Come Aumentare i Livelli di Albumina

Scritto in collaborazione con: Claudia Carberry, RD

In questo Articolo:Mangiare Proteine a SufficienzaRivolgersi a un DietologoAiutare l'Organismo a Conservare l'Albumina

L'albumina è una proteina estremamente importante presente nel sangue; aiuta a riparare e a mantenere i tessuti dell'organismo, a sintetizzare enzimi e ormoni, trasporta nutrienti e aiuta a coagulare il sangue. Tuttavia si tratta di un elemento per il quale la maggior parte delle persone sane non si preoccupa; sono perlopiù i pazienti in dialisi, coloro che soffrono di malattie epatiche o che sono in età avanzata che dedicano maggiore attenzione a questa proteina.[1] Se sei in terapia per insufficienza renale devi limitare la quantità di potassio e fosforo, mentre dovresti mangiare più proteine per aumentare i livelli di albumina; oltre a garantire il consumo di proteine a ogni pasto, devi rivolgerti a un dietologo per assicurarti di soddisfare tutte le esigenze nutrizionali.[2]

1
Mangiare Proteine a Sufficienza

  1. 1
    Inserisci le proteine a ogni pasto. Assumere quelle di alta qualità è importante per un'alimentazione sana ed equilibrata in generale, ma è vitale per mantenere alti i livelli di albumina. Come regola generale, fai in modo di avere almeno una porzione di buone proteine a ogni pasto; ottime scelte sono carne magra di manzo, maiale e agnello, così come pesce, pollo, tacchino e uova.[3]
    • In una singola porzione da 85 g, la carne magra di manzo contiene 21 g di proteine, il pollo ne contiene 14-28, salmone, trota o sgombro cotti ne contengono 15-21 g, così come una cotoletta di maiale.
    • Se non desideri mangiare la carne, risulta particolarmente difficile ottenere una quantità adeguata di proteine; dovresti rivolgerti a un dietologo per farti consigliare le fonti migliori più adatte a te.
    • Assicurati di mangiare le proteine appropriate per la dialisi, se devi sottoporti a tale terapia; le migliori in tal senso sono carne magra di manzo, tacchino magro, pollo, cotoletta di maiale, uova, pesce, sostituti della carne, tofu e proteine in polvere.[4]
  2. 2
    Segui pasti bilanciati. Sebbene tu debba concentrarti su un maggiore consumo di proteine, devi comunque mangiare frutta, verdure e amidi come pane, pasta e riso. Per esempio, aggiungi uova sode grattugiate o tonno alla salsa del piatto di riso o pasta, oppure incorpora degli straccetti di pollo o uno spezzatino di manzo nelle zuppe e negli stufati.[5]
  3. 3
    Fai colazione ogni giorno. È un pasto particolarmente importante, in parte perché stimola l'attività del metabolismo per tutto il giorno; inoltre dovresti anche sentirti più affamato quando ti alzi il mattino. Un'ottima scelta per te è un'omelette con albume d'uovo e formaggio.[6]
    • Sebbene un uovo contenga circa 6 g di proteine, l'albume rappresenta anche la fonte proteica più sana; in realtà, è costituito per il 100% da albumina. Due albumi contengono 7,2 g di proteine.
  4. 4
    Assumi più proteine, se per errore ti capita di saltare un pasto. È molto importante evitare di saltare i pasti; impegnati a fare piccoli spuntini frequenti per mantenere alti i livelli di energia. Tuttavia, se per qualche motivo non riesci a fare un pasto, assicurati di mangiare una porzione abbondante di proteine a quello successivo.[7]
    • Fare porzioni più piccole è utile anche se hai difficoltà a mangiare quelle normali.
    • Uno spuntino perfetto tra un pasto e l'altro o prima di andare a letto è la ricotta; puoi mangiarla con della frutta, per esempio la purea di mele. La ricotta è il prodotto lattiero-caseario più sano rispetto a tutti gli altri, dato che ha un basso contenuto di potassio e fosforo, che possono rappresentare un rischio per coloro che sono in dialisi e che hanno una scarsa concentrazione di albumina.
  5. 5
    Bevi dei frullati iperproteici. Sono una soluzione rapida, semplice e deliziosa per assumere proteine in più. L'ideale è prepararli con una sostanza liquida che non abbia un'alta concentrazione di fosforo; evita quindi il latte vaccino e scegli preferibilmente quello di mandorle o di riso. Puoi aggiungere proteine ai tuoi frullati incorporando yogurt greco, derivati di uova pastorizzate o proteine in polvere; metti tutto nel frullatore con la tua frutta preferita.[8]
    • Chiedi a un dietologo quale tipo di integratore proteico è più adatto per le tue esigenze; sono disponibili in commercio sia le proteine in polvere sia quelle in forma liquida.
    • Sappi che 250 ml di yogurt greco contengono più di 20 g di proteine; i frullati preparati con questo ingrediente sono particolarmente buoni con l'aggiunta del muesli.

2

  1. 1
    Elenca al dietologo i cibi che ti piacciono. Una delle maniere migliori affinché possa consigliarti i giusti cambiamenti da apportare alla tua dieta consiste proprio nel descrivere la tua normale alimentazione; in questo modo, ha maggiori informazioni per fornirti le raccomandazioni più adatte per apportare cambiamenti, incluse pietanze specifiche da integrare per arricchire il valore nutrizionale.[9]
    • Il medico può consigliarti di mangiare alimenti specifici, oltre a indicarti delle tecniche di cottura e preparazione più sane per i prodotti che ti piacciono di più.
  2. 2
    Chiedigli consigli in merito ai sostituti della carne. Un argomento importante da affrontare con il dietologo riguarda le tue preferenze alimentari; per esempio, se non mangi carne, diventano particolarmente importanti altre fonti proteiche.[10]
    • Il medico può aiutarti a individuare le fonti di origine non animale particolarmente ricche di proteine. Quando scegli i sostituti della carne, come gli alimenti a base di soia, devi assicurarti che siano ottime opzioni per te, che non contengano troppo potassio, sodio o fosforo.
  3. 3
    Prendi in considerazione le bevande energetiche e le barrette proteiche. Sebbene alcune bevande nutrizionali specifiche possano essere utili se devi sottoporti alla dialisi, puoi considerarle come componente significativa della tua alimentazione solo se è il dietologo a darti tale indicazione. Nel frattempo, le barrette energetiche possono essere un valido sostituto della carne, ma non dovrebbero rappresentare l'elemento principale della tua dieta.[11]
    • Se sei in terapia per insufficienza renale e opti per le barrette proteiche, scegli quelle che contengono più di 15 g di proteine, ma meno di 150 g di fosforo e che non superino i 200 mg di sodio e potassio.
  4. 4
    Informati presso il dietologo in merito agli altri integratori nutrizionali. In base alle condizioni generali di salute e alla tua alimentazione, potrebbe essere necessario assumere dei supplementi alimentari. L'effettiva necessità, così come il tipo di integratore da prendere, variano ampiamente a seconda della dieta e dello stato di salute; per questo motivo, segui le indicazioni specifiche del medico.[12]
    • Puoi semplicemente chiedergli se esistono degli integratori nutrizionali specifici che dovresti assumere per migliorare i livelli nutritivi attuali.
  5. 5
    Sii onesto con lui. Molte delle domande che ti pone servono per cercare di individuare i potenziali ostacoli che possono impedirti di seguire un'alimentazione adeguata. Nello specifico, può consigliarti diverse linee d'azione basate sui motivi per cui non riesci ad assimilare una quantità adeguata di proteine.[13]
  6. 6
    Sviluppate insieme un piano dietetico. Per mantenere un'alimentazione sana è necessaria un po' di programmazione, soprattutto se sei in dialisi o soffri di altre complicazioni; anche un piano dietetico molto semplice può garantirti l'apporto corretto dei nutrienti indispensabili.[14]
    • Oltre a dei consigli specifici su cosa e come mangiare, puoi anche chiedere al dietologo delle raccomandazioni per rispettare un comportamento più sano a tavola nel lungo periodo.
    • Come minimo dovresti sviluppare e mantenere un piano alimentare tale da assicurarti l'apporto di proteine a ogni pasto.
  7. 7
    Aumenta la quantità di calorie nella dieta con grassi e zuccheri. Sotto la guida del dietologo, è importante aumentare anche l'apporto calorico per aiutare il corpo a usare la quantità maggiore di proteine che stai mangiando. Il medico può consigliarti di usare più burro mentre cucini oppure di mettere più condimenti nelle insalate.[15]
    • Molti latticini – latte incluso – contengono quantità troppo alte di potassio e fosforo, quindi non sono adatti per chi è in dialisi e ha un basso livello di albumina; pertanto, non sono fonti di grasso consigliate.

3
Aiutare l'Organismo a Conservare l'Albumina

  1. 1
    Vai dal dentista regolarmente. Infiammazioni e infezioni possono provocare una perdita di albumina, soprattutto se sei in terapia per insufficienza renale; in particolare, le infezioni gengivali sono piuttosto problematiche. Recati dall'odontoiatra ogni sei mesi per una pulizia e un controllo per assicurarti che il basso livello di albumina non sia dovuto a disturbi del cavo orale.[16]
    • Tieni presente che se hai sviluppato qualche infezione del cavo orale, come peritonite, i cambiamenti nell'alimentazione possono non essere sufficienti per alzare i livelli di albumina quando sei in dialisi.
  2. 2
    Riconosci i sintomi di uno scarso livello di questa proteina. È importante individuarne i segni e i sintomi, soprattutto se hai problemi di salute, come malattie renali, che aumentano il rischio di limitarne la concentrazione ematica. Presta quindi particolare attenzione a sintomi come gonfiore persistente, stanchezza, sensazione di debolezza, infezioni prolungate, ferite che tardano a guarire e macchie bianche nelle unghie; se li manifesti, rivolgiti allo staff medico che ti segue.[17]
  3. 3
    Non saltare le sedute di trattamento sostitutivo renale. Se sei in cura, è fondamentale rispettare tutti gli appuntamenti. anche perché se non rispetti tutti gli incontri prefissati, potresti non riuscire a mantenere adeguati livelli di albumina nel sangue.[18]
  4. 4
    Mangia quando hai fame. Se in genere non mangi molto, è ancora più importante riuscire a consumare almeno un grande pasto al giorno, oltre a piccoli spuntini regolari. Se c'è un momento particolare della giornata in cui l'appetito è maggiore, per esempio al mattino, fai in modo di consumare quotidianamente un pasto completo proprio in quell'orario.[19]
  5. 5
    Attieniti al programma stabilito. I cambiamenti nei livelli di albumina non avvengono in una notte; in realtà, ci vogliono almeno 3 settimane prima che inizino a rialzarsi, dato che le proteine si accumulano lentamente nell'organismo. Rispetta il piano definito con il dietologo e vedrai che i tuoi sforzi verranno ripagati.[20]

Riferimenti

  1. https://medlineplus.gov/ency/article/003480.htm
  2. http://mykidneykit.org/files/MyTreatment_Albumin.pdf
  3. https://www.davita.com/kidney-disease/diet-and-nutrition/lifestyle/15-kidney-friendly-protein-foods-for-keeping-albumin-up/e/7804
  4. https://www.davita.com/kidney-disease/diet-and-nutrition/lifestyle/15-kidney-friendly-protein-foods-for-keeping-albumin-up/e/7804
  5. https://www.stjoes.ca/patients-visitors/patient-education/a-e/PD%203904%20Albumin.pdf
  6. https://www.stjoes.ca/patients-visitors/patient-education/a-e/PD%203904%20Albumin.pdf
  7. https://www.stjoes.ca/patients-visitors/patient-education/a-e/PD%203904%20Albumin.pdf
  8. https://www.davita.com/kidney-disease/diet-and-nutrition/lifestyle/15-kidney-friendly-protein-foods-for-keeping-albumin-up/e/7804
  9. https://www.stjoes.ca/patients-visitors/patient-education/a-e/PD%203904%20Albumin.pdf
Mostra altro ... (11)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Disturbi & Trattamenti

In altre lingue:

English: Increase Albumin, Español: incrementar la albúmina, Português: Aumentar os Níveis de Albumina, Français: augmenter son taux d'albumine, Русский: повысить уровень альбумина, Deutsch: Die Albuminknonzetration erhöhen, Bahasa Indonesia: Meningkatkan Kadar Albumin dalam Tubuh

Questa pagina è stata letta 4 812 volte.
Hai trovato utile questo articolo?