Il brandy è delizioso da solo, nei cocktail o come drink dopo i pasti. Ricco di sapori e aromi delicati, è distillato dal vino per produrre un liquore che contiene il 35-60% di alcol. Puoi godertelo conoscendone la storia, le diverse varietà e il modo corretto per berlo.

Metodo 1 di 3:
Imparare a Conoscere e Scegliere i Brandy

  1. 1
    Impara come viene prodotto il brandy. Questo liquore è un distillato realizzato con succo di frutta. I frutti sono pestati per ottenerne il succo, che è poi lasciato a fermentare per ottenere del vino. In seguito, il vino è distillato per produrre il brandy. Il liquore di solito è lasciato invecchiare in botti di legno, anche se alcuni tipi sono venduti subito dopo la produzione.
    • Il brandy è tipicamente a base d'uva, ma esistono varietà a base di mele, pesche, prugne e molti altri frutti. Se un brandy è realizzato con un altro frutto, il nome del prodotto è citato insieme alla parola "brandy". Ad esempio, un distillato di vino di mele prende il nome di brandy di mele.
    • Il colore scuro tipico del brandy deriva dall'invecchiamento in botte. I prodotti non invecchiati non hanno il classico colore caramello e per ottenere lo stesso effetto spesso contengono dei coloranti.
    • Il brandy di vinacce è realizzato in modo leggermente diverso. Il vino da distillare, infatti, non è ottenuto dalla semplice fermentazione del succo d'uva, ma da quella di succo, bucce, raspi e semi del frutto. Questa varietà è meglio nota come grappa in Italia e come marc in Inghilterra e Francia.[1]
  2. 2
    Impara alcune informazioni sulla storia del brandy. Il nome "brandy" ha origine dalla parola olandese "brandewijn" o "vino bruciato", che richiama la sensazione calda e luminosa del primo sorso di un buon brandy.
    • Questo liquore viene realizzato sin dal dodicesimo secolo, ma in origine era prodotto solo dai medici e dagli speziali come medicina. Le autorità francesi hanno autorizzato i produttori di vino a distillarlo nel sedicesimo secolo.
    • L'industria del brandy francese è cresciuta lentamente, finché gli olandesi non hanno iniziato a importare questo liquore per consumarlo e per esportarlo negli altri stati europei. Era più economico da trasportare rispetto al vino, grazie alla maggiore quantità di alcol contenuto, perciò era una valida alternativa per i mercanti.
    • Gli olandesi hanno investito nella costruzione di distillerie nelle zone francesi di produzione del vino: la Loira, il Bordeaux e la Charente. La Charente è diventata la zona più remunerativa per la produzione del brandy ed è lì che si trova la città di nome Cognac.[2]
  3. 3
    Impara a conoscere i diversi tipi di brandy e le loro varie denominazioni, secondo l'invecchiamento. I tipi di più comuni includono Armagnac, Cognac, brandy americano, pisco, brandy di mele, eaux de vie (acquavite) e Brandy de Jerez. Questi liquori sono catalogati secondo gli anni di invecchiamento, seguendo un sistema specifico per ogni varietà.
  4. 4
    Impara a conoscere i diversi sistemi di invecchiamento. Il brandy è prodotto con una lavorazione lenta e delicata che permette di estrarre tutti gli aromi dal vino ed è tradizionalmente invecchiato in botti di rovere. Esistono diversi sistemi di invecchiamento e di classificazione per le diverse varietà di questo liquore. Le normali denominazioni includono AC, VS (Very Special), VSOP (Very Special Old Pale), XO (Extra Old), Hors d'age e vintage, ma tutte variano moltissimo secondo il tipo di prodotto.
    • VS indica un prodotto invecchiato almeno due anni. Questi liquori sono più adatti ai cocktail che come bevanda pura.
    • VSOP indica prodotti invecchiati tra i 4 anni e mezzo e i 6 anni.
    • XO indica prodotti invecchiati 6 anni e mezzo o più.
    • I brandy Hors d’age sono troppo vecchi per determinare la loro età, per qualunque motivo.
    • Per alcuni brandy queste sono denominazioni ufficiali, ma per altri non lo sono.
  5. 5
    Prova l'armagnac. Questo liquore è un brandy d'uva che prende il nome dalla regione Armagnac, nel sudovest della Francia. È realizzato da una miscela di uve Colombard e Ugni Blanc e viene distillato una sola volta in distillatori a colonna. È poi invecchiato per almeno due anni in botti di rovere francese, un procedimento che conferisce al prodotto un sapore più rustico di quello del cognac. Dopo l'invecchiamento, i brandy di annate diverse sono miscelati per ottenere un prodotto dalle caratteristiche più consistenti.
    • I brandy tre stelle o VS (Very Special) sono miscele in cui il liquore più giovane è stato invecchiato per almeno due anni in botti di rovere.
    • VSOP (Very Superior Old Pale) indica che il prodotto più giovane nella miscela è stato invecchiato per almeno quattro anni in botti di rovere, anche se molti brandy di questo tipo sono molto più vecchi.
    • I brandy Napoleon o XO (Extra Old) contengono solo prodotti invecchiati per almeno sei anni.
    • I prodotti Hors d’age contengono brandy invecchiati almeno dieci anni.
    • Se una bottiglia di armagnac riporta la durata dell'invecchiamento, il numero si riferisce al brandy più "giovane" utilizzato nella miscela.
    • Esistono degli armagnac vintage invecchiati almeno dieci anni, che riportano l'anno del raccolto sulla bottiglia.
    • Queste categorie di invecchiamento si applicano solo all'armagnac; i cognac e gli altri brandy prevedono significati diversi per le stesse denominazioni.
  6. 6
    Prova il cognac. Questo liquore è un brandy d'uva che prende il nome dalla città della Francia dove è stato prodotto per la prima volta ed è realizzato con una miscela specifica di uve che include la varietà Ugni Blanc. È distillato due volte in distillatori di rame e invecchiato in barili di rovere francese per almeno due anni.
    • I brandy tre stelle o VS (Very Special) sono miscele in cui il liquore più giovane è stato invecchiato per almeno due anni in botti di rovere.
    • VSOP (Very Superior Old Pale) indica che il prodotto più giovane nella miscela è stato invecchiato per almeno quattro anni in botti di rovere, anche se quasi tutti i brandy in questa categoria sono molto più vecchi.
    • I cognac Napoleon, XO, Extra o Hors d'age contengono miscele di brandy invecchiati per almeno sei anni in botti di rovere. In media, questi prodotti sono invecchiati per 20 anni o più.
    • Alcuni cognac invecchiano 40-50 anni in botti di rovere.
  7. 7
    Prova il brandy americano. Questi liquori includono molte marche diverse e non sono regolati da leggi rigide. Le denominazioni di invecchiamento, come VS, VSOP e XO non sono controllate dalle autorità e dovresti considerare questo aspetto quando procedi all'acquisto. Esistono solo due regolamenti statunitensi che concernono i consumatori per quanto riguarda i brandy.
    • Secondo la legge, se un brandy non è stato invecchiato per almeno due anni, deve riportare la dicitura "immature" (immaturo) sull'etichetta.
    • Inoltre, se il brandy non è a base d'uva, il frutto di partenza deve essere indicato sull'etichetta.
    • Dato che le denominazioni non sono regolamentate dalla legge, le diverse marche attribuiscono diversi significati alle classificazioni e i processi di invecchiamento di questi prodotti sono spesso brevi. Controlla i siti web dei distillatori per trovare maggiori informazioni sulle varietà particolari e sul loro invecchiamento.
    • Non esistono leggi che regolano le tecniche di distillazione da utilizzare.
  8. 8
    Prova il brandy pisco. Questo liquore d'uva non invecchiato è realizzato in Perù e in Cile. Il colore, a causa del mancato invecchiamento, è trasparente. Al momento è in corso una disputa tra Perù e Cile su chi dovrebbe essere autorizzato a produrre il pisco e se la sua zona d'origine dovrebbe essere limitata a specifiche regioni.
  9. 9
    Prova un brandy di mele. Questo liquore è realizzato usando le mele, ed è prodotto negli Stati Uniti, dove prende il nome di applejack, e in Francia, dove è chiamato calvados. È una bevanda molto versatile, usata in numerosi cocktail.
    • La versione americana, l'applejack, è molto vivace e fruttata.
    • La versione francese, il calvados, è più delicata e ha un sapore più strutturato.
  10. 10
    Prova l'acquavite (eaux de vie). L'acquavite è un nome generico attribuito a tutti i brandy realizzati con frutti diversi dall'uva, come i lamponi, le pere, le prugne, le ciliege e molti altri. Spesso sono trasparenti perché non hanno subito un processo di invecchiamento.
    • In Germania l'acquavite è chiamata "Schnapps".
  11. 11
    Prova il Brandy de Jerez. Questo prodotto è originario della regione dell'Andalusia in Spagna e prevede una lavorazione specifica, che consente solo l'utilizzo di distillatori di rame. Il liquore è poi invecchiato in botti di rovere americano.
    • Il Brandy de Jerez Solera è la varietà più giovane e fruttata, invecchiata per un minimo di un anno.
    • Il Brandy de Jerez Solera Reserva è invecchiato per almeno tre anni.
    • Il Brandy de Jerez Solera Gran Reserva è il liquore più vecchio, invecchiato almeno 10 anni.
  12. 12
    Scegli il tuo brandy secondo il tipo e l'invecchiamento, quando procedi all'acquisto. Puoi trovare liquori dei tipi descritti, oppure leggere sull'etichetta la semplice dicitura "brandy". Se il liquore non appartiene a una particolare varietà, cerca la nazione di produzione e il frutto usato (ad esempio uva, frutta o vinacce). Dopo aver scelto il tipo di prodotto, considera l'invecchiamento. Ricorda che le categorie di invecchiamento generali per i brandy possono variare molto.

Metodo 2 di 3:
Bere il Brandy Liscio

  1. 1
    Impara cosa significa liscio. Bere del brandy "liscio" significa non mescolarlo con nessuna altra bevanda né aggiungere del ghiaccio. Il sapore che sentirai sarà solo quello del liquore e potrai assaporarne appieno il gusto.
    • Il ghiaccio si scioglie e annacqua il brandy, rovinandone il sapore.
  2. 2
    Bevi brandy liscio se hai a disposizione una bottiglia di liquore invecchiato di buona qualità. I brandy migliori andrebbero bevuti in purezza. Questo ti permette di goderti appieno il loro sapore, rendendo più gradevole la degustazione e la tua esperienza.[3]
  3. 3
    Procurati un bicchiere snifter. Questi bicchieri, noti anche come balloon o napolèon, sono bassi, di vetro, con una base larga che si stringe in prossimità della bocca. Hanno uno stelo breve e sono disponibili in molte dimensioni, anche se non dovresti riempirli con più di 60 ml di liquore alla volta. Sono bicchieri perfetti per bere il brandy, perché concentrano gli aromi nella parte superiore del calice, favorendo l'uso dell'olfatto.
    • Pulisci accuratamente i bicchieri e lasciali asciugare all'aria per impedire che altri sapori interferiscano con quelli del liquore.
  4. 4
    Servi subito il drink. I brandy non devono respirare come il vino. Se lascerai riposare il liquore troppo a lungo, parte del'alcol evaporerà e porterà con sé alcune delle caratteristiche del prodotto.
  5. 5
    Riscalda il bicchiere nella mano. Molti esperti preferiscono riscaldare il brandy, perché una temperatura leggermente più alta ne esalta il sapore e l'aroma. Il modo migliore per farlo è tenere il calice nella mano. La larga base del bicchiere rende questo passaggio molto semplice.
    • Puoi riscaldare il bicchiere anche versando dell'acqua calda al suo interno, poi gettarla prima di servire il brandy.
    • Un altro modo per riscaldare il brandy è passare con attenzione il bicchiere su una fiamma viva.
    • Fai attenzione a non scaldare troppo il brandy! Se lo facessi, l'alcol evaporerebbe rovinando il sapore e l'aroma del prodotto.
    • Non far oscillare il liquore nel bicchiere, perché parte degli aromi del brandy potrebbero perdersi.
  6. 6
    Annusa il brandy tenendo il bicchiere all'altezza del petto. Annusare il prodotto a questa distanza ti permette di avvertire le note floreali e di introdurre i delicati aromi nel naso. In questo modo i tuoi sensi non saranno assaliti quando assaggerai il liquore.[4]
  7. 7
    Porta il bicchiere al mento e annusa di nuovo. Solleva lo snifter e inspira profondamente dal naso. Annusare a questa altezza ti permette di avvertire le note di frutta secca nel liquore.
  8. 8
    Alza lo snifter direttamente sotto le narici, poi inspira da naso e bocca. Questo ti permette di avvertire le note speziate del brandy. La sensazione sarà molto più complessa delle precedenti.
  9. 9
    Bevi un piccolissimo sorso. Il primo sorso serve solo a bagnare le labbra, per evitare che il sapore del liquore investa i tuoi sensi con troppa forza. Se non seguissi questo consiglio, il gusto molto intenso del brandy potrebbe scoraggiarti ad assaggiarlo di nuovo.
  10. 10
    Bevi altri sorsi, aumentando gradualmente la quantità. In questo modo abituerai la bocca al sapore. Solo quando le tue papille gustative saranno pronte riuscirai ad apprezzare appieno il gusto del brandy.
    • Per degustare il brandy l'aroma è importante quanto il sapore, perciò assicurati di continuare ad annusare il liquore mentre lo sorseggi.
  11. 11
    Se vuoi degustare più brandy diversi, comincia dal più giovane e procedi fino a quello più invecchiato. Lascia sempre una piccola quantità di ogni prodotto da assaggiare in seguito — sarai sorpreso di scoprire quanto possa cambiare la tua esperienza di degustazione quando il naso e il palato si sono abituati ai sapori forti del brandy.
  12. 12
    Cerca di non osservare il tipo e il costo del brandy che stai assaggiando, se stai degustando più prodotti. Queste informazioni possono influenzare le tue sensazioni, perciò meglio nasconderle per arrivare davvero a determinare i sapori che ti piacciono di più.
    • Puoi segnare i bicchieri sul fondo in qualche modo prima di versare il liquore al loro interno. Poi scambiali di posizione, così da non sapere quale prodotto stai assaggiando.

Metodo 3 di 3:
Bere Cocktail a Base di Brandy

  1. 1
    Bevi cocktail contenenti brandy per esaltare i liquori più giovani e meno costosi. Ad esempio, puoi usare in questo modo un prodotto VS o uno senza denominazione. Il brandy fa parte della famiglia dei vini, perciò non tutti gli abbinamenti con bibite e acqua tonica sono adatti, ma esistono molti cocktail dall'ottimo sapore.
    • Anche se il cognac è un brandy invecchiato piuttosto costoso, è spesso usato nei cocktail.
  2. 2
    Prova un Sidecar. Si tratta di un cocktail classico, di cui il Ritz Carlton a Parigi, in Francia, rivendica la creazione, nei primi anni del '900. Per prepararlo servono 45 ml di cognac, 30 ml di Cointreau o triple sec, 15 ml di succo di limone fresco, una scorza di limone per guarnizione e, se lo desideri, dello zucchero sull'orlo del bicchiere.
    • Guarnisci una coppetta da cocktail ghiacciata con dello zucchero sull'orlo. Questi bicchieri hanno lo stelo lungo e il calice a triangolo rovesciato. Congela il vetro nel freezer, poi immergi l'orlo in un piatto di zucchero per guarnirlo.
    • Versa gli ingredienti (tranne la scorza di limone) in uno shaker con alcuni cubetti di ghiaccio e agita vigorosamente la bevanda.
    • Filtra il liquido per rimuovere i cubetti di ghiaccio e versalo nel bicchiere.
    • Guarnisci con la scorza di limone. Per ottenere la classica scorza a spirale, sbuccia una piccola striscia da un limone seguendo un cerchio completo.
    • Puoi modificare il rapporto di cognac, Cointreau e succo di limone per trovare il sapore perfetto per te.
  3. 3
    Prova un Metropolitan. Si tratta di un cocktail classico, la cui ricetta risale al 1900. Per prepararlo servono 45 ml di brandy, 30 ml di vermouth dolce, mezzo cucchiaino di sciroppo di zucchero e 2 gocce di angostura.
    • Prepara un semplice sciroppo mescolando una tazza d'acqua con una tazza di zucchero extrafine in un vasetto di vetro. Sigilla il vasetto e scuoti fino a sciogliere completamente lo zucchero. Tieni la miscela in frigorifero.
    • Versa tutti gli ingredienti in uno shaker con dei cubetti di ghiaccio e agita bene.
    • Filtra il cocktail in una coppetta da cocktail ghiacciata. Questo bicchiere ha un lungo stelo e un calice a forma di triangolo rovesciato.
  4. 4
    Prova un Hot Toddy da gentiluomo. Si tratta di una bevanda calda classica, usata storicamente come medicina. Può essere preparata con molti liquori, tra i quali brandy tradizionale o di mele. Ti servono 30 ml di brandy, 1 cucchiaio di miele, un quarto di limone, una tazza d'acqua, un pizzico di chiodi di garofano, un pizzico di noce moscata e due bastoncini di cannella.
    • Rivesti il fondo di una tazza o di un bicchiere da irish coffee con il miele, poi aggiungi il brandy e il succo di un quarto di limone.
    • Fai bollire l'acqua in una pentola e versala nel bicchiere.
    • Mescola la bevanda, poi aggiungi i chiodi di garofano e la cannella.
    • Lascia riposare per 5 minuti, poi aggiungi la noce moscata e goditi il drink!
    • Puoi modificare il rapporto tra brandy e acqua. Se stai usando brandy di mele, puoi scegliere di usare più liquore per dare più sapore alla bevanda.
  5. 5
    Prova un Pisco Sour. Si tratta del modo più diffuso per consumare il pisco e del drink più caratteristico del Perù, molto bevuto anche in Cile. Per prepararlo servono 95 ml di pisco, 30 ml di succo di lime spremuto fresco, 22 ml di sciroppo di zucchero, 1 albume fresco e 1 goccia di angostura o amargo, se riesci a trovarlo.
    • Prepara un semplice sciroppo mescolando una tazza d'acqua con una tazza di zucchero extrafine in un vasetto di vetro. Sigilla il vasetto e scuoti fino a sciogliere completamente lo zucchero. Riponilo in frigorifero.
    • Mescola il pisco, il lime, lo sciroppo e l'albume in uno shaker senza ghiaccio, poi agita con forza fino a rendere l'albume spumoso, per circa 10 secondi.
    • Aggiungi il ghiaccio, poi scuoti con molta forza per raffreddare il cocktail, per circa 10 secondi.
    • Filtra il ghiaccio e versa il cocktail in un bicchiere speciale ghiacciato. Il bicchiere da pisco sour è piuttosto piccolo e ha la forma di un normale bicchierino da grappa, con la base più stretta e i bordi che si allargano nella parte alta.
    • Aggiungi le gocce di angostura sopra l'albume.
  6. 6
    Prova il Jack Rose. Si tratta di un cocktail classico molto popolare negli anni '20 del secolo scorso, a base di applejack, la varietà americana di brandy alle mele. Ti servono 60 ml di applejack, 30 ml di succo di lime e 15 ml di granatina. Non è facile trovare del vero applejack americano, ma se riuscissi a mettere le mani su una bottiglia, dovresti provare questo cocktail.
    • Versa tutti gli ingredienti in uno shaker con dei cubetti di ghiaccio e agita bene.
    • Filtra in una coppetta da cocktail ghiacciata. Questo bicchiere ha uno stelo lungo e il calice a forma di triangolo rovesciato.
  7. 7
    Prova il Prescription Julep. Questo drink è comparso per la prima volta nel 1857 ed è una miscela di cognac e whisky di segale, perfetta per rinfrescarti nelle calde giornate estive. Ti servono 45 ml di cognac VSOP o di un altro ottimo brandy, 15 ml di whisky di segale, 2 cucchiaini di zucchero sciolti in 15 ml d'acqua e due rametti di menta fresca.
    • Metti lo zucchero e l'acqua in un bicchiere alto o un calice d'argento tradizionale, poi mescola fino a sciogliere lo zucchero.
    • Aggiungi le foglie di menta nel bicchiere e premile delicatamente per rilasciare gli oli aromatici. Non sbriciolarle o conferirai un sapore amaro al cocktail.
    • Aggiungi il brandy e il whisky di segale al bicchiere, poi mescola bene.
    • Riempi il bicchiere con del ghiaccio tritato e mescola con un lungo cucchiaio fino a gelare il bicchiere sui lati.
    • Guarnisci con un rametto di menta fresca e servi con una cannuccia.

Consigli

  • Se non riesci a sopportare il sapore del brandy schietto, puoi aggiungere pochissima acqua prima di assaggiarlo.
  • Esistono molti cocktail diversi creati con il brandy e anche tu puoi inventarne di nuovi. Fai delle ricerche o usa la fantasia!

Avvertenze

  • Il consumo di alcol limita la capacità di guidare un'auto o di operare macchinari pesanti e un consumo eccessivo può provocare gravi problemi di salute.
  • Non bere alcolici se sei incinta, perché metti in pericolo la salute del tuo bambino.

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 12 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 18 207 volte
Categorie: Drinks
Questa pagina è stata letta 18 207 volte.

Hai trovato utile questo articolo?