Come Avere a che Fare con un Fidanzato Violento

In questo Articolo:AgireMettersi al SicuroVoltare Pagina

Ci sono diverse forme di maltrattamenti. Se sei stata ripetutamente umiliata, manipolata o degradata dal tuo ragazzo, hai dovuto far fronte a delle violenze psicologiche. Se invece hai subito degli abusi, o sei stata picchiata, si tratta di violenze fisiche. In ogni caso, l’unica cosa da fare è porre fine subito alla relazione e mettersi al sicuro. È importante agire tempestivamente e voltare pagina.

1
Agire

  1. 1
    Proteggiti. Se senti di essere in pericolo devi porre fine alla relazione il prima possibile e con molta cautela. Se hai subito delle aggressioni, o sei in una condizione di immediato pericolo, chiama subito la polizia, o contatta delle associazioni per la tutela delle donne. Lascia subito il luogo in cui ti trovi. Non cercare di “farlo ragionare” fino a che non ti sei messa al sicuro. Vattene immediatamente.
    • Chiama subito il Telefono Rosa o altre associazioni contro la violenza sulle donne.
  2. 2
    Decidi come troncare subito la relazione. Abusi fisici o psicologici sono un motivo più che valido per rompere immediatamente un rapporto senza pensare a quanti anni avete passato insieme, alla presenza di eventuali figli, animali domestici o un’abitazione condivisa, e accantonando anche i sentimenti che puoi provare per quell’uomo. Non c’è mai alcuna giustificazione alla violenza e va fermata quanto prima. Allontanati dall’uomo che ti ha fatto soffrire, e fallo subito, senza pensarci troppo ed esporti a eventuali pericoli.
    • Lasciare quell’uomo non significa disinteressarti a lui, o non aver mai provato dei sentimenti per quella persona, anzi: coloro che agiscono in questo modo spesso hanno dei problemi comportamentali che non vanno assolutamente ignorati; il tuo ragazzo ha quindi bisogno di un supporto psicologico e dell’aiuto di professionisti. Se continui a perdonarlo non farai che peggiorare il problema.
    • Se vivi con il tuo ragazzo, e hai paura di essere in pericolo, non fargli capire che hai intenzione di lasciarlo: lascialo e basta. Non attendere la prossima volta in cui ti attaccherà, falla finita prima che puoi.
  3. 3
    Termina la relazione pianificando il tuo presente. Dopo aver contattato la polizia e delle associazioni che possano darti l’assistenza di cui hai bisogno, è il momento di lasciare per sempre la persona che ti ha maltrattata. Rompi definitivamente con lui dicendogli che la storia è finita per sempre, aggiungi anche che se proverà a contattarti chiamerai le autorità.
    • Se preferisci dirgli di persona che lo vuoi lasciare, fallo in pubblico, assicurati che altre persone siano presenti e sii molto coincisa. Dopo avergli comunicato la tua decisione non cercare di farti influenzare dalle sue parole e di ritrattare.
    • Se vivete insieme, è importante lasciare subito la casa e lasciare il tuo ragazzo in un luogo pubblico. Prepara la valigia il giorno prima e nascondila. Quando sarai pronta per andartene fallo il prima possibile, se devi tornare tra le mura di quella casa non farlo mai da sola ma fatti accompagnare da qualcuno.
  4. 4
    Documenta tutti gli abusi subiti. Se dopo averlo lasciato il tuo ex cerca sempre di contattarti, sia di persona che al telefono, oppure online, fornisci tutta la documentazione e la corrispondenza tra di voi alle autorità, o alle associazioni a cui ti sei rivolta, scatta delle foto e fornisci delle prove valide, così che tu possa liberarti dalla sua presenza e voltare finalmente pagina.
    • Scatta delle foto alle prove tangibili degli abusi fisici che non potrai dimostrare in futuro, per esempio graffi, ematomi o ferite di vario tipo. Documenta tutto prima che i segni spariscano.
  5. 5
    Riprenditi la tua vita. Non è mai facile troncare una relazione, soprattutto se la persona che cerchi di lasciare vuole restare in contatto con te o prova a manipolarti. Se hai già provato ad allontanarti da lui ma non ci sei ancora riuscita, non arrenderti! Pensa che è la cosa più giusta da fare per salvaguardare il tuo futuro: solo tu puoi uscire da quella situazione, la scelta spetta a te. Riprendi il controllo della tua vita.

2
Mettersi al Sicuro

  1. 1
    Contatta le autorità. Dal momento in cui sarai al sicuro è importante parlare con le forze dell’ordine e procedere per vie legali. Informati su quali sono le procedure che potresti seguire. Per fare in modo che gli abusi subiti non si ripetano in futuro è importante avvisare la polizia e sporgere denuncia.
    • Parlane con un consulente specializzato in casi di violenza domestica e informati sulla procedura da seguire. Potrebbe essere difficile per te, soprattutto se sei stata legata a quell’uomo per un periodo piuttosto lungo, ricominciare da zero, trovare un lavoro e una nuova casa. Per evitare di affrontare questi cambiamenti da sola consulta delle associazioni di assistenza che aiutano le donne vittime di abusi.
  2. 2
    Ottieni un’ingiunzione restrittiva. Dato che ne hai abbastanza dei suoi abusi, devi fare in modo che il tuo ex non abbia più nessuna occasione di farti del male. Procedi per via legale e chiama la polizia, se lui cerca ancora di contattarti.
    • Se il tuo partner ha con sé un figlio, o del denaro di tua proprietà, puoi intervenire chiedendo la custodia del minore e la possibilità di avere accesso al conto corrente bancario durante lo svolgimento delle pratiche legali. Non lasciare che ti intimorisca o ti minacci.
  3. 3
    Non dargli una seconda possibilità. Quando è troppo è troppo. Una volta che lo avrai lasciato non tornare mai dai lui ed evita di contattarlo e di perdonarlo. È finita. Non interrompere la procedura legale che hai intrapreso nei suoi confronti.
    • Se hai subito dei maltrattamenti, non c’è motivo di ripensare alla scelta fatta. Non negoziare, non ascoltare le sue scuse e le sue false promesse. Non credergli se ti dice che non lo rifarà mai più. Per la violenza non c’è perdono.
  4. 4
    Cambia la tua routine giornaliera. Almeno per i primi tempi evita tutti i luoghi che frequenta anche il tuo ex, non farti vedere nelle sue zone e cerca di non avere con lui alcun contatto. Non c’è motivo di esporsi a eventuali pericoli.
    • Se frequentate lo stesso corso, o siete colleghi di lavoro e vi incontrate per forza di cose negli stessi ambienti, ignora la sua presenza. Non guardarlo e fatti accompagnare da qualcuno ogni volta che ti trovi nello stesso luogo e prima di salire in macchina.

3
Voltare Pagina

  1. 1
    Visita regolarmente un consulente specializzato in casi di violenza domestica. È fondamentale per te in questo momento avere del supporto psicologico e parlare con qualcuno che capisca l’entità del trauma subito e degli effetti che gli abusi del passato hanno lasciato su di te. Cerca un’associazione o un gruppo che possa aiutarti e partecipa agli incontri per riprendere il prima possibile una vita normale.
  2. 2
    Concentrati su te stessa e ricostruisci la tua identità. Gli abusi che hai subito ti hanno resa più fragile e vulnerabile e potrebbe volerci del tempo per ritornare a essere te stessa e ricominciare a vedere tutte le qualità che ti rendono speciale. Impegnati seriamente in questa fase molto delicata.
    • Concediti un periodo di tempo per sfogare il tuo dolore, dopodiché riprendi le tue occupazioni. Dopo una rottura è normale voler passare dei giorni interi a letto, incapace di fare qualsiasi cosa e in preda alla depressione. È una reazione naturale ma è importante che non si protragga troppo a lungo. Datti un limite massimo dopodiché inizia a voltare pagina. La relazione si è conclusa, gli amori possono finire.
    • Evita di sentirti in colpa per ciò che è accaduto, e per il tempo sprecato con quella persona. Lasciandola hai preso una decisione coraggiosa che ti permetterà di iniziare una nuova vita. Sii fiera del tuo coraggio e pensa che non dovrai più essere trattata male dal tuo ex, né tollerare la sua presenza. Guarda al futuro.
  3. 3
    Passa del tempo con i tuoi cari. Fai una lista delle persone davvero importanti nella tua vita. Pensa a tutti coloro che ti sono stati vicino nei momenti difficili, alle persone a cui vuoi bene davvero, a tutti quelli che sanno sempre come farti sorridere. La famiglia, gli amici di vecchia data, i vicini che conosci da tempo, e così via. Passa più tempo in loro compagnia.
  4. 4
    Impara a volerti bene. Forse è un po’ di tempo che non ti prendi cura di te, che non ti rilassi, che non godi della compagnia della tua famiglia. Adesso è il momento giusto per fare tutto ciò che ti piace senza aver paura di scatenare la rabbia del tuo fidanzato. Anche se potrebbe volerci un po’, rilascia gradualmente tutta la tensione maturata durante la storia di abusi che hai vissuto, riscopri le cose belle della vita.
    • Adesso sei libera di fare ciò che vuoi, anche quello che mandava il tuo ex su tutte le furie. Vuoi accendere la radio e cantare di prima mattina? Fallo. Sii te stessa.
  5. 5
    Lascia andare la rabbia. Anche in questo caso, si tratta di un processo graduale. Dentro di te sarai probabilmente piena di risentimento e questa rabbia potrebbe soffocare tutte le tue emozioni. Sfoga la tua rabbia in energia produttiva, sfogati quando ne senti il bisogno. Vai a correre, prendi a pugni un sacco da pugilato, prova a fare yoga. L’attività fisica ti aiuterà a eliminare la negatività.
    • Fai attenzione a non trasformare mai la tua rabbia in azioni autodistruttive e dannose. Le emozioni che hai dentro non devono diventare una scusa per farti del male e indulgere negli eccessi. Pensa ad andare avanti, non a tornare indietro.

Consigli

  • Ricordati che le persone violente non possono cambiare e a volte non si rendono nemmeno conto dell'entità delle proprie azioni.
  • Se compie della violenza fisica su di te, lascialo immediatamente.
  • Fai in modo che più di una persona sappia sempre dove sei e dove vai.
  • Ignora le sue reazioni di gelosia.
  • Fidati del tuo intuito.
  • Se abusa fisicamente di te, o ti picchia, chiama subito la polizia.

Avvertenze

  • Non farti prendere dal panico e dallo stress. Mantieni i nervi saldi, reagisci e liberati di quell’uomo.
  • Se lui ha dei problemi mentali, probabilmente le tue parole non sono sufficienti per fermarlo e metterti al sicuro. Anche se ti chiama solo al telefono potrebbe compiere dei gesti più gravi, prima o poi. Procedi per vie legali nei suoi confronti. Mantieni le distanze da lui e non farti manipolare dalle sue parole. Non cadere in trappola e non dirgli mai cosa stai facendo.
  • Mantieniti lontana da lui. Chiedi alla tua famiglia e ai tuoi amici di fare lo stesso.
  • Fai in modo che tutti sappiano dei maltrattamenti che hai subito, così che lui possa essere identificato come una persona pericolosa. Documenta le violenze e fornisci delle prove.
  • Controlla se sul tuo computer ci sono degli spyware.
  • Se anche i tuoi bambini hanno subito dei maltrattamenti contatta subito le autorità e cerca un supporto psicologico per aiutare i tuoi figli a superare il trauma.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 38 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Gestire Rapporti Difficili

In altre lingue:

English: Deal with an Abusive Boyfriend, Español: lidiar con un novio abusivo, Русский: вести себя при агрессии со стороны парня, Português: Lidar com um Namorado Agressivo, Bahasa Indonesia: Menghadapi Kekasih yang Kasar, Čeština: Jak se vypořádat s násilnickým partnerem, Français: se comporter avec un petit ami abusif, Nederlands: Omgaan met een vriend die je misbruikt, Tiếng Việt: Đối phó với bạn trai có tính bạo lực, العربية: التعامل مع شريك حميمي مسيء, ไทย: รับมือกับแฟนหนุ่มที่ชอบทำร้าย

Questa pagina è stata letta 7 156 volte.
Hai trovato utile questo articolo?