La tolleranza al dolore è la capacità del corpo e della mente di sopportare il dolore. Alcune persone riescono a resistere a dolori fortissimi, mentre altre non sono in grado di farlo. Se soffri di dolori cronici, è possibile migliorare la tua tolleranza con tecniche di rilassamento, attività fisica e cambiamenti alla routine quotidiana, in modo da migliorare la qualità della tua vita.

Metodo 1 di 3:
Aumentare la Tolleranza al Dolore Attraverso Tecniche di Rilassamento

  1. 1
    Fai esercizi di respirazione. Se il tuo corpo è sottoposto a molto stress, ad esempio a causa del dolore, reagisce agli stimoli negativi in modo più acuto. Al contrario, se sei rilassato, la tua tolleranza aumenta e la sensazione di dolore decresce. È per questo che le donne durante il travaglio e le persone che soffrono di dolori cronici possono trarre benefici dagli esercizi di respirazione.[1]
    • Ad esempio, puoi sederti su una sedia dallo schienale dritto e chiudere gli occhi. Inspira per cinque secondi. Trattieni il respiro per alcuni secondi, poi espira per sette o otto secondi. Ripeti dieci volte.
    • Puoi provare a svolgere gli esercizi per 15-20 minuti. Siediti e chiudi gli occhi. Concentrati sul battito cardiaco e usalo come riferimento per determinare la lunghezza dei respiri. Inspira per cinque battiti, poi trattieni il fiato per sette o otto battiti. A quel punto, espira per nove o dieci battiti.[2]
  2. 2
    Prova l'immaginazione guidata. Questa tecnica viene usata da chi soffre di dolori cronici per aumentare la tolleranza e ridurre il dolore stesso. Lo scopo è sostituire l'immagine nella tua mente che il dolore è negativo e insopportabile con un'altra più positiva.[3]
    • Inizia respirando profondamente. Concentrati sul presente, solo sull'aria che entra ed esce. Lasciati andare completamente mentre ti rilassi. Butta fuori tutte le tue preoccupazioni e inspira ossigeno che purifica e ristora. Respira fino a raggiungere uno stato di totale rilassamento.
    • Esamina il tuo corpo alla ricerca delle parti doloranti. Inspira, poi espira e soffia via il dolore, inspirando di nuovo per sostituirlo con aria rigeneratrice.
    • Una volta fatto, pensa a un luogo bellissimo e sereno. Concentrati su quel luogo con tutti e cinque i sensi. Che cosa vedi, senti, avverti, annusi e riesci ad assaporare? Continua a essere presente in quel luogo.
  3. 3
    Prova l'autosuggestione. Questa tecnica è stata sviluppata per affrontare il dolore cronico. Si tratta di una forma di autoipnosi che può aiutarti a prendere il controllo del tuo dolore. Funziona meglio se usata ripetutamente e con una mentalità positiva.[4]
    • Siediti con una postura rilassata in un ambiente tranquillo. Fai alcuni respiri profondi, in modo da concentrare i pensieri.
    • Se puoi, massaggia la zona che ti fa male.
    • Mentre lo fai, ripeti la frase "Se ne sta andando". Continua a dire a te stesso che il dolore sta passando finché non ti senti meglio.[5]
  4. 4
    Medita. Questa tecnica può ridurre la reazione del corpo al dolore e aumentare la tua tolleranza. Rilassando il corpo, calmando la mente e distogliendo le tue attenzioni dalla sofferenza fisica puoi riuscire ad aumentare la tua soglia del dolore.[6]
    • Siediti con la schiena dritta e prova a chiudere gli occhi. Respira, concentrandoti sull'aria che entra ed esce. Osserva i tuoi pensieri e le sensazioni che avverti con il corpo in modo neutrale e senza esprimere giudizi. Mentre inspiri, concentrati su quello che provi. Resta presente nel momento e pensa solo a quello che accade in questo preciso istante.
    • Esamina il tuo corpo, concentrandoti su tutte le sue parti. Inizia dalle dita dei piedi e risali verso la testa. Prendi un appunto mentale di tutti i punti in cui provi dolore. Concentrati sull'idea che il dolore sia solo una serie di sensazioni e non qualcosa di concreto. Dedica la tua attenzione al dolore e prendine maggiore consapevolezza.
    • Dopo esserti concentrato sul dolore, espandi la mente, in modo da meditare sulle cose positive che ti circondano. Puoi pensare al clima gradevole o a dei suoni, alla compagnia delle persone che ami, a fragranze piacevoli o a qualsiasi altra cosa. Sii consapevole che il dolore è solo una delle molte cose che accadono in ogni momento. Reagisci positivamente a esso, accettando la sua presenza, invece di fare resistenza o lasciarti ossessionare.[7]
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Usare l'Attività Fisica per Aumentare la Tolleranza al Dolore

  1. 1
    Fai più attività fisica. È stato dimostrato che l'esercizio fisico aumenta la tolleranza al dolore. Per ottenere questo beneficio, devi fare attività aerobica regolarmente almeno tre volte a settimana per trenta minuti. L'intensità deve essere alta o almeno media.[8]
    • L'attività fisica provoca il rilascio di endorfine, che alleviano il dolore.
  2. 2
    Allenati con un amico. Anche fare attività fisica in gruppo o con un amico può aumentare la tua tolleranza al dolore. La compagnia di altre persone provoca il rilascio di endorfine, quindi riceverai allo stesso tempo i benefici dell'esercizio fisico e della socializzazione.[9]
    • Chiedi a un amico di fare allenamento con te, ad esempio passeggiando, facendo escursioni, nuotando o andando in bicicletta.
    • Considera di iscriverti a un corso di gruppo. Allenarsi con altre persone offre maggiori benefici per la gestione e la sopportazione del dolore rispetto a farlo da soli.
  3. 3
    Poniti dei piccoli obiettivi. Se soffri, forse pensi di non poter svolgere alcuna attività fisica. Tuttavia, non è così. Puoi iniziare ad allenarti, anche se in principio dovrai farlo gradualmente. Più ti dedichi all'esercizio fisico, più sarai in grado di gestire il dolore.[10]
    • Inizia trovando un'attività fisica che ti piace. Puoi camminare, fare escursioni, nuotare o sollevare pesi leggeri.
    • Pensa a un traguardo quantificabile e raggiungibile. Puoi importi un tempo, una distanza, un peso o un numero di ripetizioni. Ad esempio, oggi puoi decidere di camminare per 300 metri. Assicurati di scegliere un obiettivo raggiungibile, considerato il dolore che ti affligge al momento.
    • Stabilisci una scadenza entro la quale devi raggiungere l'obiettivo. Può essere una settimana o pochi giorni.
    • Una volta raggiunto il traguardo, alza l'asticella. Potresti decidere di provare a camminare per 500 metri entro la fine della settimana. Continua a importi degli obiettivi per migliorare la tua forma fisica.
  4. 4
    Parla con il medico prima di iniziare a svolgere attività fisica. Se provi molto dolore, consulta il medico prima di seguire un programma di allenamento. Chiedi informazioni sul tuo problema di salute, sui tipi di esercizi più adatti a te e su quali evitare.[11]
    • Puoi anche parlare con il medico della tua tolleranza al dolore e su come tenerlo sotto controllo senza correre rischi.
  5. 5
    Considera il dolore che provi durante l'attività fisica. Nel corso degli esercizi, assicurati di non farti male, pensando sempre a quanto dolore provi, su una scala da uno a dieci.
    • Probabilmente proverai disagio, dolore e indolenzimenti durante l'attività fisica. Questi sintomi miglioreranno quando sarai più in forma.
    • Tuttavia, se il dolore sale fino a un sette o a un otto sulla scala, dovresti fermarti. Riduci l'intensità dell'esercizio, cambialo del tutto o consulta il medico.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Concentrarsi sui Cambiamenti allo Stile di Vita

  1. 1
    Migliora la tua postura. Uno studio scientifico ha dimostrato che chi adotta una postura dominante e potente ha una tolleranza al dolore più alta rispetto a chi ne ha una remissiva. Se vuoi provare questo rimedio, tieni la schiena dritta, le spalle indietro e la testa alta.[12]
    • Le posture remissive sono quelle in cui incurvi le spalle o ti rannicchi.
  2. 2
    Dormi abbastanza. Non riposare a sufficienza durante la notte può ridurre la tua tolleranza al dolore. Dormi bene e riuscirai a sopportare meglio la sofferenza.[13]
    • Cerca di dormire dalle sette alle nove ore tutte le notti. Dormire troppo poco più di una volta a settimana può ridurre la tua tolleranza al dolore.
  3. 3
    Fai una vita sociale più attiva. Avere più amici e una compagnia più grande può aumentare la tua tolleranza al dolore. Questo è dovuto a un maggiore rilascio di endorfine, che aiutano a ridurre l'intensità del dolore. Creando rapporti più forti, passando più tempo con gli amici e trovandone di nuovi, puoi riuscire ad aumentare la tua soglia di sopportazione.[14]
    • È stato dimostrato che anche ridere con gli amici mentre socializzi aumenta la soglia del dolore.[15]
  4. 4
    Riconsidera come pensi al dolore. La tua mentalità nei confronti della sofferenza può aumentare o ridurre la tua tolleranza. Con una maggiore forza mentale, sopportare il dolore diventa più facile. Invece di pensare a quanto stai male, prova a fare altri ragionamenti.[16]
    • Ad esempio, se stai facendo attività fisica, pensa che il dolore è un segnale che stai diventando più forte e stai migliorando il tuo corpo.
  5. 5
    Prova la terapia comportamentale cognitiva. Si tratta di un tipo di psicoterapia che sostituisce i pensieri negativi con altri più sani. Può aiutarti a imparare come affrontare il dolore e aumentare la tolleranza. Dovresti farlo con l'aiuto di uno psicologo, di un terapeuta o di un altro professionista della salute mentale, che ti guidi negli esercizi e ti insegni metodi per cambiare il modo in cui pensi al dolore.[17]
    • La terapia comportamentale cognitiva aiuta a cambiare il modo in cui pensi al dolore. Durante la terapia, puoi contestualizzare la sofferenza fisica e capire che non riduce la qualità della tua vita.
    • La terapia può ridurre lo stress legato al dolore, alleviando i problemi provocati dalla sofferenza e aumentando la tua soglia di sopportazione.
    • La terapia ti permette di sentirti in grado di controllare il dolore, sviluppando una mentalità positiva e sopportandolo più a lungo.[18]
    • Se soffri di dolore cronico, puoi ingannare la mente pensando "Il dolore non è poi così male" o "ll dolore fa solo parte di quello che sento".
  6. 6
    Impreca se senti dolore. Uno studio ha dimostrato che le imprecazioni aumentano la tolleranza e riducono il dolore percepito. La prossima volta che soffri, prova a imprecare per alleviare il disagio.[19]
    • Imprecare dopo aver provato dolore è considerata una forma di catastrofizzazione, una strategia che adottiamo per cambiare la nostra mentalità e gestire il dolore.
    • Lo studio ha dimostrato che chi impreca spesso tutti i giorni non ottiene benefici altrettanto significativi.
  7. 7
    Evita di prendere troppi farmaci. Alcune persone cercano di gestire il dolore e aumentare la loro tolleranza usando antidolorifici. Esistono prodotti da banco, come gli antinfiammatori non steroidei o il paracetamolo e quelli che richiedono una ricetta, come gli oppiacei. Ricorda che esistono molti metodi per gestire il dolore e aumentare la tolleranza che non richiedono l'uso di farmaci.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Far Crescere più Velocemente il Seno

Come

Usare un Preservativo

Come

Riconoscere il Cancro allo Stomaco

Come

Crescere In Altezza

Come

Determinare il tuo Gruppo Sanguigno

Come

Capire se il Dolore al Braccio Sinistro è Correlato al Cuore

Come

Farsi un Clistere

Come

Diventare Più Alti Naturalmente

Come

Fare Sesso Durante il Ciclo

Come

Distinguere il Dolore Renale dal Dolore Lombare

Come

Fumare una Sigaretta

Come

Far Durare il Sesso Più a Lungo

Come

Eseguire la Manovra di Epley

Come

Far Abbassare Velocemente la Pressione del Sangue
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Luba Lee, FNP-BC, MS
Co-redatto da
Comitato di Revisione Medica
Questo articolo è stato co-redatto da Luba Lee, FNP-BC, MS. Luba Lee lavora come Infermiera di Famiglia Iscritta all’Albo in Tennessee. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche alla University of Tennessee nel 2006. Questo articolo è stato visualizzato 9,217 volte
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 9 217 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità