L'emoglobina è una proteina presente nei globuli rossi del sangue usata per trasportare l'ossigeno attraverso l'organismo.[1] Molte persone che hanno i valori dell'emoglobina bassi non manifestano alcun sintomo. Se i tuoi valori sono inferiori al normale (meno di 13,8 g per decilitro se sei un uomo o di 12,1 g per decilitro se sei una donna), probabilmente soffrirai dei sintomi dell'anemia, come spossatezza e battito cardiaco accelerato.[2] Le potenziali cause dei valori di emoglobina bassa sono molteplici, dalla carenza di ferro dovuta a una dieta non equilibrata a disturbi più gravi e difficili da eliminare. Per questa ragione è indispensabile farti visitare dal medico nel caso i tuoi valori di emoglobina siano irregolari. In questo modo, una volta compresa la causa del problema, potrai intervenire per migliorare la tua salute.

Parte 1 di 4:
Modificare la Dieta per Aumentare i Valori di Emoglobina

  1. 1
    Mangia più alimenti che contengono ferro eme (il tipo presente nei cibi). Generalmente le fonti di ferro eme (chiamato anche ferro organico) sono quelle che il corpo umano assorbe più facilmente. Circa il 20% viene assimilato durante la digestione e questa percentuale non viene influenzata da nessun altro elemento contenuto nei cibi.[3] In aggiunta le fonti di ferro eme aiutano il corpo ad assorbire più ferro anche quando mangi dei cibi che contengono ferro non eme. Tendenzialmente le carni rosse sono quelle con i livelli più elevati di ferro che il corpo assorbe facilmente, ma anche altri tipi di carne e il pesce sono fonti di ferro eme facile da assimilare.[4] Prova a mangiare i seguenti cibi per aumentare i valori di emoglobina nel sangue:
    • Carne di manzo;
    • Carne di pollo;
    • Carne di maiale;
    • Carne di agnello;
    • Tonno;
    • Merluzzo;
    • Gamberi;
    • Ostriche.
  2. 2
    Inserisci una maggiore varietà di fonti di ferro non eme nella dieta. Il ferro non eme (detto anche inorganico) è solitamente contenuto nei cibi vegetali. Queste fonti di ferro vengono assorbite più lentamente rispetto a quelle di origine animale. Parlando in generale, il corpo umano assorbe solo il 2% o meno del ferro contenuto nei cibi non eme;[5] tuttavia, con la giusta pianificazione (affiancando alle fonti di ferro non eme altre fonti di ferro), gli alimenti che contengono ferro inorganico possono e devono essere parte di una dieta bilanciata.[6] Fonti comuni di ferro non eme includono:
    • Fagioli;
    • Frutta secca;
    • Patate;
    • Avocado;
    • Albicocche;
    • Uva passa;
    • Datteri;
    • Spinaci;
    • Asparagi;
    • Fagiolini verdi;
    • Pane, pasta, riso e altri cereali integrali;
    • Qualunque alimento che è stato fortificato con il ferro.
  3. 3
    Aumenta la quantità di ferro assorbito dagli alimenti che contengono quello di tipo non eme. Benché la percentuale di assorbimento sia inferiore rispetto a quelli che contengono ferro eme, ci sono diversi metodi per aumentare la quantità di ferro assorbito da parte dell'organismo. Gli alimenti che sono fonte di ferro non eme sono comunque importanti in una dieta ben bilanciata e con alcuni accorgimenti minimi è possibile aumentare in modo significativo la percentuale di ferro assorbita mangiandoli.[7]
    • Combina gli alimenti che sono fonte di ferro non eme con quelli che contengono ferro eme per aumentare la percentuale di assorbimento del ferro. Affiancandoli durante i pasti, le fonti di ferro eme aiuteranno il corpo a estrarre e ad assimilare un maggior quantitativo di ferro.
    • Cuoci gli alimenti fonte di ferro non eme utilizzando una pentola in ferro. Il cibo assorbirà una parte di ferro organico dal recipiente in ferro cui viene cotto facilitando l'assimilazione del ferro non eme da parte del corpo.
    • Combina alimenti che sono fonte di ferro non eme con la vitamina C. Puoi farlo mangiando arance, pompelmi, fragole, pomodori e broccoli in abbinamento ai cibi che contengono ferro non eme.
    • Oltre alla vitamina C, puoi abbinare qualunque cibo acido agli alimenti fonte di ferro non eme per aiutare il corpo ad assimilarne una maggior quantità. Anche l'aceto aumenta la percentuale di ferro non eme assorbita mangiando i vegetali.[8]
  4. 4
    Evita gli alimenti e le bevande che riducono la capacità del corpo di assorbire il ferro non eme. Proprio come certi cibi possono facilitarne l'assorbimento, altri e anche alcune bevande provocano esattamente l'effetto opposto.[9] Se stai cercando di aumentare i valori di emoglobina nel sangue, prova a evitare di assumere i seguenti alimenti, integratori e bevande per osservare se la tua salute migliora:
    • Latticini;
    • Tè;
    • Caffè;[10]
    • Verdure a foglia;
    • Crusca e altri alimenti ricchi di fibre;
    • Birra;
    • Vino;
    • Bibite a base di cola;
    • Integratori alimentari di calcio.[11]
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Assumere Vitamine o Integratori per Assimilare Meglio il Ferro

  1. 1
    Prendi un integratore di ferro. Si tratta di una soluzione eccellente e diretta per aumentare la quantità di ferro assunta ogni giorno; tuttavia, se il tuo corpo ha difficoltà ad assorbire il ferro, potresti dover prendere delle altre precauzioni.[12]
    • In commercio esiste un'ampia gamma di integratori di ferro con caratteristiche differenti (come ferro eme polipeptide, ferro carbonile, ferro citrato, ascorbato di ferro e succinato di ferro). Gli studi effettuati suggeriscono che siano tutti efficaci, a patto che vengano assunti regolarmente e nel modo appropriato.[13]
    • Quando vengono assunti lontano dai pasti, il corpo riesca ad assimilare una maggior quantità del ferro contenuto in questi integratori, ma dato che possono causare disturbi allo stomaco è preferibile assumerli dopo aver fatto uno spuntino leggero.
    • Gli integratori di ferro non vanno mai assunti in abbinamento con i farmaci antiacidi. Questi medicinali, che servono a neutralizzare velocemente l'acidità di stomaco, compromettono infatti la capacità dell'organismo di assorbire il ferro.
    • Se hai bisogno di assumere un farmaco antiacido, programma di prendere l'integratore di ferro con 2 ore di anticipo oppure 4 ore dopo.
  2. 2
    Aumenta il consumo di acido folico. Il corpo umano ne ha bisogno per costituire le nuove cellule, inclusi i globuli rossi. Se il tuo organismo non è in grado di produrne una quantità sufficiente, una delle conseguenze sarà una carenza di emoglobina.[14] Puoi assumere acido folico attraverso integratori, vitamine o apportando delle modifiche alla dieta.[15]
    • La maggior parte dei multivitaminici che puoi acquistare in farmacia contiene la dose di acido folico raccomandata dai medici per mantenere il corpo in salute.
    • Se sulla confezione dei cereali che mangi ogni giorno a colazione c'è scritto che, nella giusta quantità, possono soddisfare il fabbisogno di acido folico giornaliero, mangiali ogni mattina per aumentare i valori di emoglobina.
    • Non tutti i cereali per la colazione possono garantire il 100% della dose di acido folico giornaliera raccomandata. Leggi le etichette con attenzione e valuta di cambiare marchio o varietà per migliorare il tuo stato di salute.
  3. 3
    Assumi un integratore di vitamina B6. Anch'essa aiuta il corpo a produrre più emoglobina. Se i valori di emoglobina nel sangue sono scarsi, la vitamina B6 può contribuire a farli tornare regolari.[16]
    • La vitamina B6 è contenuta naturalmente in alcuni cibi, quali avocado, banane, frutta secca, legumi, cereali integrali e alcune varietà di carne.
    • Puoi anche acquistare un integratore di vitamina B6 in farmacia o nei negozi di alimenti specializzati in alimenti biologici e naturali.
    • La maggior parte delle persone adulte di età inferiore ai 50 anni ha un fabbisogno quotidiano di vitamina B6 compreso tra 1,2 e 1,3 milligrammi.
    • Coloro che hanno più di 50 anni dovrebbero assumerne circa 1,5-1,7 milligrammi al giorno.
  4. 4
    Assumi un integratore di vitamina B12. È in grado di aiutare il corpo a produrre i globuli rossi.[17] Per questo motivo può servire a ridurre il problema dell'emoglobina bassa o dell'anemia.
    • La vitamina B12 si può ricavare esclusivamente dalle proteine animali. Per natura non è contenuta nelle specie vegetali, sebbene alcune piante vengano fortificate in modo che la includano.
    • Assumere da 2 a 10 microgrammi di vitamina B12 ogni giorno in combinazione con un integratore di ferro e/o uno di acido folico può servire a ridurre i sintomi dell'anomia entro 16 settimane.[18]
    • Se segui una dieta vegetariana o vegana, trova un modo per assumere più vitamina B12. Molti vegetariani e vegani non assumono abbastanza vitamina B12 e spesso questo sfocia in un'anemia.
    • Se hai più di 50 anni, discuti con il medico riguardo al tuo fabbisogno quotidiano di vitamina B12. Molte delle persone che hanno superato quest'età hanno difficoltà ad assorbirla attraverso il cibo.
    • Se soffri di disturbi digestivi o hai subito un intervento chirurgico a carico dell'apparato gastrointestinale, dovresti valutare di assumere un integratore di vitamina B12.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Eliminare le Cause Comuni della Carenza di Ferro

  1. 1
    Prova ad assumere un contraccettivo orale per ridurre il flusso mestruale. Talvolta un flusso mestruale molto abbondante può sfociare in un'anemia, provocando una riduzione dei valori dell'emoglobina. Non è garantito che assumere un contraccettivo orale possa risolvere il problema, ma molte donne hanno rilevato che aiuta effettivamente a ridurre il flusso mestruale.[19]
    • I contraccettivi orali non causano un aumento immediato dei valori di emoglobina, ma possono contribuire a risolvere l'anemia da carenza di ferro provocata da un flusso mestruale abbondante.
  2. 2
    Usa gli antibiotici per curare le ulcere peptiche. Si tratta di piccole lesioni nell'apparato digerente che spesso sono associate a valori di emoglobina bassi perché possono causare un lento sanguinamento. Nella maggior parte dei casi si può guarire seguendo una "terapia tripla" che consiste nell'assumere due antibiotici e un soppressore della secrezione di acido o una protezione del rivestimento dello stomaco. Questa triplice terapia deve essere prescritta da un medico.[20]
    • Le ulcere peptiche sono causate quasi sempre dal batterio "Helicobacter pylori".[21]
    • Curare l'infezione provocata da questo batterio usando gli antibiotici può servire a guarire l'anemia causata da tale infezione.
  3. 3
    Scopri se soffri di celiachia. La carenza di ferro è uno dei sintomi meno noti della celiachia, una malattia autoimmune scatenata dal glutine che causa danni al rivestimento interno dell'intestino tenue. Se non riesci a determinare quale possa essere la causa della tua anemia, valuta l'ipotesi che sia da imputare alla celiachia, anche se non manifesti nessun altro sintomo di questa patologia. Chiedi al medico di poter fare il test che serve a scoprire se sei celiaco.[22]
    • Quando il rivestimento interno dell'intestino tenue è danneggiato, l'organismo non riesce ad assorbire le sostanze nutrienti in modo appropriato, incluso il ferro.
    • Se dovessi scoprire di essere affetto da celiachia, dovrai smettere di mangiare tutti gli alimenti che contengono glutine. Dopo qualche tempo, le pareti dell'intestino tenue guariranno e sarai nuovamente in grado di assimilare il ferro.[23]
  4. 4
    Vaglia i farmaci che assumi. Alcuni medicinali possono causare una carenza di ferro, quindi valuta le terapie in corso insieme al tuo medico curante. Se uno dei farmaci che assumi sta influenzando la capacità del tuo organismo di assorbire il ferro, chiedi al medico se è possibile sostituirlo con un altro che non causi lo stesso problema.
    • I farmaci che possono compromettere la capacità del corpo di assorbire il ferro includono antibiotici, antipilettici (fenitoina), immunosoppressori (metotrexato, azatioprina), antiaritmici (procainamide, chinidina) e anticoagulanti (aspirina, warfarin, clopidogrel, eparina).[24]
  5. 5
    Valuta di ricorrere alla chirurgia in caso di "sangue occulto". Spesso i valori dell'emoglobina sono scarsi a causa di una presenza ridotta di globuli rossi. Questo problema può derivare da un sanguinamento costante all'interno dell'apparato digerente che non è ancora stato diagnosticato. Il termine "sangue occulto" si riferisce alla presenza di sangue non visibile a occhio nudo all'interno delle feci. La carenza di globuli rossi può essere provocata anche da una malattia che ne ostacola la produzione o li distrugge a un ritmo rapido.[25]
    • Un tumore, un fibroma o un polipo che sanguina riduce la capacità dell'organismo di produrre globuli rossi o può causare un funzionamento anomalo del midollo osseo, di conseguenza può insorgere un'anemia da cui deriva un abbassamento dei valori dell'emoglobina.[26]
    • Intervenire chirurgicamente per rimuovere il tumore, il fibroma o il polipo può servire a ridurre o eliminare le perdite di sangue e il conseguente problema della scarsità di globuli rossi che causa l'anemia e l'irregolarità nei valori dell'emoglobina.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Chiedere Aiuto al Medico

  1. 1
    Identifica i sintomi causati dalla carenza di emoglobina. Solo il medico può diagnosticare un'irregolarità dei livelli di emoglobina nel sangue. Per formulare una diagnosi corretta, dovrai sottoporti alle analisi del sangue e talvolta ad altri esami che lo aiuteranno a identificare la causa del problema. Se stai sperimentando dei sintomi gravi a causa della carenza di emoglobina, vai dal medico il prima possibile.[27] Generalmente i segnali di allarme includono:
    • Stanchezza, debolezza;
    • Mancanza di respiro anche dopo aver fatto uno sforzo modesto;
    • Battito cardiaco accelerato o irregolare (palpitazioni);
    • Pelle o gengive molto pallide.
  2. 2
    Chiedi al medico di testare i valori di emoglobina nel tuo sangue. L'unico modo per confermare che sono bassi è fare le analisi del sangue. Se manifesti frequentemente alcuni dei sintomi riconducibili a una carenza di emoglobina, prendi appuntamento con il medico il prima possibile per determinare quale sia la causa di tali disturbi e iniziare una cura.[28]
    • Molto probabilmente il medico ti prescriverà un test del sangue completo per confermare che hai l'emoglobina bassa;
    • Per esaminare il tuo sangue, il medico dovrà prelevarne un campione. Userà una siringa dotata di un ago molto fine, quindi il dolore sarà lieve e di brevissima durata;
    • I valori normali dell'emoglobina per un uomo adulto sono compresi tra 13,8 e 17,2 grammi per decilitro (g/dl);
    • I valori normali dell'emoglobina per una donna adulta sono compresi tra 12,1 e 15,1 g/dl;[29]
    • Se i risultano indicano che i valori dell'emoglobina sono regolari, il medico ti prescriverà altri esami per determinare quale altro problema sta causando i tuoi sintomi.
  3. 3
    Apprendi quali sono le altre patologie mediche che possono ridurre i valori dell'emoglobina. Tale carenza può essere causata da diversi disturbi. In pratica ogni disturbo o malattia che provoca una riduzione nel numero di globuli rossi può indurre una carenza di emoglobina.[30] Le patologie mediche in questione includono:
    • Anemia (aplastica, da carenza di ferro, da carenza di vitamine o falciforme);
    • Cancro e certi tumori benigni;
    • Malattie renali croniche;
    • Cirrosi epatica;
    • Milza ingrossata;
    • Linfoma (di Hodgkin e non Hodgkin);
    • Ipotiroidismo;
    • Emorragia interna;
    • Avvelenamento da piombo;
    • Leucemia;
    • Mieloma multiplo;
    • Porfiria;
    • Reazioni ai trattamenti per l'infezione da HIV o ai farmaci chemioterapici;
    • Vasculite.
    Pubblicità

Consigli

  • Se hai l'abitudine di accompagnare i pasti con abbondanti quantità di tè o caffè, i polifenoli contenuti in queste bevande possono legarsi al ferro con la conseguenza che il corpo avrà difficoltà ad assorbirlo. Prova a ridurre il consumo di caffeina e osserva se i valori di emoglobina aumentano.
  • Solo il medico può esaminare i valori del sangue e valutare se l'emoglobina è bassa. Descrivigli i sintomi che stai sperimentando per consentirgli di formulare un piano di cura completo per aumentare i valori di emoglobina in modo efficace e sicuro per la tua salute.

Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Somministrare un'Iniezione di Vaccino Antinfluenzale

Come

Far Crescere più Velocemente il Seno

Come

Usare un Preservativo

Come

Distinguere il Dolore Renale dal Dolore Lombare

Come

Determinare il tuo Gruppo Sanguigno

Come

Crescere In Altezza

Come

Riconoscere il Cancro allo Stomaco

Come

Far Abbassare Velocemente la Pressione del Sangue

Come

Farsi un Clistere

Come

Fumare una Sigaretta

Come

Diventare Più Alti Naturalmente

Come

Fare Sesso Durante il Ciclo

Come

Capire se il Dolore al Braccio Sinistro è Correlato al Cuore

Come

Far Durare il Sesso Più a Lungo
Pubblicità
  1. http://bloodcenter.stanford.edu/donate/Hemoglobin.php?donate/Hemoglobin.html
  2. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed?term=18954837
  3. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/iron-deficiency-anemia/basics/treatment/con-20019327
  4. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed?term=26408108
  5. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003645.htm
  6. http://www.cdc.gov/ncbddd/folicacid/about.html
  7. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/002402.htm
  8. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/002403.htm
  9. http://www.mayoclinic.org/drugs-supplements/vitamin-b12/dosing/hrb-20060243
  10. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/iron-deficiency-anemia/basics/treatment/con-20019327
  11. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/iron-deficiency-anemia/basics/treatment/con-20019327
  12. http://www.ddc.musc.edu/public/diseases/stomach-duodenum/peptic-ulcers.html
  13. http://info.dhcla.com/blog/bid/324911/The-Link-Between-Celiac-Disease-and-Iron-Deficiency-Anemia
  14. http://info.dhcla.com/blog/bid/324911/The-Link-Between-Celiac-Disease-and-Iron-Deficiency-Anemia
  15. http://umm.edu/health/medical/reports/articles/anemia
  16. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/iron-deficiency-anemia/basics/treatment/con-20019327
  17. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/8202724
  18. http://www.mayoclinic.org/symptoms/low-hemoglobin/basics/when-to-see-doctor/sym-20050760
  19. http://www.mayoclinic.org/symptoms/low-hemoglobin/basics/when-to-see-doctor/sym-20050760
  20. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003645.htm
  21. http://www.mayoclinic.org/symptoms/low-hemoglobin/basics/causes/sym-20050760

Informazioni su questo wikiHow

Mark Ziats, MD, PhD
Co-redatto da
Medico
Questo articolo è stato co-redatto da Mark Ziats, MD, PhD. Il Dottor Ziats è un Internista, Ricercatore e Imprenditore nel campo della biotecnologia. Ha realizzato un Dottorato di Ricerca in Genetica all'Università di Cambridge nel 2014 e si è laureato in Medicina poco tempo dopo presso il Baylor College of Medicine nel 2015. Questo articolo è stato visualizzato 16 041 volte
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 16 041 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità