Scarica PDF Scarica PDF

Questo articolo mostra come assegnare un indirizzo IP statico a un computer con sistema operativo Linux. In questo modo eviterai che possano insorgere delle problematiche relative alla connessione o dei conflitti sulla rete LAN a cui connetterai il computer.

Metodo 1 di 2:
Distribuzioni Linux Basate su Debian

  1. 1
    Individua la versione di Linux che stai usando. Le distribuzioni di Linux basate su Debian includono Ubuntu, Mint e Raspbian.
  2. 2
    Apri una finestra "Terminale". Si tratta della console dei comandi presente in tutte le distribuzioni di Linux paragonabile al "Prompt dei comandi" di Windows o alla finestra "Terminale" su Mac. In base alla versione di Linux in uso, potresti avere a disposizione diversi metodi per aprire una finestra "Terminale":
    • Premi la combinazione di tasti Ctrl+Alt+T o Ctrl+Alt+F1 (se stai usando un Mac sostituisci il tasto Ctrl con il tasto Command).
    • Usa la barra di ricerca posta nella parte superiore o inferiore dello schermo (se possibile).
    • Accedi al Menu principale di Linux per individuare e selezionare l'icona dell'app "Terminale".
  3. 3
    Passa a usare l'utente root. Se non hai già eseguito l'accesso al sistema con l'account "root", digita il comando su e premi il tasto Invio. A questo punto inserisci la password dell'account root e premi nuovamente il tasto Invio.
    • L'utente "root" di Linux è l'equivalente dell'account amministratore dei sistemi Windows o dei computer Mac.
  4. 4
    Visualizza l'attuale configurazione di rete del computer. Digita il comando ifconfig all'interno della finestra "Terminale" e premi il tasto Invio. Verrà visualizzato l'elenco di tutte le interfacce di rete presenti nel sistema con le relative informazioni di configurazione.
    • Il primo elemento della lista dovrebbe essere l'attuale connessione alla rete LAN. Il nome di questa interfaccia è "eth0" (se stai usando un cavo Ethernet) o "wifi0" (se stai usando una connessione Wi-Fi).
  5. 5
    Individua la connessione a cui desideri assegnare un indirizzo IP statico. Esamina il nome dell'elemento da modificare. Questa informazione è elencata sul lato sinistro della lista apparsa nel passaggio precedente.
    • Nella maggior parte dei casi dovrai fare riferimento all'interfaccia di rete "eth0" o "wifi0".
  6. 6
    Modifica l'indirizzo IP di rete. Digita il comando sudo ifconfig [nome_interfaccia] [indirzzo_IP] netmask 255.255.255.0 all'interno della finestra "Terminale". Assicurati di sostituire il parametro [nome_interfaccia] con il nome della connessione di rete a cui desideri assegnare l'IP statico e il parametro [indirizzo_IP] con l'indirizzo da usare, quindi premi il tasto Invio.
    • Per esempio, per assegnare l'indirizzo IP "192.168.2.100" all'interfaccia di rete Ethernet (denominata "eth0"), dovrai usare questo comando sudo ifconfig eth0 192.168.0.100 netmask 255.255.255.0.
  7. 7
    Assegna il gateway predefinito di rete. Digita il comando route add default gw 192.168.1.1 e premi il tasto Invio. L'indirizzo IP da usare è quello del router/modem che gestisce la rete che normalmente è "192.168.1.1" (se nel tuo caso è diverso, sostituisci i valori numerici riportati nel comando con l'indirizzo del tuo router). [1]
  8. 8
    Aggiungi un server DNS. Digita il comando echo "nameserver 8.8.8.8" > /etc/resolv.conf e premi il tasto Invio.
    • Nell'esempio viene usato il server DNS principale di Google, ma se hai la necessità di usarne uno diverso sostituisci l'indirizzo IP 8.8.8.8 con quello del servizio DNS che hai scelto di usare.
  9. 9
    Verifica la nuova configurazione dell'interfaccia di rete in esame. Esegui nuovamente il comando ifconfig, individua il nome della connessione di rete che hai appena modificato e verifica il nuovo indirizzo IP. Dovrebbe corrispondere all'indirizzo IP che hai appena inserito.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Distribuzioni Linux Basate su RPM

  1. 1
    Scopri che versione di Linux che stai usando. Le distribuzioni di Linux basate su RPM includono CentOS, Red Hat e Fedora.
  2. 2
    Apri una finestra "Terminale". Si tratta della console dei comandi presente in tutte le distribuzioni di Linux paragonabile al "Prompt dei comandi" di Windows o alla finestra "Terminale" su Mac. In base alla versione di Linux in uso, potresti avere a disposizione diversi metodi per aprire una finestra "Terminale":
    • Premi la combinazione di tasti Ctrl+Alt+T o Ctrl+Alt+F1 (se stai usando un Mac, sostituisci il tasto Ctrl con il tasto Command).
    • Usa la barra di ricerca posta nella parte superiore o inferiore dello schermo (se possibile).
    • Accedi al Menu principale di Linux per individuare e selezionare l'icona dell'app "Terminale".
  3. 3
    Passa a usare l'utente root. Se non hai già eseguito l'accesso al sistema con l'account "root", digita il comando su e premi il tasto Invio. A questo punto inserisci la password dell'account root e premi nuovamente il tasto Invio.
    • L'utente "root" di Linux è l'equivalente dell'account amministratore dei sistemi Windows o dei computer Mac.
  4. 4
    Visualizza l'attuale configurazione di rete del computer. Digita il comando ip a all'interno della finestra "Terminale" e premi il tasto Invio. Verrà visualizzato l'elenco di tutte le interfacce di rete presenti nel sistema con le relative informazioni di configurazione.
  5. 5
    Individua la connessione di rete a cui desideri assegnare un indirizzo IP statico. Normalmente si tratta della connessione Ethernet (cablata) o Wi-Fi (wireless). Il relativo indirizzo IP attuale è visualizzato sulla destra della finestra "Terminale".
  6. 6
    Accedi alla directory in cui sono memorizzati gli script che gestiscono la connessione di rete. Digita il comando cd /etc/sysconfig/network-scripts e premi il tasto Invio.
  7. 7
    Visualizza gli script attualmente presenti. Digita il comando ls e premi il tasto Invio. Nella parte superiore sinistra della finestra "Terminale" dovrebbe apparire il nome dell'attuale connessione di rete.
  8. 8
    Apri lo script di configurazione della connessione di rete che usi normalmente. Digita il comando vi ifcfg-[nome_rete] e premi il tasto Invio. Verrà visualizzato l'elenco delle proprietà della connessione di rete all'interno dell'editor di testo Vi.
    • Per esempio, se la connessione di rete attualmente attiva si chiama "eno12345678", dovrai digitare il comando vi ifcfg-eno12345678.
  9. 9
    Modifica la configurazione di rete. Cambia i seguenti parametri all'interno del file in esame:
    • BOOTPROTO – sostituisci il valore dhcp con none;
    • Indirizzi IPV6 – cancella qualsiasi voce caratterizzata dalla sigla IPV6 spostando il cursore del testo sulla sinistra della lettera I e premendo il tasto Canc;
    • ONBOOT – modifica il valore no con il valore yes.
  10. 10
    Inserisci il nuovo indirizzo IP. Premi il tasto Invio per creare una nuova riga di testo sotto alla voce ONBOOT, quindi digita il codice IPADDR=, inserisci l'indirizzo IP da usare e premi il tasto Invio.
    • Se per esempio vuoi utilizzare l'indirizzo IP "192.168.2.23", dovrai inserire il seguente codice IPADDR=192.168.2.23 e premere il tasto Invio.
  11. 11
    Aggiungi la netmask, il gateway predefinito e le informazioni del server DNS. Segui queste istruzioni:[2]
    • Digita il codice PREFIX=24 e premi il tasto Invio. A questo punto dovrai aggiungere anche la maschera di rete NETMASK=255.255.255.0.
    • Inserisci il codice GATEWAY=192.168.1.1 e premi il tasto Invio. Se il router/modem di rete a cui ti connetti usa un indirizzo IP diverso da quello indicato, esegui le opportune modifiche.
  12. 12
    Salva la nuova configurazione di rete e chiudi l'editor Vi. Puoi usare il menu File della finestra oppure digitare il comando :wq e premere il tasto Invio.
    Pubblicità

Consigli

  • Alcune distribuzioni di Linux molto specifiche richiedono di usare una procedura diversa da quelle mostrate per poter assegnare un indirizzo IP al computer. In questo casi fai sempre riferimento alla documentazione della versione di Linux che stai usando oppure cerca la soluzione online.
Pubblicità

Avvertenze

  • Al termine delle modifiche alla configurazione di rete di Linux ricordati di ritornare a utilizzare un utente con autorizzazioni normali (cioè privo dei privilegi di accesso dell'account root).
Pubblicità

wikiHow Correlati

Diventare Utente Root in LinuxDiventare Utente Root in Linux
Installare Google Chrome su Linux Usando la Finestra TerminaleInstallare Google Chrome su Linux Usando la Finestra Terminale
Configurare un Sistema Dual Boot con Windows 10 e Ubuntu 16.04Configurare un Sistema Dual Boot con Windows 10 e Ubuntu 16.04
Controllare l'Indirizzo IP su LinuxControllare l'Indirizzo IP su Linux
Disinstallare del Software da UbuntuDisinstallare del Software da Ubuntu
Formattare un Disco Rigido in UbuntuFormattare un Disco Rigido in Ubuntu
Installare Ubuntu su VirtualBoxInstallare Ubuntu su VirtualBox
Creare e Modificare i File di Testo su Linux Usando il TerminaleCreare e Modificare i File di Testo su Linux Usando il Terminale
Installare Windows da UbuntuInstallare Windows da Ubuntu
Eseguire i File INSTALL.sh su Linux Usando il TerminaleEseguire i File INSTALL.sh su Linux Usando il Terminale
Catturare uno Screenshot sui Sistemi LinuxCatturare uno Screenshot sui Sistemi Linux
Installare iTunes su LinuxInstallare iTunes su Linux
Ottenere L'Accesso all'Utente Root in UbuntuOttenere L'Accesso all'Utente Root in Ubuntu
Modificare la Password dell'Utente Root in LinuxModificare la Password dell'Utente Root in Linux
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

JL
Co-redatto da:
Scrittore ed Editor Esperto di Tecnologia
Questo articolo è stato co-redatto da Jack Lloyd. Jack Lloyd è uno Scrittore ed Editor esperto di tecnologia che collabora con wikiHow. Ha più due anni di esperienza in scrittura ed editing di articoli riguardanti il mondo della tecnologia. È un appassionato di tecnologia e un insegnante di inglese. Questo articolo è stato visualizzato 36 233 volte
Categorie: Linux
Questa pagina è stata letta 36 233 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità