Scarica PDF Scarica PDF

Migliorare la tua vita familiare può aiutarti a creare legami più stretti con i tuoi parenti e a evitare che i conflitti vi impediscano di essere felici insieme. Fortunatamente, ci sono alcuni consigli concreti che puoi seguire per rendere più gradevole e gratificante il tempo passato in famiglia.

Metodo 1
Metodo 1 di 4:
Trascorrere Tempo di Qualità Insieme

  1. 1
    Rispetta i riti familiari quotidiani e settimanali. Mangia, dormi e partecipa regolarmente alle attività della tua famiglia, seguendo un programma fisso. La routine e i rituali aiutano a stabilire un'identità familiare, a ridurre lo stress, a creare un ambiente stabile e confortevole.[1]
    • Oltre a migliorare la comunicazione, le riunioni familiari possono diventare una parte fondamentale della routine domestica, quando vengono svolte regolarmente.
    • Impara a non portare il lavoro a casa quando ne hai la possibilità e concentrati sui tuoi cari quando sei con loro.
  2. 2
    Trasforma compleanni e festività in tradizioni familiari da passare insieme. Non serve organizzare lo stesso evento tutti gli anni. Per esempio, per il compleanno di tua moglie, potreste recarvi nel suo ristorante preferito oppure divertirvi con l'attività che le piace di più. Rispetterete la tradizione, ma con un po' di varietà.[2]
  3. 3
    Mangiate insieme il più spesso possibile. I genitori lavorano e i bambini sono impegnati con le attività extrascolatiche, quindi non è facile fare colazione e cenare insieme tutti i giorni. I pasti in famiglia sono una parte integrante della routine e possono aiutarti sentirti coinvolto nelle vite dei tuoi cari.[3]
    • Quando qualcuno torna a casa dal lavoro o da un allenamento in tarda serata, siediti accanto a lui mentre cena, anche se tu hai già mangiato. Trascorrere il tempo insieme e fare conversazione è più importante di mangiare nello stesso momento.
  4. 4
    Trova il tempo per compiere regolarmente attività in famiglia. Puoi organizzare gite in bicicletta, passeggiate, partite a carte o giochi da tavolo. Se possibile, dedica almeno un pomeriggio o una serata ogni settimana alle attività familiari. Non è necessario inventare qualcosa di troppo elaborato: concentrati solo sul divertimento e sullo stare in compagnia.[4]
  5. 5
    Occupatevi insieme dei lavori di casa. Sono poche le persone che si divertono a pulire o stirare, tuttavia condividere le responsabilità domestiche può aiutare tutta la famiglia a sentirsi fiera della propria abitazione. Cerca di rendere le attività quanto più divertenti possibile, per esempio ascoltando la musica o improvvisando una competizione.[5]
    • Per esempio, potresti stabilire che chi finisce per primo di piegare la biancheria potrà scegliere il film da guardare dopo cena.
    • Suddividi le commissioni in categorie, in base all'età di chi se ne può occupare. Dopo cena, tuo figlio più piccolo può sparecchiare, il più grande può caricare la lavastoviglie, mentre tu ti occuperai di mettere in frigo gli avanzi.
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 4:
Migliorare la Comunicazione

  1. 1
    Rispetta quello che hanno da dire i tuoi parenti. Quando qualcuno esprime la propria opinione, evita di ignorarlo o di interromperlo prima che finisca di parlare. Comunicare in modo aperto e rispettoso aiuterà la famiglia a sviluppare fiducia reciproca e a stringere legami più forti.[6]
    • Per esempio, evita di prendere in giro tuo fratello quando esprime la propria opinione. Se ti prende in giro, prova a dirgli: "So che tutti i fratelli si stuzzicano, ma ferisci i miei sentimenti quando mi prendi in giro per tutto quello che dico".
  2. 2
    Evita le critiche e i giudizi troppo severi. Crea un ambiente in cui tutti possano esprimere la propria opinione e scherzare, senza avere timore di essere criticati o giudicati. Se i tuoi parenti si aspettano sempre giudizi molto duri, impareranno a tenersi tutto dentro e a non condividere le proprie emozioni.[7]
    • Se hai figli, offri critiche positive e costruttive ai tuoi bambini e invitali a non giudicarsi troppo duramente l'uno con l'altro. Invece di dire "No, non si fa così", prova qualcosa più simile a "Bel tentativo, ma lascia che ti aiuti a farlo nel modo giusto".
  3. 3
    Ascolta attivamente i membri della tua famiglia. Per riuscirci, dovrai assorbire quello che ti viene detto e dimostrare che presti attenzione. Guarda l'altra persona negli occhi, annuisci e intervieni con commenti come "Capisco", quando è il caso. Limitati ad ascoltare, invece di pensare a quello che vorresti rispondere ed evita di impartire consigli o di esprimere la tua opinione, finché il tuo interlocutore non ha finito.[8]
    • Se necessario, chiedi un chiarimento. Puoi dire "Aspetta: che cosa intendi?" o "Questo è successo prima o dopo che li hai visti al negozio?".
    • Ascoltare attivamente significa anche mettere via il telefono mentre parli con qualcuno. Cerca di non controllare i messaggi o i social network, specie durante una discussione seria.[9]
  4. 4
    Esprimi spesso il tuo amore e il tuo apprezzamento. I piccoli gesti di affetto, verbali e non verbali, possono essere molto importanti. Oltre a dire "ti voglio bene", cerca di trovare alcuni modi specifici di dimostrare quanto tieni ai membri della tua famiglia.[10]
    • Le espressioni come "Per favore", "Grazie" e simili ti permettono di creare un ambiente positivo. Abbracciare i tuoi genitori e dire "Volevo solo farvi sapere quanto apprezzo quello che fate per me" è un gesto davvero bellissimo. Se tuo fratello è impegnato con i compiti e noti che ha finito l'acqua nel bicchiere, puoi chiedergli: "Ehi, hai bisogno di un po' d'acqua?".
  5. 5
    Evita di confrontare la tua famiglia con quelle che vedi sui social network. È facile credere che le persone che osservi nelle foto o nei video siano sempre felici. Tuttavia, è importante ricordare che ogni famiglia deve impegnarsi molto per mantenere rapporti sani e forti tra tutti i componenti. Se inizi a invidiare la famiglia di un'altra persona, ricorda che non conosci davvero la sua vita privata e che, probabilmente, anche lei deve affrontare litigi e altri problemi, come tutti.[11]
    • Ricorda, se un'altra famiglia si concede più vacanze o acquista oggetti più costosi rispetto alla tua, non significa che sia più felice di voi.
    Consiglio dell'Esperto
    Allen Wagner, MFT, MA

    Allen Wagner, MFT, MA

    Consulente Coniugale e Familiare
    Allen Wagner è uno psicoterapeuta coniugale e familiare registrato che vive a Los Angeles, in California. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Psicologia alla Pepperdine University nel 2004. La sua specializzazione è lavorare con coppie o individui per aiutarli a migliorare le proprie relazioni. Ha scritto il libro Married Roommates a quattro mani con sua moglie, Talia Wagner.
    Allen Wagner, MFT, MA
    Allen Wagner, MFT, MA
    Consulente Coniugale e Familiare

    Il nostro esperto concorda: I social network possono essere assolutamente ingannevoli e non rappresentano quanto accade davvero nella vita degli altri. Inoltre, è importante ricordare che è del tutto normale che la propria vita familiare possa essere una fonte di stress o ansia. Invece di lasciarti abbattere, sfrutta quei sentimenti per realizzare cambiamenti positivi!

  6. 6
    Organizza allegre riunioni familiari ogni settimana. Una serata in famiglia non deve necessariamente essere formale o ruotare intorno ad argomenti seri. Tutte le settimane, accendi il televisore, metti via il telefono e passa almeno un'ora con i tuoi cari. Parlate di quello che è successo negli ultimi giorni, degli eventi in calendario e rilassatevi chiacchierando.[12]
    • Cerca di mantenere un'atmosfera leggera. L'obiettivo è incoraggiare tutti a comunicare liberamente, a sentirsi a proprio agio e a divertirsi. Poni domande come: "Qual è la cosa più divertente che ti è capitata questa settimana?".
    • Fai del tuo meglio affinché tutti riescano a partecipare. Può essere difficile coinvolgere attivamente i bambini piccoli e gli adolescenti, ma cerca solo di portare avanti la conversazione.
    Pubblicità

Metodo 3
Metodo 3 di 4:
Gestire i Conflitti da Genitore

  1. 1
    Trova l'equilibrio tra il tuo ruolo di genitore e l'esigenza di libertà di tuo figlio. In tutte le famiglie, uno dei conflitti più importanti nasce dal contrasto tra la necessità di un genitore di mantenere il proprio bambino al sicuro e la voglia di quest'ultimo di sentirsi libero. Non cedere la tua autorità, ma concedi a tuo figlio opportunità di guadagnarsi la tua fiducia. Aumenta gradualmente il suo grado di libertà e i suoi privilegi, in base al suo livello di maturità.[13]
    • Per esempio, imponigli un coprifuoco quando esce e, se lo rispetta per qualche mese, allungalo.
  2. 2
    Cerca di dare un esempio positivo quando litighi con il tuo coniuge. Se scoppia una lite tra voi, ricorda che il modo in cui risolvi i conflitti insegna a tuo figlio come deve comportarsi in casi simili. Limitati a discutere del problema specifico, invece di rivangare offese passate o di ricorrere ad attacchi personali. Se necessario, risolvi il problema quando i bambini non sono presenti.[14]
  3. 3
    Fai da mediatore nelle liti dei tuoi figli solo se necessario. Se possibile, lascia che risolvano da soli i loro problemi. Imponi delle regole di comportamento e intervieni quando le infrangono o non riescono a calmarsi da soli.[15]
    • Le regole da rispettare includono: niente violenza, parolacce o insulti. Spiega ai tuoi figli che devono lasciar parlare l'altra persona e discutere con calma dei propri problemi.
    • Se un litigio degenera, separa i tuoi figli finché non si saranno calmati, poi aiutali a trovare un compromesso. Spiega che il tuo ruolo non è trovare un colpevole (se nessuno dei due ha insultato o picchiato l'altro), ma aiutarli ad arrivare alla soluzione migliore.
  4. 4
    Comunica con chiarezza e direttamente in caso di disaccordi. Evita di mantenere un atteggiamento passivo-aggressivo, vago o sarcastico, specie se devi risolvere un conflitto. Esprimi la tua opinione e incoraggia i tuoi cari a fare lo stesso.[16]
    • Per esempio, se tuo figlio non ha portato fuori la spazzatura, evita di ignorarlo o di comunicargli il tuo disappunto in modo vago. Invece di dire "È deludente quando le persone dimenticano di occuparsi dei lavori di casa", adotta un approccio diretto, spiegandogli: "Paolo, sono deluso che tu non abbia portato fuori la spazzatura questa settimana. Se capiterà di nuovo, ti toglierò la paghetta".
    Pubblicità

Metodo 4
Metodo 4 di 4:
Gestire i Conflitti da Bambino

  1. 1
    Rispetta l'esigenza dei tuoi genitori di proteggerti. Anche se i bambini hanno bisogno di una maggiore libertà man mano che crescono, ricorda che l’ultima parola spetta ai tuoi genitori. Il loro dovere è tenerti al sicuro e darti gli strumenti necessari per prenderti cura di te stesso, quando sarai adulto.[17]
    • Se i tuoi genitori non ti permettono di uscire da solo o ti mandano a letto presto, ricorda che hanno a cuore i tuoi interessi.
    • Quando i tuoi genitori sono disponibili a negoziare, per esempio sul coprifuoco, affronta la discussione con maturità. Esponi la tua opinione con calma e chiaramente, evitando di lamentarti o di metterti a urlare se ti dicono di no.
  2. 2
    Trova dei modi per scendere a compromessi quando litighi con tuo fratello. Cerca di evitare di incolparlo o di umiliarlo, dicendo: "Fermi tutti, pensiamo a come trovare un accordo". Mantieni la calma e arriva a una soluzione per condividere un giocattolo o divertirvi insieme.[18]
    • Se non riesci a trovare una soluzione equa da solo, chiedi aiuto ai tuoi genitori.
  3. 3
    Cerca di metterti nei panni dell'altra persona. Prima di saltare alle conclusioni, respira profondamente e cerca di mantenere la calma. Se qualcuno ha mangiato la tua merendina preferita o ti ha rubato i vestiti, cerca di considerare la vicenda da un altro punto di vista, prima di arrabbiarti.[19]
    • Per esempio, se tuo fratello ha rubato qualcosa che ti appartiene, come una giacca, trucchi o l'orologio, puoi pensare "Non credo che l'abbia preso per farmi arrabbiare. Probabilmente voleva solo indossarlo per andare a scuola e fare bella figura".
    • Prova a dire: "So che ti piace molto la mia giacca di pelle. Capisco che ti fa sentire bello. Tuttavia, appartiene a me e non puoi prendere le mie cose senza chiedere".
  4. 4
    Evita di immischiarti nelle liti tra i tuoi genitori. Quando litigano, lascia che risolvano da soli i propri conflitti. Non cercare di fare da paciere e non lasciarti coinvolgere. Vai in un'altra stanza della casa, ascolta la musica o trova qualcos'altro con cui distrarti finché non avranno finito.[20]
    • Se il litigio degenera e diventa violento, parla con un altro parente, con lo psicologo della scuola o con un adulto di cui ti fidi.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Morire SerenamenteMorire Serenamente
Riconoscere i Genitori TossiciRiconoscere i Genitori Tossici
Convincere i Tuoi Genitori a Farti Fare Qualsiasi CosaConvincere i Tuoi Genitori a Farti Fare Qualsiasi Cosa
Aiutare Qualcuno a Superare la Perdita di un ParenteAiutare Qualcuno a Superare la Perdita di un Parente
Dire Creativamente a Tuo Marito che Diventerà PadreDire Creativamente a Tuo Marito che Diventerà Padre
Affrontare il Fatto che i Tuoi Genitori non Ti AmanoAffrontare il Fatto che i Tuoi Genitori non Ti Amano
Vivere Dopo la Morte del ConiugeVivere Dopo la Morte del Coniuge
Affrontare la Morte di un GenitoreAffrontare la Morte di un Genitore
Infastidire tua SorellaInfastidire tua Sorella
Far Fare il Ruttino a un Bambino che DormeFar Fare il Ruttino a un Bambino che Dorme
Dire ai Tuoi Genitori che Hai un RagazzoDire ai Tuoi Genitori che Hai un Ragazzo
Affrontare la Morte di un NonnoAffrontare la Morte di un Nonno
Superare la Morte di Tuo Padre (per Giovani)Superare la Morte di Tuo Padre (per Giovani)
Disconoscere la Propria FamigliaDisconoscere la Propria Famiglia
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Allen Wagner, MFT, MA
Co-redatto da:
Consulente Coniugale e Familiare
Questo articolo è stato co-redatto da Allen Wagner, MFT, MA. Allen Wagner è uno psicoterapeuta coniugale e familiare registrato che vive a Los Angeles, in California. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Psicologia alla Pepperdine University nel 2004. La sua specializzazione è lavorare con coppie o individui per aiutarli a migliorare le proprie relazioni. Ha scritto il libro Married Roommates a quattro mani con sua moglie, Talia Wagner. Questo articolo è stato visualizzato 7 433 volte
Categorie: Famiglia
Questa pagina è stata letta 7 433 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità