Come Aprire il Terzo Occhio

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 13 Riferimenti

In questo Articolo:Imparare a MeditareDiventare Più ConsapevoleBenefici Derivanti dall'Apertura del Terzo Occhio

Il terzo occhio simbolizza uno stato illuminato di coscienza attraverso il quale percepire il mondo. Essenzialmente accresce le capacità percettive attraverso una maggiore chiarezza e acutezza mentale. È bene specificare che, contrariamente a ciò che pensano alcune persone, usare il terzo occhio non significa diventare sensitivi o sviluppare poteri magici: di fatto significa avere un maggiore controllo della propria mente e delle proprie emozioni. Aprendo il terzo occhio potrai raggiungere uno stato di intuizione più profondo del mondo che ti circonda. Pur non trattandosi di un processo rapido, ci sono molte cose che puoi fare per favorire l'apertura del tuo terzo occhio: scoprile leggendo l'articolo.

Parte 1
Imparare a Meditare

  1. 1
    Localizza il chakra del terzo occhio. I chakra sono i centri energetici del corpo. Fondamentalmente sono dei vortici di energia disposti lungo la colonna vertebrale. Ci sono sette chakra e ognuno corrisponde a un aspetto diverso del tuo benessere fisico, mentale e spirituale. Il chakra legato al terzo occhio è il sesto.[1]
    • Il chakra del terzo occhio è posizionato davanti al cervello, tra i due occhi, appena sopra il ponte del naso.
    • Quando mediti, prova a concentrare la mente su questo chakra. È in grado di aiutarti a vedere il mondo più chiaramente.
  2. 2
    Scegli l'ambiente appropriato. La meditazione è uno degli strumenti più efficaci nell'aiutarti ad aprire il terzo occhio. Portando maggiore consapevolezza nei tuoi pensieri, sarà più semplice accedere allo stato di chiarezza mentale che è associato al terzo occhio. L'obiettivo principale della meditazione è portare la mente a fermarsi su un unico oggetto o pensiero. Quando si vuole iniziare a meditare, è importante scegliere un luogo in cui ci si sente a proprio agio.[2]
    • Alcune persone si sentono più calme e ricettive quando sono all'aperto in mezzo alla natura. Se l'idea ti piace, puoi valutare di meditare in uno spazio aperto. In tal caso scegli un luogo in cui poterti sedere indisturbato e assicurati che non faccia né troppo caldo né troppo freddo.
    • Va benissimo anche meditare al chiuso. Molte persone scelgono di dedicare un angolo della propria casa alla meditazione. Generalmente predispongono un cuscino su cui potersi sedere in posizione comoda, e talvolta alcune candele e qualche brano musicale rilassante.
    • Ricorda che meditare è un processo molto personale. Dovresti scegliere un ambiente seguendo le tue preferenze.
  3. 3
    Assumi la corretta postura. La connessione mente-corpo è estremamente importante nella meditazione. Più ti sentirai a tuo agio fisicamente, più facile sarà concentrarti sull'oggetto o sul pensiero prescelto. La postura ritenuta più efficace prevede che tu ti sieda a gambe incrociate sul pavimento.[3]
    • Se sei solito utilizzare una sedia, prova ogni giorno a sederti per un po' di tempo sul pavimento per imparare a sentirti a tuo agio nella nuova posizione. Con il tempo diverrà una postura più naturale e farai meno fatica a rimanere concentrato sulla tua meditazione.
    • La maggior parte delle persone sceglie di rendere la posizione sul pavimento più confortevole utilizzando almeno un cuscino. Usa liberamente anche due o tre cuscini rigidi, se ritieni che ti aiutano a sentirti più comodo.
    • Se proprio non riesci a stare comodo rimanendo seduto sul pavimento, non preoccuparti. Puoi sperimentare quella che è nota come "meditazione camminata". Per alcune persone, il suono ritmico dei propri passi può essere molto rilassante. Cammina lentamente e scegli un percorso semplice e privo di ostacoli per non essere costretto a concentrarti troppo sul terreno.
  4. 4
    Scegli un oggetto per la meditazione. Può essere sia fisico sia virtuale, immaginato nella tua mente. Lo scopo di questa scelta è di aiutare il cervello a concentrarsi. Rimanendo focalizzato sull'oggetto scelto eviterai che la mente inizi a fantasticare, rendendo la meditazione molto più efficace.[4]
    • Le candele sono un oggetto di uso comune. In molti trovano semplice e piacevole fissare lo sguardo su una fiamma tremolante.
    • Non è necessario che l'oggetto scelto si trovi fisicamente vicino a te. Sentiti libero di pescare nei tuoi ricordi e di visualizzare per esempio l'oceano o un grande albero. La cosa importante è che tu riesca a vederlo chiaramente nella tua mente.
  5. 5
    Scegli un mantra. Un mantra è una parola o una frase che va ripetuta durante la pratica meditativa. Potrai pronunciarlo ad alta voce o dentro di te – si tratta di una preferenza personale. Il tuo mantra dovrebbe essere qualcosa di personale e significativo.[5]
    • Il mantra dovrebbe rappresentare un concetto che vuoi integrare nella tua mente o nella tua consapevolezza. Per esempio, potresti scegliere di ripetere "Scelgo la felicità". Queste parole ti aiuteranno a rinforzare l'idea di volerti concentrare su sentimenti gioiosi durante tutta la giornata.
    • Un'altra possibilità è quella di scegliere una sola parola per il mantra. Per esempio, potresti ripetere la parola "pace".
  6. 6
    Falla diventare una routine. Meditare richiede pratica, pertanto la prima volta che ti siederai sul tuo cuscino potresti non ottenere grandi risultati. La tua mente potrebbe iniziare a vagare, o potresti persino addormentarti. Imparare a meditare con efficacia è un processo e richiede tempo e pazienza.[6]
    • Fai in modo che la pratica meditativa diventi parte integrante della tua vita quotidiana. Inizia da piccoli intervalli di tempo (anche pochissimi minuti saranno sufficienti) e incrementali in modo graduale. Presto inizierai a sentirti a tuo agio meditando e sarai in grado di farlo ogni giorno più a lungo.

Parte 2
Diventare Più Consapevole

  1. 1
    Comprendi il significato di consapevolezza. Essere consapevole significa essere maggiormente cosciente di ciò che accade intorno a te. Quando sei consapevole, presti volontariamente attenzione alle tue emozioni e alle tue sensazioni fisiche, di conseguenza entri in uno stato di maggiore sintonia con te stesso e con il mondo.[7]
    • Mano a mano che incrementi il tuo spirito di attenzione, impegnati a non essere troppo critico. Limitati a osservare e a prendere coscienza della realtà, senza dover necessariamente formulare un'opinione e definire ogni cosa come "giusta" o "sbagliata".
    • Per esempio, se ti senti frustrato, non giudicarti per le tue sensazioni. Semplicemente osserva e divieni consapevole delle tue emozioni.
  2. 2
    Esci all'aperto. Trascorrere un po' di tempo all'aperto può aiutarti a diventare più consapevole. Come conseguenza, essere più attento e cosciente ti permetterà di aprire più facilmente il terzo occhio perché ti renderà più ricettivo. Per questo motivo è una buona idea provare a fare ogni giorno una breve passeggiata, sforzandoti di trascorrere più tempo a contatto con la natura.[8]
    • Nella cultura odierna siamo "collegati" per la maggior parte del nostro tempo. Questo significa che passiamo tantissime ore guardando un monitor. Uscire all'aperto ci ricorda che è bene staccarci periodicamente da tutti quegli stimoli.
  3. 3
    Sii creativo. Essere consapevole ti consente di entrare maggiormente in contatto con il tuo lato creativo. La ricerca suggerisce che la meditazione consapevole è un ottimo strumento per curare ad esempio il blocco dello scrittore o dell'artista. Essere più consapevole ti consente di riconoscere i tuoi talenti e di far sbocciare il tuo estro.[9]
    • Metti alla prova il tuo lato creativo. Cimentati per esempio nella pittura o nel disegno o impara a suonare uno strumento musicale. Lascia che la creatività ti aiuti a essere più in armonia con te stesso e ad aprire il terzo occhio.
  4. 4
    Concentrati sulle piccole cose. La vita quotidiana può essere davvero frenetica e travolgente. Entrare in uno stato di maggiore consapevolezza può aiutarti a sentirti più calmo e a diventare più abile nell'utilizzare il terzo occhio. Presta attenzione a ogni aspetto dell'ambiente che ti circonda e della tua routine.[10]
    • Per esempio, quando fai la doccia, accorgiti delle tue sensazioni fisiche. Nota cosa provi sentendo l'acqua calda sulla pelle. Apprezza il piacevole profumo dello shampoo.

Parte 3
Benefici Derivanti dall'Apertura del Terzo Occhio

  1. 1
    Maggiore tranquillità. Quando avrai imparato ad aprire il terzo occhio, sarai in grado di godere dei conseguenti benefici. Molte persone affermano di aver raggiunto uno stato di maggiore pace dopo aver aperto il terzo occhio, in parte per aver sviluppato una migliore comprensione di sé. In generale essere maggiormente consapevoli ci aiuta a essere più gentili verso noi stessi.[11]
    • Essere più gentile con te stesso ti consente di godere di molteplici benefici. Ti sentirai maggiormente sicuro di te e meno ansioso.
  2. 2
    Maggiore saggezza. Una delle ragioni per cui le persone desiderano aprire il loro terzo occhio è che ritengono di poter diventare più sapienti. Poiché la percezione del mondo esterno aumenta, è sensato pensare di riuscire a comprenderlo meglio. Le persone che sono riuscite ad aprire il loro terzo occhio affermano di sentirsi più sagge.[12]
    • Acquisirai maggiore saggezza anche riguardo a te stesso. Meditazione e consapevolezza sono strumenti che ti consentono di comprendere meglio le tue sensazioni. Diventando più abile nel capire le tue emozioni, ti sentirai più bravo anche a gestirle.
  3. 3
    Salute fisica migliorata. Con buona probabilità l'apertura del terzo occhio ti aiuterà a ridurre i livelli di stress. Ti sentirai più calmo e consapevole di te stesso. I benefici fisici che derivano da una riduzione dello stress sono innumerevoli: coloro che sono meno stressati sono meno inclini a soffrire di ipertensione e di depressione.[13]
    • Una minore quantità di stress può inoltre significare una riduzione di sintomi e disturbi fisici, tra cui mal di testa o di stomaco. Anche la pelle potrebbe apparire più giovane e sana.

Consigli

  • Ricorda che per riuscire ad aprire il terzo occhio è necessario intraprendere un processo. Sii paziente con te stesso e apprezza ogni progresso fatto.
  • Non temere di sperimentare altre tecniche di meditazione. Non è detto che quello che funziona per gli altri funzioni anche per te.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Respirazione & Meditazione

In altre lingue:

English: Open Your Third Eye, Español: abrir tu tercer ojo, Français: ouvrir son troisième oeil, Deutsch: Dein drittes Auge öffnen, Русский: открыть третий глаз, Nederlands: Je derde oog openen, 中文: 打开你的第三只眼, Português: Abrir Seu Terceiro Olho, Čeština: Jak otevřít své třetí oko, Bahasa Indonesia: Membuka Mata Ketiga Anda, हिन्दी: सुप्त चेतना जागृत करें, العربية: إيقاظ عين البصيرة, ไทย: เปิดดวงตาที่สาม, 한국어: 제 3의 눈을 여는 방법, Tiếng Việt: Khai nhãn Con mắt Thứ ba, 日本語: 第三の目を開く, Türkçe: Üçüncü Göz Nasıl Açılır

Questa pagina è stata letta 87 845 volte.
Hai trovato utile questo articolo?