passaggio e l’altro.
    • Cerca di non rispondere alle affermazioni offensive del tuo collega per l’intera settimana lavorativa.
    • Finisci il progetto di gruppo senza far trapelare la tua irritazione.
  2. 2
    Pianifica una via di fuga dagli eventi sociali. Se sai che qualcuno che non ti piace proprio parteciperà ad un evento in particolare, pianifica in anticipo una scusa in modo da poter fermarti per poco tempo. Sarebbe ancora meglio, in realtà, fornire una motivazione concreta, in modo da non far scoprire agli altri che hai mentito. Prova, ad esempio, ad assumere la babysitter per metà serata, o a prendere un impegno con un qualcuno della tua famiglia, in modo da essere “costretto” ad allontanarti prima per motivi familiari.
  3. 3
    Crea un piano anti-imbarazzo. Se quando parli con qualcuno tendono a crearsi dei silenzi imbarazzanti, o se questa persona inizia spesso a parlare di argomenti offensivi, pianifica in anticipo la conversazione. Quando la persona interessata si unirà al discorso, fai dei commenti su una notizia che hai letto sul giornale, o cita un film o una canzone popolare che hai visto o ascoltato di recente.
    • Evita le notizie politiche ed altri argomenti controversi.
  4. 4
    Concentrati sul conto alla rovescia. Ricorda che dovrai rimanere con questa persona solo per una piccola quantità di tempo. Conta i minuti rimanenti e concentrati su questo pensiero se capisci che stai iniziando a infastidirti o ad arrabbiarti.
  5. 5
    Evita di farti contattare online. Se ti viene chiesto il tuo indirizzo email o i tuoi contatti sui social network, rispondi che non li controlli molto spesso (sempre che sia credibile). Se qualcuno di sgradito dovesse contattarti con uno di questi metodi non rispondere, o fallo solo dopo qualche giorno con un breve messaggio, scusandoti di aver avuto troppo da fare per replicare subito.
  6. 6
    Chiedi cortesemente a qualcuno di modificare un comportamento inaccettabile. Se qualcuno sta interferendo con il tuo spazio personale con del contatto fisico sgradito, o se cerca di contattarti in modo continuo, affronta con educazione il problema. Ti basterà dire “Apprezzerei molto se la smettessi di fare così” per sottolineare i tuoi limiti in modo educato.
    • Formula delle frasi che parlino di “me”, come ad esempio “Non mi piacciono molto gli abbracci” ed evita di usare il pronome “tu”, che può sembrare accusatorio.
  7. 7
    Interrompi i contatti solo se necessario. Se la presenza di qualcuno nella tua vita ti sta causando uno stress profondo e se la persona in questione non riesce a cogliere le tue indicazioni più sottili, cerca di concludere la vostra “amicizia”. È meglio farlo nel modo più educato possibile e non è consigliabile per persone che lavorano insieme o che sono in contatto tutti i giorni. Se non hai altre possibilità di azione, rivolgiti all’altro con una frase del tipo “mi piacerebbe che passassimo un po’ meno tempo insieme”.

Consigli

  • Potresti essere tentato di giudicare qualcuno solo per la sua voce, le sue maniere o altre caratteristiche superficiali. Prova ad immaginare un tuo amico che si esprime nello stesso modo “irritante”: in questo modo ti sarà più facile concedere alla persona interessata un’opportunità per farti cambiare idea.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Interazioni Sociali

In altre lingue:

English: Get Along with People Who You Don't Like, Español: llevarte bien con personas que no te agradan, Português: se Dar Bem com Pessoas que Você Não Gosta, Русский: научиться ладить с людьми, которые вам не нравятся, Deutsch: Mit Leuten zurechtkommen die du nicht magst

Questa pagina è stata letta 1 680 volte.
Hai trovato utile questo articolo?