Scarica PDF Scarica PDF

Una parte cruciale della buona cucina e delle abilità gastronomiche è data da un senso del gusto esperto e sensibile. Il problema è che solo poche persone lo hanno o sono consapevoli di averlo, per questo abbiamo preparato questa guida che ti aiuterà a sviluppare le tue papille gustative consentendoti di percepire più sapori.

Passaggi

  1. 1
    Impara a conoscere i gusti. Ne esistono molteplici "formali", ma altrettanto numerosi informali, alcuni dei quali elencati di seguito.
    • Salato
    • Aspro o acido
    • Dolce
    • Amaro
    • Grasso
    • Saporito o Umami (indica per la precisione il sapore di glutammato)
    • Terroso o ammuffito
    • Bruciato o caramellato
  2. 2
    Puoi creare tanti gruppi quanti riesci a individuarne. Cercare di limitarti a qualche gruppo formale è accettabile, ma quando percepirai miscele di sapori che ne formano di nuovi potrai espandere la tua sensibilità. (Vedi le avvertenze.)
  3. 3
    Prima di tutto calcola la tua attuale sensibilità. Da quali alimenti ti senti particolarmente attratto, una preferenza di base potrebbe essere quella tra i cibi dolci o salati. Per esempio:
    • Preferisci una mela aspra o una dolce?
    • Preferiresti uno spuntino salato o al cioccolato? E così via.
  4. 4
    L'obiettivo è mostrare le caratteristiche della tua sensibilità. Potresti preferire una mela dolce perché a tuo gusto quella aspra potrebbe essere troppo forte. Nota che ciò tende a cambiare in base alle naturali necessità del tuo corpo, il cui unico fine è quello di ricevere i nutrienti necessari in modo bilanciato. In generale però è possibile riconoscere una preferenza di gusto generica.
  5. 5
    Testa la tua sensibilità comparandola a quella di altre persone, preferibilmente scegliendo dei soggetti esperti sia nel cucinare che nel mangiare.
    • Per esempio, assaggiando una zuppa al ristorante il tuo invitato potrebbe trovarla troppo salata mentre tu stai cercando la saliera. Ciò rivelerebbe che la tua sensibilità si è affievolita. Non temere però, ogni persona ha gusti differenti, per cui non esiste uno standard perfetto, e sei quindi libero di scegliere come gustare i tuoi pasti.
  6. 6
    Prova a riconquistare la tua sensibilità. Per un periodo di due settimane, riduci tutti gli snack, i pasti istantanei, le bevande gassate e i superalcolici, e rimuovi tutti i condimenti dalla tavola. Evita le ricette oltremodo complesse che possono nascondere sapori individuali. Il punto non è metterti a dieta, ma concedere un periodo di riposo alla tua lingua, evitando che entri in contatto con ingredienti che possano ridurne la sensibilità. Se nel frattempo perderai anche del peso, godrai di un doppio beneficio.
  7. 7
    Dai inizio a un test del gusto.
    • Non è niente di complicato. Prendi un'uvetta e mettila sulla lingua. Notane il gusto e la consistenza mentre si fonde nella tua bocca. Quando si è ammorbidita, strofina contro il palato per una scarica di sapore. Inspira, e scopri se l'aria ne influenza il gusto.
  8. 8
    Nota ogni particolare. Potresti scoprire sapori aggiunti che prima non sapevi presenti, come una sottile sapidità, o i toni di altri frutti. Potresti percepire i conservanti, e in tal caso sarebbe meglio optare per dell'uvetta biologica. Prendi inoltre nota delle tue preferenze, per esempio di un'eccessiva dolcezza, delicatezza o del giusto equilibrio.
  9. 9
    Prendi in considerazione il profumo dell'alimento e l'efficienza della tua capacità olfattiva. Spesso molti sapori derivano dalla fragranza, cosa facilmente verificabile chiudendoti il naso mentre mangi o quando hai il naso chiuso causato da un raffreddore o da un'influenza.
  10. 10
    Durante l'esperimento bisettimanale, scegli volontariamente degli alimenti delicati, e cerca di riconoscerne il gusto per poi in seguito passare a qualcosa di più intenso. Si tratta di un ottimo metodo per scoprire gusti nascosti e sviluppare sensibilità. Trascorsa le due settimane, potresti imparare a trovare più gustosa perfino un'insalata o un qualsiasi ingrediente che in passato consideravi piatto e noioso.
  11. 11
    Espandi il metodo al tuo prossimo pasto. Prova a concentrarti su alimenti semplici e su semplici metodi di cottura (come la bollitura, la cottura al vapore, etc), poi sperimenta lo stesso alimento con cotture più complesse (per esempio barbecue, frittura, al forno, al microonde, etc).
  12. 12
    Espandi la sperimentazione alle bevande, come succhi, acqua, vini, birre, etc. Fai attenzione però un uso eccessivo di alcolici o l'assunzione di superalcolici ridurrà la tua sensibilità.
  13. 13
    Prova ad apprezzare tutti i sapori, sia individuali, che complessi. Mangiare diverrà ancor più gradevole.
    Pubblicità

Consigli

  • Il periodo di due settimane non sarà molto divertente. Molto probabilmente avrai voglia di alcuni cibi e sarai tentato da salsiere e saliere. Non cedere, consideralo un esperimento o una guarigione anziché una dieta per renderlo più tollerabile.
  • Dopo il periodo di due settimane, riporta i sapori nella tua dieta e assaggiali in piccole quantità (come per il test del gusto) per scoprire le tue nuove necessità attuali.
Pubblicità

Avvertenze

  • Cerca di non farti ossessionare dai gruppi, alcune scuole di pensiero desiderano limitare il numero di sapori, mentre altre no. In generale, il pericolo è quello di voler esagerare in termini di precisione scientifica. Tutto il divertimento e il gusto dell'esplorazione del cibo andrebbero persi. Limitando i gruppi in modo ossessivo, di fatto, limiterai la tua possibilità di apprendimento.
  • Come nel caso di ogni cambiamento nella tua alimentazione, discutine con il tuo medico per evitare di compromettere la tua salute.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Mangiare con le Bacchette
Cuocere il Riso Parboiled
Accendere un Barbecue a Carbonella
Congelare le AlbicoccheCongelare le Albicocche
Usare una Caffettiera Americana
Aprire una Scatoletta senza ApriscatoleAprire una Scatoletta senza Apriscatole
Piegare una Tortilla per Preparare un Wrap
Cuocere il Riso Basmati Integrale
Misurare i Liquidi senza un Bicchiere DosatoreMisurare i Liquidi senza un Bicchiere Dosatore
Cuocere le Lenticchie Rosse Decorticate
Preparare dei Pancake Proteici
Cucinare le Uova di QuagliaCucinare le Uova di Quaglia
Preparare la Farina d'Avena
Recuperare il Riso Troppo Cotto
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 5 572 volte
Categorie: Cucina
Questa pagina è stata letta 5 572 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità