Scarica PDF Scarica PDF

Le croste si formano naturalmente in seguito a un taglio, un graffio o una ferita sulla pelle. Hanno una funzione protettiva volta a evitare la fuoriuscita del sangue e degli altri liquidi corporei. Creano inoltre una barriera naturale evitando il possibile ingresso di batteri, germi e sporcizia nella ferita. Talvolta le croste possono causare prurito o avere un aspetto sgradevole. Per favorire la guarigione della ferita, puoi applicare un po' di vaselina, di miele o di olio sulla crosta, o perfino un alimento come l'aglio o la cipolla. In ogni caso, utilizza un solo prodotto alla volta anziché combinarli insieme.

Metodo 1 di 3:
Usare una Compressa Calda o il Sale

  1. 1
    Appoggia sulla crosta una compressa calda e umida. L'umidità e il calore possono contribuire a farla guarire più rapidamente. Inumidisci un fazzoletto pulito o una garza con l'acqua calda, quindi tienilo a contatto con la crosta per 5-10 minuti. Ripeti il trattamento diverse volte al giorno per mantenere la crosta morbida.[1]
  2. 2
    Immergi la crosta in un bagno preparato con acqua e sali di Epsom. Questi sali sono un rimedio molto utile per accelerare la guarigione delle croste e possono anche contribuire ad attenuare il dolore causato dalla ferita. Riempi una bacinella con acqua calda e aggiungi 50 g di sali di Epsom. Metti in ammollo la parte del corpo in cui si trova la ferita per un'ora. Al termine asciuga la crosta con delicatezza.[2]
    • Ripeti il trattamento 1-2 volte al giorno finché la ferita non inizia a guarire.
  3. 3
    Tieni la ferita coperta con una garza non adesiva. Servirà a tenere lontane le impurità che potrebbero farla infettare. Se vuoi, puoi applicare una pomata cicatrizzante prima di coprire la ferita con la garza per accelerarne la guarigione.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Usare altri Rimedi Casalinghi

  1. 1
    Spalma un velo di vaselina sulla crosta. Può essere utile per mantenerla morbida e per tenere lontani i batteri dalla ferita una volta che inizierà a venire via. L'umidità rende la crosta più soffice e consente alla pelle nuova di crescere, favorendo la guarigione sia della ferita sia della crosta.[3]
    • Applica un velo di vaselina sulla crosta durante il giorno per mantenerla soffice. Dopo alcuni giorni dovrebbe iniziare ad ammorbidirsi e a ridursi oppure a staccarsi da sola.
  2. 2
    Prova a usare il miele. Le sue proprietà antibatteriche naturali possono accelerare la guarigione della ferita e quindi della crosta. Scegli un miele completamente naturale e spalmane un velo dove serve.[4]
    • L'ideale è usare un miele biologico grezzo. Puoi trovarlo nei negozi specializzati in alimenti naturali oppure online.
  3. 3
    Usa l'olio di melaleuca. Viene ricavato da una pianta australiana ed è un ottimo rimedio naturale per ridurre e curare le croste. Accelera il processo di guarigione della ferita e aiuta a prevenire che si formi una cicatrice. Applica l'olio di melaleuca sulla crosta 1-2 volte al giorno.[5]
    • L'olio di melaleuca è facile da reperire; puoi acquistarlo in farmacia, in erboristeria, nei negozi specializzati in alimenti naturali oppure online.
  4. 4
    Usa l'aglio. È un ingrediente naturale efficace per accelerare la guarigione delle ferite e delle croste perché ha proprietà antibatteriche e antisettiche. Frulla 2-3 spicchi d'aglio con 250 ml di vino, lascia riposare la miscela per 2-3 ore e infine applicala direttamente sulla crosta usando un batuffolo di cotone o un cotton fioc.[6]
    • Risciacqua la parte con l'acqua tiepida dopo 10-15 minuti. Attenzione, se l'aglio ti provoca prurito, lavalo via subito.
  5. 5
    Usa la cipolla. Proprio come l'aglio, anche la cipolla vanta proprietà antibatteriche. È utile per favorire una sana guarigione delle ferite e delle croste e inoltre previene le infezioni. Frulla una cipolla e mescolala con del miele. Applica il composto sulla crosta e lascialo in posa per 10-15 minuti. Infine risciacqua con l'acqua tiepida.[7]
    • Puoi ripetere il trattamento con cipolla e miele fino a 4 volte al giorno.
  6. 6
    Usa il bicarbonato. È un leggero antisettico che può essere utile per eliminare le croste. Mescola 10 g di bicarbonato con 100 ml di acqua per ottenere una miscela dalla consistenza pastosa. Quando è pronta, applicala sulla crosta e lasciala in posa per 10-15 minuti. Infine sciacqua la pelle con l'acqua tiepida.[8]
    • Puoi ripetere il trattamento 2-3 volte alla settimana per accelerare il processo di guarigione della ferita.
  7. 7
    Usa l'aloe vera. Il gel di aloe vera è una sostanza completamente naturale che puoi spalmare sulla crosta per aiutare la pelle a guarire più velocemente. Applicala sulla ferita e lasciala in posa per 5 minuti, dopodiché sciacqua la parte con l'acqua tiepida. Puoi ripetere il trattamento anche 3-4 volte al giorno.[9]
    • Puoi acquistare il gel di aloe vera in farmacia, in erboristeria, nei negozi specializzati nella vendita di alimenti naturali oppure online.
    • Se hai una pianta di aloe vera in giardino o sul balcone, puoi tagliare una foglia ed estrarne il gel per applicarlo direttamente sulla ferita.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Avere Cura della Crosta

  1. 1
    Lascia asciugare la crosta. Stando esposta all'aria guarirà più velocemente. Un ambiente troppo umido potrebbe favorire una proliferazione fungina e avviare un'infezione. Cerca di alternare i momenti in cui la tieni coperta o umida ad altri in cui la lasci libera di asciugarsi all'aria.
  2. 2
    Non staccarla. Quando si forma la crosta è importante evitare di toglierla per non aumentare il rischio che si sviluppi un'infezione o si formi una cicatrice, ma anche semplicemente per evitare di prolungare il tempo di guarigione. Anche se la tentazione è forte, trattieniti e non staccare la crosta prima del tempo. Quasi sicuramente se ne formerebbe un'altra e la ferita richiederebbe ancora più tempo per guarire.[10]
  3. 3
    Non usare un prodotto antisettico. Potrebbe uccidere i batteri buoni presenti sulla crosta e causare gonfiore intorno alla ferita. Inoltre potrebbe seccare la crosta aumentando il tempo necessario alla ferita per guarire.[11]
    • Volendo, puoi usare una pomata antibiotica (come il Cicatrene) per abbreviare il tempo di guarigione.
  4. 4
    Rivolgiti al medico se la ferita ti sembra infetta. Se la pelle intorno alla crosta è gonfia, calda al tatto o se ci sono secrezioni di pus o altri fluidi, la ferita potrebbe aver fatto infezione. Falla vedere subito al medico in modo che possa diagnosticare qual è il problema e prescriverti una terapia appropriata. Una ferita infetta e trascurata può richiedere molto tempo per guarire, ma soprattutto può causare l'insorgere di altri problemi di salute.
    • Il rischio è particolarmente alto nel caso di ferite sulle gambe, di diabete o di sistema immunitario compromesso. Anche le piccole ferite possono trasformarsi in ulcere, se non vengono curate in modo adeguato.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Togliere una SpinaTogliere una Spina
Guarire un Labbro SpaccatoGuarire un Labbro Spaccato
Stabilire se un Dito è FratturatoStabilire se un Dito è Fratturato
Rimuovere una Scheggia ProfondaRimuovere una Scheggia Profonda
Rimarginare la Lingua MorsicataRimarginare la Lingua Morsicata
Eseguire la Manovra di HeimlichEseguire la Manovra di Heimlich
Curare Velocemente le Ferite (Usando Metodi Semplici e Naturali)Curare Velocemente le Ferite (Usando Metodi Semplici e Naturali)
Trattare le Costole IncrinateTrattare le Costole Incrinate
Sapere se ti Sei Rotto un Dito del Piede
Far Guarire un Taglio sulla LinguaFar Guarire un Taglio sulla Lingua
Capire se hai la Nocca FratturataCapire se hai la Nocca Fratturata
Trattare i Tagli ProfondiTrattare i Tagli Profondi
Rimuovere i Residui Adesivi di un Cerotto dalla PelleRimuovere i Residui Adesivi di un Cerotto dalla Pelle
Capire se un Piede è RottoCapire se un Piede è Rotto
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Luba Lee, FNP-BC, MS
Co-redatto da:
Comitato di Revisione Medica
Questo articolo è stato co-redatto da Luba Lee, FNP-BC, MS. Luba Lee lavora come Infermiera di Famiglia Iscritta all’Albo in Tennessee. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche alla University of Tennessee nel 2006. Questo articolo è stato visualizzato 45 126 volte
Categorie: Incidenti & Ferite
Questa pagina è stata letta 45 126 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità